Il tesoretto di Grasso è in vendita

Vi sembra normale che la seconda carica dello Stato voglia usare i propri deputati per fare alleanze con chiunque?

Il presidente del Senato due sere fa ha messo la faccia in tv, presentandosi come nuovo leader politico.

È incredibile, dal punto di vista formale, come tutti i politici si siano berlusconizzati. Tutti si prestano a mostrare il proprio simbolo con un cartoncino in mano. Ve la potevate immaginare la Iotti, con una falce e martello stilizzata tra le sue dita durante una campagna elettorale? Ormai anche gli insospettabili sembrano avere il kit del candidato in tasca, anche se lo descrissero come la fine della politica, come la nascita del partito di plastica. Ironia della sorte, il marketing ha vinto, proprio quando, come insegna il caso Trump, per vincere servono gli algoritmi, e non più i sondaggi.

Grasso ha giocato il suo bitcoin. Che per ora il mercato valuta in un'ampia forchetta (in finanza si direbbe denaro-lettera) che va dal 6 al 10 per cento dell'elettorato. Il che vuole dire tra i 25 e i 40 deputati. Il presidente del Senato ha infatti detto: «Costruiremo un tesoretto che magari sarà utile». Perbacco. Il partito formatosi anche e soprattutto per l'allergia al nuovo sistema elettorale (il cosiddetto Rosatellum) rischia di essere l'unico ad affermare esplicitamente che userà i propri eletti (il tesoretto) come più gli aggrada, il giorno dopo i risultati elettorali. Insomma chi più odia il Rosatellum, maggiormente ne sfrutterà i suoi lati oscuri.

Ma a voi sembra normale che la seconda carica dello Stato, prima carica, per interposta persona, della sinistra antirenziana, dica implicitamente che utilizzerà i propri deputati per fare alleanze con chiunque. I «grassini» potranno dunque allearsi con i grillini, ma anche con i «renziani» o, perché no, anche con i berlusconiani se dovesse esserci il governo del presidente. Non bisogna dimenticare che ognuno, come Pif insegna, si può raccontare il passato che vuole. Tanto più che Grasso fu, in tempi antichi, molto criticato per il suo atteggiamento non apertamente ostile proprio nei confronti di Silvio Berlusconi.

In questo grande abbraccio, si tiene tutto. È un po' come il simbolo di Liberi e eguali. L'hanno dovuto cambiare all'ultimo, perché «liberi» rischia di rappresentare un problema di genere (pensate un po' che follia) soprattutto se si vuole imbarcare Laura Boldrini, e le foglioline possono dare una spruzzata verde, ma essere anche misogine. Si tengono i gruppettari reduci da Rifondazione comunista e i magistrati della legalità siciliana, gli ex democristiani e i comunisti. Come si poteva, in effetti, immaginare che da questo brodo non uscisse una politica di «mani libere» sulle alleanze?

Commenti

federik

Mar, 12/12/2017 - 23:07

Dipendente statale, comunista, settantaduenne...proprio tre belle caratteristiche per un'Italia che deve cambiare faccia!

tepepa

Mar, 12/12/2017 - 23:30

Il Partito personalizzato era fortemente inviso dai fuggiaschi pieddini, come mai ora l'accettano? Il forte rancore li ha resi umili e arrendevoli? Tutto sommato io mi tengo il Partito moderato di Renzi che, al netto di qualche discutibile atteggiamento del passato, è ancora il migliore tra gli elementi (per ora) schierati in campo. Pd e Forza Italia sono i Partiti più assimilabili e dovranno inevitabilmente accordarsi nel dopo elezioni.

Ritratto di wilegio

wilegio

Mer, 13/12/2017 - 00:03

E' vero, Porro! Ciccio (uso un sinonimo) ha imparato molto bene dal suo maestro di Arcore.

Ritratto di Leonida55

Leonida55

Mer, 13/12/2017 - 00:05

S e vuole fare campagna elettorale bene, ma dovrebbe dimettersi dalal carica che sarebbe superpartes (per gli altri, per loro no, la legge la interpretano come vogliono).

seccatissimo

Mer, 13/12/2017 - 00:43

Mala tempora currunt !

Triatec

Mer, 13/12/2017 - 01:02

Se questi sono gli esempi che vengono dalla seconda carica dello Stato, come possiamo poi chiedere correttezza agli italiani? Come possiamo biasimare gli elettori che disertano le urne? E' difficile capire perché sempre una maggior parte di cittadini è schifata dalla politica?

bremen600

Mer, 13/12/2017 - 01:08

Grasso = Bitcoin.

Vendicatoresolitario

Mer, 13/12/2017 - 01:12

Porro-Zurlì, "ciai" paura del TESORETTO, eh? ;)

Vendicatoresolitario

Mer, 13/12/2017 - 01:14

"Vi sembra normale che la seconda carica dello Stato voglia usare i propri deputati per fare alleanze con chiunque?" SI, e poi non "con chiunque", ma con chi avrà MERITATO quei voti! Questa STORIELLA della "seconda carica dello Stato" ha decisamente STUFATO! BASTAAAA!

Klotz1960

Mer, 13/12/2017 - 01:45

Cosi potremo finalmente contare con sicurezza quanti sono i forcaioli marxisti in Italia.

Iacobellig

Mer, 13/12/2017 - 06:18

Questo va sollevato subito dal suo incarico oltre che per incapacità anche perché apertamente di parte! E intanto Mattarella tace! Bel modo di guadagnarsi l’appannaggio!

paràpadano

Mer, 13/12/2017 - 06:45

E pensare che questo è un ex magistrato che avrebbe dovuto giudicare con imparzialità! Questo è la dimostrazione del basso livello della giustizia nostrana. Per conto mio è sempre stato e sempre rimarrà un "trinariciuto" punto.

Ritratto di Nubaoro

Nubaoro

Mer, 13/12/2017 - 06:56

Malcostume italiano, che prende appunto esempio dalla politica; la (ridicola) costituzione si applica solo quando fa comodo. Chi occupa dei ruoli istituzionali rappresenta tutti, anche chi non l'ha eletto, dovrebbe restituire la tessera di partito, astenersi dalla partecipazione a convegni di parte, non parliamo nemmeno di fare propagande elettorali (oltretutto la domanda sorge spontanea: con quale tempo e quali soldi?). Noi invece abbiamo avuto il segretario del pd come primo ministro, per lui la giornata dura 48 ore.... ed abbiamo i dibattiti televisivi zeppi di cariche pubbliche che fanno il tifo per i partiti amici.

Ritratto di Situation

Situation

Mer, 13/12/2017 - 07:08

...e vogliamo dirla la vera VERITÀ ? questo losco individuo si è laureato nel periodo nel quale tutti i trinariciuti mandavano i propri figli all'Università nelle varie facoltà di Giurisprudenza in modo che da "grandi" e diplomati intraprendessero la carriera in Magistratura per poi poter attaccare lo Stato o meglio il Governo malinterpretando la Costituzione e le sue regole. Dunque questo Grasso altri non è che uno di quei sesantottini solo che ora non possono contrastare il Governo dato che è il loro "centro sociale" e quindi operano impuniti contro gli oppositori del ciarpame ☭. Chiaro o NO ?

Ritratto di tomari

tomari

Mer, 13/12/2017 - 07:42

Occhio! Io spero che i "grassini" diventino "GRISSINI".

leopard73

Mer, 13/12/2017 - 07:50

IL TESORETTO E SOLO GRASSO CHE COLA ALTRO CHE TESORETTO!! LA SECONDA SCARICA DELLO STATO!.

Ritratto di michele lamacchia

michele lamacchia

Mer, 13/12/2017 - 07:56

LIBERA E BELLA, come il famoso shampoo, avrebbe accontentato le divulgatrici delle declinazioni bold. Comunque, anche così, non mi pare che si faccia mancare niente.

VittorioMar

Mer, 13/12/2017 - 08:14

..SE E' SICILIANO E STUDIATO IN SICILIA,ANCHE LUI DEVE AVER INCONTRATO QUALCUNO IN ODORE DI "MAFIA"...O NO ??

Ritratto di do-ut-des

do-ut-des

Mer, 13/12/2017 - 08:17

"Vi sembra normale...." Sì, loro possono, se lo facesse la dx, griderebbero allarme fascismo, mancanza di democrazia, invece loro possono.

Ritratto di anticalcio

anticalcio

Mer, 13/12/2017 - 08:18

per loro tutto è permesso!! ma quello che mi preoccupa di piu',è quella che fara' l'altra...la kompagna per eccellenza..strano il suo anormale mutismo sul prosieguo politico....molto strano

giolio

Mer, 13/12/2017 - 08:21

In Italia e normale ....purtroppo !!!

Ritratto di michele lamacchia

michele lamacchia

Mer, 13/12/2017 - 12:49

dopo le votazioni, negozieranno e andranno col miglior offerente. Mi pare chiaro.