La provocazione dello chef Vissani: "Ecco come uccido l'agnello per Pasqua"

Il noto chef Gianfranco Vissani, ai microfoni di Un giorno da pecora, si racconta e provoca vegetariani e vegani

Gianfranco Vissani, appena querelato da Matteo Renzi, si racconta ai microfoni di Un giorno da pecora, su Rai Radio 1. Ospite della trasmissione condotta da Giorgio Lauro e Geppi Cucciari, il noto chef ha esordito dicendo che per uno che fa il suo lavoro non è importante avere il phisique du role.

E, a tal proposito, parla della sua metamorfosi fisica e del suo brutto (ex) vizietto. Queste, dunque, le sue parole via etere: "Non faccio distinzioni tra cuoco magro e meno magro. Io, ad esempio, sono dimagrito di ben 36kg, pesavo 166 kg e ora peso 130kg [… ] Da quando ho smesso di fumare ho avuto questi problemi, fumavo ottanta sigarette al giorno, ma ho smesso da cinque anni e adesso sto benissimo. Il mio obiettivo è arrivare al mio peso forma ideale: 90kg".

La sua dieta? “Mangio due uova sode, carne, l'importante è non usare olio e sale”. E i carboidrati? Banditi, assicura.

Dunque, vista l'imminente Pasqua, ecco la provocazione di Vissani che punge nel vivo vegetariani e vegani: "Per Pasqua ho ordinato dodici capretti e venti agnelli. A noi piace molto la coratella…Io prendo gli agnelli più piccoli perché sono più saporiti". Agnelli che uccide con le sue mani: "È come il pollo o il coniglio. Bisogna utilizzare sempre un piccolo coltello che possa arrivare al cuore per fare uscire più sangue possibile, con un colpo secco, in modo che la carne rimanga bianca".

E quando Giorgio Lauro e Geppi Cucciari gli chiedono se non gli fa impressione tutto questo, sentendosi un po' un assassino, lui replica secco: "No, non mi fa impressione. E, no, per la miseria, assolutamente no: non mi sento un assassino".

Commenti

romabene

Ven, 19/04/2019 - 16:42

Secondo la normativa sanitaria non si può fare. Serve visita veterinaria e macellazione in struttura autorizzata.

rosolina

Ven, 19/04/2019 - 16:51

Spero che ci si possa moderare di più...sembra un articolo per significare la strage degli innocenti, più che per parlare di una dieta, visto anche il fatto che il solo consumo di carne porta gravi malattie...Siamo agli articoli dell'orrore o é l'orrore che viene documentato?

Ritratto di libere

libere

Ven, 19/04/2019 - 17:19

Se non è un escamotage per farsi pubblicità, mi auguro che questo propinatore di intrugli indigesti finisca denunciato e passi qualche giorno a far la dieta delle cucine di S. Vittore.

Ritratto di Menono Incariola

Menono Incariola

Ven, 19/04/2019 - 17:20

"il solo consumo di carne PORTA GRAVI MALATTIE???" Ma se in vita mia ho mangiato almeno una tonnellata di carne!! Gravi malattie vengono a chi SI FUMA IL CERVELLO E SI FA PIPPE MENTALI!!

Ritratto di Menono Incariola

Menono Incariola

Ven, 19/04/2019 - 17:27

Concordo con romabene, probabilmente e' una provocazione, a meno abbia qualche "salvacondotto" a noi non noto... Rincarando la dose, rispetto al mio precedente commento: con una stima ampiamente al minimo, in media ho consumato 1 kg di carne alla settimana. Le settimane in un annno sono 52, 52 kg/anno... Tralasciamo pure i primi dieci, ne restano 60... 60 x 52 = circa 3 TONNELLATE!!! Non solo non sono ancora morto, godo di una discreta salute e di una certa vitalita'!!

antonioarezzo

Ven, 19/04/2019 - 17:51

come bisognerebbe fare con te. e si che con te si mangerebbe anche tanto trippone.

emigrante

Ven, 19/04/2019 - 18:09

Tutte queste persone abituate a servirsi al supermercato, e scandalizzate dal fatto che gli animali destinati a divenire cibo vengano uccisi con "armi bianche", evidentemente considerano le proprie nonne delle volgari assassine. Nessuno rammenta il Coniglio o il Galletto ruspante della domenica, o il Capretto di Pasqua, scannato nella corte? E se arrivava qualche "cittadino", era il primo a gustare le prelibatezze allevate in campagna. Da qualche anno, tutto rovesciato: conigli e maiali "da compagnia", veganismo, strali contro la bistecca. Siamo impazziti!

Ritratto di nestore55

nestore55

Ven, 19/04/2019 - 19:49

rosolina Ven, 19/04/2019 - 16:51...Sta scherzando vero? E.A.

Ritratto di mailaico

mailaico

Ven, 19/04/2019 - 22:07

embe' ? prima o poi va ammazzato e mangiato! vegani schiattate!

Ritratto di wilfredoc47

wilfredoc47

Ven, 19/04/2019 - 22:15

Obtorto collo, ma mi tocca rivalutare questo personaggio. Forse che i polli, i vitelli, i maiali che mangiano li mattano dopo anestesia o li inducono al suicidio?

ortensia

Ven, 19/04/2019 - 23:37

Ho mandato il link di questo articolo alle mie amiche gattare ed animaliste. Ecco perche' si diventa vegetariani.

Dorinagratacasola

Sab, 20/04/2019 - 06:04

E adesso ti senti un uomo?

Ritratto di anticalcio

anticalcio

Sab, 20/04/2019 - 08:59

alla facciaccia degli animalisti!! bravo

Ritratto di oldpeterjazz

oldpeterjazz

Sab, 20/04/2019 - 09:42

Mangiare carne (dunque uccidere animali) è una condizione naturale. Trovo però una crudeltà uccidere animali giovanissimi, è un atto di deplorevole egoismo.

Ritratto di wilfredoc47

wilfredoc47

Sab, 20/04/2019 - 11:49

OLDPETERJAZZ, lo sei o lo fai? Sei divertente.

Ritratto di navajo

navajo

Sab, 20/04/2019 - 11:57

Menono in carriola, lei è padrone di mangiarsi anche un bue a pasto, ma non di insultare quelli che non la pensano come lei. prima di parlare ci si dovrebbe documentare. Le proteine sono essenziali, ma l'abuso fa male.La dose raccomandata è dai 50 ai 62 grammi, per aiutare a prevenire le carenze proteiche e non incorrere in conseguenze negative per il nostro corpo. Ma troppe proteine annebbiano anche la mente e possono causare disidratazione e gravi danni ai reni, questo perché l’eccessiva assunzione di esse può portare all’iperuricemia, l’aumento dell’acido urico. A livelli elevati si può accumulare nei reni causando coliche e calcoli renali.