Migranti, ecco come avvengono gli sbarchi fantasma

Secondi i dati aggiornati dal Viminale, dall’inizio dell’anno al 15 agosto scorso, in Italia sono sbarcati 4.269 migranti

Secondi i dati aggiornati dal Viminale, dall’inizio dell’anno al 15 agosto scorso, in Italia sono sbarcati 4.269 migranti. Per il Procuratore di Agrigento Luigi Patronaggio, ascoltato in Commissione Antimafia il due luglio scorso, gli sbarchi fantasma si attestano oggi al 20-25%. “Gli sbarchi fantasmi sono un vero pericolo perché chi arriva così vuole sottrarsi all’identificazione”. Cerchiamo di capire, semplificando al massimo, cosa sono gli sbarchi fantasma e come avvengono.

Sbarchi fantasma: le imbarcazioni utilizzate

A differenza dei gommoni e dei barconi in legno ampiamente utilizzati nel Mediterraneo centrale, per gli sbarchi fantasma si impiegano piccoli pescherecci, unità in legno e da diporto. Le ridotte dimensioni dell’imbarcazione consente un limitato numero di occupanti per unità. Tali unità navigano solitamente senza alcun tipo di sistema di rilevazione che possa consentire il loro monitoraggio come l'AIS.

"L'Automatic Identification System opera nella banda VHF marittima: consente lo scambio wireless dello stato di navigazione tra imbarcazioni e centri costieri di monitoraggio del traffico. Le imbarcazioni commerciali, le navi oceaniche ed altri natanti equipaggiati con i ricetrasmettitori, AIS trasmettono messaggi AIS che comprendono il nome dell’imbarcazione, la rotta, la velocità e lo stato di navigazione corrente. Obbligatorio per le imbarcazioni di stazza lorda superiore alle 300 tonnellate, è attualmente facoltativo per le unità più piccole. Per il diporto, invece, è molto utile (e relativamente economico) un sistema AIS passivo, cioè solo in grado di ricevere le informazioni inviate dalle navi ma non di trasmettere le proprie".

Alcune unità, come le barche a vela provenienti da Est, possono essere facilmente scambiate per quelle dedite ad una regolare navigazione da diporto o, comunque, ad un normale utilizzo del mare. Ecco perché in alcuni casi, le imbarcazioni utilizzate negli sbarchi fantasma non sono immediatamente associate al fenomeno migratorio. Navigando in totale autonomia, le unità cercano di occultare la loro presenza allo scopo di raggiungere le coste italiane senza essere individuate ed intercettate dalla griglia di rilevamento.

Come funzionano i radar?

Per spiegare come funzionano i radar (tralasciamo lo spazzamento meccanico e quello ad apertura sintetica) portiamo un semplice esempio: la terra è un pallone da basket. Sul pallone mettiamo un cerchio, che sarebbe il radar, e spostiamolo su di esso. Il raggio di scansione del radar non può vedere oltre l'orizzonte, mentre può essere bloccato parzialmente o completamente da terreni complessi o da un oggetto fisso come una montagna. Un problema, quest’ultimo, affrontato dai russi in Siria nell’allestire una griglia di rilevamento basata sull'S-400. Posizionare il radar ad un'altitudine più elevata o in cima a una montagna allevierebbe il problema, ma ciò potrebbe limitare la scansione ai livelli più bassi. Accenniamo brevemente ai fattori che possono alterare in modo significativo la propagazione di un segnale radar, come la le variazioni della temperatura atmosferica, dell'umidità e della pressione. Una copertura radar offshore, quindi, dovrà tenere conto degli effetti negativi delle condizioni atmosferiche sulla propagazione del segnale radar. Ricordiamo, infine, altri due fattori: il primo è che il raggio del radar si diffonde mentre si propaga da quest’ultimo. Il secondo è che la distribuzione di energia all'interno del raggio radar non è uniforme. La maggior parte della potenza, infatti, è concentrata vicino all'asse principale del raggio e l'intensità diminuisce approssimativamente seguendo uno schema gaussiano. Oltre alle condizioni atmosferiche devono essere note le informazioni dettagliate sul terreno, sulla posizione e sui parametri hardware del radar ed il suo modello di scansione. Per superare tali limiti fisici, qualcuno ha pensato bene di collocare un radar su un aereo.

Perché i radar terrestri non rilevano gli sbarchi fantasma?

A causa delle loro caratteristiche, le piccole imbarcazioni possiedono una probabilità di rilevazione ridotta dalle moderne tecnologie di monitoraggio. Parliamo di unità con una lunghezza inferiore ai venti metri. Anche se per forme e strutture tali navi possono differire, mantengono una caratteristica comune: le esigue dimensioni. Se alle dimensioni, associamo l’alta velocità e le condizioni meteorologiche sfavorevoli, il rilevamento ed il tracciamento saranno estremamente difficili. I piccoli scafi utilizzati in altri contesti e costruiti in vetroresina, alluminio, fibra di carbonio e Kevlar, offrono diversi vantaggi in base a specifiche esigenze. Da sottolineare che tutti i metalli sono altamente riflettenti per il radar, pertanto esistono diversi design e materiali che consentono loro di ridurre la RCS.

La rete costiera della Marina Militare italiana

La rete radar costiera della Marina Militare italiana è strutturata su una serie di postazioni fisse e mobili in grado di garantire una efficace Maritime Situational Awareness. Spiega Vito Pesare, esperto in Guerra elettronica della Marina Militare oggi in pensione.

"Tutti i siti sono equipaggiati con i radar tipo RASS C e Gabbiano T200C che hanno sostituito i vecchi sistemi 756 e 755. Ogni Sito è poi dotato di un apparato radio VHF, uno optoelettronico ed una telecamera infrarossi, impiegabile anche di notte. La Marina è anche promotrice del Virtual-Regional Maritime Traffic Centre (V-RMTC) / Trans Regional Maritime Network (T-RMN)".

Il principale radar di scoperta di cui dispongono i siti è il RASS C che, con la sua capacità Over The Horizon (OTH), è in grado di intercettare navi a elevata distanza. Il T200C Gabbiano, invece, è un radar con capacità Inverse Synthetic Aperture Radar (ISAR). Ciò significa che, oltre alla capacità di scoperta, è in grado di catturare l'immagine elettromagnetica delle navi in modo da classificare un contatto sconosciuto tra tipi diversi di unità (come pescherecci, militari, petroliere e altro).

Il V-RMTC è una rete virtuale che collega le centrali operative delle Marine aderenti all'iniziativa. Su questa rete, che sfrutta le capacità di connessione offerte da internet, viaggiano le informazioni non classificate relative al traffico mercantile composto da unità superiori o pari a 300 tonnellate. Le informazioni, inviate secondo un formato (MERSIT) sviluppato dalla nostra Marina Militare, sono raccolte da un HUB ubicato presso il Comando in Capo della Squadra Navale (CINCNAV) che le rende disponibili a tutti i partecipanti. Il sistema sfruttando internet, piattaforme commerciali e software sviluppato dalla Marina Militare si presenta particolarmente economico, di facile gestione e “garantito", nel senso che le informazioni hanno una provenienza “certificata" dalla Marine aderenti, aspetto che ad oggi caratterizza solo il V-RMTC.

Il ruolo dei droni

Due piattaforme a pilotaggio remoto sempre in volo, garantirebbero una copertura ottimale del raggio d'entrata dal mediterraneo. Tuttavia anche se i pattugliamenti unmanned venissero potenziati da piattaforme ISTAR con equipaggio come i P-72A ad esempio, servirebbe una specifica flotta UAV per garantire un costante controllo dell’evoluzione della situazione. Dobbiamo considerare, infatti, i guasti e la manutenzione ordinaria. Per persistenza, raggio d’azione e bassi costi di esercizio la piattaforma ideale sarebbe l'MQ-9A. Tale flotta UAV non dovrebbe essere a carico di una singola nazione come l'Italia, ma strutturata a livello europeo. Per intenderci: il 32esimo Stormo di Amendola potrebbe tranquillamente assolvere tale compito, ma la sua componente a pilotaggio remoto dovrebbe essere potenziata. Tempo fa, la NATO aveva garantito alcuni AWACS anche per monitorare il flusso migratorio, ma è una piattaforma di alta fascia troppo costosa per svolgere tale compito con regolarità.

Contrastare gli sbarchi fantasma

La soluzione migliore sarebbe quella di continuare ad integrare tutte le tecnologie esistenti (radar, satellitari ed elettro-ottiche) in un dispositivo di sorveglianza marittima a livello europeo. Se gli sbarchi fantasma sono un problema reale, non vi è ancora unanimità in tal senso, è imperativo potenziare la rete europea di sorveglianza delle frontiere marittime del Mediterraneo.

Commenti
Ritratto di mortimermouse

mortimermouse

Lun, 19/08/2019 - 17:53

abbiamo anche una marina militare in grado di contrastare le corazzate nemiche, ma non i barchini... che figura.... :-)

Ritratto di FrancèèU

FrancèèU

Lun, 19/08/2019 - 18:32

Chissà quanti jihaddisti sono sbarcati di nascosto fino ad ora.. I cinfini marittimi italiani sono un colabrodo.

Ritratto di Ausonio

Ausonio

Lun, 19/08/2019 - 19:11

La massoneria e il sionismo lo esigono, il meticciato. Il genocidio morbido dei popoli europei, da sostituire con una marmaglia senza storia, senza cultura, senza alcuna ragione per sentirsi comunità di destino.

Ritratto di do-ut-des

do-ut-des

Lun, 19/08/2019 - 19:26

Basterebbe chiedere i documenti a tutti quelli che hanno fisionomia asiatica ed africana. Se non vogliamo fare nemmeno quello, non so cosa pensare.

Ritratto di onefirsttwo

onefirsttwo

Lun, 19/08/2019 - 19:32

Onefirsttwo(alias Tutankhamon da Hokkaido(JAPAN)) : Hi !!! STOP Oh , finalmente un articolo nuovo !!! STOP E di Iacch poi : vuol dire che è interessante !!! STOP Tutti gli altri potete cancellarli : li ho letti e riletti almeno una decina di volte e ormai li so a memoria !!! STOP W Onefirsttwo !!! STOP W Onefirsttwo !!! STOP W Onefirsttwo !!! STOP Se esiste Lu Kaku , allora deve esistere anche Lu Pisciu !!! STOP Controllare , please !!! STOP Yeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaahhhhhhhhhhhhhhh..

Ritratto di do-ut-des

do-ut-des

Lun, 19/08/2019 - 19:32

E lo avete capito solo adesso? Andate a controllare i miei commenti di qualche mese se non un anno fa.

Ritratto di jasper

jasper

Lun, 19/08/2019 - 19:32

Beh, questi barchini potrebbero essere affondati prima che attracchino senza che nessuno lo sappia. Sarebbe la migliore soluzione per togliere il vin dai fiaschi. Nessuno saprebbe niente e il problema verrebbe risolto in nuce. Sarebbero operazioni stile "Nacht und Nebel". A buon intenditor poche parole.

venco

Lun, 19/08/2019 - 19:34

Questi si fermano solo quando dopo sbarcati vengono reclusi in appositi campi fino alla loro richiesta di rimpatrio, e questo si puo fare solo con un governo a grande maggioranza leghista e FdI. Fin che sono liberi di circolare dopo sbarcati ne verranno a milioni.

Ritratto di hernando45

hernando45

Lun, 19/08/2019 - 19:35

Possiamo mettere in azione tutti i radar e tutte le navi che vogliamo, ma se quando li scopriamo (come avvenuto 2 notti fa) li scortiamo fino a Lampedusa anzicche RIMORCHIARLI INDIETRO, non risolviamo un bel niente!!!! AUGH.

Ritratto di Spiderman59

Spiderman59

Lun, 19/08/2019 - 19:36

Marina militare inesistente, basti tornare di poco indietro con la memoria, ricordando quanti pescherecci furono sequestrati da motovedette libiche, algerine, marocchine, tunisine, persino maltesi dentro e fuori acque internazionali senza colpo ferire.

kytra1936

Lun, 19/08/2019 - 19:38

Stamattina, nel giro di soli 100 metri, sono stata molestata da tre baluba, grandi e grossi (ma non sono quelli che scappano dalla fame ?), con le loro petulanti richieste di monete e con le loro dolenti facce di circostanza a cui non credono neppure i paracarri. Ma i cellulari sono quelli nuovissimi che io non mi potrei permettere. Un governo di sinistra ci regalerebbe altre centinaia di migliaia di questi parassiti che pretendono di campare a spese nostre e non a carico di quelli che ce li vogliono sbattere tra i piedi. Domattina vediamo quanti saranno di nuovo.

Ritratto di Walhall

Walhall

Lun, 19/08/2019 - 19:38

Quindi in Italia, potenzialmente potrebbero entrare con questi natanti, oltre a delinquenti professionisti con ogni sorta di curriculum, droga, armi fino a ordigni nucleari. Sarà ora che qualcuno ci pensi a sistemare questa ennesima falla prima che ci scappi o i morti.

Saurier

Lun, 19/08/2019 - 19:38

Spiegare il significato dell'abbreviazione RCS (radar cross section), in sostanza quanto un oggetto è rilevabile da un radar, sarebbe stato opportuno per il giornalista che avesse voluto essere letto — e non solo leggersi. Lo stesso dicasi per UAV: non tutti sanno che si tratta di droni (unmanned aerial vehicle).

Adespota

Lun, 19/08/2019 - 19:43

Soluzione ministro 30 : la marina militare ha altro da fare che occuparsi del presidio dei confini marittimi.

silvan.don

Lun, 19/08/2019 - 19:48

Abbiamo una marina militare che contrasta le corazzate? Trascurando la trenta, mi risulta che sappiano trasbordare falsi minori e falsi malati a casa nostra. Ma, per questo, non abbiamo la croce rossa?

StefanoOdoacre

Lun, 19/08/2019 - 20:01

guardate che bastano dei visori ad infrarossi per vedere di notte il calore dei motori dei barchini da lontano,lo potrebbe fare anche un bambino... Anche binocoli dico roba del 1915-18 ne fermerebbero comunque molti... NON c'e' la sincera' volonta' di fermarli...

Ritratto di cape code

cape code

Lun, 19/08/2019 - 20:03

Mortimerhouse sei proprio un forzaitaliota..i "barchini" della Xmas nella seconda guerra mondiale hanno affondato diverse corrazzate inglesi.

Ritratto di cape code

cape code

Lun, 19/08/2019 - 20:15

Ci fosse una donna sul gommone oh..

Una-mattina-mi-...

Lun, 19/08/2019 - 20:19

RIASSUNTO: I SELVAGGI CI PRENDOO PER IL CUXO...AIUTATI DAI TERRORISTI EVERSIVI, TRAVESTITI DA SOCCORITORI, CHE NEL FRATTEMPO INCASSANO...

Ritratto di Raperonzolo Giallo

Raperonzolo Giallo

Lun, 19/08/2019 - 20:20

Articolo molto interessante, ma anche utilizzando al meglio tutte le tecnologie ben descritte, il problema resterebbe praticamente identico, e la sua risoluzione ugualmente difficile. Una volta identificati e monitorati in anticipo gli "sbarchi fantasma", cosa fare? Quando si hanno le mani legate per qualsiasi iniziativa, visto l'immediato intervento delle Toghe che subentrano al comando di qualsiasi operazione, anche militare, con I LORO ORDINI inequivocabili e LA MINACCIA e poi L'ATTIVAZIONE di azioni legali contro chiunque osi pensare di frenare l'invasione, cosa resta? La catena di comando è ben chiara: al vertice c'è la Magistratura, tutti gli altri soggetti possono fare ben poco.

Una-mattina-mi-...

Lun, 19/08/2019 - 20:21

mortimermouse Lun, 19/08/2019 - 17:53... MI DISPIACE DISILLUDERLA: LA NOSTRA MARINA ORMAI E' UNA ONLUS, E NON CONTRASTA MANCO UN CANOTTO BUCATO...

cotote

Lun, 19/08/2019 - 20:25

In tre giorni sono sbarcate a Lampedusa oltre 100 persone. In modo autonomo, con le motovedette della guardia di finanza e con quelle della Capitaneria. Ma i porti non erano chiusi? Perché le motovedette non sono state trattate come la Diciotti? Chiunque sa la risposta.

carlottacharlie

Lun, 19/08/2019 - 20:27

Sono criminali della peggior specie, sentirli a piagnucolare fa vomitare e si spera che il mare se li prenda 'sti negrieri senz'anima, truffatori che sfruttano esseri umani. Nessuno sbarco e che si svegli la Marina a fermare i barchini. Prenderli a bordo o trainarli e riportarli da dove sono partiti. Sono barbari che non rispettano il loro paese lo Stato e le leggi che proibiscono le invasioni foss'anche di un solo nero che arrivi., bestie da prendere a calci. Tutti a nascondersi dietro la morale imperante e si comportano da immorali farabutti.

ESILIATO

Lun, 19/08/2019 - 20:38

mortimermouse .. ti consiglio la lettura di "Navi e poltrone" e capirai la nostra marina militare.

ValdoValdese

Lun, 19/08/2019 - 20:51

°°° °°° °°° Gli spagnoli hanno la testa dura, non riescono a capire che, se loro sono ancora OPEN ARMS, è ormai più di un anno che gli italiani non sono più OPEN BUTTOCKS...

Ritratto di venanziolupo

venanziolupo

Lun, 19/08/2019 - 20:52

mortimermouse non è proprio cosi .... se la marina ha l'ordine di girarsi dall'altra parte deve girarsi dall'altra parte ... e finché al governo ci saranno sinistri gialli o rossi cosi è !!!

buonaparte

Lun, 19/08/2019 - 20:52

IN SPAGNA HANNO DEI RADAR AD ALTA DEFINIZIONE IN GRADO DI VEDERE LA SAGOMA DELLE NAVI E SE UNA MOTO DI ACQUA SI ATTACCA ALLA NAVE PER SFUGGIRE AI RADAR STESSI- QUI NON CE NESSUNA VOLONTà DI COMBATTERE QUESTI BARCHINI PERCHè SONO BUSINESS PER I CENTRI . UN TEMPO ERAVAMO DI LEVA E PASSAVAMO IL TEMPO A LEGGERE LA GAZZETTA E SCHERZARE TRA NOI. ORA CHE SONO PROFESSIONISTI E BEN PAGATI NON CREDO CHE LE COSE SIANO MOLTO CAMBIATE,. SONO LI CHE ASPETTANO DI ANDARE IN MISSIONE E FARSI DUE EURO IN PIU. PURTROPPO QUESTA CREDO SIA LA REALTà .NELLA SECONDA GUERRA MONDIALE CON MENO MEZZI I CONFINI ERANO PIU DIFESI.

Ritratto di equitaly

equitaly

Lun, 19/08/2019 - 20:56

di male in peggio..

Luigi Fassone

Lun, 19/08/2019 - 21:01

Ma come farà mai il Viminale a contare il numero totale dei clandestini se una parte di essi si dilegua appena mette i tacchi sulla nostra battigia e diventa subito,come si dice,uccel di bosco ??

Ritratto di Zagovian

Zagovian

Lun, 19/08/2019 - 21:13

In buona parte BALLE(scuse)!La soluzione sono i droni!E quelli "civili",non costano molto e sono efficienti!(me ne intendo un pò....).In Italia ne produciamo dei tipi,che normalmente viaggiano con "motore" a reazione a 600Km/ora,ma quando sono sul posto di osservazione(raggiunto quindi in poco tempo),dotati di telecamere "intelligenti",hanno la possibilità di comportarsi come un "elicottero stazionario"(come i piccoli droni che siamo abituati a vedere),avvicinandosi all'"oggetto",facendo riprese ravvicinate,etc.etc.....Possono persino portare a bordo,un "altoparlante",che avvicinandosi all'"oggetto",impartiscono CHIARAMENTE ordini,ordini che potrebbero DISSUADERE questi "naufraghi volontari-invasori",...possono essere dotati di "spray repellenti",e persino di un piccolo "mitragliatore"....BASTA VOLERE!!!!Una "flotta" di questi droni(con un costo totale inferiore ai 2 milioni),coprirebbe-monitorerebbe tutte le nostre coste!!

moichiodi

Lun, 19/08/2019 - 21:28

peccato che va via salvini, altrimenti lancerebbe spiagge chiuse e il muro del friuli(il giornale non cita quelli via tir e terra). giusto per risolvere il problema delle migrazioni. che secondo i sovranisti l'italia da sola può controllare. Non ci riescono gli stati uniti! di Trump! salvini diceva un cosa giusta: aiutiamoli a casa loro. ma poi si è scordato di portare avanti in sede europea e onu una qualche iniziativa concreta. solo chiacchiere e illusioni.

Cheyenne

Lun, 19/08/2019 - 21:37

SE AVESSIMO UNA MAGISTRATURA SERIA E ONESTA A QUEST'ORA CAPITANO ED EQUIPAGGIO DELLA NAVE NEGRIERA SAREBBERO IN GALERA E I CLANDESTINI IN SPAGNA. POTREMMO OFFRIRE LA BUSINESS CLASS AI NEGRIERI MA QUESTI RESTEREBBERO AL LARGO DI LAMPEDUSA SEQUESTRANDO GLI AFRICANI. E IL MATTARELLO SE NE FOTTE

Ritratto di marione1944

marione1944

Lun, 19/08/2019 - 22:15

Un’azienda di Bologna ha un drone che può stare in aria per ore a 100 metri e con telecamera a infrarossi riesce a vedere un tasso fino a 10 km. Oltretutto riesce a cogliere (con l’infrarosso) anche se qualcuno ha appoggiato una mano ad un palo o ad un albero. Il monitoraggio c’è, basta cercarlo.

ValdoValdese

Lun, 19/08/2019 - 22:51

*** *** *** Bravo Toninelli, lui ha detto la cosa più giusta: Li portiamo noi italiani in Spagna ma prima la Spagna tolga la sua bandiera a quella nave di filibustieri...

Santippe

Mar, 20/08/2019 - 00:25

Ma la Marina Militare, l'Esercito etc.che ci stanno a fare? Se non difendono i confini nazionali a che servono? Soltanto per le parate? Con quello che costano al popolo italiano?

ESILIATO

Mar, 20/08/2019 - 01:13

hernando45 hai perfettamente ragione, non vedo perche li scortano a Lampedusa invece di rimorchiarli verso le acque tunisine.

Ritratto di cape code

cape code

Mar, 20/08/2019 - 02:39

Moichiodi, ma tu veramente pensi che Salvini se ne vada cosi' e sparisca come una Boschi qualsiasi?? Sei proprio un babbeo...LOL Comunque frenare chiunque dal migrare e' impossibile ma un freno va dato ed un arginamento ci vuole. Se non lo capisci sei un sinistrato. Aspetta.. lo sei.

Ritratto di Marcello.508

Marcello.508

Mar, 20/08/2019 - 06:04

Zagovian - 21:13 Sono daccordo: oltre le metodologie illustrate nell'articolo, con mezzi della marina (pattugliatori e corvette) piazzati h24 su rotte "note" fra Sirte e quelle "greche" per arrivare a Lampedusa o su spiagge meridionali italiane (i migranti non usano sommergibili al momento.. ), con l'uso di droni e controlli satellitari si riescono ad intercettare le solite navi madre e procedere in modo coattivo. Certo qualcosa potrà sempre sfuggire però dissuadere con qualsiasi mezzo questo indegno traffico di esseri umani è necessario. Problematica questa si risolverebbe al 100% fermandola fonte, costruento un hotspot europeo in Libia (che lo vogliano o meno i due "el kathjar") per fare una cernita dei veri profughi, Francia permettendo ovviamente..

Ritratto di rapax

rapax

Mar, 20/08/2019 - 08:38

Un altro aspetto assurdo e' non recludere in centri di detenzione identificazione ed espulsione i vaganti inidentificati, irregolari che ci sono bellamente in Italia, non attuare blocchi e pattugliamenti seri

Ritratto di rapax

rapax

Mar, 20/08/2019 - 08:42

La Libia ovvio non sequestra nulla, nonostante gli sberleffi delle navi ong alla loro zona sar e alle sue richieste di stop e dietrofront, questo puzza di grave collusione, quando per uno starnuto si sequestrano i nostri pescherecci

Blueray

Mar, 20/08/2019 - 08:46

Tutta la tecnologia descritta è del tutto inutile se poi si vanno a recuperare i clandestini con le navi militari o della guardia costiera. Poichè questi sbarchi non hanno le caratteristiche di azioni belliche con possibilità di offesa, nel qual caso sarebbe autorizzato l'uso delle armi, l'unico metodo per arrestarli sarà inviare, nei distretti di partenza, truppe di terra dell'Onu col compito di contrastare le partenze e le mafie scafiste. Altre possibilità non esistono, anche alla luce di una legislazione di salvaguardia ponderosa che da perfetti fessi ci siamo dati per noi occidentali, ed ora ci viene rivoltata contro a vantaggio di terzi alloctoni e invasori, pacifici sì, ma non graditi nè voluti.

Ritratto di Zagovian

Zagovian

Mar, 20/08/2019 - 08:54

@marione1944 22:15....certo!

Ritratto di Artù007

Artù007

Mar, 20/08/2019 - 09:36

Basta rimetterli su codesti barchini con una tanica di gasolio e acqua, rispedirli indietro. Se fanno storie scortarli fino da dove sono partiti, farli scendere e affondare la barca. STOP!!!

Ritratto di Zagovian

Zagovian

Mar, 20/08/2019 - 09:55

@Blueray08:46....certo,senza la volontà politica espressa dalla maggioranza della popolazione(cosa che non c'è da decenni),che coinvolga,accordi,istituzioni,carta costituzionale,etc.etc.,sono tutti palliativi. Tutta questa gente,una volta raggiunta la meta,viene "accolta" dal "SISTEMA",che offre loro un alloggio,paga loro le spese,offre un lavoro,li cura,li "difende" nei "tribunali gratis(anche se clandestini),...etc.etc....Niente da fare!L'INVASIONE-ACCOLTA" continuerà....

Ritratto di El Presidente

El Presidente

Mar, 20/08/2019 - 10:05

@rapax RAPAX. Non mi dica che nella sua testa si sta insinuando il dubbio che le autorità libiche siano in combutta e ci guadaglino dall'attività degli scafisti ... guardi che non è così ... Salvini ha parlato di "pissona pissonalmente" con Al Sarraj e gli ha anche regalato un mucchio di motovedette, gli addestriamo gli equipaggi, glieli paghiamo, abbiamo addirittura una nostra nave officina ferma in porto a Tripoli che gli fa la manutenzione aggratis ... quindi sicurameNTe i libici sono là a difendere STRENUAMENTE i nostri interessi ... HAHAHAHAHAHAHAHAAHHAHAH!!!!

buonaparte

Mar, 20/08/2019 - 10:40

certo che una parte dei libici sono d'accordo con gli scafisti. sono i libici di ideologia comunista che sono in combutta con i trafficanti e le ong per il trasporto in italia di clandestini per le cooperative rosse che si fanno i soldi e magari ricambiano dando donazioni ai partiti di sinistra italiani per le campagne elettorali.come mai negli ultimi anni la sinistra spende il doppio del cdx nelle campagne elettorali e tutti gli esposti vengono archiviati ? un sindaco ha detto di aver messo di sua tasca 270.000 euro per spiegare le forti spese senza dire da dove venivano i soldi.sono veramente dei benefattori questi di sinistra

trifool56

Mar, 20/08/2019 - 10:41

Non ho parole: siamo nel 3* millennio e siamo in balia di barchini di migranti scambiati per turisti... Certo, per loro è comodo farsi prendere per turisti, dato che poi li manteniamo noi lo saranno pure caporalati e mafie se riusciranno a utilizzarli o, forse, i papponi se finiranno, le donne, on the road. Nondimeno, per una difesa dei confini che voglia dirsi tale (quindi non con una Trenta, per dire, o Toninelli, che offre supporti a nostre spese cedendo ai ricatti di OpA.) occorre più interdizione e tecnologia: anche senza affondarli, però respingimenti sì.

Ritratto di El Presidente

El Presidente

Mar, 20/08/2019 - 12:10

@Cheyenne Quale parte dell'espressione "sbarchi fantasma" la sua testolina non riesce a processare? Cosa centrano le navi negriere (presumo si riferisca alle ONG) con le barchette che a frotte arrivano nottetempo sulle nostre coste da ogni dove e scaricano persone che poi si danno alla macchia? I MAGISTRATI SERI E ONESTI di cui parla cosa dovrebbero processare? Una barca vuota abbandonata sulla battigia? La sua fortuna è che la stupidità in Italia non costituisce reato che se poi arrivano i MAGISTRATI SERI E ONESTI starebbe inguaiato forte ...

moichiodi

Mar, 20/08/2019 - 12:48

@capecode. Non so se lei è un leghiota o se ragiona con senso critico. Non capisco perchè lei è d'accordo con me e poi mi prende a male parole. Politiche che limitano le partenze non sono state fatte da questo governo che avrebbe voluto bloccare gli arrivi. il che si è visto che non è possible, l'emigrazione non la può eliminare nessuno. tanto meno l'italia da sola.Ne io avrei una soluzione. Si può solo frenare a monte. Aiutiamoli a casa loro è una politica utile, ma non è stata fatta. e poi io non ho detto che salvini sparisce. In politica tutto si modifica nel giro di pochi mesi. ho solo detto che non sarà più ministro e con lui ministro gli arrivi, in qualche modo sono continuati.

agosvac

Mar, 20/08/2019 - 12:55

Io ho il piacere di abitare in una zona abbastanza elevata e che dà una vista completa del mare prospiciente Carini. In questo periodo vedo una miriade di piccole imbarcazioni da diporto tra cui moltissime barche a vela. Quel che vedo lo si può vedere in qualsiasi zona costiera di tutta Italia, in questo periodo. Voglio dire che è impossibile un controllo radar. Serve un controllo capillare della Guardia Costiera. Ma per farlo ci vorrebbe la volontà di farlo cosa che non c'è. Forse sarebbe più efficace un controllo a terra. Ma anche per questo ci vorrebbe qualcosa che non c'è: la buona volontà.

Ritratto di cape code

cape code

Mar, 20/08/2019 - 13:18

Moichiodi io d'accordo con un sinistrato?? LOL Tu fai solo della becera ironia comunista sulla politica di Salvini ma gli arrivi con lui sono diminuiti esponenzialmente al netto delle interferenze della magistratura e dei collusi con gli scafisti. Di impossibile per ora c'e' solo da riformare la giustizia e allora vedrai come sara' impossibile fermare gli arrivi di clandestini. Lo fanno in tutta Europa dove i sinitrati italioti e i pretonzoli Bergogliani non ci sono.