Ronaldinho si schiera dalla parte di Bolsonaro: il Barcellona lo punisce

Il Barcellona sarebbe rimasto infastidito dalla presa di posizione dell'ambasciatore del club Ronaldinho di appoggiare Jair Bolsonaro alle prossime elezioni presidenziali in Brasile

Ronaldinho è sicuramente stato uno dei giocatori più forti degli ultimi quindici anni di calcio. L'ex fuoriclasse di Psg e Milan ha legato la sua carriera in maniera indelebile al Barcellona, club nel quale è esploso in maniera definitiva e chi gli ha permesso di vincere anche un Pallone d'Oro oltre ad altri titoli. Il 38enne di Porto Alegre con la maglia del Barcellona ha messo insieme 207 presenze condite da 94 reti in tutte le competizioni e anche dopo il suo addio è rimasto legato ai blaugrana che gli hanno affidato il ruolo di ambasciatore del club catalano nel mondo.

L'idillio tra il Barça e Ronaldinho, però, ha subito una pesante incrinazione dato che il Gaucho, insieme ad altre stelle del calcio verdeoro, ha deciso di schierarsi al fianco di Jair Bolsonaro alle prossime elezioni presidenziali in Brasile. Oltre a Dinho, infatti, anche Cafu, Rivaldo, Felipe Melo, Lucas Moura, Edmundo ed Emerson Fittipaldi, ex fuoriclasse delle Formula Uno, si sono schierati dalla parte del candidato di estrema destra. L'ex Milan, su Twitter, ha espresso il suo prensiero: "Per un Paese migliore, sicurezza e pace per tutti".

Questa scelta di Ronaldinho, però, ha fatto infuriare e non poco il Barcellona che non ha per niente nascosto il suo malessere dato che Bolsonaro non ha mai nascosto le proprie posizioni omofobiche, tendenti alla misoginia e al razzismo. Secondo quanto riporta il quotidiano online Sport il club blaugrana non ha ancora preso una posizione ufficiale in merito ma circolano voci secondo cui ci sarebbe l'idea di ridurre ai minimi termini le attività di Ronaldinho per il Barcellona, come incontri istituzionali sponsorizzati dal club, eventi, sponsor e partite amichevoli con le Leggende del club. Pare che la stessa sorte toccherà anche a Rivaldo, anche lui una delle icone dei blaugrana.

Commenti

Arch_Stanton

Gio, 18/10/2018 - 00:16

Ecco i veri democratici: i dirigenti del Barcellona che discriminano Ronaldinho per idee politiche ! La sinistra è uguale in tutto il mondo, accusa gli altri dei propri difetti. "misoginia e al razzismo". Come no, come milioni di donne e neri che lo hanno votato, compreso TUTTI i calciatori che avete citato !