"Populisti? Ascoltiamo la gente". Conte in Senato ottiene la fiducia: "Sarò il garante del contratto"

Il premier: "Sarò il garante del contratto". Poi annuncia il reddito di cittadinanza, la fine dell'austerity e il taglio delle tasse. E sui migranti: "Metteremo fine a un business cresciuto con finta solidarietà". Apertura alla Russia: "Basta sanzioni"

"Cambiamento". È questa la patola che riecheggia, in continuazione, tra i banchi del Senato. Giuseppe Conte si presenta al Senato rivolgendo, prima di tutto, un saluto a Sergio Mattarella, "che rappresenta l'unità nazionale", e chiedendo poi la fiducia sia alla squadra, che lui presiede, sia a "un progetto per il cambiamento dell'Italia che è stato formalizzato in un contratto, composto dai programmi" votati dagli italiani. Di questo "cambiamento", promette, si farà garante lui stesso per imprimere al Paese un'inversione di rotta per quanto riguarda immigrazione, lavoro, diritti sociali, taglio delle tasse e, financo, alleanze internazionali. Il tutto senza, però, indicare come riuscire a finanziare questa "rivoluzione radicale".

"Assumo questo compito con umiltà ma anche con determinazione, con la consapevolezza dei miei limiti ma anche con la passione e l'abnegazione di chi comprende il peso delle responsabiluità che gli sono affidate - promette Conte in Aula - non sono mosso da nient'altro se non da spirito di servizio" (video). Per il nuovo governo è, come di consuetudine, Palazzo Madama il primo vero banco di prova. Qui, il nuovo governo può contare su 167 voti certi, sei in più rispetto alla maggioranza assoluta. In Senato infatti, ci sono 58 senatori della Lega e 109 del Movimento 5 Stelle. In realtà, però, a votare la fiducia ci dovrebbero essere almeno altri quattro senatori che faranno salire la maggioranza a quota 171. E infatti il Senato approva la fiducia con 171 sì e 117 no. Tutto come da previsione, insomma."Entrando per la prima volta in questo luogo avverto pesante la responsabilità per ciò che questo luogo rappresenta", dice il premier che, durante il discorso in Aula, si definisce "il garante del contratto" sottoscritto da Matteo Salvini e Luigi Di Maio e elenca quelli che, a suo dire, sono i principali punti di svolta. "Se populismo è ascoltare bisogni gente - chiosa - allora lo siamo" (video).

Dal reddito di cittadinanza al lotta all'immigrazione clandestina (video), dal potenziamento della legittima difesa all'inasprimento delle pene per i reati di violenza sessuale. Dall'introduzione del daspo per i corrotti e dell'introduzione degli agenti sotto copertura alla svolta nelle politiche comunitarie, con una brusca interruzione delle politiche di austerity, e nei rapporti con Vladimir Putin (video), con l'impegno di interrompere le sanzioni alla Russia ("a partire da quelle che rischiano di mortificare la società civile"). Sono i punti cardine del discorso di Conte, anche se la parola che spende con maggiore enfasi è, appunto, "cambiamento". "Presentarsi oggi nel segno del cambiamento - spiega - non è un'espressione retorica o propagandistica, ma una scelta fondata sulla necessità di aprirsi al vento nuovo che soffia da tempo nel Paese e che ha prodotto, all'esito delle elezioni politiche dello scorso 4 marzo, una geografia del consenso politico completamente inedita". Per il resto quello di Conte è un lungo elenco dei desiderata che Salvini e Di Maio hanno infilato nel contratto di governo. Senza, però, indicare né le coperture economiche né le tempistiche entro cui realizzare questa sfilza di riforme.

Al primo punto della lunga lista presentata al Senato Conte mette il cavallo di battaglia dei Cinque Stelle: il reddito di cittadinanza. "La prima preoccupazione - assicura - saranno i diritti sociali, che nel corso degli ultimi anni sono stati progressivamente smantellati con i risultati che conosciamo: milioni di poveri, milioni di disoccupati, milioni di sofferenti". Poi attacca con un tema caro ai leghisti: il contrasto dell'immigrazione. "Metteremo fine a un business cresciuto a dismisura sotto il mantello di una finta solidarietà", annuncia ricordando Sacko Soumali, il 29enne maliano ammazzato a fucilate a Vibo Valentia (video). Quindi, passa alla riduzione del debito pubblico, facendo leva sulla "crescita della nostra ricchezza" e "non con le misure di austerità che, negli ultimi anni, hanno contribuito a farlo lievitare", e al taglio della pressione fiscale introducendo la flat tax. E questo lo porta ad affrontare i difficili rapporti con Bruxelles mettendo nella lunga lista di obiettivi da perseguire anche "l'eliminazione del divario di crescita tra l'Italia e l'Unione europea". Che, però, potrà avvenire solo"in un quadro di stabilità finanziaria e di fiducia dei mercati". "L'Europa è la nostra casa - chiosa - quale Paese fondatore abbiamo il pieno titolo di rivendicare un'Europa più forte e anche più equa".

Il discorso dura oltre un'ora e un quarto e non manca che venga interrotto dagli applausi ora dei grillini, ora dei leghisti. Se ne contano una sessanti. Soprattutto quando Conte promette di spazzar via i privilegi della politica, di tagliare gli assegni pensionistici superiori ai 5mila euro netti mensili e i vitalizi di parlamentari, consiglieri regionali e dipendenti degli organi costituzionali, di garantire "un salario minimo orario, affinché nessuno venga più sfruttato, una pensione dignitosa e tasse eque" da pagare facilmente. I pentastellati vanno in visibilio quando il premier tira in ballo il conflitto di interessi, "un tarlo che mina il nostro sistema economico-sociale fin nelle sue radici". Niente di nuovo, insomma. La lettura del contratto giallo-verde, appunto. Ora non resta che vedere cosa riusciranno a fare Salvini, Di Maio... e il "garante" Conte

Commenti

DRAGONI

Mar, 05/06/2018 - 13:07

STA DISTRUGGENDO ,PARLANDO PER IL BENE COMUNE, IL VERO VOLTO DEI CATTO COMUNISTI!!

giovanni951

Mar, 05/06/2018 - 13:09

per quel poco che ho ascoltato durante il Tg direi che ha detto cosa di buon senso, condivisibili. Per non essere d’accordo bisogna essere del pd o......berlusconiani.

Paolo17

Mar, 05/06/2018 - 13:16

Nel fare i bei discorsi all'investitura alle Camere sono sempre stati tutti bravissimi. Berlusconi era il campione per eccellenza, lo stesso spregiudicato Renzi diede una bella immagine di rottura molto apprezzata anche dagli avversari. Ricordo anche la professionalità "inglese" di Monti e i discorsi pacati di Letta. Per ciò che riguarda Conte, vedremo il primo giudizio di Moody's a fine mese sul Debito. Se il rating si abbassa ancora il suo bel discorso, populista o meno che sia, sarà solo un bel ricordo.

Ritratto di Agrippina

Agrippina

Mar, 05/06/2018 - 13:17

Dalla Treccani:atteggiamento ideologico che, sulla base di principî e programmi genericamente ispirati al socialismo, esalta in modo demagogico e velleitario il popolo come depositario di valori totalmente positivi. Con sign. più recente, e con riferimento al mondo latino-americano, in partic. all’Argentina del tempo di J. D. Perón (v. peronismo), forma di prassi politica, tipica di paesi in via di rapido sviluppo dall’economia agricola a quella industriale, caratterizzata da un rapporto diretto tra un capo carismatico e le masse popolari, con il consenso dei ceti borghesi e capitalistici che possono così più agevolmente controllare e far progredire i processi di industrializzazione.

19gig50

Mar, 05/06/2018 - 13:19

Mai sentiti tanti applausi ad un Primo Ministro nel suo discorso d'insediamento.

Ritratto di Agrippina

Agrippina

Mar, 05/06/2018 - 13:28

Per la cronoca questo non è stato nemmeno candidato alle elezioni, non appartiene a nessun partito, non ha alcun peso specifico ne autonomia, è un ventriloquo, una marionetta tale e quale a Monti che prima di andare in bagno dovrà chiedere il permesso a salvini e poi anche a di maio.Il più inifluente Presidente del consiglio che l'Italia abbia mai avuto.

lavieenrose

Mar, 05/06/2018 - 13:31

un bel mixer magari di marca crucca dato che funzionano bene, di tutto di più, una girata e voilà pronto il frullato, pardon il discorso programmatico....

Nick2

Mar, 05/06/2018 - 13:32

Bravo! Garante del contratto. Solo un incosciente o uno squallido mangia stipendi a tradimento si può dichiarare garante di un contratto farsa, completamente inattuabile. Flat tax, reddito di cittadinanza, abolizione della Legge Fornero costerebbero almeno 150 miliardi l’anno. Senza coperture. I nuovi statisti non riusciranno ad evitare l’aumento dell’IVA, figuriamoci tutto il resto! Caro Conte, cari bananas, populismo non significa ascoltare la gente, ma far sembrare, agli occhi della gente, di facile soluzione problemi e situazioni complicatissimi e spesso irrisolvibili. Ve ne accorgerete...

cangurino

Mar, 05/06/2018 - 13:36

ogni italiano ha una sua visione politica. Comprendo, ma non condivido, chi ritiene che il governo ed il programma sia la solita montagna di promesse irrealizzabili annunciate per prendere consenso e voti, però, se mai dovessero fare anche meno della metà delle cose che annunciano, sarebbe un cambiamento epocale. Posso scrivere a nome di tutti, verdi, gialli, rossi, azzurri: speriamo?

lavieenrose

Mar, 05/06/2018 - 13:36

mi ha messo in crisi: continuo a domandarmi se somo io che non capisco o è lui che non ha detto praticamente nulla mettendo di tutto e di più

pedro10

Mar, 05/06/2018 - 13:36

Bravo signor Conte. La pagina è stata girata e i buffoni alla Renzi messi all`angolo.

venco

Mar, 05/06/2018 - 13:38

I populisti lavorano per il popolo, gli antipopulisti lavorano per la propria pancia e per quella del proprio clan.

Ritratto di Friulano.doc

Friulano.doc

Mar, 05/06/2018 - 13:46

Mi sembra di sentire lo stridor di denti di coloro (i cattocomunisti) che non sanno ridere, ma mostrano i denti (e le dentiere)....

lavieenrose

Mar, 05/06/2018 - 13:46

conte e i dané ? Il frullato è buono, ma poi devi pagare ingredienti di qualità e se ci metti gli ingredienti scadenti finisci diritto sul water.

Ritratto di ellebor0

ellebor0

Mar, 05/06/2018 - 13:51

Con buona pace di giovanni951... da berlusconiano di lungo corso dico che è il miglior discorso che abbia mai sentito al Senato, credo che voterò per lui alla prossima tornata elettorale. Se bisogna voltare pagina Silvio non è la pagina successiva per OVVI problemi anagrafici, è un destino che accomuna tutti gli esseri umani, nessuno escluso, compreso Grillo, Renzi, Napolitano, Mattarella, Monti, Grasso e compagnia stonante.

lavieenrose

Mar, 05/06/2018 - 13:53

ma che marca di mixer ha usato? Quelli crucchi sono i più affidabili. E i danè? Neanche un cenno, le parole sono gratis, i fatti no

ginobernard

Mar, 05/06/2018 - 13:54

Bravo. Negli ultimi anni mi è sembrato vedere nella ultima leva di politici il settarismo ed un fortissimo spirito anti-italiano. Al punto che a tratti sembravano dei veri e propri dittatori. Ma no ... persino peggio. Perché in fondo Hitler nel suo folle disegno sognava un grande Germania. Questi sono sembrati dei liquidatori di un paese ... dei distruttori ... dei rottamatori. In una parola ... dei traditori del popolo. Meritano di essere confinati all'oblio.

Ritratto di MyriamZ.

MyriamZ.

Mar, 05/06/2018 - 14:08

Discorso perfetto, lungo ma non noioso, ricco di buon senso. Aspettiamo i fatti, ma sono certa che peggio dell'azione degli ultimi tre governi non si può fare!

lavieenrose

Mar, 05/06/2018 - 14:12

giovanni 951 basta essere dei semplici "ragiunat" o delle casalinghe che almeno una volta alla settimana fanno la spesa e devono fare i conti con lo stipendio mensile. Io l'ho ascoltato a "mente libera" ma dopo il di tutto di più mi sono talmente indignato che mi è venuta la commentite acuta. Adesso basta, vu a laurà...

lavieenrose

Mar, 05/06/2018 - 14:17

giovanni 951 io l'ho ascoltato a "mente libera" ma sinceramente ha detto di tutto e di più . Basta un ragiunat o una persona che fa la spesa una volta alla settimana a reddito fisso per smontare alla grande questo libro dei sogni. Mi ha così disgustato nella sua fumosità che mi è venuta la commentite acuta. Adesso stop commenti vu a laurà per pagà cui me tass sti ....

Ritratto di abraxasso

abraxasso

Mar, 05/06/2018 - 14:20

Da che mondo è mondo, i partiti, gli uomini politici, i governi hanno chiesto voti in nome del "cambiamento"! Sennò, in nome di che cosa li dovrebbero ottenere? Ancora una volta ci accorgeremo che "cambiamento" significa "nessun cambiamento", per cui...possiamo tornare a dormire sereni.

cangurino

Mar, 05/06/2018 - 14:24

ho sentito il discorso. Pensavo Conte fosse un topolino, a parole è una tigre. Molto duro su temi politicamente scorretti come Immigrazione e Russia, solo per citarne due. Spero di non essere un illuso e se dovessi essermi fatto abbindolare, manifesterò pubblica ammenda, ma i punti indicati sono esattamente quelli che servono a tirare l'Italia fuori dalla melma, in cui ci hanno portato anni di governi disastrosi.

Libertà75

Mar, 05/06/2018 - 14:24

@nick2, dai avete governato 7 anni e avete messo in ginocchio questo Paese, può chiunque fare peggio di voi? Onestamente dai... può una persona qualunquista fare meno danni di chi volutamente li ha fatti? Però non rispondere insultando come tua prassi, la mia è una pura domanda filosofica

Ritratto di Raperonzolo Giallo

Raperonzolo Giallo

Mar, 05/06/2018 - 14:27

Caro Conte, dovresti sapere che per il pensiero Politicamente Corretto, "ascoltare la gente" non ha senso. Essi vogliono "educare la gente", ovvero la massa informe al Verbo Politicamente Corretto, che per loro è un postulato, una verità assoluta non negoziabile. Quando la massa informe vota per loro, si dice che è "ha compreso". Quando non vota per loro, "ha votato con la pancia senza collegare il cervello" e va pertanto "rieducata", naturalmente con la propaganda. Non è facile e non sarà facile scardinare questo sistema di pensiero e questa ragnatela velenosa, servono diverse generazioni, e bisogna sfoltire l'occupazione militare di strutture fondamentali come Scuola, Università, Pubblico impiego, Magistratura, Media e Spettacolo. Un'impresa immane per la quale solo gettare qualche buona fondamenta, seminare almeno qualche germoglio non infetto, sarebbe già un successo.

Ritratto di aorlansky60

aorlansky60

Mar, 05/06/2018 - 14:35

...e guarda caso, a pochi momenti dal voto di fiducia e quindi al VARO UFFICIALE del nuovo esecutivo di governo a trazione LEGA/M5*, lo spread ritorna a salire... Se servivano conferme, è chiaro che questo governo risulta indigesto a qualcuno...

frank173

Mar, 05/06/2018 - 14:35

Si doveva aspettare un governo di "incompetenti" (ahahah) perché si rivelasse che 'populismo' significa ascoltare ilo popolo, la gente. Chi li vuole più quelli competenti, bravi, che hanno studiato anni e anni e che, dopo tutto questo, sono bravi solo a rubarci i soldi per darli alle Banche? Se volete fare i ladri, almeno compratevi una pistola e giochiamocela sul campo.

kobler

Mar, 05/06/2018 - 14:38

Bravo Conte! Hai messo il dito nella piaga cancrenosa! A benche borsa lobbies speculatori e politici vari non sta bene tenere conto della gente. Quella serve solo per essere spremuta. Ora bisogna tornare in pari

Una-mattina-mi-...

Mar, 05/06/2018 - 14:39

OTTIMO PROGRAMMA: CI VOLEVA TANTO?

Ritratto di abraxasso

abraxasso

Mar, 05/06/2018 - 14:46

Ma perché, forse che Renzi non è stato il rottamatore per eccellenza, quindi campione di cambiamento? Qualsiasi governo deve agire in nome del cambiamento, altrimenti non c'è bisogno di cambiarlo. Se non cambi, perché ti cambio?

Michele Calò

Mar, 05/06/2018 - 14:50

E cosa doveva dire? Ripeto che questo governo mi fa piu' schifo che orrore, ma almeno ha il merito di avere scoperchiato immensi ossari di deiezioni anti italiane, comprese quelli di una FI filo piddina ed al guinzaglio piu' degli interessi aziendali di Berlusconi che di quelli degli italiani stremati dalla mafia UE e dalla feccia clandestina che ogni giorno ci violenta e ci uccide. Quindi, con realistico buon senso, siamo in attesa di vedere cosa in realta' faranno. Senza pregiudizio, senza complottismo, senza disfattismo.

Angel59

Mar, 05/06/2018 - 14:53

Recentemente il termine di "populisti" è divenuto sinonimo di "cazzari"

Angel59

Mar, 05/06/2018 - 14:56

Salvini - Conte - Di Maio ovvero il primo triunvirato del 2018 simile per molti aspetti a quello dell'antica Roma.

Ritratto di danutaki

danutaki

Mar, 05/06/2018 - 15:02

@ Nick2.....Venga a ripetere la sua concione fra 5 anni....ora peró sparisca !!

giovanni951

Mar, 05/06/2018 - 15:07

sempre piú fiero di essere populista.

Nick2

Mar, 05/06/2018 - 15:16

Libertà75, Punto primo: avete chi? Io faccio il mio lavoro ed altri hanno governato. Punto secondo ho spiegato più volte, senza che tu sia mai riuscito a contraddirmi (come al solito) per quale motivo l'Italia ha risentito negli anni successivi del quasi default causato dal Governo del pregiudicato barzellettiere. punto terzo: a differenza tua, io non ho mai insultato, ma ho sempre argomentato i miei post. Tu, nonostante le tue (vere o millantate che siano) lauree, intervieni esclusivamente per distruggere e mai per costruire. Per concludere, si può fare peggio. Molto peggio. Solo lo spread a 700 ci potrà salvare dal default che questi farabutti hanno intenzione di provocare...

Ritratto di MIKI59

MIKI59

Mar, 05/06/2018 - 15:16

Finalmente c'è una voce che ha detto la verità sui migranti. Per una persona non cerebrolesa, come alcuni purtroppo, la domanda nasce spontanea: è possibile che con 35 euro giornalieri "a cranio", non esiste una parvenza di dignità per questi migranti e sono costretti a delinquere, o a non far nulla tutto il giorno, a dare fastidio, e così via. Naturalmente c'è anche chi riesce ad integrarsi. Ma, ad esempio, non è possibile che con 35 euro giornalieri, possano esistere problematiche come Gioia Tauro, dove questa gente vive in stato di schiavitù e in modo animalesco, non certo per colpa loro. Quindi la domanda nasce spontanea: che fine fanno questi soldi? Evidentemente devono essere spesi in modo diverso.

ELZEVIRO47

Mar, 05/06/2018 - 15:18

Grande buonsenso. Un discosto da statista, piaccia o non piaccia.

Ritratto di bimbo

bimbo

Mar, 05/06/2018 - 15:21

Se veramente qui fossero populisti saremmo almeno cento volte meglio, ma qui sono manfrinisti e farsisti, e per niente nazionalisti.

Ritratto di magicmirror

magicmirror

Mar, 05/06/2018 - 15:23

bravo, speriamo abbia successo. immaginiamoci un discorso di berlusca o renzi!!!!!

Nick2

Mar, 05/06/2018 - 15:45

Possibile che nessuno si sia domandato come mai, persone del calibro di Savona abbiano voluto a tutti i costi far parte di questo governo, accettando anche ministeri a loro non graditi e condividendo un programma (o contratto) folle, senza senso e completamente senza coperture? Io spero lo abbiano fatto per assicurarsi un lauto stipendio, ma ho il sospetto abbiano il fine di uscire dalla moneta unica con un bel default. Il veto di Mattarella mi ha fatto molto pensare. Lui sicuramente sa…

Nick2

Mar, 05/06/2018 - 15:50

Danutaki, comandi tu qui? Io scrivo ciò che mi sembra giusto scrivere e sarà la redazione e non certo tu a decidere se pubblicare o meno i miei post. Piuttosto, vediamo se sei in grado di replicare con una tua opinione, un tuo punto di vista. Butta giù quattro righe in italiano di senso compiuto che mi contraddicano. Non credere di fare bella figura intimandomi di sparire...

Nick2

Mar, 05/06/2018 - 15:54

Sbagli, Giovanni951. Tu non sei populista, sei popolino e vittima dei populisti. Entro fine anno capirai...

maurizio@rbbox.de

Mar, 05/06/2018 - 15:54

SPERIAMO SOLO CHE QUESTI, ALLA FINE, NON SI VENDANO E NON CI VENDANO, COME HANNO FATTO I PREDECESSORI.

Rainulfo

Mar, 05/06/2018 - 16:06

A me è sembrato il comizio di un sindacalista... comunque un comizio. L'avrà capito che deve fare il presidente del consiglio?

glasnost

Mar, 05/06/2018 - 16:07

Ragazzi! è la fine del pensiero unico, politicamente corretto, Obamian-Sorosiano!! Esultiamo, ed apriamo alle nuove speranze!

Ritratto di perSilvio46

perSilvio46

Mar, 05/06/2018 - 16:08

Lo SPREAD VOLA, LA BORSA CROLLA! Gli investitori hanno letto correttamente le parole del Conte: non sono demenziali come appaiono ad una lettura superficiale, ma il lucido avvio di un percorso che porterà inevitabilmente (uso la parola di Mattarella) al default e alla inevitabilità dell'uscita dall'Euro.

steluc

Mar, 05/06/2018 - 16:19

Ovvio che chi vivrà vedrà. Le sanzioni alla Russia valgono 3 miliardi l’anno, e non sarà facile riconquistare posizioni perdute, qualche rimpatri e qualche sforbiciata alle tasse, e sarà sempre più dei 7 anni piddini. Basta veramente poco......

Ritratto di aorlansky60

aorlansky60

Mar, 05/06/2018 - 16:33

@ nick2 -- per il siluramento di berlusconi nel 2011 lo spread è stato usato come pretesto da CHI voleva silurarlo, la faccenda della presunta insostenibilità del DEB PUBL ITA era una barzelletta allora come lo è oggi; in realtà gli USA (più che l'UE a cui i primi hanno ordinato di farlo) hanno silurato berlusconi, per i suoi atteggiamenti amichevoli (e tentativi di rapporti commerciali) nei confronti di Putin e di Gheddafi, due nomi scritti a caratteri cubitali nel libro NERO degli USA. Questo per cercare di fare capire, a chi legge, come stanno i rapporti di forza nel mondo occidentale, non solo da oggi ma da decenni.

lavieenrose

Mar, 05/06/2018 - 16:44

nick2 semplicemente perchè savona non accetta l'idea di fare il pensionato di lusso dopo una vita da gran commis L'arrogante ambizione personale è una malattia che noi italiani paghiamo sempre caramente purtroppo.

Ritratto di wilegio

wilegio

Mar, 05/06/2018 - 17:12

Mi è piaciuto, perché ha indicato delle linee guida, senza darsi scadenze fisse ne' promettere ciò che non è sicuro di poter mantenere. D'altronde, citatemi UN SOLO governo dell'era moderna che abbia mai mantenuto almeno un quarto (non dico mica molto...) di quanto aveva promesso!

baio57

Mar, 05/06/2018 - 17:20

perSilvio46 - Quindi lo snellire la burocrazia , meno tassazione del lavoro, processi inerenti a controversie più celeri , riavvio delle opere pubbliche con particolare attenzione alla giusta attuazione degli appalti per scongiurare la corruzione politica e mafiosa ,sono proclami che scongiurerebbero gli investitori ?

xxclaude

Mar, 05/06/2018 - 18:16

A me ha fatto una buona impressione, tanti lo hanno presentato come un signor nessuno, una testa di paglia, ma secondo me sarà una sorpresa.

scapiddatu

Mar, 05/06/2018 - 18:20

Rien ne va plus, les jeux sont faits.... Come tutte le "orazioni" d’insediamento dei governi…né di destra né di sinistra, fazioso, cavalcando l'onda dello scontento popolare. OK..fisco e immigrazione,fumoso sul resto, sparisce lo 007 provocatore, prescrizione; quanto durerà mediamente un processo? Ora....non ci resta che aspettare. Auguri ITALIA!

nonna.mi

Mar, 05/06/2018 - 19:11

E' giusto ora aspettare le Azioni di questo "strano Governo" per poterlo giudicare: ma mi sorge un dubbio: il nostro ultimo Voto alle appena passate Elezioni nazionali, VOLEVA questo Governo o ne aveva indicato un altro,abbastanza Diverso, che è stato Squalificato senza alcun indugio, da Mattarella senza possibilità di tentare di avere una Maggioranza in Parlamento, cui mancavano non troppe possibilità di Maggioranza? Dopo più di ottanta giorni, abbiamo un Presidente del Consiglio non eletto dagli Italiani. Myriam

Ritratto di anticalcio

anticalcio

Mar, 05/06/2018 - 20:00

orgoglioso di essere u n populista!!alla facciaccia dei sinistri biechi

19gig50

Mar, 05/06/2018 - 20:21

Non vedo l'ora di sentire domani cosa avrà da vomitare la boldrina, mi auguro che qualcuno le tappi la bocca.

un_infiltrato

Mer, 06/06/2018 - 07:15

Si percepiva già lontano un miglio che il discorso pronunciato ieri dal conte premier, era un guazzabuglio di "cose varie" preparatogli su commissione. Un "siamo qui riuniti" con niente di conitale, come volevasi dimostrare, ma tutto un tanto al chilo e fuori tempo, comprese le chiamate all'applauso. Da commedia dell'arte la presenza dei due azionisti a latere: quello alla sua destra, ridanciano di défault, l'altro a sinistra che sembrava dirsi "che s'adda fa pe' campà". Insomma, una lusinga.. non dura, non dura minga, dura no!

Duka

Mer, 06/06/2018 - 07:27

Ora abbiamo capito! La mega-truffa che ha reso ai 5S le stracomode e strapagate poltrone sarà in agenda a fine "austerity" TRADOTTO per chi non avesse ben capito: M A I !!!

fabiano199916

Mer, 06/06/2018 - 08:14

Belle parole, vedremo i fatti...

Libertà75

Mer, 06/06/2018 - 10:52

@nick2, ore 15.16, punto 1, ora vieni a negare che sei un fan del PD? Va bene, possiamo dire che sei culturalmente afferente all'area politica coperta dal PD almeno? punto 2, non hai mai spiegato niente, hai lasciato sentenze tutte opinabili e non dimostrabili e ogni volta che ti si è apposta una visione contraria tu hai sempre risposto che la tua è giusta e le altre son sbagliate. Punto 3, tu non insulti mai secondo il tuo punto di vista, poi basta leggere i tuoi interventi e capire che hai problemi di autovalutazione. Aggiungiamo un punto 4, sostieni che io sia distruttivo e poi ti auguri per il paese lo spread a 700. Ora abbiamo dimostrato chiaramente il tuo livello di frustrazione personale, possiamo da uomini tentare di superarlo o no?

Ritratto di venividi

venividi

Gio, 07/06/2018 - 04:16

Temo che vada a finire che i soldi in più che avranno se li porteranno subito all'estero, almeno per i primi tempi lasciandoci a dibatterci nella palta. Altro che reinvestimenti. Almeno per i primi tempi, è una questione di fiducia, io non investirei in Italia. Poi salterà il governo per qualche ragione, e così chi ha avuto ha avuto e chi ha dato ha dato.