Muore in metro, ma nessun passeggero se ne accorge

Città del Messico, deceduto per un problema al cuore. Solo alle 23 vengono chiamati i soccorsi. Polemica in Rete

Pixabay

Gli passavano di fronte, convinti - forse - che fosse addormentato. Più di un passeggero che ha preso la metro a Città del Messico ed è salito in quel vagone non si è accorto di cosa fosse successo. Ma quel signore accasciato sul sedile per disabili non stava riposando. Era morto. Fulminato da un improvviso malore.

La morte in metro

Secondo le prime ricostruzioni, come scrive Fanpage, l'uomo accasciato sui sedili della metro sarebbe deceduto a causa di un infarto. Dopo il fatale malore, il malcapitato sarebbe rimasto con la testa appoggiata sul sedile per tutto il giorno. Fino alle 23.45, quando il personale del treno che pattugliava i vagoni quasi a fine corsa si è avvicinato per capire cosa fosse successo.

La polemica

Arrivati alla stazione di Pantitlan, gli addetti non hanno potuto fare altro che chiamare i soccorsi e decretare ufficialmente il decesso. Il defunto non è ancora stato identificato. A provocare la morte, scrive Fanpage, sarebbe stata una "miocardite fulminante". Una foto dei primi soccorsi è stata pubblicata su twitter (guarda) e ha scatenato il dibattito in Rete. In molti, infatti si sarebbero aspettati che i presenti chiedessero almeno al signore se fosse tutto a posto. Altri, invece, sono convinti che il breve tempo che si passa sul vagone non permetta di capire se una persona dorma o sia morta.

Commenti

cgf

Mer, 13/12/2017 - 20:44

Mai preso la metro a Mexico City, vero?