Reporter Day, la candidata più giovane: "Tutti sono grandi, ma io sono pronta"

Laura, 21 anni, è la più giovane candidata del Reporter Day: laureanda in Filosofia alla Statale di Milano, sogna un futuro da inviata nel mondo del giornalismo

Si chiama Laura Loguercio e ha appena 21 anni: è la candidata più giovane del Reporter Day, il giorno di scouting degli Occhi della Guerra per trovare nuovi giovani talenti del giornalismo, della fotografia e del videomaking.

Un'occasione unica nel panorama del giornalismo italiano, che Laura, nonostante la giovanissima età, è decisa a non lasciarsi sfuggire.

Dopo tre mesi di lavoro alla testata Usa "La Voce di New York", Laura è tornata in Italia e si è iscritta a Filosofia all'Università Statale di Milano, dove è laureanda in Storia della Filosofia Morale. Nel frattempo lavora a un giornale locale del Milanese. Poi, il sogno è quello di frequentare uno dei master in giornalismo organizzati dagli atenei di Milano o di Bologna.

Per il Reporter Day ha presentato un progetto sulle ong: "Mi interessa capire come riescono a intervenire tempestivamente nelle crisi umanitarie da una parte all'altra del mondo - racconta - Tutti si focalizzano sul tema migranti ma a me piacerebbe indagare anche le dinamiche logistiche." Sa che tutti sono più "grandi" di lei, ma non ha paura e raccoglie la sfida: "Alla fine conta l'esperienza e anche alla mia età si può avere un bagaglio di competenza - chiosa - Arrivo qua e mi sento pronta".