Riconquistata la roccaforte di Boko Haram

Alla vigilia delle elezioni, continua l'azione anti terrorismo. Londra promette cinque milioni di finanziamenti

Hanno riconquistato la città di Gwoza, nella zona nord-orientale della Nigeria e distrutto il quartier generale della Nigeria. Alla vigilia delle elezioni nel Paese africano, continua la campagna contro il gruppo estremista, lanciata da Abuja insieme agli alleati degli Stati vicini, dal Ciad al Niger.

Domani i nigeriani andranno alle urne per rinnovare il parlamento e scegliere il nuovo presidente. Ma intanto le forze sicurezza proseguono in un'azione di contrasto al terrorismo che ha già fatto perdere alcune città ai jihadisti. Nei giorni scorsi l'avanzata militare aveva fatto scoprire una carneficina a Damasak. I miliziani di Boko Haram hanno rapito in città centinaia di donne e bambini.

A combattere contro i militanti di Abobaker Shekau c'è una task force messa insieme dai Paesi africani (Camerun, Ciad, Niger, Benin e la Nigeria), che riceverà ingenti finanziamenti anche dal Regno Unito. Il ministro degli Esteri britannico, Philip Hammond, ha annunciato che cinque milioni di sterline saranno destinati alla coalizione per la lotta al terrorismo.

La prossima settimana il tema dell'estremismo nigeriano sarà all'ordine del giorno anche al Consiglio delle Nazioni Unite. Se ne parlerà a Ginevra mercoledì, in una sessione che ha ottenuto il sostegno di venti dei quaratasette Paesi membri.

Commenti

Gius1

Ven, 27/03/2015 - 19:53

Bene cosi. Siamo in guerra e questi codardi vanno combattuti con la stessa arma. Tagliateci la lingua a tutti

Ritratto di alasnairgi

alasnairgi

Ven, 27/03/2015 - 23:21

>Gius1

Ritratto di alasnairgi

alasnairgi

Ven, 27/03/2015 - 23:24

Era ora che qualcosa si muovesse nell'Africa centrale. Da li può venire una ventata nuova,senza più estremismi e sopratutto con una governance efficente e senza corruzione. Si spera con queste elezioni.