Robbie Williams e Take That: reunion possibile per l'anniversario della band?

Cinque anni dopo il secondo addio di Robbie Williams ai Take That, il cantante potrebbe tornare a unirsi alla band. Proprio quest'anno, infatti, il gruppo festeggierà i 25 anni dalla sua nascita, e Gary Barlow e soci vorrebbero sviluppare un progetto con la collaborazione dell'ex componente

Venticinque anni dopo il loro debutto e relativo successo discografico, i Take That sembrano intenzionati a festeggiare la ricorrenza con una nuova reunion. Stando ad alcune dichiarazioni rilasciate dagli attuali componenti della band al The Sun, infatti, Gary Barlow e soci stanno lavorando a un progetto cui potrebbe prendere parte anche Robbie Williams.

Proprio Robbie Williams, nel 1995, lasciò per la prima volta il suo posto all'interno della boy band, spinto dalla ferma intenzione di costruirsi una carriera solista. Tornato poi con i suoi vecchi colleghi nel 2010 – cinque anni prima il gruppo tornò ufficialmente sulle scene, dopo lo scioglimento del 1996 – ha abbandonato nuovamente le fila dei Take That nel 2011. Addio che sembrava, almeno sino a oggi, definitivo.

Al contrario, ha spiegato Howard Donald al The Sun, la band è in stretto contatto in queste settimane proprio con il suo ex membro. Il motivo, hanno continuato i tre attuali componenti del gruppo – Barlow, Donald e Mark Owen – è l'intenzione di quest'ultimi di realizzare un progetto ad ampio raggio per festeggiare il venticinquesimo anniversario dei Take That, formatisi a Manchester nel 1990. Progetto, questo, che prevede “qualche nuovo singolo, un album di greatest hits e un tour”.

Insomma, le idee per festeggiare al meglio la speciale ricorrenza sono tante. E, hanno concluso i membri della band, “sarebbe davvero fantastico riuscire a fare qualcosa coinvolgendo anche Robbie”.

Per quanto riguarda invece Jason Orange, nel gruppo dal 1990 al '96, poi nuovamente dal 2005 al 2014, un possibile riavvicinamento per l'eventuale reunion è più difficile. “Penso che Jay sia felice, si trovi al suo posto. E non credo che abbia alcuna intenzione, al momento, di tornare nella band”, ha spiegato in tal proposito Donald.