Cina, via ai settimi Giochi Militari Mondiali: partecipano 109 Paesi

La manifestazione, inaugurata lo scorso 17 ottobre, si tiene a Wuhan. Partecipano oltre 9 mila militari provenienti da 109 Paesi diversi

Lo scorso 18 ottobre, presso il centro sportivo di Wuhan, in Cina, sono stati inaugurati i settimi Giochi Militari Mondiali. All'evento è presente anche una delegazione di oltre 200 italiani, tra atleti, tecnici e supporter.

Secondo quanto riferito dagli organizzatori, hanno confermato la propria partecipazione all'evento 9308 miliari provenienti da 109 Paesi diversi. Durante la conferenza stampa della vigilia, il generale maggiore, nonché direttore della commissione esecutiva dei Giochi, Yang Jian, ha dichiarato che tutti i lavori di preparazione alla manifestazione sono stati completati grazie agli sforzi compiuti negli ultimi due anni, e che la Cina si è impegnata a creare uno stupendo ed eccezionale evento militare e sportivo di livello internazionale.

Yang Jian ha poi aggiunto che le dimensioni e la competitività di questa edizione sono senza precedenti. Fra gli atleti che hanno risposto presente, 67 sono infatti campioni mondiali e altri 118 hanno partecipato ai Giochi Olimpici di Rio, aggiudicandosi i primi otto posti. Senza dubbio, questa edizione dei Giochi Militari Mondiali può essere considerata l' "Olimpiade" per i militari di tutto il mondo.

Per tenere questa edizione dei Giochi, le autorità cinesi competenti hanno costruito un villaggio per i militari, rendendo possibile tenere per la prima volta tutte le gare previste in una sola città. Secondo Zhou Xianwang, direttore della commissione e sindaco di Wuhan, la sua città ha insistito sui concetti di “ecologia, condivisione, apertura e risparmio”. Al fine di consentire il corretto svolgimento di questo evento sono state costruite, ricostruite e montate 54 infrastrutture per i padiglioni, e sono stati altresì organizzati meticolosamente diversi lavori per migliorare l'ambiente urbano, i trasporti, la sicurezza, la fornitura alimentare, le cure mediche, il ricevimento, i servizi di volontariato e per fare fronte a ogni possibile situazione meteorologica.

In poche parole, è stata realizzata un'integrazione dinamica tra lo “svolgimento dei Giochi” e la “costruzione della città”. Durante i Giochi, inoltre, la Cina utilizzerà per la prima volta in assoluto la tecnologia di trasmissione di informazioni 5G + 8K e quella di trasmissione televisiva 5G + VR.

Il 18 ottobre, sempre a Wuhan, il presidente cinese Xi Jinping ha incontrato i leader dei Dipartimento di difesa e degli eserciti dei vari Paesi, oltre ai principali funzionari del Consiglio Internazionale degli Sport Militari. Xi Jinping ha rilasciato alcune dichiarazioni: “Oggi stiamo tenendo i settimi Giochi Militari Mondiali a Whuan. Lo slogan tematico è “Creare gloria per i soldati e costruire la pace mondiale”. Speriamo che gli atleti dei vari Paesi possano dimostrare pienamente lo spirito sportivo di dura lotta e possano usare la luce dello sport per penetrare la nebbia della guerra, il ponte dell'amicizia per promuovere la comunicazione civile e la fusione dei cuori per raccogliere la forza della pace. Ci sforzeremo per rendere questi Giochi Militari Mondiali un grande raduno internazionale di concorrenza leale e di apprendimento delle reciproche culture militari”.