Donna trovata morta nella sua abitazione con molte ferite al collo

Il marito e i due figli piccoli non sono al momento reperibili. Le Forze dell’ordine non escludono nessuna pista, neanche l’omicidio

Una donna di origini marocchine, Damia El Assali, è stata rinvenuta priva di vita questa mattina, mercoledì 8 maggio, nella sua abitazione in via Pianello a Borgonovo, comune in provincia di Piacenza. Secondo quanto rivelato il cadavere presenterebbe alcune ferite di arma da taglio sul collo. Al momento il marito e i due figli piccoli, di due e quattro anni, sarebbero irreperibili e sono cercati dalle Forze dell’ordine. La tragica scoperta è avvenuta questa mattina quando i Vigili del fuoco hanno dovuto fare irruzione nell’appartamento della donna, perché la porta di ingresso risultava chiusa. Sul posto anche polizia e ambulanza. L’arrivo dei sanitari purtroppo è risultato vano, la vittima era infatti già morta e i medici hanno solo potuto constatarne il decesso. Da un primo esame la morte della donna risalirebbe a ieri.

Sul luogo del ritrovamento del cadavere i Carabinieri di Borgonovo, il Nucleo Investigativo con il comandante provinciale Michele Piras, il maggiore Stefano Bezzeccheri e il colonnello Marco Iannucci, oltre ai militari dell’Aliquota Operativa e a quelli del Radiomobile. Il marito Abdul Karim, 41enne anche lui marocchino, sarebbe al momento ricercato dai carabinieri, anche perché con lui potrebbero esserci i due bambini della coppia. La figlia più grande, una ragazza di 22 anni, si trova invece in Marocco dove sta frequentando l’università. Le Forze dell’ordine hanno transennato l’intera zona e si stanno occupando di svolgere i rilevamenti del caso all’interno e all’esterno dell’appartamento. Stanno inoltre ascoltando parenti e amici della vittima per ricostruire la sua vita e gli ultimi giorni.

Secondo indiscrezioni la donna, musulmana praticante, avrebbe avuto qualche discussione con il marito, ma niente di grave che potesse fare pensare a una imminente tragedia. E infatti i militari stanno vagliando tutte le possibili piste, nessuna esclusa. Da quanto raccontato il marito, disoccupato, avrebbe nell’ultimo periodo rifiutato alcuni posti di lavoro. Forse questo il motivo delle liti in famiglia. Damia era arrivata in Italia e aveva sposato Abdul dopo aver lasciato il Marocco e aver divorziato dal suo precedente marito. Solo quando Abdul verrà finalmente rintracciato e sarà ascoltato dagli inquirenti, si potrà forse fare luce sulla tragica fine di Damia.