E la 500 diventa un piccolo suv per sfidare lo strapotere Nissan

E la 500 diventa un piccolo suv per sfidare lo strapotere Nissan

Con500X, prodotta a Melfi insieme a Jeep Renegade, si apre la nuova fase di sviluppo del marchio Fiat. E mentre cresce la famiglia «500», che alle versioni base, Abarth e «L» può contare ora anche sul Suv compatto «X», per lo stabilimento lucano si tratta di un rilancio grazie al miliardo investito dal gruppo e alla sua nuova missione di hub mondiale per i due nuovi modelli (a Melfi, comunque, continua parallelamente anche la produzione della Punto).

Il primo Suv compatto nella storia di Fiat sarà prodotto in 150mila unità, destinate a 100 Paesi nel mondo. Tra questi gli Usa e forse il Brasile. «Di madre stranota e padre più giovane, il capo dello stile di Fca per il mercato Emea Roberto Giolito - come ha evidenziato il responsabile del marchio Fiat, Olivier Francois - la 500X è un'automobile italiana al 100%. Il modello che di fatto reinventa il brand», e lancia la sfida ai concorrenti (il più temibile di tutti sembra essere Nissan Juke).

In vendita già nei prossimi giorni, ma con il «porte aperte» ufficiale programmato a febbraio 2015, i primi 2mila modelli della 500X, battezzati «Web Edition» e progettati per il pubblico più giovane, possono essere acquistati direttamente online al prezzo di 17.250 euro. E sempre su Internet è disponibile la 500X «Opening Edition» il cui prezzo di lancio sconta 3.500 euro di accessori. Il listino del Suv Fiat, comunque, è compreso tra 17.500 e 30.650 euro. Si potrà scegliere tra motorizzazioni a benzina e diesel tutte Euro 6 (trazione 4 ruote motrici per i top di gamma e cambio anche automatico a 9 rapporti). Il primo Suv compatto di Fiat potrà contare su una campagna di lancio globale articolata con presentazioni al pubblico in 74 città europee. «Abbiamo raccolto grazie a Internet già 6.600 prenotazioni», dice Francois, mentre Gianluca Italia, capo Emea del marchio Fiat, annuncia, grazie al progetto «500 Next» la possibilità di guidare una 500X per due anni pagando il 50% del prezzo e quindi di sedersi su una nuova alle stesse condizioni.

La famiglia 500 continua così a trainare, con la Panda di Pomigliano, il marchio. Quello dei Suv compatti, del resto, è il mercato che in questo momento tira di più: dal 5% delle vendite 2005 si è passati al 20% attuale.

PBon

Commenti