Taylor Swift, la rivincita su Kanye West ai Grammy 2016

Nuovo trionfo di Taylor Swift che vince, per due anni di seguito, l'ambito Grammy per il disco "1989" come miglior album. Questa volta non viene lasciata sola sul palco: mossa tattica per proteggerla dagli assalti di Kanye West?

ANSA

La 58esima edizione dei Grammy Awards, che si è tenuta a Los Angeles la scorsa notte, ha premiato per il secondo anno consecutivo come miglior disco Taylor Swift, con l’album ‘1989’.

In un conturbante abito di raso e circondata dal suo gruppo, la cantautrice country - costretta ancora una volta a subire gli attacchi del cantante Kanye West non solo come artista ma oggi anche come donna - ha approfittato della mondovisione per lanciare un messaggio chiaro e forte alle colleghe o aspiranti tali, ma anche a tutte le donne in genere. E per rispondere così, più o meno indirettamente, all’ultimo exploit del rapper di colore che, nel brano Famous tratto dal suo ultimo lavoro, offende pesantemente la collega millantando meriti che non ha circa il raggiungimento del successo: "Come prima donna ad avere vinto l’album dell’anno per due volte, ho un messaggio per tutte le giovani. Ci sarà gente che vorrà appropriarsi del vostro successo, di ostacolarvi, di prendere il merito di cose che fate voi o della vostra fama. Concentratevi sul lavoro, non lasciate vincere questa gente. Un giorno, quando sarete arrivate dove volete, vi guarderete intorno e vedrete che le persone che contano sono le altre”. Un lungo applauso in sala a sottolineare l’apprezzamento per la scelta della giuria e per le parole dell’artista.

Tutto cominciò durante gli MTV Video Music Awards (VMAs), il 13 settembre del 2009, quando la Swift ricevette il premio per la realizzazione del miglior video femminile e West fece irruzione sul palco, strappandole il microfono dalle mani per protestare contro l'assegnazione, persa da Beyoncé, moglie del suo amico Jay-Z. Cacciato dalla manifestazione, nei mesi seguenti, col pretesto di scusarsi per l’accaduto, usò la grande risonanza che ebbe l’aggressione per pubblicizzare se stesso e la sua linea di abbigliamento. La cantante ammetterà in seguito di non aver mai ricevuto scuse ufficiali e dirette da Kanye West che, anzi, da quel momento non ha perso occasione per provocarla con ogni mezzo. Nota la diatriba sui social: la reazione di Austin, fratello della cantautrice, che ha caricato sulla rete un video dove butta nella spazzatura un paio di scarpe prodotte per la Yeezy dal rapper di colore, le dichiarazioni di diverse star a favore della donna, come Selena Gomez, e la mobilitazione su Twitter di utenti inferociti.