Il premier Conte: "Taglieremo pensioni sopra i 5000 euro netti"

Il premier Giuseppe Conte nel suo messaggio al Senato per chiedere la fiducia per il governo ha affrontato alcuni punti del contratto di governo tra Lega e M5s

Il premier Giuseppe Conte nel suo messaggio al Senato per chiedere la fiducia per il governo ha affrontato alcuni punti del contratto di governo tra Lega e Movimento Cinque Stelle. Tra questi ha citato il reddito di cittadinanza, la questione immigrazione ma anche i tagli alle pensioni e ai vitalizi. Il presidente del Consiglio ha messo nel mirino una fascia ben precisa di pensionati e così nel suo intervento ha annunciato le misure che intenderà prendere il governo: "Le cosiddette pensioni d'oro sono un altro esempio di ingiustificato privilegio che va contrastato. Interverremo sugli assegni superiori ai 5.000 euro netti mensili nella parte non coperta dai contributi versati".

Insomma una minaccia più che una promessa. Il governo dunque si prepara ad impugnare le forbici per tagliare gli assegni sopra i 5mila euro netti. Poi ha messo nel mirino i vitazli: "Operare un taglio alle pensioni e ai vitalizi dei parlamentari, dei consiglieri regionali e dei dipendenti degli organi costituzionali, introducendo anche per essi il sistema previdenziale dei normali pensionati". Infine spiega come il programma dei tagli e delle sforbiciate possa essere un vero e proprio liet motiv di questo esecutivo: "Opereremo risparmi in tutte le sedi possibili e sono convinto che ci ritaglieremo ampi margini di intervento e conseguiremo risultati significativi".

Commenti
Ritratto di dr.Strange

dr.Strange

Mar, 05/06/2018 - 14:06

ottimo

Ritratto di Friulano.doc

Friulano.doc

Mar, 05/06/2018 - 14:06

Era ora!!! Ora passare rapidamente dalle parole ai fatti! Faranno di tutto per impedirvi di eliminare i privilegi.

manson

Mar, 05/06/2018 - 14:42

e mi sembra anche giusto e via subito i vitalizi

cangurino

Mar, 05/06/2018 - 15:37

finalmente. Era ora. Certo che poi la corte costituzionale ed altre istituzioni, annulleranno tutto quanto di buono e giusto verrà fatto.