Ora l'estrema sinistra tedesca apre all'Afd

Sahra Wagenknecht, leader del partito tedesco Die Linke, difende chi alle ultime elezioni ha votato per Alternative fuer Deutschland. Dopo la batosta elettorale il suo movimento deve capire come riconquistare gli elettri perci che ora votano per i conservatori

Per la prima volta la destra ha superato l'estrema sinistra. È quanto avvenuto nella Germania orientale, dove le ultime elezioni regionali hanno fatto emergere dati mai visti. Ad affermarsi come seconda forza dopo la Cdu è stato il partito conservatore, liberale e anti-euro di Alternative fuer Deutschland (AfD), che ha superato di gran lunga i partiti di sinistra, anche di quella più radicale che si pone apertamente in continuità con il vecchio regime comunista.

Dal 1989 ad oggi sia l'estrema destra che l'estrema sinistra sono state molto forti nei territori della ormai disciolta Ddr. L'origine del loro consenso è dovuto principalmente alla nostalgia verso regimi e mondi che non esistono più e che, a detta di molti, garantivano servizi e diritti oggi difficilmente riscontrabili. Dal 2007 ad oggi l'estrema sinistra è stata egemonizzata dal partito 'Die Linke' (La Sinistra), capeggiata dal Sahra Wagenknecht, ex membro del partito comunista tedesco e compagna dello storico leader Oskar Lafontaine. Dopoe essere stata per anni il secondo partito di quesi territori, le ultime elezioni hanno visto un dimezzamento dei loro voti a favore della crescita verticale della AfD. Secondo molti analisti la Linke paga il fatto di avere sottovalutato la paura dei propri (ex) elettori nei confronti dell'immigrazione e degli abbassamenti salariali ad essa connessi. La leadership del partito deve ora capire come poter riconquistare quelle fette di popolazione da cui sono stati abbandondati.

Secondo Sahra Wagenknecht non bisogna commettere l'errore di considerare come razzista chi vota a destra. "Ovviamente non si può ridurre a razzista che è preoccupato degli alti numeri dell'immigrazione e soprattutto dei posti di lavoro, dei diritti sociali e dell'aumento dei costi degli affitti delle case. E questo vale anche per chi ha votato la AfD" ha detto ai microfoni di Die Welt.

"Dobbiamo individuare i motivi che ci hanno portato a perdere una fetta importante dei nostri elettori" ha continuato. "Accettare un sempre più alto numero di fuggiasci e al contempo aumentare la vendita di armi per tutto il mondo non porta a nessun progresso e a nessuna forma di tutela degli uomini".

Nessuna condanna dunque per chi vota a destra. L'opinione della Wagenknecht non è unica nel panorama della sinistra tedesca. "Non possiamo dunque limitarci a dire che le posizioni sostenute dalla AfD siano sbagliate, ma dobbiamo soprattutto spiegare perchè lo siano" ha commentato anche la direzione del partito dei Verdi.

Commenti

potaffo

Lun, 21/03/2016 - 22:35

Bella foto, complimenti.

claudioarmc

Mar, 22/03/2016 - 07:35

In ogni parte del mondo la sinistra è una mxxxa

franco-a-trier-D

Mar, 22/03/2016 - 09:26

come vedete la sinistra tedesca non è come quella italiana.Non è comunista come voi.

franco-a-trier-D

Mar, 22/03/2016 - 09:39

claudio non in Germania, qui fa gli interessi del popolo in Italia invece fa gli interessi del suo portafoglio.