Chelsea-Manchester United: è sfida a due per Bonucci

Bonucci è corteggiato e conteso dal Manchester United di Mourinho e dal Chelsea di Antonio Conte che vogliono portare in Premier il difensore della Juventus

Leonardo Bonucci è uno dei punti fermi della Juventus e della Nazionale Italiana. Il classe 87 è cresciuto nelle giovanili dell’Inter con cui ha messo insieme solo 4 presenze complessive, una in Serie A e tre in Coppa Italia, tra il 2005 e il 2007. L’Inter decide di girarlo in prestito in Serie B al Treviso, dove ci resta per due anni. Inoltre, Bonucci gioca una stagione, sempre nel campionato cadetto, con i nerazzurri del Pisa. Nell’estate del 2009 l’Inter lo cede al Genoa nell’ambito dell’operazione che porta Thiago Motta e Milito a Milano. Il 2009-2010, anno del Triplete nerazzurro, è la stagione che mette in mostra tutte le qualità di Bonucci che al Bari, con Ventura, si esalta in coppia con Ranocchia. Il primo luglio del 2010 la Juventus decide di investire sul difensore investendo oltre 15 milioni di euro per portarlo a Torino. Bonucci in sei stagioni con la maglia bianconera ha messo insieme 274 presenze e 16 reti complessive al suo attivo, conquistando 5 Scudetti, 2 Coppe Italia e 3 Supercoppe Italiane.

Il calciatore nato a Viterbo si sta confermando ad alti livelli anche con la maglia dell’Italia di Antonio Conte e ha così attirato le attenzioni di due grandi club come il Chelsea e il Manchester United. Secondo quanto riporta il Daily Star, infatti, i Blues di Antonio Conte e i Red Devils di José Mourinho sono in lotta per assicurarsi le prestazioni di Bonucci. Il suo contratto con la Juventus scadrà il 30 giugno del 2020 e per la società di Corso Galileo Ferraris è incedibile, a meno che non arrivi un’offerta davvero irrinunciabile. Il 29enne, ad oggi, è uno dei più fori difensori in circolazione e difficilmente la Juventus si priverà del proprio perno difensivo. Marotta e Paratici dovranno respingere gli attacchi di United e Chelsea per Bonucci: si preannuncia un'estate molto calda per la dirigenza bianconera che sa comunque di avere il coltello dalla parte del manico.