Lo Yemen bombardato nella notte. "Pronti ad attaccare anche via terra"

Attacchi nella notte, guidati dall'Arabia Saudita. Almeno venticinque i morti civili

Un miliziano houthi cerca sopravvissuti sotto le macerie vicino all'aeroporto di Sana'a

Sono partiti nella notte i primi attacchi aerei sullo Yemen. In prima linea l'Arabia Saudita, che già nei giorni scorsi aveva dislocato uomini e mezzi vicino alla frontiera con il vicino meridionale e ora ha fatto alzare in volo i caccia, sostenuta pare da una coalizione di Paesi arabi, per colpire le posizioni dei miliziani houthi, vicini all'Iran.

Ieri i ribelli avevano raggiunto, nella loro avanzata, Aden. La città è da mesi una capitale di fatto, dopo che il presidente Hadi ha trovato rifugio qui, in fuga da Sana'a, caduta nella mani dei rivoltosi. In un'ultima spinta, gli uomini di Abdul Malik al-Houthi si sono mossi sull'area meridionale dello Yemen, una minaccia abbastanza seria da far parlare di una fuga di Hadi, su cui ieri si sono rincorse voci a lungo. Oggi i media sauditi sostengono abbia lasciato il Paese, diretto verso un summit della Lega Araba a Sharm el-Sheik.

Secondo Al-Arabiya sarebbero 150mila le truppe mobilitate dall'Arabia Saudita e cento gli aeroplani coinvolti nelle operazioni di questa notte. Sebbene non ci siano tutte le conferme del caso, l'emittente sostiene che alla coalizione abbiano preso parte diversi Paesi del Golfo (Bahrain, Kuwait, Qatar), poi la Giordania, il Marocco e il Sudan.

Se non hanno preso parte ai bombardamenti, di certo hanno dichiarato di essere disponibili a dare una mano anche l'Egitto e il Pakistan. Il Cairo ha assicurato supporto militare all'operazione e inviato quattro navi a pattugliare lo stretto di Bab el Mandeb e il Golfo di Aden. Da Ankara invece il sostegno logistico all'operazione.

I bombardamenti notturni hanno colpito il principale aeroporto di Sana'a e la base militare al Dulaimi. Colpita anche la provincia di Hajjah, all'estremità nord-occidentale del Paese, area controllata dai ribelli al confine con l'Arabia Saudita. I soccorritori sostengono che le vittime civili nei vari bombardamenti siano almeno venticinque, ma le cifre sono da confermare.

"Pronti all'azione di terra"

Funzionari egiziani e sauditi hanno comunicato che in Yemen è pronta una invasione di terra per indebolire la resistenza dei ribelli zaiditi. All'Associated Press la conferma di un piano per entrare dal confine con l'Arabia Saudita e aprire un altro fronte dal Mar Rosso.

Interessi e condanne

Chiari gli interessi dei sauditi, che nello Yemen vedono un terreno di scontro con l'Iran, considerata la vicinanza dei ribelli houthi a quelle posizioni. A dare l'annuncio delle operazioni Adel al-Jubeir, ambasciatore saudita a Washington, che ha informato prima gli Stati Uniti. Il reame del Golfo ha risposto a una richiesta avanzata dalle autorità yemenite nei giorni scorsi.

Scontata la protesta di Teheran, che ha condannato l'operazione. A ruota la condanna del regime siriano di Damasco, degli hezbollah libanesi e prima ancora della Russia. Tanto l'Unione Europea quanto le Nazioni Unite hanno di nuovo chiesto di tentare la strada della diplomazia e non delle armi per risolvere il conflitto.

Commenti

Massimo25

Gio, 26/03/2015 - 10:28

Ora parte anche lo Yemen.Chiaro l'interesse dei Sauditi a colpire nello yemen per colpire interessi Iraniani nella zona.Ho visto poco fà immagini di Al Jazeera dei bombardamenti e l'appoggio USA é scontato. Ma allora alla Russia che ha tutelato i propri interessi nelle sue zone é stata data la etichetta di occupante,invasore,criminale etc.a questi che bombardano un altro stato sovrano,con tutto il caos che vogliamo metterci,é lecito....dall'altra parte c'é l'IRAN.....speriamo bene.

Camilla_Z

Gio, 26/03/2015 - 10:36

Ricapitoliamo: l'Iran sciita ed hezbollah sciita stanno combattendo contro l'ISIS perché i paesi sunniti "nostri alleati" se ne fregano e mandano qualche aereo per finta, Al-Qaeda nasce in quei paesi sunniti con "leggere pendenze" verso le monarchie nostre alleate. Quando in Yemen arrivano gli sciiti, cioè lo spauracchio di Al-Qaeda e soci, allora si manda un centinaio di aerei e anche truppe di terra a tutta birra (con gran piacere degli USA, amici degli sponsor di Al-Qaeda/ISIS e nemici degli sciiti anti ISIS/Al-Qaeda). Sono solo io che mi sento presa in giro??

Massimo25

Gio, 26/03/2015 - 11:39

Camilla é tutto reale quello che tu asserisci.In fondo che sà "leggere" gli avvenimenti internazionali capisce le mosse di questa amministrazione insulsa americana. I regimi medio orientali,al servizio degli USA,non fanno altro che eseguire ciò che da Washington viene ordinato.Isis e Al Qaesa non sono altro che figlie degli USA.Una per fare saltare ASSAD ,l'altra più "vecchi" addirittura risale all'invasione russa in Afghanistan.Queste due entità sono sempre servite agli USA per destabilizzare e sovvertire governi o regimi medio orientali e tenere sotto controllo con la paura la pecora Europa...La variante ora può essere l'IRAN,che essendo nemico dichiarato dei sauditi non vede di buon occhio questa invasione. Il presidente americano é sempre più incapace di gestire situazioni di tale portata e incasina il suo cervello..incapace.

Grix

Gio, 26/03/2015 - 11:43

Sono sconcertato. Una coalizione di ben 9 nazioni (Bahrain, Kuwait, Qatar, Giordania, Marocco, Sudan, Arabia Saudita, Pakistan, Egitto) ed un esercito di 150.000 uomini contro lo Yemen. Mentre nessuno alza un dito contro ISIS.

santecaserio55

Gio, 26/03/2015 - 12:50

Grix- Perché sconcertato? Buona parte dei paesi elencati son di tradizione Wahhbita anti Scita. ISIS e Al- Quaeda si rifanno alla corrente Wahhbita . D'altra parte chi pensi finanzi i due movimenti terroristici. Gli attentatori dell'11 settembre erano cittadini di Arabia Saudita e Yemen . Erano mica Afghani , anche se la guerra l'abbiamo fatta contro gli Afghani

kayak65

Gio, 26/03/2015 - 12:55

se gli arabi bombardano altri arabi ritenendo giustamente I ribelli,l'isis e al quaeda dei terroristi pericolosi per l'umanita', perche' noi stupidi idioti dobbiamo dargli scampo facendo sbarcare clandestinamente sulle ns coste e quelle dell'europa? solo perche' abbiamo un governo clandestinamente nominato dallo zar Giorgio il napoltetano? e' forse una motivazione valida per rischiare di avere stragi in casa solo per il buonismo predicato da chi viaggia con famiglia e scorta al seguito e non affrontando il problema seriamente dedicandosi all'italicum invece della sicurezza nazionale? vale di piu' una legge costituzionale della vita degli italiani? per lo struzzo renzi e lo zerbino alfano e il pd pare proprio di si!

alberto_his

Gio, 26/03/2015 - 13:04

@Grix: e sei anche un pò ingenuo. Leggiti i tre commenti precedenti al tuo e inizia a capire come gira il mondo da quelle (e anche da altre) parti. L'arco sciita è l'unico che fattivamente si oppone, insieme ai curdi, alle nefandezze dei mercenari takfiri al servizio delle dittature del Golfo e delle perverse democrazie (almeno nominalmente) dell'Occidente, i cui interessi non sono peraltro mai stati minacciati dai tagliagole. L'ingerenza negli affari interni yemeniti è grave, ma la stessa cosa è accaduta, sempre nell'indifferenza generale, nel Bahrein (stato farlocco che esiste solo in virtù della presenza della V flotta statunitense) quando le truppe saudite hanno sedato violentemente le proteste contro la dinastia al potere.

Pitocco

Gio, 26/03/2015 - 13:04

Si omette di dire in questo articolo, al di là della notizia, che questi cosidetti ribelli sono persone che lavorano in maniera schiavizzata, che vengono vessati e tenuti in campi isolati al di fuori della civiltà islamica dei paesi del golfo.

Pitocco

Gio, 26/03/2015 - 13:07

Ah...non facciamoci infinocchiare dalle false notizie, il vero scopo è il controllo dello stato yemenita che a sua volta controlla (per conto di Usa/Inghilterra/Israele) tutto il traffico commerciale ed energetico che passa davanti alle sue coste diretti nel Mediterraneo.

Ritratto di Ausonio

Ausonio

Gio, 26/03/2015 - 13:11

Assange ha rivelato quello che tutti ormai sanno: ISIS è una creazione sionista e americana per combattere gli Sciiti, Assad e l'Iraq sciita.

Ritratto di Ausonio

Ausonio

Gio, 26/03/2015 - 13:13

CHE ALTRO VI SERVE PER CAPIRE CHE L'ISIS E' UNA CREAZIONE USA-ISRAELE-SAUDI?

Massimo25

Gio, 26/03/2015 - 13:56

Sig.Di Marzio nel suo articolo dimentica volutamente o non che l'attacco é avvenuto con l'approvazione dell'amministrazione OBAMA. Peggio di cosi...

ghorio

Gio, 26/03/2015 - 14:22

Fare le analisi sulle vicende islamiche è sempre difficile. Una cosa è certa: in queste nazioni le regole democratiche non trovano alloggio. Bisogna scegliere, in base agli schieramenti. E' chiaro che tra Arabia Saudita e Iran la mia simpatia va alla prima nazione, essendo l'Iran una nazione governata da estremisti islamici e nemica dell'Occidente. Ben venga pertanto la decisione della coalizione di alcune nazioni arabe contro i terroristi islamici dello Yemen.

Ritratto di Ausonio

Ausonio

Gio, 26/03/2015 - 14:43

ghorio - lei dimentica che l'Iran non fa guerre di aggressione da 250 anni. In Iran esistono cristiani ed ebrei. Provi a trovarne in arabia saudita...

santecaserio55

Gio, 26/03/2015 - 15:01

ghorio _ Ma ma dove sta? Lo sanno tutti che i terroristi islamici in Yemen sono Wahhabiti . Meno di una settimana fa in Yemen hanno fatto saltare due mosche Scite . Forse non era ancora uscito dal letargo

pinux3

Gio, 26/03/2015 - 15:59

@keyak65...Vedo che hai capito tutto...I bombardamenti dei "paesi arabi" non sono contro l'IS e Al Queida ma contro i "ribelli" sciiti, vale a dire proprio contro gli avversari dell'IS e di Al Queida...Quanto agli sbarchi di clandestini secondo te un terrorista dell'IS o di Al Queida viene qui con i barconi, con il rischio di finire in mare? PS Quanto al "governo clandestinamente nominato dallo zar Giorgio il napoltetano" mi permetto di ricordarti che l'attuale governo ha avuto la FIDUCIA DI ENTRANBE LE CAMERE, come previsto da Costituzione. Ergo quando parli di governo "clandesino" dici solo una...solenne fregnaccia...

pinux3

Gio, 26/03/2015 - 16:06

@ghorio...In Arabia saudita l'accesso alle Università delle donne è proibito. In Iran la maggioranza degli iscritti alle Università sono donne. Qual'è il paese più integralista? Il fatto che l'Arabia saudita sia un paese "amico" dell'"Occidente" dovrebbe...farti pensare...

Tuthankamon

Gio, 26/03/2015 - 17:13

Tra loro e' meglio ... di sicuro non hanno le mani legate come noi, anzi di legato non hanno niente...

Ritratto di Ausonio

Ausonio

Gio, 26/03/2015 - 17:22

La nuova porcata americana è la seguente... (sempre più disperati sono) : hanno convinto i loro schiavi sauditi a rifornire alla Cina il doppio del petrolio. L'intento è evidente: rendere per la Cina superflui i rifornimenti russi.... i cinesi non sono degli imbecilli.... e sicuramente vedono cosa c'è dietro.

Raoul Pontalti

Gio, 26/03/2015 - 17:47

Ghorio gran bananas! I terroristi dello Yemen che ogni tanto gli USA accoppavano con i droni (accoppando in realtà più civili che terroristi) sono proprio quei sunniti combattuti dall'Iran e in loco dalla minoranza sciita Houthi sostenuta dallo stesso Iran!

ghorio

Gio, 26/03/2015 - 19:53

Rispetto tutte le idee, ma ignoravo che in Italia ci fossero simpatizzanti dell'Iran. Certo, l'Arabia Saudita non è che sia la quintessenza della democrazia. Anzi..., ma ha fatto la scelta occidentale. Rimango poi sorpreso di leggere critiche agli Usa per la sua politica commerciale, rispetto a Putin e compagni. Idem per l'utilizzo dei droni. Non condivido la politica estera di Obama e la Hillary Clinton ha fatto disastri , come segretario di stato, ma andrei cauto per simpatizzare per stati come l'Iran. In ogni caso sulle religioni, da cattolico, non posso condividere i fanatismi islamici che disprezzano la vita umana.

Ritratto di enniodorissa

enniodorissa

Gio, 26/03/2015 - 20:15

Ragazzi, non leggevo un Bananas come GHORIO da tempo

Ritratto di sydneysider

sydneysider

Gio, 26/03/2015 - 21:37

molti di voi, temo, stanno confondendo padroni con esecutori. E' lArabia Suadita che comanda e gli USA che eseguono. Ormai gli stati del Golfo hanno raggiunto un tale livello di forza finanziaria che tutto l'Occidente dipende dai loro soldi. Ho l'impressione che i nostri capi, Obama in testa, ci abbiano gia' venduto

Ritratto di DENUCCIO

DENUCCIO

Ven, 27/03/2015 - 00:59

Ausonio, che Dio la benedica, lei è uno dei pochi che mi conforta sul fatto che non sono ancora diventato scemo

ghorio

Ven, 27/03/2015 - 15:15

@enniodorissa Evidentemente il mio commento non la soddisfa, ma nella politica mediorientale ognuno è libero di esprimere le proprie idee, senza considerazione sul "bananas" o meno. Evinco che tra i commentatori de"Il Giornale" ci sono simpatizzanti dell'attuale Iran: saranno coloro che , a suo tempo, militando a sinistra, cosideravano lo Scià un nemico da abbattere Abbiamo visto poi quello che è successo.

Ritratto di enniodorissa

enniodorissa

Ven, 27/03/2015 - 18:11

GHORIO, dovresti aprire gli occhi su quello che stanno facendo gli americani

nalegior63

Mer, 07/10/2015 - 00:22

in vari paesi che hanno respinto e vinto il terrorismo e adesso vietano l ingresso ai waakabi perche indottrinano fin da piccoli al terrorismo islamico,insomma i soci/servi di america-turkia-arabia-quatar nel gioco del PETROLIO/GAS gestito da rokfeller,la creatura della dinastia rotshield,adoratori di satana