Igor il russo uccide ancora Ultima fuga e caccia nei campi

Il bandito ricercato da giorni è in provincia di Ferrara Guardia ammazzata in una sparatoria, un ferito grave

In fuga nella notte, con un altro morto e un ferito sulla coscienza e nel curriculum di killer che sta terrorizzando da 10 anni e una settimana le campagne fra Bologna e Ferrara.

Dalla via Emilia al far west, in questo scampolo di «Bassa» si è vissuta un'altra notte di terrore. Ancora a firma di Igor Vaclavic, 40 anni, il «russo» che, ieri sera, una settimana esatta dopo l'omicidio di Davide Fabbri, barista di Budrio, è tornato ad uccidere un uomo e a ferirne un altro. Sette giorni di fuga, due morti ed un ferito. Sulla sua via scellerata di fuga Igor «il russo» ha incontrato stavolta l'occhio attento di Valerio Verri, guardiapesca volontario che stava perlustrando la zona intorno a Molinelle, a sud di Portomaggiore, nel ferrarese, 10 chilometri da Budrio. Vaclavic deve averlo appena guardato in volto prima di sparargli a bruciapelo con un'arma che sembra aver sottratto all'altra guardia provinciale, Marco Ravaglia, ferito gravemente, ma non in pericolo di vita. Due uomini a terra e Vaclavic che fugge e sfugge di nuovo, a bordo, stavolta, di un fiorino bianco, rubato poco prima a Molinelle. La sua corsa che prima si era diretta verso nord e quel ferrarese che lui consce bene perché è stato terreno di conquista e scelleratezze negli ultimi 10 anni - , ha ripiegato verso sud e Bologna. Le forze dell'ordine sono intervenute subito, spostando la loro serrata, pur infruttuosa, caccia all'uomo verso l'ultimo avvistamento. Il fiorino era lì, sulla provinciale. Ma Igor no. Non c'era già più. Di nuovo in fuga, a piedi. Braccato però da tutte le forze in campo che in nottata sono state supportate anche dai reparti speciali.

Igor Vaclavic dovrebbe avere le ore contate, ma ormai nella zona è difficile non far sfociare in terrore la paura e il dolore che hanno accompagnato costantemente le ricerche in questi ultimi sette giorni. E pensare che Vaclavic, in Italia, dopo una serie di condanne per aggressioni e tentato omicidio non doveva nemmeno esserci più per via di un doppio decreto di espulsione. E invece.

Uscito di prigione nel 2015 è sempre rimasto qui per uccidere, fra sabato scorso e ieri notte, altre due volte. Ora se anche l'omicidio di Davide Fabbri sarà attribuito alla sua mano killer, la soluzione di questo caso lascerà comunque aperte profonde ferite in questa fetta di Italia che attraversa giorni folli, amari e durissimi. Lui l'uomo senza identità sicura, senza passato, se non per quel curriculum nero di aggressioni e terrore. Di lui, chi lo aveva avvicinato - dagli avvocati al cappellano del carcere di Argenta aveva sempre fatto un ritratto gelido, misterioso, sfuggente. Igor Vaclavic, 40 anni, sedicente disertore dell'esercito russo con natali in Uzbekistan o forse in ex Jugoslavia. Non molto di più si sa di lui. Per accostare il delitto di Budrio a Vaclavic serve la certezza che arriverà dalle comparazioni degli esami compiuto dal Ris di Parma. Anche ieri l'uomo che ha ucciso la guardia era vestito in mimetica, da cacciatore, armato fino ai denti ed è piombato sulla sua vittima, all'improvviso. Esattamente come Vaclavic ha vissuto in questi anni: brado, libero, riparando fra campi e casolari dove era capace di sparire per giorni, salvo poi tornare a colpire. La stessa dinamica, per fortuna con un epilogo diverso, si era consumata tre giorni prima dell'omicidio di Budrio: a Consandolo, 30 km dal bar di Fabbri, una guardia giurata era stata aggredita e disarmata mentre stava controllando una piadineria. L'aggressore allora si era accontentato della calibro 9, che potrebbe essere l'arma che, tre sere dopo, il 1 aprile, ha ucciso Fabbri. Ora servono le evidenze degli inquirenti. Ma soprattutto serve la cattura per tornare a vivere e non a sopravvivere.

Commenti

steluc

Dom, 09/04/2017 - 09:05

Tutto nasce dalla mancata espulsione, due o forse tre morti , ringraziamo le autorità di questo paese fallito. E non si tirino in ballo le leggi , che quando serve islamici radicali vengono cacciati in un amen. Ah , mi raccomando , continuate a votare Pd , come fanno a Ferrara e Bologna

alfredodenzio

Dom, 09/04/2017 - 09:30

Siamo a quota 2 morti chissa quanti feriti questa e' la sicurezza che ci da questo governo. alfredo denzio

Ritratto di krakatoa

krakatoa

Dom, 09/04/2017 - 09:54

Tutta colpa della società che non lo ha saputo integrare e della polizia che lo perseguita,speriamo che venga presto"ritrovato"poiché sarà provato e disorientato,in modo tale che il nostro sistema poco garantista si prodighi per offrirgli una seconda possibilità.

Ritratto di MIKI59

MIKI59

Dom, 09/04/2017 - 10:41

Non potete immaginare quanto mi dia fastidio ascoltare in radio, i giornalisti che dicono: "caccia al PRESUNTO ...". Presunto? E' lui che ha ucciso la guardia? Anche se non si sia certi che sia stato lui a uccidere il barista, basta che si sia certi che questo bastardo ha ucciso la guardia, che è giustificato appellarlo, non presunto, ma ASSASSINO e dargli la giusta pena, quella di MORTE.

routier

Dom, 09/04/2017 - 11:02

Gli assassini sono sempre esistiti, quello che è "patrimonio" del nostro tempo sono le leggi fatte con i piedi che impediscono l'espulsione immediata e coatta dei malavitosi extracomunitari.

VittorioMar

Dom, 09/04/2017 - 11:15

....PURTROPPO NON E' IL SOLO SCARCERATO FACILMENTE E CON FOGLIO DI VIA CHE CONTINUANO DELINQUERE: QUESTO E' SPIETATO E SENZA INIBIZIONI E NON SI LASCERA' PRENDERE VIVO !...SPERIAMO NON VI SIANO ALTRI MORTI!!

Polgab

Dom, 09/04/2017 - 11:15

Basta un uomo per mettere a repentaglio e spaventare tutto un popolo. Vedi Ivan, vedi quelli dell'Audi gialla o questo Igor. La nostra polizia non è che sia il massimo, è un malato di mente e non riusciamo a prenderlo??!! Non solo, ci facciamo ammazzare per giunta! Grazie anche a questa giustizia ingiusta, inconsistente, inesistente.

Ritratto di Trasibulo

Trasibulo

Dom, 09/04/2017 - 11:19

Vicenda emblematica, questa di "Igor il Russo", di un disgraziato Paese, dove tutto va alla rovescia: lo stato è estremamente efficiente ed inflessibile nei confronti di un personaggio nient'affatto simpatico ma in fondo innocuo come Fabrizio Corona e va in tilt al cospetto di un pezzente dal grilletto facile, un balordo da quattro soldi che, facendosi forte della sua fredda ferocia, tiene in scacco le forze dell'ordine manco fosse il gemello cattivo di Rambo o della Primula Rossa. Vedrete poi che se lo troveranno, lo prenderanno vivo, in modo da poterlo inserire in un percorso di recupero...la società indubbiamente ha bisogno di lui e don Mazzi certo non si tirerà indietro.

Ritratto di stenos

stenos

Dom, 09/04/2017 - 11:25

Piuttosto fanno ammazzare tutti gli italioti, ma guai ad espellere queste bestie. E tutti a votare pd, poi a frignare.

btg.barbarigo

Dom, 09/04/2017 - 11:26

Non è più tempo dei discutere. SPARARE A VISTA!

flip

Dom, 09/04/2017 - 11:28

se vuoi catturare un "Rambo", ci vuole un' altro "Rambo". altrimenti te lo puoi scordare.

flip

Dom, 09/04/2017 - 11:34

Miki59. purtroppo sono passati i nostri bei tempi.... (ma forse non eri ancora nato) Adesso c'è il dialogo. "io ti libero, ma tu voti per me" firmato: PC.

Ritratto di Enrico1949

Enrico1949

Dom, 09/04/2017 - 11:45

Se verrà individuato ,spero in un conflitto a fuoco con le forze dell'ordine alle quali avrà purtroppo reagito ed ad un malaugurato incidente che ci consenta di chiudere questa faccenda senza dover provvedere a vitto ed alloggio per i prossimi 30 anni

Ritratto di mbferno

mbferno

Dom, 09/04/2017 - 11:51

Contro questo individuo che usa tecniche da Rambo ci può essere un solo rimedio, che richiede l'impiego di centinaia di uomini,decine di cani poliziotto,truppe speciali e d'assalto,ovviamente armate fino ai denti.Se può averla vinta con uno o due avversari in un incontro ravvicinato,nulla può fare contro centinaia di uomini,anche perché non credo disponga di munizioni all'infinito. Quando sarà circondato non bisognerà dargli alcuna scelta ma eliminarlo senza pietà, un po'come si vede nei film americani con la SWAT:avremo un basxxxxo in meno e molti poliziotti ancora vivi che potranno tornare a casa delle rispettive famiglie. Il cadavere lo si consegni a Putin......

Ritratto di DARDEGGIO

DARDEGGIO

Dom, 09/04/2017 - 11:54

Questo lurido immondezzaio in fuga è l'icona perfetta del nostro mal'andazzo. Della magistratura che lo ha bollato con sentenze "concilianti". Del nostro sistema penitenziario che trattato con "riguardo", dei nostri politici che lo hanno accolto e gestito "umanamente", del nostro sistema di polizia che non riesce a scovare e neutralizzare un lurido demente in fuga (pensa te se dovessimo fare una guerra, dei nostri ris che stanno frugando da giorni la tabaccheria di Budrio sperando di riuscire, in qualche modo, a colpevolizzare il povero morto assassinato, dei condizionali ipocriti dei giornalisti pavidi e sottomessi. Uso anch'io un condizionale diplomatico: ammesso che lo riprendano, per l'ennesima volta, sarebbe opportuno che venisse riportato morto, con evidenti segni di tortura.

mezzalunapiena

Dom, 09/04/2017 - 12:06

che la politica della sinistra sia criticabile è appurato ma la magistratura e le forze dell'ordine dove erano se emettono un decreto di espulsione qualcuno dovrà accertarsi che venga eseguito

Tuthankamon

Dom, 09/04/2017 - 12:18

Ascoltare e vedere come sono state gestite le notizie sulle ricerche di questo delinquente, mi porta a chiedermi se le "nostre autorità" ci considerino dei cittadini o solo plebaglia da disprezzare!

moshe

Dom, 09/04/2017 - 12:20

Cosa dicono i deficienti responsabili della presenza di questo delinquente in Italia? E' ora che paghino per la loro idiozia!!!

nonnoaldo

Dom, 09/04/2017 - 12:30

Due decreti di espulsione, con i quali Ivan ha sostituito la carta igienica. Siamo veramente alle comiche.

Ritratto di Tanzus

Tanzus

Dom, 09/04/2017 - 12:47

Gli danno la caccia anche i GIS, altri reparti speciali, elicotteri, unita' cinofili e non lo trovano ancora....chi mink.. è costui, Rambo ? Nel dubbio, comunque, che lo uccidano, non ci interessa quello che ha da dire

silvano45

Dom, 09/04/2017 - 13:17

l'integrazione voluta e imposta al paese e dalla Boldrini e da una classe politica eletta con una legge anticostituzionale è fallita e porta queste conseguenze basta leggere le cronache quotidiane. Certo che chi vive nei palazzi con arroganza e supponenza scorte aerei blu auto blu e privilegi inauditi non può capire i problemi della popolazione che rimane in larga parte contraria a questa immigrazione senza regole

Ritratto di VittorioDettoToi

VittorioDettoToi

Dom, 09/04/2017 - 13:28

Rispondo a Flip, mbfermo e a btg.barbarigo, I Para' della Folgore, se hanno mani libere, dipende dalla procedura di attacco ricevuta, non fanno prigionieri vivi e non rispondono alla Magistratura, Carabinieri e Poliziotti purtroppo si e sembra che di giudici cxxxxxi ce ne siano tanti, l'unico che ha detto "io vo a giro con la pistola" manca poco che deve fare come fece Bettino Craxi andare in Tunisia........... perche' i sui pari lo vogliono mettere in galera.....

Ritratto di bracco

bracco

Dom, 09/04/2017 - 13:50

Grazie alle politiche dei buonisti delle sinistre con l'appoggio di magistrati dalle mutande rosse, ormai li abbiamo tutti qui, dai criminali dell'est Europa, ai terroristi e parassiti africani, hanno trovato nell'Italia ventre molle del mondo, un paese ideale dove tutto gli è permesso

Raffaello13

Dom, 09/04/2017 - 13:53

Da tempo tenevo d'occhio le cronache della confinante Provincia di Ferrara e mi stupiva la frequenza di aggressioni anche violenta di vecchiette e vecchietti che vivevano da soli nei paesini della campagna Ferrarese.Capisco la difficoltà ad agire con le mani legate delle Forze dell'Ordine, in passato condannate per l'uso della forza.

Furibond

Dom, 09/04/2017 - 14:19

Se le Forze dell'Ordine lo agguanterranno dovranno stare bene attente a non procurargli abrasioni, contusioni, lividi od ematomi, perchè gli Avvisi di Garanzia potrebbero fioccare con le conseguenti richieste di risarcimento danni!

fenix1655

Dom, 09/04/2017 - 14:41

Quando lo Stato abbandona il territorio è normale che qualcuno si senta in diritto di occuparlo ed imporre la propria legge. Ormai, ed ancora per poco, si riescono a malapena a controllare le aree urbane principali. Ricordiamo che il Vaclavic faceva parte di una banda che ha commesso gravi reati nel ferrarese, che ha continuato a vivere nel territorio indisturbato per anni, tanto da esserne un conoscitore esperto, e che per riuscire a sfuggire alla cattura sicuramente gode di complicità e protezioni. Tutto il resto inutili chiacchiere!

Ritratto di DVX70

DVX70

Dom, 09/04/2017 - 15:00

Adesso prederanno anche in giro la povera guardia, organizzando un'altra 'fiaccolata'.

Ritratto di italiota

italiota

Dom, 09/04/2017 - 15:19

spero che qualche cecchino gli spari dritto in fronte, così evitiamo di spendere soldi per il processo e lasciarli libero nuovamente fra due anni

Ritratto di Memphis35

Memphis35

Dom, 09/04/2017 - 15:54

La prima cosa da istituire, comunque, è il reato di tortura. Vero? Ora è chiaro perchè siamo ridotti a questi punti.

jaguar

Dom, 09/04/2017 - 15:57

Con questa leggi annacquate che abbiamo in Italia, questi delinquenti avranno sempre vita facile. Per criminali cosi ci vuole la pena di morte o si urta la sensibilità di qualcuno.

fenix1655

Dom, 09/04/2017 - 16:33

Che le condizioni per poter lavorare non siano delle migliori, causa risorse, magistratura e amministrazioni locali, è un fatto ormai acclarato. Che la cosa possa diventare un alibi per rinunciare a organizzare qualsiasi contrasto è un pericolo. Ricordiamoci che girare il territorio facendo due chiacchiere con la gente e soprattutto facendo capire in giro che si conoscono persone e luoghi è il miglior sistema di intelligence e scoraggia qualsiasi tentativo di penetrazione di malintenzionati. Questo purtroppo non viene più fatto per diversi motivi. La prevenzione ben fatta diminuisce la necessità di repressione che invece sta sempre più aumentando.

Polgab

Mar, 11/04/2017 - 11:42

La reazione della polizia è stata troppo lenta. Ha preso vantaggio ed è difficile che lo perderà. Le lumache vincono solo nelle fiabe.