E in Francia arriva il suo epistolario inedito

È soprattutto nella Svizzera romanda - a Losanna - che sarà dolce recarsi dal 3 al 5 settembre, per commemorare i vent’anni dalla morte di Georges Simenon, che del lago Lemano è un po’ il genius loci, insieme ovviamente a Vladimir Nabokov, che viveva poco più a sud, a Montreux.
In collaborazione con il Festival Simenon di Sables d’Olonne, infatti, la città di Losanna ha organizzato a partire da giovedì prossimo una «tre giorni» piena di eventi e di presentazioni di saggi sull’autore belga, tra cui l’imminente (in Francia) Autodictionnaire Simenon del romanziere e biografo Pierre Assouline, dove troviamo raccolti intorno a parole chiave (non potevano mancare, per esempio, «pipa» o «diritto d’autore») una serie di testi tratti da tutta la produzione di Simenon, corrispondenza e interviste comprese. A proposito della corrispondenza, il figlio John Simenon ha annunciato la pubblicazione («richiederà da uno a tre anni») di tutta la sterminata produzione epistolare del padre.
Tornando a Losanna, tra gli eventi più interessanti c’è una serie di otto conferenze in cui poliziotti, giudici, avvocati e giornalisti si confronteranno sulle rispettive professioni, a partire da come Simenon le ha raccontate nei suoi libri. Le conferenze avranno luogo nella sala conosciuta come Le Catafalque del Palazzo di giustizia cantonale, mentre lì vicino sarà allestita una vendita di libri di Simenon, in Italia pubblicato da Adelphi.
Poi ci sono i film: otto dei sessanta lungometraggi tratti dalle opere dell’autore belga verranno proiettati al Cinéma Capitole: l’ingresso sarà dieci franchi a persona (e ci saranno film di Tavernier, Autant-Lara, Chabrol, quest’ultimo presente), mentre gratis si potrà entrare alla mostra (presso il Palazzo di giustizia) di oltre tremila foto scattate da Simenon tra il 1931 e il 1935 durante i suoi viaggi. Per i bambini, invece, l’istituto di polizia scientifica di Losanna ha organizzato una serie di incontri dove i piccoli aspiranti Maigret potranno apprendere come comparare impronte digitali o orme di scarpe, e altri fondamenti dell’investigazione. Informazioni su tutti questi eventi sul sito www.lausanne-tourisme.ch.
A Cognac, invece, nella Charente, nel cuore della Francia, dal 16 al 18 ottobre, il Salon Polar & Co renderà omaggio a Simenon con film, dibattiti pubblici e lo spettacolo La botte secrète de Maigret, le verre de Cognac, dove ascolteremo per la voce dell’attore Paul Mercier tutti - ma proprio tutti - i passaggi dei romanzi dell’autore belga dove qualcuno beve o offre cognac, o medita su questo liquore.

Commenti