La processione di Pasqua devia per passare dalla casa del boss

Deviato il percorso del corteo per rendere omaggio al boss Francesco "Ciccio" La Rocca, detenuto in regime di 41 bis. Applausi dei familiari del capomafia

Niente inchino, questa volta. Ma il corteo ha trovato ugualmente il modo per omaggiare il boss. A San Michele di Ganzaria, piccolo comune del Catanese, la processione del Venerdì Santo del 25 marzo scorso ha deviato per fare un presunto omaggio al boss Francesco "Ciccio" La Rocca, detenuto in regime di 41 bis. La procura di Caltagirone ha aperto un fascicolo, al momento senza indagati, per accertare eventuali responsabilità. Il reato ipotizzato è, al momento, turbativa dell'ordine pubblico.

Durante la cerimonia, il fercolo del Cristo morto, portato in spalla da una ventina di persone con al seguito un centinaio di fedeli mentre gran parte della folla è rimasta nella piazza principale, ha abbandonato il percorso ufficiale raggiungendo piazza Monte Carmelo, dove si trova la casa del boss La Rocca, uno dei capimafia fedeli alla "famiglia" Santapaola di Cosa nostra di Catania. L'urna, che non si è fermata, è stata salutata dall'applauso dei presenti, tra cui alcuni familiari del capomafia. Non c'è stato l'inchino. "Ma il fatto stesso che si sia deviato il percorso della processione - commenta con l'Ansa il procuratore capo di Caltagirone, Giuseppe Verzera - è inconcepibile. Dobbiamo capire cosa è accaduto veramente e se ci sono eventuali responsabilità. Ho delegato le indagini ai carabinieri e aspetto una loro relazione per i prossimi giorni".

Al momento della deviazione dal tragitto concordato, il sindaco ha tolto la fascia tricolore prendendo le distanze da quanto stava accadendo, così come hanno fatto il parroco e il comandante della stazione dei carabinieri. La dissociazione non è scaturita nel blocco della processione per evitare problemi di ordine pubblico. Gli investigatori stanno visionando alcuni filmati e stanno ascoltando diversi testimoni, prima di sollecitare provvedimenti per eventuali responsabili.

Mappa

Commenti

lamwolf

Lun, 28/03/2016 - 11:25

Se siete il fanalino di coda della nazione e dove l'omertà e la criminalità è dilagante con un tasso di disoccupazione e povertà da terzo mondo per me ci potete stare incivili.

gurgone giuseppe

Lun, 28/03/2016 - 11:45

Anche voi a raccontare queste balle? In Sicilia, come in tutta Italia, ci sono delle ricorrenze religiose in cui si festeggiano i Santi. Feste molto antiche e con rituali a volte peculiari del luogo in cui si svolgono. Queste feste in genere servono al Clero per raccogliere soldi prima e durante la manifestazione. Quella dell'"inchino", che in realtà è portare durante la processione e far dondolare in segno augurale il fercolo del santo davanti la casa o il negozio di qualsiasi richiedente che paga, può essere un malato o uno che aspetta una grazia,è appunto un espediente dei portatori e anche dello stesso prete per guadagnare soldi.Stupisce che a tutto ciò che accade in Sicilia vogliate dare sempre una connotazione malavitosa. Consultate qualche antropologo prima di pubblicare simili articoli mistificanti.

cianciano

Lun, 28/03/2016 - 11:52

.....già tutto detto. Più chiaro di così. Ma che indagini e indagini vogliono fare.....forse non lo sanno ancora chi sono e c'è bisogno di indagare.....

freevoice3

Lun, 28/03/2016 - 11:55

Niente paura, quando salirà alla casa del Padre, la sua sosta sarà molto breve.....

fenix1655

Lun, 28/03/2016 - 11:59

Questa la realtà di tutti i giorni. Tanto per ribadire chi comanda e chi controlla il territorio. Tutto il resto chiacchiere e parole di circostanza in cerimonie e manifestazioni a solo sfondo politico-propagandistico-elettorale. Fare indagini a babbo morto fa solamente sorridere e come dimostrato non porta mai a nulla. Contano solo l'attività preventiva e repressiva. Ma costano impegno, lavoro e soprattutto coraggio. Doti ormai sepolte con i vari Dalla Chiesa, Falcone, Borsellino ecc.

obiettore

Lun, 28/03/2016 - 12:47

mafia=islam

roseg

Lun, 28/03/2016 - 13:07

IL LUPO PERDE IL PELO.........

rossini

Lun, 28/03/2016 - 13:29

La processione ha deviato il percorso ed è passata sotto la casa del boss. Scusate, ma che tipo di reato è? Chi se ne frega. E per questa puttxxata si sprecano tempo e investigatori per visionare filmati e interrogare testimoni? Sfido io che di uomini non ce ne sono abbastanza per indagare sui terroristi islamici.

fenix1655

Lun, 28/03/2016 - 13:48

Scusate, ho avuto conferma che erano presenti anche carabinieri, polizia municipale, sindaco ecc.. A questo punto ogni commento è inutile.

giolio

Lun, 28/03/2016 - 13:55

scommetto che e successo a Bolzano

agosvac

Lun, 28/03/2016 - 14:22

E dalli con questa storiella ricorrente dell'inchino! Se lo fanno è perché lo Stato non c'è. Se ci fosse e se proteggesse i cittadini invece di tartassarli, non ci sarebbe nessun bisogno dell'inchino e nessuno si sognerebbe di farlo. E' solo dove non c'è Stato che subentra mafia e camorra. La colpa non è dei cittadini, ma dello Stato che latita. Se gli stessi servitori dello Stato, ovvero i magistrati, sono troppo occupati a fare politica invece di perseguire chi è contro lo Stato, cosa si può pretendere???

ziobeppe1951

Lun, 28/03/2016 - 14:41

rossini....bacio le mani

Trentinowalsche

Lun, 28/03/2016 - 14:47

Da quelle parti queste pratiche ci sono sempre state e sempre ci saranno: non c'è nulla da fare...già un secolo fa Lombroso aveva capito tutto.

Luca.IV

Lun, 28/03/2016 - 16:21

Nn c'è niente da fare....nn siete uguali a NOI...fate parte di una realtà ben diversa dalla nostra...2 mondi agli antipodi.

claudio faleri

Lun, 28/03/2016 - 16:45

lo stato è assente ma certamente gli conviene è sempre stato così, poca istruzione equivale a molta schiavitù, questa regola piace anche alla sinistra e naturalmente all'islam che è fratello della sinistra in quanto ambedue non daqnno importanza alla persona singole ma al gregge obbediante

Ritratto di hernando45

hernando45

Lun, 28/03/2016 - 17:09

CHISSE FESSERIEEEEE SONO!!!! Direbbe Montalbanooo!!!lol lol. Se davvero fossero questi i problemi, mentre invece il problema vero è che mentre il BOSS sta al 41 BIS (BOSS-BISSS) i suoi familiari e PICCIOTTI continuano imperterriti ad esercitare il SUO MESTIERE DI MAFIOSI nel paese con buona pace della INgiustizia Italiana. Se vedum.

billyserrano

Lun, 28/03/2016 - 17:34

Come se, sindaco e parroco fossero all'oscuro di quello che stava succedendo. Ma, se anche fosse (cosa che non credo proprio, nemmeno se lo vedo), avrebbero dovuto prevederlo e prendere i provvedimenti del caso. Ma, siccome i capi mafia sono generosi con i loro "benefattori", succedono queste cose, e tutti poi ne prendono le distanze. A parole.

Ritratto di elkid

elkid

Lun, 28/03/2016 - 17:36

---anche noi abbiamo i nostri imam con folte schiere di fedeli conniventi-- poi ci si chiede del perchè i musulmani moderati non prendano apertamente le distanze dai radicali dell'isis---prosit

coccolino

Lun, 28/03/2016 - 18:29

Se non ci fossero le processioni e Berlusconi di cosa si occuperebbero le procure ?????

venco

Lun, 28/03/2016 - 18:31

Anche questo fa parte della religiosità del sud.

jeanlage

Lun, 28/03/2016 - 18:56

Sono veneto ma penso che con i presidenti comunisti che hanno stravolto i risultati elettorali, con i presidenti del consiglio nominati, che ammettono di non aver vinto le elezioni ma governano a colpi di mano e di fiducie fasulle, senza avere la maggioranza, con una presidente della camera che con la sua arroganza vuole indottrinarci tutti i giorni, con un presidente del senato che stravolge i regolamenti a favore dei suoi padroni, con una magistratura che deride le leggi approvate dal parlamento, del senato, la mafia sia meglio di questa banda di criminali inetti che ci massacra a colpi di tasse e di equitalia.

19gig50

Lun, 28/03/2016 - 19:11

Italiani, popolo di teste di ca@@o.

VESPA50

Lun, 28/03/2016 - 20:07

Luca.IV. Hai davvero ragione..tu appartieni alla razza eletta alla razza dei puri. Noi del Sud NO. Peccato che alla prova dei fatti poi vi siate dimostrati più LADRONI della Roma ladrona che tanto detestavate.Politici di destra, di sinistra di centro e della Lega al tempo di Bossi che, erano delle vere sanguisughe. Allora non fare il moralista del ca..zo. Siete peggio di noi. La Calabria, per esempio, prima di essere depredata dai Piemontesi era una delle Regioni più ricche.Era lì che si costruivano Locomotive e binari. Ma il Nord ci depredò di tutto lasciandoci solo miseria e morti da seppellire

Ritratto di pravda99

pravda99

Lun, 28/03/2016 - 20:11

Il Parroco di Arcore che dice?

Ritratto di mbferno

mbferno

Lun, 28/03/2016 - 21:25

Proviamo a vedere la cosa da un altro punto di vista: l'inchino,se anche ci fosse stato,se non altro non avrebbe fatto i danni di quello,tristemente famoso, dell'isola del Giglio. .....ma,ovviamente, non lo giustifico.

Ritratto di hardcock

hardcock

Lun, 28/03/2016 - 23:23

Siete l'unico paese al mondo ad ospitare ben 5 societa' malavitose senza fare assolutamente nulla per distruggerle. La mafia siciliana, la ndrngheda calabrese, la sacra corona unita pugliese, la camorra napoletana ed il clero cattolico. Molice Linyi Shandong China

Ritratto di ottimoabbondante

ottimoabbondante

Mar, 29/03/2016 - 00:08

Cose da profondo sud. Ah Peppino Peppino che ca770 hai fatto!!!! Se te ne stavi nella tua Nizza non ci saremmo trovati questa palla al piede. E per di piú i piamuntais, per ringraziarti, hanno venduto la tua Nizza alla Francia. Che furbi.......

Ritratto di ottimoabbondante

ottimoabbondante

Mar, 29/03/2016 - 00:13

Pravda, il parroco di Arcore non dice nulla perché ad Arcore, profondo nord, non fanno processioni pasquali. Le fanno al tuo paese !!!

Ritratto di Runasimi

Runasimi

Mar, 29/03/2016 - 00:13

Il reato non sarebbe q

Ritratto di Runasimi

Runasimi

Mar, 29/03/2016 - 00:18

Il reato non sarebbe quello di turbativa dell'ordine pubblico bensì di associazione per delinquere. SE DELLE PERSONE VANNO AD OMAGGIARE UN DELINQUENTE IN GALERA CON IL 41BIS SIGNIFICA CHE SONO I SUOI SCAGNOZZI IN SERVIZIO ATTIVO.

Ritratto di giuseppe zanandrea

giuseppe zanandrea

Mar, 29/03/2016 - 05:45

certo il Sud ha i propri riti. certamente Mafia e Camorra sono realtà accettate e temute dalla gente... Nei miei recenti viaggi non ho notato nei centri grandi e piccoli assembramenti di fedeli islamici. Non ho visto girare imam vestiti di bianco col copricapo tipico....vuoi vedere che mafia e camorra tengono sotto controllo il territorio e fanno capire agli indesiderati stranieri che " qui non s'ha da fa..." Mi pare che la cosa giustifichi qualche "inchino e omaggio alla Onorata Società! ....meglio che lasciare le città in mano ai fedeli maomettani che nelle moschee e Centri culturali indottrinano i propri fedeli all' odio contro di noi!.....sbaglio?

Ritratto di Situation

Situation

Mar, 29/03/2016 - 07:57

non fa notizia! basta pagare alla blatta-crociata la tariffa prevista e questi si vendono anche il "lato B". Toccare per credere: guardatevi i prontuari con TARIFFARIO delle blatte crociate per attuare battesimi, comunioni, cresime, matrimoni, estreme unzioni, benedizioni di case e così via; non esiste più l'OFFERTA.....è un business in piena regola....ergo non stupirti Angelo Scarano e non cercare di stupire i lettori. Non siamo tutti ignoranti, anzi, siamo molto attenti ma non ci possiamo fare nulla.

routier

Mar, 29/03/2016 - 09:15

Là dove hanno fallito (ma non per loro demerito), il Prefetto Mori, il generale Dalla Chiesa, i giudici Falcone e Borsellino, potrà mai qualcosa un....Alfano? "SUNT LACRIMAE RERUM" (la tristezza delle cose)