Meredith, assolti Amanda Knox e Raffaele Sollecito

Dopo cinque gradi di giudizio, la Cassazione stabilisce che Amanda e Raffaele non hanno ucciso Meredith Kercher. Per l'omicidio in carcere solo Rudy Guede

Amanda Knox e Raffaele Sollecito non hanno ucciso Meredith Kercher, trovata morta la mattina del 2 novembre 2007 in una villetta di via della Pergola a Perugia.

La Cassazione ha infatti annullato definitivamente e senza rinvio la condanna in appello rispettivamente a 28 anni e sei mesi e 25 anni di reclusione. Per la Suprema Corte i due "non hanno commesso il fatto". Confermata però la condanna a tre anni per calunnia per Amanda: l'americana in un primo momento aveva accusato Patrick Lumumba, poi rivelatosi totalmente estraneo alla vicenda. La condanna è stata però già scontata durante i quattro anni di detenzione preventiva a cui sono stati sottoposti entrambi.

"È finita... è finita...", ha detto Francesco Sollecito in lacrime ascoltando la sentenza, "Stiamo piangendo di gioia". "La sentenza ci dà pienamente ragione, è davvero un risultato strapitoso, che Raffaele si merita per come ha condotto questa battaglia", ha invece commentato il legale del ragazzo, Giulia Bongiorno, "Lui aveva compreso che c'era stata una sentenza positiva ma non aveva capito pienamente cosa significasse senza rinvio. Esprimo apprezzamento a questi giudici". "Sono immensamente felice", si limita a dire Raffaele parlando al telefono con l’avvocato Francesco Mastro. "Finalmente posso riprendermi la mia vita".

"Ho sentito Amanda e le ho appena comunicato la sentenza di assoluzione definitiva. Ovviamente lei è felice. Finalmente l’errore è stato emendato dalla Corte di Cassazione. È un importante riconoscimento per la giustizia" ha raccontato l’avvocato Carlo Dalla Vedova, difensore della ragazza americana che attendeva la sentenza da Seattle, "Chiederemo il risarcimento per ingiusta detenzione", anche se, "Nessuno deve pagare: hanno fatto completamente il loro dovere".

"È una verità difficile da digerire per la famiglia, per noi che l’abbiamo difesa e per i giudici che hanno emesso i verdetti di condanna", ha invece aggiunto l’avvocato Francesco Maresca, difensore della famiglia Kercher, mentre la sorella della giovane uccisa si è detta "allibita".

Commenti

Kosimo

Ven, 27/03/2015 - 23:02

si era mossa perfino la Clinton e pur di evitare l'imbarazzante richiesta di estradizione...

Ritratto di trinity

trinity

Ven, 27/03/2015 - 23:05

Sarò un'ingenua.... ma perché non costringete Rudy Guede a parlare in cambio di uno sconto di pena? Lui è stato condannato per omicidio "in concorso".... ma in concorso con chi? Solo lui lo sa, ha patteggiato, quindi sa chi c'era con lui! L'hanno pagato per tacere? Svegliaaaaaaaaaa!

Ritratto di stock47

stock47

Ven, 27/03/2015 - 23:11

Sono contento, soprattutto per Raffele che in tutto ciò c'entrava come i cavoli a merenda. Era solo che assurdo che i due avessero partecipato a un delitto del genere, non c'erano prove di nessun genere ma solo supposizioni non supportate da niente a partire dal movente e ad unire tre personaggi che nemmeno si conoscevano, almeno per Raffaele, assieme a fare all'improvviso un delitto. Per non parlare della scarsa conoscenza di Meredith da parte di Raffaele e il fatto che stava con Amanda da appena 5 giorni! Era solo che una cosa pazzesca che non stava in piedi. In quanto alla calunnia occorre dire che è una procedura abitale delle Procure o investigatori sollecitare l’accusato di dare una pista alternativa, è inevitabile che ci caschino tuti quanti: Amanda, Franzoni, Bossetti, ecc. Un escamotage che puzza d’imbroglio, per assicurarsi che gli accusati non possano richiedere il risarcimento di ingiusta detenzione.

Altaj

Ven, 27/03/2015 - 23:13

Otto anni per emettere una sentenza ovvia, non c´era la minima prova che i due navessero aiutato il vero colpevole (in galera con lo sconto) a commettere il delitto. Otto anni di vergognose speculazioni sostenute anche dalla frittola Bruzzone. Che schifo !!!!

maubol@libero.it

Ven, 27/03/2015 - 23:13

chi paga, anche stavolta! innocenti, colpevoli, assolti! ma in che mani siamo? per certi versi è come il processo Ruby! anche stavolta nessuno paga? non è successo niente? il danno morale, economico alle famiglie, in otto anni di processi, chi lo paga? noi saremmo in galera, loro domani fuori a fare altri danni? Quanto spendiamo di risarcimenti per erro dei magistrati? normale che mettano alla goghna chi vogliono, quando vogliono????

Ritratto di wilegio

wilegio

Ven, 27/03/2015 - 23:20

Questa sentenza, anche se con troppo ritardo, fà finalmente giustizia della marea di kazate che sono state commesse da tutti, a partire dlla cosiddetta "scientifica" fino agli inquirenti e ai giudici di primo e secondo grado (bis). Non esiste alcuna prova concreta del coinvolgimento dei due, ma ciononostante si sono fatti anni di galera. Io ritengo che sia sempre meglio che due assassini siano liberi, piuttosto che due innocenti siano in carcere. Comunque i nostri inquirenti, a tutti i livelli, ne escono con le ossa rotte.

Ritratto di Runasimi

Runasimi

Ven, 27/03/2015 - 23:24

Ancora una volta dobbiamo fare i complimenti alla sollecitudine con cui la magistratura del nostro paese amministra la giustizia. 8 ANNI RUBATI ALLA VITA DI QUEI DUE RAGAZZI.

Ritratto di alasnairgi

alasnairgi

Ven, 27/03/2015 - 23:26

Buon per loro. Nel dubbio meglio un colpevole fuori che un innocente in galera!

Tobi

Ven, 27/03/2015 - 23:30

adesso ci dovremo sorbire il tizio assolto in tutti i possibili talk show. Potenza della giustizia italiana e delle investigazioni piene di errori e potenza delle pressioni degli USA che hanno fatto loro questo caso. E la giustizia italiana per metter tutto a tacere assolve, dopo aver condannato. Ma se la Knox era innocente, per quale motivo mai avrebbe dovuto accusare Lumumba che era innocente? La calunnia forse aveva il fine di distrarre gli inquirenti dal vero colpevole? E' chiaro che poteva non essere propriamente calunnia, ma un tentativo di depistaggio vero e proprio. L'unica certezza è che oltre a Meredith è morta anche la giustizia italiana.

Ritratto di mina2612

mina2612

Ven, 27/03/2015 - 23:31

Ecco un'altra clamorosa sentenza che mette in luce chi siano e chi ha in mano la nostra vita: quel nuovo potere che si è voluto sostituire a Dio e che non ha nulla a che vedere con la Giustizia con la G maiuscola. Un potere che deve essere distrutto, che non può continuare a devastare le vite altrui tanto impunemente! Chi ripagherà quattro anni di carcere e otto anni di vita a questi due ragazzi cui hanno distrutto l'esistenza?

pastello

Ven, 27/03/2015 - 23:40

Tre anni per calunnia. Dubito esista un simile precedente negli annali giudiziari.

magnum357

Ven, 27/03/2015 - 23:46

CHE SCHIFOOOOOOOOO !!!!! IL GUEDE NON ERA SOLO IN QUELLA CASA !!!!! VERGOGNA

Ritratto di perigo

perigo

Ven, 27/03/2015 - 23:51

E ora chi da loro indietro 8 anni di attacco mediatico?

Ritratto di pinox

pinox

Ven, 27/03/2015 - 23:54

un figlio di puttana in piu' sxxla terra non è certo un problema per l'umanità....come definire diversamente una che per difendersi non esita ad incolpare di omicidio un innocente per pararsi il cxxo?

Ritratto di bingo bongo

bingo bongo

Ven, 27/03/2015 - 23:58

Dopo 5 giri di giostra ,2 più del dovuto,delle persone innocenti PER NON AVER COMMESSO il REATO honno dovuto passare anni da INCUBO.Meridith anche la beffa dei 3 anniper CALUNNIA.Due pesi per due misure per l'imputato ed il magistrato inquirente:5 dico 5 anzichè i 3 gradi di giudizio per sancire con 2 gradi di giudizio in più quello che sin dall'inizio era abbastanza chiaro: l'unico colpevole è quello che ha ricevuto lo sconto della pena.Quella italiana è una giustizia da ABBATTERE e RIEDIFICARE CON PARAMETRI EQUIPOLLENTI TRA LA PROCURA E LA DIFESA.Cosa che ad oggi è un sogno. Ed a pagare è sempre e solo la COLLETTIVITA' per L'inefficenza della magistratura inquirente.

Aristofane etneo

Sab, 28/03/2015 - 00:18

E così sia. Amen. Per quello che vale, desidero esprimere il mio cordoglio alla famiglia della povera Kercher.

Giuseppe Borroni

Sab, 28/03/2015 - 00:35

non colpevoli ma nemmeno non innocenti. Erano li' e solo loro sanno cosa e' stato fatto alla povera ragazza inglese e se ci sia stata o meno da parte loro partecipazione all'omicidio "in concorso" attribuito solo al negro.. Semplicemente non si e' riusciti a dimostrarne la colpevolezza. Buon per la ragazza; al suo paese, senza i nostri vari gradi di giudizio, sarebbe finita nella death row da subito ed in attesa di essere giustiziata...

m.nanni

Sab, 28/03/2015 - 00:41

e la maggioranza Renzi- Alfano vuole raddoppiare i tempi della prescrizione! occorre fermare lo sfascio totale del sistema giustizia di un Paese alla deriva.

Ritratto di Kommissar

Kommissar

Sab, 28/03/2015 - 02:00

Speriamo...

Cato768

Sab, 28/03/2015 - 02:06

Non si possono condannare due persone solo su un teorema accusatorio non supportato da alcuna prova (come purtroppo spesso accade in Italia). @Tobi: se Lei è a conoscenza di indebite pressioni degli USA per pilotare la sentenza, spero presenti una denuncia dettagliata di questo reato all'autorità competente. Altrimenti anche nelle Sue accuse potrebbe configurarsi il reato di calunnia...

brunog

Sab, 28/03/2015 - 03:05

Un'altra eccellenza della magistratura italiana. Si puo' ancora avere fiducia nella magistratura?

Ritratto di Geppa

Geppa

Sab, 28/03/2015 - 04:34

Mossisi gli americani per scagionare la Knox...ovviamente non potevano condammare anceh lui...quindi ecco la sentenza...e il negro è il colpevole come nei migliori film!

umberto nordio

Sab, 28/03/2015 - 06:30

La solita "giustizia" italiana: inefficiente ,contradditoria , risibile.

Agus

Sab, 28/03/2015 - 06:37

Non so ma ho l`impressione che da oggi ci siano due nuovi assassini a piede libero

umberto nordio

Sab, 28/03/2015 - 06:42

C'è un unico colpevole :la giustizia italiana!

Ritratto di nowhere71

nowhere71

Sab, 28/03/2015 - 07:20

Condoglianze alla famiglia Kercher. La sentenza e' assurda: secondo la suprema Cassazione in pratica Guede teneva in mano un coltello, con l'altra l'ha spogliata e con il bicio l'ha stuprata. Povera Meredith, riposa in pace, a questo mondo non c'e' giustizia.

Ritratto di sepen

sepen

Sab, 28/03/2015 - 07:24

Et voilà, la figura di palta è servita! 8 anni, dico 8 ANNI, per tornare al punto di partenza? Poi non capisco Rudy Guedé: concorso in omicidio? Ma con chi? Se ha aiutato qualcuno ad uccidere la Meredith lo dovrebbe sapere, o no? Comunque c'è poco da stare allegri, siamo nelle mani di magistrati dilettanti allo sbaraglio, oltretutto sussiegosi ed arroganti.

Dordolio

Sab, 28/03/2015 - 07:26

Concordo con Stock. Aggiungo che il colpevole era solo Guede, come era chiarissimo fin dall'inizio (e infatti l'hanno condannato subito). Il resto solo una mostruosa costruzione giudiziaria "a teorema". Sollecito l'ha scapolata solo per la tenacia del padre (uomo posato ma battagliero e degnissimo) e grazie evidentemente ai suoi soldi che gli hanno permesso di sviluppare una difesa articolata e convincente. Qualcuno ha un'idea di quanto possa costare una Bongiorno? Bossetti (citato da Feltri in tv in relazione con questo caso) si prenderà invece un sano ergastolo, da quello squattrinato che è.

ninito

Sab, 28/03/2015 - 07:31

Mi sa che l'Italia è l'unico paese al mondo che ti possono giudicare più di una volta per lo stesso reato. Nel resto del mondo se nel primo giudizio sei assolto, nessuno ti potrà mai giudicare più per quel reato,anche se dopo vengono fuori nuove prove. Per questo in Italia i magistrati fanno il loro lavoro con indolenza, dato che se nel primo giudizio non ce la fanno, allora avranno altri due per impegnarsi di più. Ecco perche la giustizia in Italia fa schifo.

Alcv83

Sab, 28/03/2015 - 07:40

adesso spiegatemi come e' possibile che un ragazzo sia in carcere per concorso in omicidio con altri 2 che sono stati assolti

bruna.amorosi

Sab, 28/03/2015 - 07:43

KOMPAGNIamici dei magistrati indovinate chi paga adesso la signorina AMANDA ? noi ITALIANI con le nostre tasse . e perchè poi se quella povera ragazza si fatta uccidere solo da un (sarà un caso ') livoriano? .quì in ITALIA abbimo una magistratura che sarebbe meglio sparisse dato che in 8 anni non sono riusciti a scoprire chi a ucciso quella povera ragazza . ma sono certi di quante donne si è fatto il loro nemico . vi piasse unc@@@@@@@@bo a voi e loro .

Ritratto di padania

padania

Sab, 28/03/2015 - 08:11

Ve la immaginate l'Italia che chiede l'estradizione della Knox? Ovviamente gli Stati Uniti l'avrebbero estradata - ma "col cavolo" con le evidenti conseguenze d`immagine per la colonia delle banane Americana.

Dordolio

Sab, 28/03/2015 - 08:12

Bastava seguire il Porta a Porta di pochi giorni fa per comprendere la banalità della storia. Guede (ladro seriale) si arrampica sulla finestra del primo piano. Meredith se lo trova di fronte e lui la uccide. Arrivano dopo Amanda e Sollecito (quest'ultimo sprovveduto totale). L'Amanda impanicata fa il primo nome che le viene in mente, quello del Lumumba che nulla c'entra. Su questo gli inquirenti pensano di costruire il caso del secolo e ci riescono quasi del tutto. Teoremi piccanti (l'ammucchiata proposta e rifiutata). Assurdità (il sangue tolto dal coltello con la varichina che però ha magicamente lasciato intatto il DNA) e amenità varie. Tanti soldi spesi da tutti e numerose vite comunque rovinate per sempre.

Ritratto di padania

padania

Sab, 28/03/2015 - 08:12

La nostra bilancia della giustizia pesa di più dalla parte dove viene messo l'oro che pesa di più rispetto alle chiappe nere di Rudy Guede che stanno dall'altra parte

cicero08

Sab, 28/03/2015 - 08:14

E dire che Moggi ha rinunciato ad avvalersi delle prestazioni della Bongiorno...

Dordolio

Sab, 28/03/2015 - 08:17

Ah, pastello... Devono trovare comunque una ragione per aver tenuto in galera della gente che non c'entrava niente. Tre anni per calunnia ad Amanda... se potessero le darebbero 10 anni per aver avuto scarpe non in tinta col vestito... Per non farsi mancar nulla - ora che Sollecito è venuto fuori che era fumato quella sera - proveranno ad affibbiargli un qualche traffico di stupefacenti. Cosa crede, che sia facile sfuggire a certi tritacarne? Se lo scordi.

Ritratto di GIANCAGIO

GIANCAGIO

Sab, 28/03/2015 - 08:24

Nessuno si rallegri per questa sentenza che non è certamente né saggia, né equa e forse condizionata da ragioni di opportunità INTERNAZIONALI. Se per individuare un colpevole è assolutamente necessario produrre delle prove in video dell'atto delittuoso e a condizione che delle riprese registrate in atto ne fossero a conoscenza contestualmente i protagonisti del crimine, temo che solo qualche innocente sfigato verrà condannato in futuro, unicamente per la necessità matematica di bilanciare l'esito delle sentenze. Certamente Rudy Guede, se colpevole, non ha agito da solo e se gli altri presenti in quei momenti erano solamente Amanda e Raffaele, si può concludere che...!

giovanni PERINCIOLO

Sab, 28/03/2015 - 08:28

E ora chi li ripaga per gli anni persi in carcere e per tutti gli insulti e la gogna subita??? A quando il ritorno al giudizio in base alle prove e non già ai teoremi e alle "logiche deduzioni"??? Speriamo che la nuova legge sulla responsabilità civile dei magistrati, pur con tutti i suoi limiti, riesca a mettere un freno al protagonismo sfrenato e alla supponenza di infallibilità di tanti, troppi magistrati!

giovanni PERINCIOLO

Sab, 28/03/2015 - 08:30

pinox. Sicuro che se il c..o in pericolo fosse stato il tuo non avresti fatto altrettanto??

squalotigre

Sab, 28/03/2015 - 08:32

pinox - capisco che lei voglia mettere in galera chiunque venga accusato da un qualsiasi PM in vena di pubblicità sui giornali, perché per lei il diritto della difesa non esiste e quello che dice il Pubblico Ministero è verità evangelica, ma non è così che funziona la giustizia in un paese civile. Forse in Russia, in Cina e nel Califfato è così, nei paesi democratici avviene diversamente. Se ne faccia una ragione. Gli imputati, senza un briciolo di prove, hanno subito 4 anni di detenzione e per lei è normale. Negli Usa quando si viene assolti, è finita. Da noi ci vogliono altri 3 processi. Evviva!

maryforever

Sab, 28/03/2015 - 08:33

Chissa' quante risate si stanno facendo gli americani. La giustizia italiana che si rincorre tra dubbi, incertezze, bugie. hanno fatto di questo e molti altri processi, uno sperpero di soldi e di tempo.Chi si dovrebbe condannare davvero, e' la giustizia lentissima italiana. Anche la knoxfox, sta' ridendo sotto i baffi.

Ritratto di Italia Nostra

Italia Nostra

Sab, 28/03/2015 - 08:37

@Trinity - Rudy Guede ha parlato in merito ad Amanda e Raffaele. Esiste un'intercettazione della polizia di stato durante una chat su Skype dove Guede a chiare lettere dice ad un amico che i due non c'entravano niente. Inoltre Guede ha confidato della loro estraneità ai fatti ad un detenuto. Quest'ultimo ha deposto davanti al magistrato ma non fu ritenuto attendibile in quanto era in galera per omicidio (di un bambino). Aggiungo che il DNA di Sollecito e della Knox non si trovava nella stanza dell'omicidio mentre quello di Guede era ovunque. Non si può pulire il DNA 'selettivamente' neppure avessero utilizzato un microscopio. Questo semplicemente non è possibile. Non si manda in galera il primo che capita capito maubol@libero.it?!?

squalotigre

Sab, 28/03/2015 - 08:38

Tobi - per la serie " nun ce vonno sta" lei sta affermando che i giudici non emettono sentenze in base a prove certe, ma in base a calcoli di politica interna ed estera. E' quello che sostengo da un pezzo nei riguardi di certi giudici (per fortuna non tutti perché anche per il calcolo delle possibilità, alcuni hanno coscienza), ma che lo dica uno che considera verità assoluta quello che afferma l'accusa, fa scompisciare dal ridere e fa riflettere sull'odio e sull'invidia che riempiono le menti di decerebrati e repressi come lei.

Dordolio

Sab, 28/03/2015 - 08:42

Il teorema che doveva spiegare l'uccisione di Meredith era che Sollecito e Amanda le avevano proposto un menage a trois che lei aveva rifiutato (?!?!?!). E' opportuno ricordare qui il gustoso sceneggiato con uno strepitoso Dapporto junior. Un magistrato deve risolvere il caso di un uomo ucciso in casa sua. E ha per le mani solo un passante visto sotto la finestra della casa. Per trovarvi un suo coinvolgimento escogita il seguente teorema: "Il passante vede dalla finestra un bel tappeto nella stanza. Se ne incapriccia ed entra per rubarlo. Sorpreso dal proprietario lo uccide". Nello sceneggiato un collaboratore del magistrato ne ride. Nello sceneggiato, però.....

Ritratto di Luigi.Morettini

Luigi.Morettini

Sab, 28/03/2015 - 08:56

Ancora una volta dobbiamo prendere atto dell'ennesima figura di "ME**A" rimediata dalla nostrana e scalcinata Magistratura Inquirente. Dovrebbero essere i PM a pagare tutti i risarcimenti visto che si sono cocciutamente fissati a portare avanti una tesi precostituita, anche se faceva acqua da tutte le parti, Sequestrare i loro stipendi e le maturate liquidazioni sino a quando non avranno sborsato i quattrini dovuti per risarcire le VITTIME della loro idiozia e incapacità.

Camilla_Z

Sab, 28/03/2015 - 09:02

Chissà i cittadini Inglesi e Americani cosa pensano oggi della nostra giustizia "circense"

MLADIC

Sab, 28/03/2015 - 09:03

Colpevoli o innocenti, la solita triste pagliacciata all'Italiana, tutto il contrario di tutto. E gli Italiani pagano... quanto dovremo sborsare a titolo risarcitorio ai due ragazzi? Quante risate all'estero? Italia allo sbando

plaunad

Sab, 28/03/2015 - 09:18

Per me quella disgustosa squinzia yanky é colpeole, colpevolissima. Basta guardare il suo sguardo ipocrita ed il suo atteggiamento da ninfomane che la fa venire in Italia con la scusa di studiare e poi appena arrivata a Perugia é giá piena di ...."fidanzati". E poi, quella sporca ipocrita, che tornata al suo Paese si fa intervistare in atteggiamento da Santa Maria Goretti. Ora ha addirittura il coragio di fare causa. Ma come? Se era colpevole l'Ammmmerica non ce l'avrebbe rimandata, ma per chiedere soldi si? Fora di ball !!!!

linoalo1

Sab, 28/03/2015 - 09:23

Sarà davvero finita?Però,c'è da dire che la nostra Giustizia è stata veloce!Mon sono passati nemmeno 8 anni!Lino.

GENIUZZO

Sab, 28/03/2015 - 09:24

LA SCONFITTA DEL SISTEMA GIUDIZIARIO ITALIANO. COME PUO' UN CITTADINO AVERE FIDUCIA NELLA GIUSTIZIA. SI ATTUI LA RESPONSABILITA' CIVILE DEI GIUDICI, IL CUI REFERENDUM DI ANNI FA HA ABBONDANTEMENTE SANCITO. POVERA MEREDITH!

Accademico

Sab, 28/03/2015 - 09:26

GIUSTIZIA E' FATTA - Meredith Kercher si è uccisa da sola e, dopo morta, ha inventato che a toglierle la vita sarebbero stati Raffaeluccio e Amanda. Queste le conclusioni definitive della sentenza di terzo grado, appena pronunciata. La Suprema Corte di Cassazione infatti, dopo 12 ore di camera di coniglio, ha annullato definitivamente la sentenza che aveva visto colpevoli i due fidanzatini e ha giustamente confermato la pena di morte per Meredith Kercher, in qualità di unica colpevole di questo barbaro assassinio. Così è deciso, l'udienza è tolta e smettiamola di rompere i cxxxxxxi a Raffaeluccio. Che è un bravo ragazzo. Per quanto riguarda la pena che sta scontando - da anni - Rudy Ghedè, ma kissenestrainkula. Tanto, quello è nero. GIUSTIZIA E' FATTA E NON STIAMO QUA A ROMPERE I CxxxxxxI!

COSIMODEBARI

Sab, 28/03/2015 - 09:30

Tutti o quasi a dire degli 8 anni di vita persi dei due imputati. Nessuno a dire degli 80 anni (forse di meno, forse di più) persi dal chi è stata assassinata. Complimenti! Se ricordo bene le primissime cronache forse raccontavano di telefonate verso gente più in alto, anche di un mezzo gradino, in cerca di coperture. Non eravamo noi a farle. Questo per me è stato, sul finire, ovvero penultimo ed ultimo atto, un processo politico. Usa/Gb/It, che si rifà ad un detto popolare che va di moda in certi mismatti vitali: "il morto col morto, il vivo col vivo". Sicuramente più volte, negli ultimi tempi, è una giustizia incredibile (ovvero poco credibile)

torodamonta

Sab, 28/03/2015 - 09:33

Per i manettari d'Italia oggi è un giorno triste, soprattutto per il manettaro d'eccellenza Marco, in arte TRAVAGLIO.

giovanni PERINCIOLO

Sab, 28/03/2015 - 09:35

planaud. Vista la libertà gratuita che lei si aggiudica di insultare gratuitamente senza prova alcuna noi potremmo dire di lei che é uno sporco pederasta pedifilo e guardone colpevole a prescindere! Saluti.

filger

Sab, 28/03/2015 - 09:41

Finalmente giustizia è fatta! 4 anni di carcere da innocenti, chi paga? L'unica cosa che stona è la pena ridotta all'unico e accertato assassino di Meredith (Guede) che con tutto questo pasticcio ha potuto godere di uno sconto di pena ingiustificato!

maryforever

Sab, 28/03/2015 - 09:41

GIUSTIZIA ITALIANA: TUTTI IN GALERA, MENO I COLPEVOLI.

Dordolio

Sab, 28/03/2015 - 09:49

Plaunad, lei segue perfettamente il trend corrente. Il colpevole deve essere antipatico, sfuggente, sordido (o presunto tale). Tutti i "grandi" condannati sono così: Rosa e Olindo, Stasi, Parolisi, Amanda e Sollecito, ecc... Comincio a preoccuparmi perchè lei ha ragione, Plaunad. Essendo personalmente odiosetto - sospetto - credo di correre grossi rischi. Per cominciare: non ho un alibi per il giorno in cui uccisero Kennedy. Devo preoccuparmi, penso. Anche se non ho un movente nè sono mai stato negli USA qualcuno potrebbe escogitare un teorema a mio carico. Preferivo all'epoca Nixon, suo competitor. Pensa possa bastare?

michele lascaro

Sab, 28/03/2015 - 09:56

Manifestazione, nuova, di razzismo giudiziario ai danni del solo Guedè, novello capro espiatorio, su cui si sono scagliati gli strali di tutti. Mi meraviglio che l'intellighenzia di sinistra, con a capo una nota "letterata", che ha l'intenzione di sconvolgere la lingua italiana, non abbia ancora protestato. A proposito, oltre a Guedè, nella stanza c'erano dei folletti...

michele lascaro

Sab, 28/03/2015 - 09:57

E perché è stato accusato Lumumba, ingiustamente?

Giacinto49

Sab, 28/03/2015 - 10:00

La verità, che sicuramente anche il padre conosce, non la sapremo mai. Resta solo, alla luce di questa sentenza, da fare i complimenti ad entrambe le famiglie per il bel risultato ottenuto con i propri figli. Un cero a Rudy Guede.

nerinaneri

Sab, 28/03/2015 - 10:03

...il film "condannato a morte per mancancanza di indizi" offre spunti interessanti...altro che garantismo da pensionati...

Ritratto di HEINZVONMARKEN

HEINZVONMARKEN

Sab, 28/03/2015 - 10:04

ASPETTIAMO LE MOTIVAZIONI DELLA SENTENZA, POI ANDIAMO A SPUTARE IN FACCIA AD ALCUNI GIUDICI, O QUELLI COLPEVOLISTI O QUELLI ULLTIMI INNOCENTISTI. COMUNQUE DI RIFFA O DI RAFFA ALCUNI GIUDICI SONO COMUNQUE COLPEVOLI

Ritratto di Marco S.

Marco S.

Sab, 28/03/2015 - 10:05

La vicenda dell'omicidio di Meredith dimostra che abbiamo una macchina giudiziaria "pericolosa", che ti fa passare 7 anni con il marchio di assassino, di cui 4 in carcere, che emette 5 sentenze contrastanti tra loro, e dopo tutto questo ti dice che non hai commesso il fatto. Non mi convince quest'ultima sentenza, ma la mia convinzione sull'impossibilità di chiamare "giustizia" il sistema giudiziario italiano diventa sempre più una certezza.

onurb

Sab, 28/03/2015 - 10:15

Non comprendo in base a quale logica la Cassazione ha annullato la sentenza della corte d'appello che aveva assolto i due, fatto rifare il processo d'appello, che in questo caso li ha condannati, per poi assolverli. Mi sembrano i soliti misteri della giustizia italiana.

Ritratto di Soccorsi

Soccorsi

Sab, 28/03/2015 - 10:17

Dopo questa sentenza il mondo intero si sta finalmente rendendo conto di quanto sia assurda, viziata, mal gestita, incompetente, inaffidabile e soprattutto "pericolosa" la così chiamata "giustizia" italiana che fa acqua da tutte le parti. A tantissimi oggi sorgono seri dubbi e preoccupazione, si stanno rendendo conto di quanto aveva ragione Berlusconi, ingiustamente perseguitato da vendicativi magistrati politicizzati per quasi 25 anni, quando si appellava disperatamente sulla urgente necessità di una drastica riforma della stessa. Pare che non ci sia sentenza che non venga interamente ribaltata da quella parte della Cassazione sana, onesta e funzionante ma non prima che troppe innocenti vittime vengano torturate e perseguitate per anni.

onurb

Sab, 28/03/2015 - 10:22

Accademico 09.26. Lei è uno dei testimoni che non sono stati interpellati dai magistrati. E' sempre in tempo ad andare a deporre e a far riaprire il processo: l'omicidio è un reato per il quale non esiste prescrizione.

Ritratto di ilmax

ilmax

Sab, 28/03/2015 - 10:36

il problema è sempre lo stesso, si trova un presunto colpevole e si costruiscono le prove per condannarlo e se non si mette un limite questi vanno avanti a scrutare nella tua vita per decenni, con le conseguenze del caso, nella speranza di trovare qualche scheletro nell'armadio, non deve funzionare così la giustizia! probabilmente ne vedremo delle belle anche su Stasi e Bosetti.

swiller

Sab, 28/03/2015 - 10:38

Anche questa volta è colpa dello Spirito Santo.

cameo44

Sab, 28/03/2015 - 10:42

Ci dicono che le sentenze non si discutono e vanno rispettate questa è una sentenza che nessuno si sa spiegare cè una vittima cè una persona con condanna definitiva con l'accusa di concorso in omicidio dove sono gli altri colpevoli? altro che giustizia migliore del mondo come ha asserito la Palombelli la nostra è una giustizia che fa acqua da tutte le parti prima per la lunghezza dei processi poi per i tanti er rori uno per tutti il caso Tortora e mai alcun Magistrato ha pagato quando paga lo Stato siamo noi cittadini a pagare quindi beffati per ben due volte per la mancata giustizia e pagare gli errori di altri

Dordolio

Sab, 28/03/2015 - 10:48

Lascaro, Guede (trascorsi di ladro) è entrato in casa e si è trovato di fronte Meredith. Da qui nasce il delitto. Sollecito segue poi lì Amanda (che ci abita) in un secondo momento. La squinzia (vera oca, nel panico di fronte ad una valanga di domande insidiose come gli inquirenti sanno benissimo fare) non sa far di meglio che tirare in ballo uno che non c'entra nulla. Non credo ci voglia molto ad ipotizzare lo scenario, che è poi esattamente questo. Il razzismo non c'entra nulla, ma proprio nulla...

Ritratto di 02121940

02121940

Sab, 28/03/2015 - 10:53

Non so se fossero colpevoli o innocenti. Tutti e due o uno dei due. Però apprezzo la sentenza, finalmente giunta dopo una vicenda che ha squalificato la gestione della giustizia nel bel paese. Comunque meglio un colpevole a spasso che un innocente in galera, luogo dove devono esserci posti liberi sufficienti per incamerare i ladri della politica.

Roberto C

Sab, 28/03/2015 - 10:56

Colpevoli o innocenti il nostro sistema investigativo fa una figuraccia: o abbiamo messo in libertà 2 assassini o abbiamo tenuto 4 anni in galera e 3 anni sotto processo (costringendoli a pagare fior di avvocati) 2 innocenti. Farei una legge x cui in caso di omicidio,se viene indiziato e incolpato un parente o convivente della vittima(innocente cmq fino a prova contraria), le indagini DEVONO comunque proseguire battendo anche altre piste almeno fino alla 1° sentenza di condanna, se no si rischia che si prende il malcapitato che passa nei paraggi, si incolpa lui/lei e si chiude il caso...

gnaolone

Sab, 28/03/2015 - 10:57

stock47 infatti i due sono angioletti ingenui e l'unico colpevole è il nero (che non c'ha la Clinton che l'aiuta...)

michele lascaro

Sab, 28/03/2015 - 11:00

Dordolio, non ha capito la mia ironia sul termine "razzismo", che per me non esiste. (A tal proposito mi piacerebbe raccontarle un episodio vissuto 60 anni fa, quando del "razzismo" non esisteva neppure l'ombra, ma no ho il suo indirizzo).D'altra parte se ne sarebbe dovuto accorgere con il riferimento alla letterata. Sulla sua ricostruzione, poi, non discuto. Ognuno conserva la propria, che non cambia, certamente.

Ritratto di GIANCAGIO

GIANCAGIO

Sab, 28/03/2015 - 11:05

Questo caso giudiziario potrebbe invogliare qualcuno a tentare una sorta di "ROULETTE GIUDIZIARIA": in un ambiente chiuso, con almeno quattro persone presenti, si organizzi un'allegra serata, con un po' di alcolici e, magari, di sesso. Si individui la vittima e si proceda. Se la fortuna sarà dalla vostra parte, dopo un periodo più o meno travagliato si verrà scagionati e si potrà scrivere un libro con grande tiratura, si incasserà un fottio di quattrini per ogni intervista rilasciata e SI CHIEDERÀ UN RISARCIMENTO MILIONARIO PER INGIUSTA DETENZIONE, se avvenuta, o PER DISTURBI PSICHICI CONSEGUENTI A PERSECUZIONE GIUDIZIARIA. Buona fortuna a...

Dordolio

Sab, 28/03/2015 - 11:07

Tortora è diventato l'icona sempre citata degli errori giudiziari. Ne è effettivamente la madre. Ma nessuno ricorda come andarono le cose. A carico di Tortora c'erano solo le testimonianze inattendibili di alcuni camorristi alla ricerca di benefici. Droga e soldi mai trovati. E un pizzino: Enzo TortoNa (NON TortoRa) con un numero di telefono NON riconducibile al Tortora. Con questo nulla assoluto riuscirono comunque a rovinare completamente un uomo. Se tanto mi dà tanto agli imputati di oggi è andata di stra-lusso, direi...

Anonimo (non verificato)

gbc

Sab, 28/03/2015 - 11:19

non entro nel merito della colpevolezza o meno.faccio solo una considerazione: amanda è stata condannata a 3 anni per calunnia in quanto ha accusato il signor lumumba dell'omicidio.il lumumba è risultato estraneo e amanda è stata condannata a 3 anni di reclusione per calunnia.la magistratura ha accusato amanda dell'omicidio, amanda ha subito 4 anni di reclusione ed è risultata estranea, perchè i giudici non saranno condannati??? considerando che l'accusa di amanda nei confronti di lumumba è avvenuta, per difendersi da un accusa analoga.amanda non avrebbe mai commesso il reato di calunnia se non fosse stata reclusa a quanto è risultato ingiustamente!

Dordolio

Sab, 28/03/2015 - 11:24

Vado matto per le motivazioni delle sentenze (teoremi). Per Parolisi: Uccide la moglie perchè - vedendola orinare in una latrina - le fa delle avances e lei le rifiuta. Il movente per Amanda e Sollecito se non sbaglio era quello di aver chiesto alla vittima di partecipare ad un'ammucchiata, un'orgia, e l'uccidono al suo rifiuto. Stasi uccide la morosa (serissima e benestante) perchè d'ingombro alla sua figura di...bocconiano. come vengono in mente ai giudici certe ipotesi ardite? . Sono io anormale (cercherei motivazioni più praticabili, PROVABILI e soprattutto....serie...). Oppure...è l'opposto?

Ritratto di stenos

stenos

Sab, 28/03/2015 - 11:37

Io non sparo la famosa sentenza sono o non sono colpevoli perché non lo so, l'unica cosa che resta è che la giustizia italiana e' una mxxxa.

sbrigati

Sab, 28/03/2015 - 11:37

Per la morte di una povera ragazza l'unico a pagare è Guede, condannato per omicidio in concorso con altre persone e per questo ha avuto la pena ridotta . Questo è il vero scandalo, la pena sarebbe dovuta ridursi se AVESSE CONFESSATO CHI ERA CON LUI. Si sarebbero risparmiati anni di processi che hanno solo dimostrato che in Italia la legge viene INTERPRETATA, non APPLICATA.

Ritratto di gianniverde

gianniverde

Sab, 28/03/2015 - 11:53

Vuoi vedere che Meredith si è suicidata??????

honhil

Sab, 28/03/2015 - 11:53

C’è chi “sta scontando una pena a 16 anni per concorso in omicidio. A questo punto con ignoti.” L’ultima barzelletta della giustizia italiana. Non si sta parteggiando per questo o per quello, soltanto si registra la schizofrenia della magistratura Italia. Non per niente l’Italia in fatto di Giustizia è relegata agli ultimi posti al mondo per efficienza sistema.

plaunad

Sab, 28/03/2015 - 11:56

Ah, la potenza della Clinton .......

Ritratto di komkill

komkill

Sab, 28/03/2015 - 12:02

Ed anche questa volta vincono i magistrati italiani, la casta di incapaci più pagata nel mondo. Grazie al somaro di mani pulite continuano ad imperversare su tutto e su tutti tranne quando arriva l'altolà dell'abbronzato. Adesso potranno concentrare le loro attenzioni su Stasi e Bossetti.

onurb

Sab, 28/03/2015 - 12:04

sbrigati. Teniamo presente quante pu.....te fa la giustizia italiana. Una di queste potrebbe essere quella di aver motivato la sentenza di condanna di Guede come concorso in omicidio.

Ritratto di komkill

komkill

Sab, 28/03/2015 - 12:07

Ma adesso chi glielo racconta al pg Mario Pinelli che, sapendola molto lunga, diceva: "Tutte le figure di questa storia sono inserite in una ricostruzione perfetta, come in una foto di Cartier-Bresson dove ogni particolare trova la sua corrispondenza." Come l'avrà presa questo acculturato magistrato italico?

squalotigre

Sab, 28/03/2015 - 12:32

plaunad - ma certo che è colpevole. Ha uno sguardo ipocrita e quindi è un'assassina. Lombroso non avrebbe potuto dire qualcosa di meglio. Io conosco molte ragazze disinvolte che hanno avuto numerosi fidanzati, una è anche di Perugia. Che sia colpevole anche lei? E la Clinton poi?! Lei dice che i giudici condannano ed assolvono in base alla convenienza ed alle loro convinzioni politiche? Che indaghino su commissione? E' vero, ma vale anche per la Boccassini o solo per i magistrati che assolvono? Smetta di farsi le canne: le fanno male.

Dordolio

Sab, 28/03/2015 - 13:02

Komkill, la vedo informato.... ma veramente il pg Pinelli si è esposto a dire cose simili? O è uno scherzo? Questa gente se la canta e se la suona, beandosi della propria voce. Ma crede veramente a quel che dice? Se di fronte ad una toga la gente non se la facesse addosso sarebbe da inseguirlo mediaticamente per tutta la vita sullo stile di Morello o Le Iene e ripetergli a cantilena il refrain che lei Komkill ci cita.

magnum357

Sab, 28/03/2015 - 13:08

Rimane comunque il mistero del perchè quella txxxxxxxxxa di Amanda avesse calunniato pesantemente Lumumba !!!!!!! Fece bene la procura a tenerla dentro !!!!! Altrochè risarcimento !!!!!!!!!!!!

moshe

Sab, 28/03/2015 - 13:08

E noi, continuiamo a pagare soldoni per le vittime della giustizia ingiustamente perseguitate, mentre i magistrati fanno carriera e ricevono aumenti di stipendio per anzianità !!!

agosvac

Sab, 28/03/2015 - 13:17

La Cassazione ha deciso e non c'è niente da fare. Io , però, mi domando: come mai nessun magistrato inquirente ha mai chiamato a testimoniare quel Guedé che era presente e che è stato l'unico condannato??? Solo lui, presente in quella casa, poteva sapere se realmente Amanda e Sollecito erano colpevoli oppure no. Come spesso accade in Italia, questa inchiesta è stata condotta male dai magistrati inquirenti ed ancora peggio da quelli giudicanti, compresa la Cassazione. Ormai resterà sempre il dubbio, dubbio che solo Guedè avrebbe potuto chiarire. Io, a questo punto mi domando: e se un giorno o l'altro Guedè cominciasse a parlare?????

Tobi

Sab, 28/03/2015 - 13:29

squalotigre, rigiro il decerebrato e represso a lei, visto che lei stesso ritiene che le sentenze possano essere influenzate da questioni politiche, ed anche considerando che io non ho scritto da alcuna parte che credo ciecamente all'accusa, bensì che sono stati molto strani certi comportamenti di depistaggio. Se sei innocente non ti metti ad accusare gli altri consapevole che così andranno in galera, così come è stato fatto con Lumumba. Consapevolmente! Salvo poi riuscire lui a difendersi ed ottenere l'estraneità. Lei che ne pensa? Glielo chiedo anche se forse certe domande non andrebbero poste a chi offende gratuitamente gli altri, che dimostra sintonia con chi calunnia gli altri.

Ritratto di alejob

alejob

Sab, 28/03/2015 - 13:43

Io penso che in questo paese non servono GIUDICI e nemmeno la giustizia perchè tutte e due le cose si CONTRADDISCONO TRA LORO. Non credo che per l'OPINIONE MONDIALE questa soluzione si il massimo, dopo che gli stessi imputati, erano stati condannati più volte ora l'assoluzione. GIUDICI CREDO CHE IL MONDO INTERO, VI CONDANNINO PER IL (DANNO CHE AVETE FATTO AI VOSTRI COLLEGHI), CALCOLANDOLI SPAZZATURA E NON IDONEI A DARE UN "VERDETTO". SIGNORI GIUDICI, NESSUNO PENSA CHE SIA STATA UNA PERSONA SOLA AD UCCIDERE LA RAGAZZA. La verità un giorno salterà fuori e voi sarete calcolati per quello che siete.

sniper21

Sab, 28/03/2015 - 13:43

ancora una volta ci siamo inchinati agli stati uniti almeno abbiamo evitato un'incidente diplomatico. Sono fiero di essere italiano ma non sopporto l'umiliazione che l'italia deve sopportare (vedasi anche caso marò; vedasi caso battisti etc.). Sberle continue da Brasile, India, USA etc.

Ettore41

Sab, 28/03/2015 - 13:47

Nonostante I commenti di alcuni sinistri forcaioli mi sembra che la ragione abbia prevalso. Senza prove non si condanna. Ora, per cortesia rimuovete dagli incarichi il PM, il GIP che li hanno portati a giudizio, ed tutta la squadra della Polizia che ha condotto le indagini.

GENIUZZO

Sab, 28/03/2015 - 13:58

@ITALIA NOSTRA. L'INSISTENZA I RUDY GUEDE' DI SCAGIONARE I DUE SOLLECITO/AMANDA NON TI DA' A PENSARE E NON TI APPARE UN PO' SOSPETTO.CIAO

sniper21

Sab, 28/03/2015 - 14:17

ancora una volta ci siamo inchinati agli USA ma quantomeno abbiamo evitato un'incidente diplomatico con gli stessi. Sono fiero di essere italiano ma stanco di vedere l'italia essere umiliata davanti il mondo intero (vedasi marò, battisti etc.). Sberle a tutto campo USA, Brasile India etc.

sniper21

Sab, 28/03/2015 - 14:22

ancora una volta ci siamo inchinati agli USA almeno abbiamo evitato un'incidente diplomatico (già è qualcosa). Sono orgoglioso di essere italiano e stanco di vedere l'italia sempre umiliata davanti il mondo intero. Vedasi marò, battisti etc.). Sberle USA,Brasile,India etc.

eternoamore

Sab, 28/03/2015 - 15:00

CHE GRANDE ERRORE DELLA CORTE COSTITUZIONALE. MA CHI L'HA AMMAZZATA , QUANDO HANNO ARRESTATO IL NEGRO HANNO DETTO CON CONCORSO DI COLPA, ALLORA CHI SONO I COLPEVOLI

Ritratto di Italia Nostra

Italia Nostra

Sab, 28/03/2015 - 15:39

@geniuzzo - Sinceramente no in quanto Guede ha scelto il rito abbreviato e si è preso 15 anni (il massimo col rito abbreviato). Sebbene avrebbe tutto l'interesse di 'parlare' per magari ottenere uno sconto della pena. Dal punto di vista investigativo interessa quello che c'era sotto le unghie della vittima, ovvero nessuna traccia di DNA dei due accusati, il che non è possibile in una collezione come non è possibile pulire, come ho spiegato, il DNA da una stanza senza pulire anche il resto del DNA di Guede. Se non v'e' DNA dei due, vuol dire che loro non c'erano, se non c'erano come hanno fatto ad uccidere?!?

squalotigre

Sab, 28/03/2015 - 18:59

Tobi - per quanto l'accusa Lumumba, perché non prova a mettersi nei panni di una ragazza americana, poco più che adolescente Si trova trascinata in questura, non conosce bene neanche la lingua, viene interrogata facendole presente che se non avesse indicato una persona che avesse potuto compiere il delitto, sarebbe finita in galera per omicidio. Probabilmente ha accennato all'unica persona che le è venuta in mente e questo è stato sufficiente per l'accusa di calunnia. Ha sbagliato sicuramente, ma secondo lei questo costituisce la prova di essere un'assassina? Ma per favoreee! Anzi io farei pagare agli inquirenti la detenzione di pochi giorni di Lumumba, messo subito in galera in base alle accuse confusionarie di una poveretta, senza prima indagare almeno sui suoi movimenti.