Uffizi, la proposta del direttore: "Aprire a tutti Corridoio vasariano"

Eike Schmidt vorrebbe per tutti la possibilità di passare sopra Ponte Vecchio per arrivare a Palazzo Pitti

Al momento è un privilegio di cui solo pochi possono usufruire, ma l'opinione del direttore degli Uffizi è che la possibilit di passare dal Corridoio vasariano dovrebbe essere concessa a tutti, alle giuste condizioni.

Il collegamento che va da Palazzo Pitti a Ponte Vecchio al momento non è accessibili ai visitatori del museo fiorentino. Ma Eike Schmidt, che lo dirige, vorrebbe "offrire la possibilità, non l'obbligo, di passare attraverso il Vasariano". Naturalmente dietro pagamento di un biglietto separato e "adeguato ai normali prezzi di accesso ai musei".

Al momento soltanto tour operator e compagnie di viaggio offrono il passaggio dal collegamento sopraelevato voluto da Cosimo de Medici. I prezzi sono tuttavia proibitivi: circa 45 euro per persona e a patto di attendere qualche settimana per poter entrare.

Schmidt vorrebbe anche spostare la collezione di autoritratti, che al momento si trova nel Vasariano. "Fu storicamente esposta all'interno degli Uffizi, nella famosa 'Sala dei pittori' dopo lo smantellamento ottocentesco", ricorda. E solo dal 1973 nel Corridoio.

"Nei tre quarti d'ora oggi dedicati al percorso guidato, la visita avviene pressochè di corsa e non c'è la possibilità di soffermarsi, se non soltanto su alcuni capolavori". Cosa che lo spostamento all'interno degli Uffizi, dice il direttore, cambierebbe nettamente.

Commenti

Beaufou

Lun, 07/03/2016 - 19:30

L'idea non è affatto peregrina: può darsi che il tedesco/americano sappia il fatto suo, se trova una soluzione decentemente gestibile per il Corridoio Vasariano. Tutto da guadagnare, per la cultura e anche per le finanze degli Uffizi.