Evil Genius: la vera storia della rapina più diabolica d'America

Evil Genius, ovvero il racconto di quella che è stata definita come la rapina più diabolica d’America, è un documentario di Netflix in cui la realtà supera la finzione

Evil Genius è una docu-serie di Netflix, ideata da Trey Borzillieri e Barbara Schroeder, che racconta la vera storia di una rapina in banca avvenuta a Erie, Pennsylvania, il 28 agosto 2003. Non si tratta solo di un resoconto di quanto avvenuto in banca e poco dopo, o di come è stata organizzata la rapina. Evil Genius è una storia incredibile che per quanto assurda e paragonabile ad una sceneggiatura di un film thriller è ciò che davvero è accaduto. Al di fuori dell’America i fatti non sono molto conosciuti ma si tratta di un caso che ha avuto grande clamore negli Stati Uniti, venendo presto identificata anche con il nome di “the pizza-bomber mystery”. Evil Genius, insieme a The Staircase ed al recente Conversation with a Killer - The Ted Bundy Tapes, fa parte del catalogo "true crime" di Netflix.

Brian Wells è un uomo di 46 anni, per vivere consegna pizze, è appassionato di cacce al tesoro, non ha molti amici e la sua vita nasconde alcuni lati oscuri. Il 28 agosto del 2003 entra in una banca con indosso una strana maglietta con scritto “guess” (indovina), in mano ha un bastone-fucile che agita alla Charlie Chaplin e consegna alla cassiera alcuni fogli che riportano delle minuziose istruzioni, che riassumiamo così: consegnare i soldi, non avvisare nessuno, in caso contrario esploderà una bomba.

Appena uscito Wells viene subito fermato e messo a terra dalla polizia. Lui, con tono alquanto tranquillo, avverte che ha una bomba fissata al collo e che a breve esploderà se non segue le istruzioni che ha ricevuto. Gli ufficiali di polizia non gli credono e dopo alcuni minuti si inizia a sentire un “bip” sempre più insistente provenire dal presunto ordigno. Dopo poco la bomba esplode e Wells muore.

Da questa strana vicenda originano le investigazioni di polizia, FBI e ATF che porteranno gli inquirenti a scoprire un piano criminale complesso che non avrebbe in alcun modo visto Wells trovare le chiavi e salvarsi. Dalla ricostruzione dei fatti mostrata in Evil Genius, la rapina in banca si collega poi ad un uomo morto tenuto in un congelatore, ad altri sospetti omicidi, droga, ma soprattutto malattie mentali e manipolazione, che vedono due persone distinguersi tra tutti i soggetti attenzionati dalla polizia: Marjorie Diehl-Armstrong e Bill Rothstein. La rapina in banca è l’inizio del documentario ed è solo una delle cose bizzarre che vedrete.

Evil Genius se fosse un film sarebbe molto vicino a Saw o ad uno diretto da David Fincher, come Seven o Zodiac, ma anche ad un reality come “Sepolti in casa”. I due burattinai Marjorie Diehl-Armstrong e Bill Rothstein sono persone disturbate e capaci di manipolare gli altri, legate tra loro da un passato che non li ha mai abbandonati davvero e pronte a spingersi oltre ogni limite, mentendo senza alcun problema e convinti della loro superiore intelligenza.

Evil Genius, in 4 puntate, disponibili su Netflix, è un fedele racconto di quanto avvenuto. Gli episodi destano molta curiosità nello spettatore perché la storia che viene raccontata è assurda, soprattutto se si pensa che è la realtà. Ma come ogni mistero che si rispetti, anche i fatti raccontati in Evil Genius lasciano qualcosa di irrisolto, così da originare dibattiti su di esso nella ricerca di fare luce su quanto accaduto. Assolutamente da vedere.