Aquarius, la Meloni smaschera la Francia: "Parigi saccheggia l'Africa"

La leader di Fratelli d'Italia attacca il ministro francese che aveva criticato l'Italia per non aver aperto i porti alla Aquarius

Giorgia Meloni mette la Francia nel mirino. Non si fermano le polemiche tra il Paese d’Oltralpe e la leader di Fratelli d’Italia, che stavolta se la prende con il ministro francese Nathalie Loiseau.

Andiamo con ordine. Oggi la responsabile degli Affari europei è stata intervistata da 'Grand Matin' su Sud Radio e i conduttori le hanno posto alcune domande in merito alla questione della Aquarius, la nave umanitaria con 58 migranti a bordo e che, dopo un accordo tra Francia, Portogallo e Spagna sbarcherà a Malta per far approdare gli immigrati a terra.

"Ribadiamo all'Italia che chiudere i suoi porti a persone in difficoltà è contrario al diritto e contrario all'umanità", ha detto la ministro francese. "Far fare cinque giorni in mare a gente che potrebbe farne uno solo, ha senso?". Il fatto è che, a quanto pare, dalle parti di Parigi va di moda predicare bene e razzolare male. Solo poche ore dopo, infatti, la Francia ha negato l’approdo alla Aquarius a Marsiglia. Ma non era “vomitevole” chiudere i porti, come disse qualche tempo fa un esponente di En Marche?

Sulla scia della polemica politica, immediata è arrivata la risposta di Giorgia Meloni. Che su Twitter si è rivolta direttamente alla esponente del governo Transalpino. "Se il ministro francese Nathalie Loiseau vuole occuparsi di solidarietà e umanità - ha scritto la leader di Fratelli d’Italia - chieda scusa a nome della Francia per il saccheggio che continua a operare ai danni delle popolazioni africane. L'Italia non prende lezioni da chi lucra sulla miseria dell'Africa".

Commenti

oracolodidelfo

Mar, 25/09/2018 - 18:24

Giorgia Meloni, sempre immensa! Come avrei voluto vederla Ministro degli Esteri!

carpa1

Mar, 25/09/2018 - 18:25

"Far fare cinque giorni in mare a gente che potrebbe farne uno solo, ha senso?" Certo che no! Infatti non dovrebbero farne neanche uno se solo, i maiali delle ONG, facessero quello che gli si chiede: non raccattarli lasciando che siano le motovedette della Libia a prendersene carico.

Ritratto di 02121940

02121940

Mar, 25/09/2018 - 18:31

I Francesi sono il cancro dell'Europa, cioè della Comunità Europea, di cui noi Italiani siamo parte e vittime. Macron ed i suoi ministri fanno parte dell'ignobile sistema, anche se il peggio del peggio é rappresentato (ieri, oggi e per sempre) dal terzultimo Presidente della Repubblica Francese, l'ignobile Sarkozy (di cui anche noi siamo stati vittime), che mosse guerra alla Libia di Gheddafi essenzialmente per motivi personali, essendo stato da lui finanziato per le elezioni politiche e così cancellando il debito.

Ritratto di 02121940

02121940

Mar, 25/09/2018 - 19:03

I Francesi sono il cancro dell'Europa, cioè della Comunità Europea, di cui noi Italiani siamo parte e vittime. Macron ed i suoi ministri fanno parte dell'ignobile sistema, anche se il peggio del peggio é rappresentato (ieri, oggi e per sempre) dal terzultimo Presidente della Repubblica Francese, l'ignobile Sarkozy (di cui anche noi siamo stati vittime), che mosse guerra alla Libia di Gheddafi essenzialmente per motivi personali, essendo stato da lui finanziato per le elezioni politiche e così cancellando il SUO debito.

Klotz1960

Mar, 25/09/2018 - 19:14

Dal 1700 ad oggi, nessun Paese al mondo ha danneggiato l'Italia quanto la Francia. Basta riflettere sulla storia europea.

Tranvato

Mar, 25/09/2018 - 19:37

Ascoltato questo, la prossima volta ti voto! Finalmente qualcuno che va alla radice del problema migratorio: per l' uranio ed il petrolio i francesi passano sopra ogni principio umanitario

Ritratto di Zagovian

Zagovian

Mar, 25/09/2018 - 19:54

Non ho sentito,anzi,sento un silenzio assordante da parte di Tajani e Berlusconi,e compagnia....Brava Meloni!

Ritratto di Zagovian

Zagovian

Mar, 25/09/2018 - 20:01

@carpa1:...concordo"Gli ipocriti,danno per "scontato",che questi abbiano il "diritto" di partire,il "diritto" di essere raccattati",il "diritto" di venire da noi,il "diritto" di essere accolti,il "diritto" di essere mantenuti a vita,il "diritto di praticare le loro pratiche religiose,il "diritto",di conservare le loro abitudini,il "diritto" di succhiare il nostro welfare,il "diritto" di sostituire la nostra etnia,il "diritto" di cancellare/sostituire 2500 anni di "nostra" storia.....NOI che diritti abbiamo?....Niente!...(ed ancora il 60% degli "italiani",vota partiti che consentono questo scempio!)

Ritratto di pinox

pinox

Mar, 25/09/2018 - 20:22

giorgia meloni è meravigliosa!!!....peccato che ci sono ancora parecchi somari che la etichettano senza guardare alla sostanza, ai contenuti, alla lucidità mentale, all'intelligenza e sopratutto alla sua storia politica: pur avendo una posizione di rilievo in forza italia ha avuto il coraggio di andarsene pur sapendo di correre il rischio di sparire politicamente.....quanti ce ne sono in parlamento che invece pur di non andare contro il capo vanno persino in televisione a difendere l'indifendibile pur di rimanere dove sono?.....è una persona di grande valore, onesta coerente e pure simpatica....GRANDE GIORGIA!!!!!!

Ritratto di robocop2000

robocop2000

Mar, 25/09/2018 - 20:47

BRAVA GIORGIA L'ARROGANZA FRANCESE E' PARI ALLA LORO STUPIDITA'. BASTA VEDERE CHE BUSONE HANNO MESSO ALL'ELISEO !!

Ritratto di VEROPartigianonero

VEROPartigianonero

Mar, 25/09/2018 - 21:05

...I governi francesi sono veramente VOMITEVOLI,tra i PRIMI ad allearsi con HITLER e i NAZISTI(governo di vichy,i minuscoli sono voluti!)e i primi a"tradire" e allearsi con i Vincitori,sempre pronti a saltare dove c'è il SOLDO e lo sfruttamento anche a costo di bombardare "leggi Sarkosy" tutto per il loro benessere senza limiti. almeno 6/7 anni di sforamento in Europa al 2.8/3.2!!! Ma facciamogli la guerra!!!

Gianni11

Mar, 25/09/2018 - 21:17

Giusta polemica ma, veramente, dell'Africa non ce ne frega niente. Cavoli loro se stanno in miseria con tutto il ben di Dio in quel continente. Niente puo' salvare l'Africa dagli africani. Salviamoci noi da loro. Blocco navale, retate e espulsioni in massa. L'Italia agli italiani!

daniel66

Mar, 25/09/2018 - 21:49

popolo, ma quanto ci metti a svegliarti???

lawless

Mar, 25/09/2018 - 22:08

il porto sicuro come oggi è interpretato è la cosa più assurda che ci possa essere. Un porto sicuro va inteso uno dei tanti esistenti in europa. Lo sbarco nella nazione più vicina alle coste africane è valido solo ed esclusivamente quando sulla nave che è intervenuta per "il salvataggio" esiste pericolo comprovato di perdita di vita umana. In tutti gli altri casi è sufficiente che il "taxi marino" navighi qualche ora o giorno in più verso altri lidi disposti ad accogliere i "migranti"

killkoms

Mar, 25/09/2018 - 23:15

lo sapevamo già!

killkoms

Mar, 25/09/2018 - 23:18

@klotz1960,ancora prima!dal XII secolo!quando un specie di papa mandò nel Sud Italiano quella peste bubbonica che furono gli angioini!

stopbuonismopeloso

Mer, 26/09/2018 - 00:04

adesso sbraita, ma quando c'è stato da chinare la testa per ordine della mummia di arcore, muta pure lei d'altronde il nano è pieno di interessi anche in francia, e le sue aziende vengono prima dell'italia

dagoleo

Mer, 26/09/2018 - 08:04

La Meloni è una grande. Comunque piaccia o non piaccia, ora i migranti se li stanno prendendo tutti e non più soltanto noi. La decisione di Salvini è stata indubbiamente efficace e nessuno può dire nulla. Il problema ora è di tutta l'Europa e qualcuno a Bruxelles deve decidere cosa fare. Siamo tutti con Salvini.

carpa1

Mer, 26/09/2018 - 08:44

Zagovian - 20:01. Il problema più grave, riferito a quel 60% che dici votare ancora i partiti che agevolano questo scempio, sono quelli che non votano consentendo a quel 60% (minoranza nel paese ma purtroppo compattamente teleguidata) di spadroneggiare con i nostri contributi e la nostra libertà. Sono questi ignavi che, non essendo nè carne nè pesce, rovinano la democrazia; infatti questi non sono certamente dalla parte della sinistra, altrimenti si accoderebbero, come tanti topolini, dietro al pifferaio magico di turno (l'ultimo fu Renzi) che li richiama all'ordine. E così l'Italia continua a ritrovarsi con una sinistra che, seppur bastonata alle elezioni, occupa perennemente tutti i posti chiave delle istituzioni a cominciare fal capo supremo che, in forza di una costituzione ormai decrepita, è libero di determinare il corso degli eventi.

Ritratto di Zagovian

Zagovian

Mer, 26/09/2018 - 11:08

@carpa1 08:44...Concordo!I "non votanti",che ho sempre chiamato "chissenefrega",tutta gente che arriva a fine mese(sino ad ora) "comunque vadano le cose",con qualsiasi Governo.Certo poi abbiamo lo "stato profondo delle Istituzioni",stanziali,irremovibili,non "attualizzate" con il "sentito popolare",il "capo" idem,tutto "legalizzato" dalla "più bella costituzione del mondo",che in queste condizioni,senza una maggioranza "bulgara",nessuno riesce a modificare/attualizzare!

oracolodidelfo

Mer, 26/09/2018 - 13:57

zagovian e carpa1 - avete ragione. L'ignavia è uno dei peccati più odiosi e dannosi per la collettività. Il Sommo Poeta li colloca nell'Inferno, nudi, costretti a vagare per l'eternità dietro ad una bandiera, costantemente pizzicati da vespe e calabroni ed il sangue che esce, mischiato alle loro lacrime viene succhiato da vermi ripugnanti.