Brescia, spara per fermare i rapinatori. Carabinieri gli sequestano l'arma

L'uomo ha colto dei banditi intenti a rubare una cassaforte. Ha sparato in aria e gli ha fatti scappare. "Ho fatto il mio dovere" dice, ma gli agenti gli hanno comunque portato via l'arma

Erano da poco passate le 4,30, quando un'imprenditore di Calcinatello, nel bresciano, si sveglia a causa di quelli che alcuni residenti, definiscono "colpi sordi e forti, come degli spari...".

L'uomo è uscito nel cuore della notte ed è andato a controllare cosa stesse accadendo poco fuori casa. Uscito dalla porta della villetta ha trovato 6 malviventi incappucciati intenti a caricare su un furgone uan grossa cassaforte, legata con cavi, divelta qualche minuto prima da un bancomat della zona. La banda ha subito notato la figura dell'uomo, hanno fatto qualche passo in direzione della villa pronti ad aggredirlo.

La scelta dell'imprenditore è stata rapida: prima ha impugnato il telefono per chiamare il 112, poi ha sparato diversi colpi d'arma da fuoco in aria, versione confermata dai 12 bossoli trovati dagli agenti. I banditi sono subito scappati, abbandonando sul posto la cassaforte e dileguandosi sul furgone e su un'altra macchina.

"Ha sparato in aria, non ad altezza d'uomo", dicono i vicini dell'imprenditore. Sulle pagine de Il Giornale di Brescia, dove è riportata la notizia, si leggono molti pareri favorevoli all'azione del concittadino. "Ha fatto bene ad agire così. Dove si finisce di questo passo?". E ancora: "Hanno sparato? Hanno fatto bene. L'hanno fatto anche per lei sa" esclama un'anziana alla cronista.

Gli accertamenti intanto hanno confutato che la cassaforte è stata prima divelta dal bancomat e poi trascinata per diversi metri. Molti i muri e i cartelli di segnaletica stradale rovinati dal trascinamento. "Ho fatto solo il mio dovere di cittadino. Perché mi sequestrate l'arma?" ha detto il protagonista della vicenda ai carabinieri che prima l'hanno convocato e poi gli hanno portato via l'arma.

Commenti
Ritratto di gattofilippo

gattofilippo

Lun, 01/02/2016 - 15:13

Ma in che paese di m@@@a viviamo?

FRANZJOSEFVONOS...

Lun, 01/02/2016 - 15:14

I CARABINIERI HANNO SEQUESTRATO L'ARMA PERO' E' SUCCESSO CHE SONO SCAPPATI E SI SONO RIFUGITI IN MACCHINA CORAGGIOSAMENTE QUANDO SI POTEVANO DIFENDERE UTILIZZANDO LE ARMI PISTOLA BERETTA CAL. 9 PARABELLUME O LA MITRAGLIETTA IN DOTAZIONE. NON VORREI FARE COMMENTI MA QUI LA LEGGE E' STATA APPLICATA CON IMMENSO CORAGGIO, VERO? POVERA ARMA DEI CARABINIERI ROVINATA DA MORTADELLA FINO AL BISCHERO

FRANZJOSEFVONOS...

Lun, 01/02/2016 - 15:16

LA PRIMA AZIONE DA ESEGUIRE E' SPARARE IN ARIA SE C'E' PERICOLO COME IN QUESTO CASO. FORSE I CARABINIERI PRESI DALLA POLITICA DEL BUONISMO TOLLERANZA HANNO VISTO COME IL REATO DI SPARI IN LUOGO PUBBLICO. QUANTO VALEVA L'ARMA DEI CARABINIERI PRIMA DI MORTADELLA. QUELLA SI CHE ERA ARMA LA VERA ARMA E' MORTA

routier

Lun, 01/02/2016 - 15:21

Sparare in aria per far fuggire dei criminali in flagranza di reato, non si configura come illecito comportamento, anzi, è un'azione commendevole che andrebbe premiata con una medaglia al valor civile. I carabinieri dovrebbero prenderne atto ed agire di conseguenza.

Ritratto di El Presidente

El Presidente

Lun, 01/02/2016 - 15:23

"Ha sparato in aria e GLI ha fatti scappare" .... "Gli accertamenti intanto hanno CONFUTATO che la cassaforte è stata prima divelta dal bancomat e poi trascinata per diversi metri.". Ma chi l'ha scritto quest'articolo? Paperino? Nel merito.... Bene ha fatto l'uomo a mio avviso, assolutamente normale il sequestro momentaneo dell'arma (ma il porto d'armi l'aveva?), poi gliela ridaranno.

Ritratto di mbferno

mbferno

Lun, 01/02/2016 - 15:27

Questo episodio sancisce,una volta per tutte,l'assoluta inutilità del detenere un'arma che,in nessun caso, può essere utilizzata,nemmeno se spari in aria (è recente la legge che definisce questo reato "spari pericolosi perché il proiettile cadendo può ferire qualcuno"!!!!)Del resto nemmeno polizia e carabinieri la usano più pena il calvario giudiziario cui si viene sottoposti:questo GRAZIE SOLTANTO a certa magistratura OTTUSA E SINISTROIDE che,di fatto, favorisce i crimini.L'unica nota positiva l'aver salvato il bottino, cosa che già basterebbe a rendere INSULSO il sequestro dell'arma.Morale prima ti devi far accoltellare o sparare addosso,dopo forse e ripeto FORSE,la puoi usare per difenderti.

giovanni951

Lun, 01/02/2016 - 15:29

è già buona se non gli hanno dato l'ergastolo.

giosafat

Lun, 01/02/2016 - 15:41

Il solo pensiero che poi si avrà comunque a che fare con i carabinieri è il migliore dei deterrenti contro la voglia di collaborare nello sventare qualche reato. Meglio, molto meglio, girare i tacchi e far finta di niente. Lasciare che se la sbrighino loro ...loro?

amultin

Lun, 01/02/2016 - 15:41

Gabriele Bertocchi: correggi "" Ha sparato in aria e gli ha fatti scappare."" ......

Martinitt2

Lun, 01/02/2016 - 15:43

Ma in che paese viviamo? Ragazzi, volete proprio che scoppi una sommossa dei cittadini?

macchiapam

Lun, 01/02/2016 - 15:43

Il fatto richiede spiegazione: i Carabinieri sono molto astuti e preparati. E se il malcapitato non è stato capace di simulare, a voce, uno sparo a salve o in aria, giustamente gli hanno sequestrato l'arma. Poi verrà il processo. I delinquenti, naturalmente, stanno contenti a casa loro.

Mechwarrior

Lun, 01/02/2016 - 15:47

Campa cavallo.......la pistola (proprietà privata) la vedrà restituita nel 2050.

Ritratto di manganellomonello

manganellomonello

Lun, 01/02/2016 - 15:48

Finirà sotto processo, come minimo.

KAVA

Lun, 01/02/2016 - 15:48

I carabinieri hanno fatto il loro dovere, anche a tutela del proprietario. Faranno gli accertamenti e gliela renderanno. Mica lo hanno denunciato...

Pinozzo

Lun, 01/02/2016 - 16:00

A essere pignoli anche "la banda ha subito notato.. HANNO fatto qualche passo.." e' scorretto. Ma poi cosa vuol dire "gli portano via l'arma"? Gliel'hanno sequestrata, l'hanno presa temporaneamente per fare degli esami balistici e verificare se i bossoli appartengono a quella pistola o se la matricola era registrata? Potrebbe essere una semplice prassi da seguire, ovviamente qui viene presentata come l'ennesima mossa a favore dei ladri. Bertocchi, le direi di andare a scuola di giornalismo, ma forse prima dovrebbe tornare alla scuola dell'obbligo.

Renee59

Lun, 01/02/2016 - 16:05

Ogni giorno di più, grazie a queste leggi fatte apposta contro gli italiani, questo Paese diventa sempre più pericoloso.

Ritratto di hernando45

hernando45

Lun, 01/02/2016 - 16:06

L'unica cosa da fare se si vive in Italia in casi come questo è GIRARSI DALL'ALTRA PARTE e far finta di niente. Anni fa in Costa Rica dove stavo vivendo, tre delinquenti hanno speronato il Pik Up di un benzinaio che stava andando in banca a depositare l'incasso notturno. Un Signore con la S maiuscola,che seguiva con la sua auto il Pik Up, vista la scena è sceso ed impugnando la sua arma, regolarmente detenuta ha "seccato" uno dei delinquenti. È stato premiato con una onoreficenza dalla polizia, IN COSTA RICA!!!!fosse successo in Italia INVECE!!!! Pax vobiscum.

Ritratto di marmolada

marmolada

Lun, 01/02/2016 - 16:09

viste le sentenze ultime e la tutela giudiziaria di cui godono i delinquenti, ladri e rapinatori direi che per proteggere se stessi e la propria famiglia se vi capita un rapinatore in casa e lo fate fuori per legittima difesa, meglio farlo sparire....

maurizio50

Lun, 01/02/2016 - 16:20

Non prendiamocela con i Carabinieri! Le direttive "cretine" agli Agenti dell'Ordine e alla Benemerita provengono dal Questore, il quale trasmette a sua volta gli ordini ricevuti dal Ministero dell'Interno!! La gente se la deve prendere con il vero responsabile, cioè con l'attuale governo e in particolare con il Ministro più cr.eti.no che sta al Viminale da 50 anni a questa parte:A.Alfano!!!!!!!!!!

vince50_19

Lun, 01/02/2016 - 16:33

Aspetto di conoscere il verbale stilato dai CC..

unosolo

Lun, 01/02/2016 - 16:38

il cittadino deve solo pregare che non capiti a lui quello che accade ad altri , ed ecco che nessuno sente , nessuno vede e quello che si sente in dovere di intervenire avendo una pistola o comunque un'arma viene subito indagato , procurato allarme , detenzione di arma da sparo , trovano qualcosa e l'arma per riaverla deve fare richiesta sempre se non esce un ferito con cui abbinare l'erma , speriamo mai ovviamente , che pena , avere una proprietà e non poterla difendere- ,allora la prevenzione di notte esiste o no !

unosolo

Lun, 01/02/2016 - 16:41

non ci crederete ma circa quaranta anni fa di notte si incontravano controlli e blocchi stradali , oggi non esistono questi poliziotti che girano nelle zone ad alto rischio quindi meno soldi alla sicurezza e piu soldi al parassitario , parlatemi del sommerso adesso chi è che lo incentiva ?

Silvio B Parodi

Lun, 01/02/2016 - 16:42

ma chi sono quei politici che hanno promulgato certe leggi?????? e noi li paghiamo 15mila euro al mese??? e la magistratura accetta queste leggi??? che banda di deficenti che abbiamo in Italia, tra politica magistratura csm ladri vari ITALIANI SIETE NELLA CACCA piu' puzzolente del mondo.

BlackMen

Lun, 01/02/2016 - 16:46

Il sequesto dell'arma è un atto dovuto nonchè una misura temporanea. Gli verrà restituita alla chiusura delle indagini

Ritratto di El Presidente

El Presidente

Lun, 01/02/2016 - 16:59

@manganellomonello Scommettiamo di no? Questa è la tipica non-notizia che tenta di far passare per chissà cosa una normale prassi. La persona in questione non è indagata o accusata di nulla e, ovviamente, visto che c'è stata una sparatoria, devono essere fatti tutti i rilievi balistici del caso a tutela di tutti, ivi compreso il tizio (a cui va la mia riconoscenza personale). Io penso di vivere ancora in un paese civile in cui, se qualcuno, a torto o a ragione (e lo ripeto, a torto o a ragione) spara in un luogo pubblico, ci sia un'autorità che verifichi lo svolgimento dei fatti. Ripeto una non-notizia, un osso buttato in apsto ai soliti quattro cagnacci rabbiosi.

Blueray

Lun, 01/02/2016 - 17:06

Se avesse sparato con una scacciacani gli avrebbero sequestrato pure quella magari perché non aveva il tappo rosso! D'altra parte se non possono sparare gli agenti che hanno l'ordine di farsi menare e poi solo se sopraffatti estrarre l'arma, figuriamoci se consentono di farlo ad un privato cittadino in una strada pubblica!

Nano Ghiacciato

Lun, 01/02/2016 - 17:11

Leggi assurde applicate in maniera ancora più assurdo hanno reso lo stato complice di ladri, rapinatori e altri malandrini e disarmato l'Arma e le altre forze di polizia. Questa notizia è allucinante, questo paese si sta autodistruggendo, anzi alcuni lo stanno liquidando...

Nano Ghiacciato

Lun, 01/02/2016 - 17:12

avrebbero dovuto fargli un encomio solenne, e se aveva le carte non in regola col porto d'armi, avrebbero dovuto condonaglierlo, in virtù del fatto che ha fatto egregiamente il suo dovere di cittadino, assurdo paese

VittorioMar

Lun, 01/02/2016 - 17:15

....così i delinquenti vanno sul sicuro e senza pericoli....per loro..!

Ritratto di SAXO

SAXO

Lun, 01/02/2016 - 17:18

Visto che le forze dell ordine stanno lavorando con le pezze al culo,sicuramente lo stato italiano non gli fornisce neanche la divisa regolamentare ,usano delle vecche divise degli anni 80,figuriamoci se gli danno le pistole d ordinanza con quello che costano.Gli agenti avranno pensato bene di procurarsene una in situazioni come questa.

moshe

Lun, 01/02/2016 - 17:25

I DELINQUENTI SONO PROTETTI DALLA LEGGE!!!!! ..... I DELINQUENTI SONO PROTETTI DALLA LEGGE!!!!! ..... I DELINQUENTI SONO PROTETTI DALLA LEGGE!!!!! ..... I DELINQUENTI SONO PROTETTI DALLA LEGGE!!!!! ..... I DELINQUENTI SONO PROTETTI DALLA LEGGE!!!!! ..... I DELINQUENTI SONO PROTETTI DALLA LEGGE!!!!! ..... I DELINQUENTI SONO PROTETTI DALLA LEGGE!!!!! ..... I DELINQUENTI SONO PROTETTI DALLA LEGGE!!!!! ..... I DELINQUENTI SONO PROTETTI DALLA LEGGE!!!!! ..... I DELINQUENTI SONO PROTETTI DALLA LEGGE!!!!! ..... I DELINQUENTI SONO PROTETTI DALLA LEGGE!!!!! ..... I DELINQUENTI SONO PROTETTI DALLA LEGGE!!!!! .....

Ritratto di hernando45

hernando45

Lun, 01/02/2016 - 17:25

Ciao Maurizio, laddove scrivi le direttive "cxxxxxe" hai pienamente ragione ma, ma io se fossi un carabiniere o poliziotto al sentirmi dare direttive "cxxxxxe" darei le dimissioni. Io l'ho fatto nel 1987 quando l'allora mio capo AD di una multinazionale Tedesca in Italia, mi impose (io ero un dirigente) di licenziare un impiegato del mio reparto, perche NON piaceva a Lui, e quando gli chiesi per quale motivo avrei dovuto licenziarlo in quanto per me (che ero il suo capo) stava svolgendo bene il proprio lavoro, il "cxxxxxo" mi rispose, perche io sono quello che comanda qui. Saludos dal Nicaragua

blackbird

Lun, 01/02/2016 - 17:31

Ma questo è scemo? Per prima cosa si deve fare i fatti suoi e non uscire in strada se sente rumori. Infatti, se ci sono rumori, vuol dire che c'è qualcuno che sta lavorando anche di notte per pagarci le pensioni! Secondo, i carabinieri gli stanno salvando il portafoglio: se qualcuno lo denuncia potrebe dover pagare i danni esistenziali a chi si è sentito in pericolo di vita per una sua inopinata azione. Tanto è vero che gli stessi carabinieri sono intervenuti quando li ha chiamati, non quando è scattato l'allarme, come si evince dagli ultimi fatti. Terzo, le banche sono assicurate, i soldi delle casseforti vengono colorati al primo tentativo di scasso, non ci perde nessuno, solo lui se per caso ferisce qualcuno sparando in un luogo abitato.

Libertà75

Lun, 01/02/2016 - 17:40

sto aspettando le invettive del Pontalti verso l'uomo armato che ha disturbato la quiete pubblica

Ritratto di Galahad12

Galahad12

Lun, 01/02/2016 - 17:41

Massì... bravi deficienti... Così se tornano per vendicarsi non potrà nemmeno difendersi!

FRANZJOSEFVONOS...

Lun, 01/02/2016 - 17:43

NON AVETE ANCORA CAPITO NIENTE. DA ROMA E' PARTITO L'ORDINE, CHE NON E' SEGRETO, ANZI E' STATO DETTO CHIARAMENTE DALLA SINISTRA, CHE MINACCIAVANO COLORO CHE SI DIFENDEVANO. INTERVISTE E INTERVENTO NON DA MOLTO DIVULGATI. EBBENE IMMEDIATAMENTE SONO INIZIATE LE PUNIZIONI ESEMPLARI AGLI ITALIANI CHE SI DIFENDONO. PROPRIO PER INTIMIDERE E NON DIFENDERSI. COME DIRE NOI VI PUNIAMO E VOI CLANDESTINI E STRANIERI POTETE FARE CIO' CHE VOLETE. COME GIA' AFFERMATO IL RUMENO CHE HA AMMAZZATO AD AREZZO QUELLA BAMBINA E SFORTUNATAMENTE NON GIUSTIZIATO GIUSTAMENTE E LEGALMETE DALLA FOLLA. AREZZO CITTA' DI SINISTRA, MA IL POPOLO? IO RITENGO CHE TUTTE LE AZIONI DI DIFESA SONO INTIMIDATORIE E CON PROVE

01Claude45

Lun, 01/02/2016 - 18:04

Ma mettiamo in galera i magistrati che hanno DISTORTO il vero senso della legge sulla "legittima difesa". Anzi, in presenza di criminali, ladri o altro che siano, Prima si chiamano i MAGISTRATI se c'è il tempo, poi, finché arrivano, ci si difende sparando ad "alzo zero". COSE DA PAZZI!!!!!!!!!!!!

buri

Lun, 01/02/2016 - 18:09

ma non bastavano i mafistrati per maltrattare i cittadino onesti? adesso ci si mettono anche i carabinieri, quel signore meritava u ringraziamwnri anche da parte loro

maricap

Lun, 01/02/2016 - 18:27

Forze dell'ordine, una volta stavo incondizionatamente dalla vostra parte. Ora che avete le pezze al coulomb, e la dignità sotto le scarpe, non vi vedo più come una volta. Fatevi pure, per quattro soldi, menare o ammazzare dai delinquenti, proprio non me ne può più fregare di meno. Seguitate pure a fare le scorte, e a presidiare le abitazioni di chi vi ha/ci ha, ridotto in queste condizioni, però ricordate che, “Chi ha i mezzi, e non se ne serve, neanche il confessore lo assolve”. A buon intenditor... poche parole.

nonnoaldo

Lun, 01/02/2016 - 18:37

L'imprenditore stia in campana, scommetto che i ladri fuggiti staranno già contattando un avvocato per presentare una denuncia per danni causati dall'interruzione del loro "lavoro". Troveranno certo un giudice che condannerà l'imprenditore a rifondere i ladri di un importo pari al denaro contenuto nella cassaforte. e se non lo condanneranno anche penalmente in base ad una legge addomesticata all'uopo gli andrà bene.

piertrim

Lun, 01/02/2016 - 20:25

Mi piacerebbe sapere in base a quale articolo di legge gli hanno sequestrato l'arma e se questo non risultasse possibile, denunci i carabinieri perché nemmeno loro possono fare quello che vogliono.

Ritratto di zanzaratigre

zanzaratigre

Lun, 01/02/2016 - 23:26

I carabinieri gli sequestrano la pistola perché probabilmente questo prevedono le schifose Leggi italiane e quindi fanno il proprio dovere,ma sicuramente non lo fanno, come si è visto ieri sera alla trasmissione "Le Iene" dove nel centro storico di Prato molti spacciatori di colore agivano indisturbati e i carabinieri che transitavano in divisa e sull'auto di servizio, sollecitati ad intervenire dal cronista, si davano alla fuga. Poi quando i loro superiori vengono intervistati, gli stessi chiedono il contributo dei cittadini.....: "chiamate e denunciate e aiutateci nel contrastare la delinquenza". PAROLE,PAROLE,PAROLE!!!