Napoli: cocaina e marijuana, raffica di sequestri

Operazione della Polizia al rione Villa, sotto i sigilli 300 grammi di cocaina e un "vivaio" di piantine di marijuana

Controlli a tappeto della Polizia al Rione Villa di Napoli, sequestrata cocaina e marijuana per circa 25mila euro. E il cane antidroga “scopre” poco meno di 300 grammi di polvere bianca nascosti in un muro.

L’operazione s’è registrata nella mattinata di ieri quando gli agenti sono entrati in azione in tre differenti scenari operativi. Il ritrovamento più interessante s’è verificato in una palazzina di via Amalfi dove Nora, uno degli agenti a quattro zampe del nucleo cinofili, ha “scoperto” che in un’intercapedine ricavata dentro il battiscopa lungo le scale dell’edificio c’erano quattro buste piene di un quantitativo di cocaina pari a circa 290 grammi. Da quella droga, secondo i poliziotti, potevano essere ricavate fino a 1.200 singole dosi da cedere agli assuntori sul mercato sommerso delle tossicodipendenze. Garantendo così un “incasso” quantificato in una somma oscillante da un minimo di 25mila e fino a 30mila euro.

In via Ferrante Imparato, poi, gli agenti hanno scoperto un “vivaio” di marijuana. Cento piante, tutte non più alte di venti centimetri e interrate ognuna nel suo vaso, sono finite sotto sequestro come un’altra pianta, rinvenuta su un terrazzino di uno stabile a via Ravello.

Proseguono intanto le indagini per dare un nome e un volto ai possessori della droga e delle piante finite sotto i sigilli nel blitz degli agenti di Napoli.