"A morte le guardie". Sfregiata la base della lapide per Aldo Moro

La scritta è comparsa in via Fani nel luogo in cui il 16 marzo 1978 vennero trucidati gli uomini della scorta di Aldo Moro e il politico Dc fu rapito

Fermo immagine Corriere tv

Un gravissimo episodio si è verificato a Roma. Sulla base di cemento di una lapide commemorativa di Aldo Moro, in via Stresa, questa mattina è stata trovata una scritta di vernice nera con un testo inquietante, "morte alle guardie", e due svastiche ai lati. Sul posto è intervenuta subito la polizia, per le indagini del caso, e gli operai del Comune intervenuti per coprire con un lenzuolo la vergognosa scritta e rovvedere poi alla cancellazione.

La lapide ricorda il sacrificio dello statista della Dc, rapito dalle Br il 16 marzo 1978, e quello degli uomini della sua scorta. Raffaele Iozzino, Oreste Leonardi, Domenico Ricci, Giulio Rivera e Francesco Zizzi furono tutti uccisi dal commando dei brigatisti rossi. La targa era stata momentaneamente rimossa per effettuare alcuni lavori di restauro in occasione del quarantennale dell’agguato mortale.

"È vergognoso che qualcuno notte tempo abbia imbrattato la lapide dedicata alla strage di via Fani, di cui a giorni ricorrerà il quarantesimo anniversario", scrive in una nota Gianni Sammarco deputato di Forza Italia. "Mi auguro che vengano prontamente individuati i responsabili di un oltraggio vile nei confronti di uomini che pagarono con la vita il proprio servizio alle Stato e alle istituzioni democratiche. Esprimo totale solidarietà alle nostre forze dell’ordine, fondamentale puntello di Legge e libertà".

"Roma non può tollerare alcuna offesa alla memoria del grande statista- scrive in una nota Danilo Cosentino candidato nella lista Liberi e Uguali Lazio - né alcuna riproposizione di simboli edespressioni inneggianti al nazismo. Si provveda immediatamente alla rimozione delle scritte e venga ripristinato il decoro della lapide commemorativa, a memoria della lezione imperitura di Moro a tutte le generazioni".

"Il danneggiamento del monumento che ricorda le vittime della strage di via Fani - dichiara Giuseppe Fioroni del Pd, presidente della Commissione parlamentare di inchiesta su Moro - è un oltraggio non solo alla memoria di un uomo che ha avuto un compito fondamentale nella costruzione della nostra Repubblica, ma anche uno sfregio alla nostra democrazia. Si tratta di un segnale inquietante e pericoloso che insieme ad altri testimonia la perdita di valori collettivi".

"Esprimiamo una netta e durissima condanna del grave episodio vandalico - affermano in una nota i componenti del Movimento 5 Stelle della commissione d’inchiesta su Aldo Moro.- È intollerabile questo sfregio alla memoria. Ci auguriamo che gli inquirenti,insieme con le forze dell’ordine, possano al più presto consegnare iresponsabili alla giustizia".

Commenti
Ritratto di Koerentia

Koerentia

Mer, 21/02/2018 - 10:35

Mi vengono i brividi vedendo questo modo di far politica con l'assoluta mancanza di rispetto per chi ha lasciato la vita in servizio e le rispettive famiglie. Non voglio pensare alle conseguenze. Questo il risultato di 4 governi non eletti.

babilonia

Mer, 21/02/2018 - 10:37

Una vera vergogna!!!

Libertà75

Mer, 21/02/2018 - 10:42

i rossi son sempre all'apice della cultura democratica

g-perri

Mer, 21/02/2018 - 11:00

Il contenuto di quella scritta suggerirebbe di svolgere approfondite indagini, poiché, visto il contesto generale, è molto probabile che la matrice si sia volutamente celata, per far ricadere la colpa esattamente sulla parte opposta rispetto a quella degli autori. Meditate gente...

frapito

Mer, 21/02/2018 - 11:31

Quelle svastiche mi sembrano farlocche e assurde. Mi sembra un paradosso che dei "nazisti neri" inneggino un crimine perpetrato dalle "brigate rosse". Gli ultimi episodi di violenza contro le forze dell'ordine sono stati effettuati dai centri sociali "rossi". Purtroppo durante la campagna elettorale tutto fa brodaglia.

nonnoaldo

Mer, 21/02/2018 - 11:36

g-perri, concordo appieno.

roberto.morici

Mer, 21/02/2018 - 11:57

La prima ipotesi prevede che lo sfregio sia opera di nazisti che si fregiano della firma (le svastiche). La seconda ipotesi prevede la condanna di nazisti e poliziotti. La terza ipotesi sarebbe solo la conferma che nazifascisti e fascisti rossi sono la stessa feccia.

ambidestro

Mer, 21/02/2018 - 12:35

Belle le svastiche girate in un verso e nell'altro, sarà stato un comunistoide con poca memoria e molti dubbi.

DRAGONI

Mer, 21/02/2018 - 13:01

A DIRE IL VERO FURONO LE "BRIGATE ROSSE" A COMMETTERE L'INFAME ECCIDIO DEI SERVITORI DELLO STATO CHE VOLEVANO ABBATTERE. ERGO E' UN CHIARO TENTATIVO DI DELINQUENTI ROSSI DECELEBRATI CHE VORREBERO CREARE CONFUSIONE E DEPONTENZIARE UN LORO PLURI ASSASSINIO CHE ANCORA OGGI GRIDA "GIUSTIZIA"!!

blackbird

Mer, 21/02/2018 - 13:17

A giudicare dalle croci uncinate disegnate sulla lapide, direi che sono state due persone: un nazista e un monaco orientale (buddista, scintoista o giù di lì).

nomen-omen

Mer, 21/02/2018 - 13:34

Probabilmento il gesto di qualche decerebrato che manco si ricorda com'e' fatta una svastica.

Ritratto di pravda99

pravda99

Mer, 21/02/2018 - 13:51

Secondo me questi fascistelli dei miei stivali sono talmente ignoranti che non sapevano neanche che fosse una lapide e per chi. Per loro era solo un bello spazio da imbrattare con i loro deliri...Triste triste...

WSINGSING

Mer, 21/02/2018 - 13:59

Ho visto il servizio su RAI 1 alle 13,30. Vicino alla lapide mi pare di aver notato un bagno chimico di colore rosso entro la zona transennata. Vorrei sapere se esisteva già da prima lo avvenuto scempio. Assurdo!

Ritratto di malatesta

malatesta

Mer, 21/02/2018 - 14:12

La mossa e' evidente..gli autori sono gli antagonisti per fare incolpare Forza Nuova e Casa Pound..la Boldrini e' la mandante morale.!

Ritratto di malatesta

malatesta

Mer, 21/02/2018 - 14:14

Gli autori sono gli antagonisti per fare incolpare Forza Nuova e Casa Pound..la mandante morale e' la Boldrini!..non ci si caschi in questi tranelli.

sereni

Mer, 21/02/2018 - 14:32

decelebrati, tutto il casino di questi tempi non può essere altro che frutto di una strategia. Lasciate stare i rossi o i neri, vi stanno solo usando.

frapito

Mer, 21/02/2018 - 14:41

Noto certi commenti fatti da poveri illusi che vorrebbero fare gli illusionisti, ma che a malapena riescono a fare pena. Forse un giorno apriranno gli occhi.

Ritratto di Elvissso

Elvissso

Mer, 21/02/2018 - 15:03

E' opera di qualche demente di sinistra a cui hanno dato una bomboletta spry.Non meravigliatevi piu' di nulla,la sinistra è allo sbando e questi atti inconsiderati sono il male minore.Dietro ci sono i centri sociali braccio armato del pci.

Ritratto di Friulano.doc

Friulano.doc

Mer, 21/02/2018 - 15:34

Rosse erano le brigate e rossi sono gli assassini di Moro e della sua scorta. Non hanno pagato a sufficienza. I rigurgiti di antifascismo strumentale provopcano anche queste cose.

Ritratto di Cobra31

Cobra31

Mer, 21/02/2018 - 16:22

nessuno monaco orientale avrebbe potuto disegnare la svastica di destra e nessun nazista la avrebbe disegnata come la svastica di sinistra ma ruotata di 45 gradi. Possono essere stati soltanto degli ignoranti teppistelli di sinistra.

Ritratto di Rudolph65

Rudolph65

Mer, 21/02/2018 - 16:24

pravda99 ma cosa scrive? Tutti i fascisti e non ,sanno come si scrive una svastica. Concordo con g-perri,nonnoaldo e tutti gli altri che condannano questa mancanza di rispetto. Questo è il mio pensiero.E comunque rispetto per la scorta massacrata dalle BRIGATE ROSSE. Caro pravad99 veda di non scrivere boiate.

T-800

Mer, 21/02/2018 - 16:26

Svastiche farlocche (una è anche disegnata nel verso contrario) evidentemente disegnate da sinistri che vogliono far dimenticare il tentato omicidio di Palermo.