E all'Ortomercato protestano in 200 insieme al Pdl: «No alle baracche»

Che ci fossero il coordinatore cittadino Giulio Gallera o il suo vice Giuseppe Lardieri, il capogruppo (ed ex presidente) della Zona 4 Paolo Zanichelli e il consigliere Alessandro Fede Pellone, non è una sorpresa. Il presidio ieri sera a due passi dall'Ortomercato l'hanno organizzato loro. Ma due terzi con il Pdl sono scesi in piazza in piazza tanti residenti e commercianti del quartiere. «Persone che non c'entrano con i partiti, proprio residenti esaperati e preoccupati per il futuro. Ora inizieranno a raccogliere firme da inviare a noi e al sindaco per bloccare il progetto» riferisce Gallera.

Circa 200 persone, per due terzi eterne al partito, hanno partecipato alla protesta contro l'apertura di un nuovo campo nomadi in via Lombroso 103, solo una rete lo separerà i Mercati generali dall'area dove il Comune piazzerà i container del «campo di transito», dove i rom dovrebbero essere trasferiti solo qualche mese via via che vengono sgomberati da zone abusive. Ma se sono come quelli che hanno piazzato le tende in via Triboniano o altri campi regolari della città per vent'anni, il concetto di nomadismo andrebbe un pò rivisitato.

«É assurda - attacca Gallera - la decisione di Pisapia di creare un nuovo campo in una zona in cui i problemi di sicurezza sono già elevatissimi. E di fronte a un buco di 437 milioni nel bilancio per noi è inaccettabile che si spendano risorse per creare altre strutture di accoglienza, si usino per mettere in sicurezza quelli già esistenti e per aumentare la presenza delle forze dell'ordine».