Oltre 7 milioni di italiani ​hanno almeno un tatuaggio

La maggior parte sono donne e hanno più di 25 anni. Ecco l'identikit degli italiani che hanno scelto di tatuarsi

Quasi sette milioni di italiani sono tatuati. La passione del Belpaese per i tatuaggi era nota, ma adesso, grazie ad una ricerca dall’Istituto Superiore di Sanità, si può sapere anche quanto sono amati. L'età media del primo tatuaggio è 25 anni e la fascia di età che raccoglie il numero maggiore di tatuati è tra i 35 e 44 anni. C'è però oltre un milione e mezzo di persone tra i 25 e 34 che ha almeno un tatuaggio. Si tatuano anche i minorenni: il 7,7% di loro si è fatto incidere la pelle prima della maggiore età. Il tatuaggio poi è donna. Il 13,8% delle intervistate ha dichiarato di essersi fatta fare un discegno sulla pelle, contro l'11,3% degli uomini. Maschi e femmine viaggiano su binari diversi anche per quanto riguarda le preferenze. Gli uomini preferiscono tatuarsi braccia, spalla e gambe, le donne soprattutto schiena piedi e caviglie.

Un italiano tatuato su quattro vive al nord mentre 6 su dieci lavorano in pianta stabile. Se la maggioranza è contenta di essersi tatuata c'è un 13% di intervistati che si è stancato e pensa di rimuovere i propri tatoo. Ma perché mappare tutti i tatuati d'Italia? "Capire chi si tatua e dove, come lo fa e con quale consapevolezza, tracciare una sorta di demografia del tatuaggio significa comprendere meglio le criticità connesse a questa pratica e di quali regole ci sia bisogno perché sia effettuata in piena sicurezza", spiega Alberto Renzoni dell’Istituto Superiore di Sanità.

Altra importante questione quando si parla di tatuaggi riguarda il grado di informazione sui rischi e qui gli italiani si mostrano poco informati. Solo il 58,2% degli intervistati conosce i rischi mentre si abbassa al 41,7% la percentuale di chi è adeguatamente informato sulle controindicazioni alla pratica del tatuaggio.

Commenti

glasnost

Lun, 07/09/2015 - 21:07

Beh! le donne sono donne e se, fino al Concilio di Trento, non avevano neanche l'anima, qualche ragione ci sarà pure! o no?

Ritratto di Pajasu75

Pajasu75

Mar, 08/09/2015 - 08:31

Se avessi un paio di milioni di euro da investire aprire una clinica per la cancellazione dei tatuaggi: il sole, il passare del tempo, e la moda faranno il resto. Tra qualche anno avrei la fila davanti alla porta!

Beaufou

Mar, 08/09/2015 - 08:37

Ospio, le donne sono amanti del tatuaggio? Io credevo che fosse prerogativa di nerboruti e rudi marinai usi a solcare i mari sfidando tempeste, squali, procelle e pirati, con una donna in ogni porto... Come cambiano i tempi. Ahahah.

Ritratto di do-ut-des

do-ut-des

Mar, 08/09/2015 - 08:41

la crisi, la crisi! Non si arriva a fine mese. Così dicono!! Tagliamo le ore di lavoro e diamo lavoro a tutti. Soltanto che la questione è che molti tatuati sono proprio quelli che hanno 2 euro in tasca, da quello che noto.

Accademico

Mar, 08/09/2015 - 09:17

Infatti, oltre sette milioni di imbecilli.

Ritratto di wilfredoc47

wilfredoc47

Mar, 08/09/2015 - 09:34

Il segno dei tempi, l'ottenebrazione della mente. Non c'è da stare tanto allegri, o sereni come dice il fiorentino mangiafagioli, stiamo affondando!!!

Ritratto di Zagovian

Zagovian

Mar, 08/09/2015 - 09:41

@do-ut-des:...concordo!...Chissà cosa vogliono dimostrare,come si "sentono realizzati",nel mostrare i loro tatuaggi!!....Come sono belle quelle gambone,a mò di prosciutto,con quei disegnini "frù-frù"...Come sono carine quelle "ciccione",con altrettanti disegnini,su braccia e spalle,super abbondanti!!!....Loro sono "realizzati",pensano,commentano queste cose....e nella maggior parte dei casi sono "progressisti"....

Tuthankamon

Mar, 08/09/2015 - 09:58

Per quanto mi riguarda i tatuaggi e i piercing sono una moda ignominiosa. Il pubblico sembra non comprendere che questa robaccia maschera significati in antitesi con il desiderio di pace e di bontà che apparentemente ci vorrebbero inculcare in questa società!

Ritratto di gianniverde

gianniverde

Mar, 08/09/2015 - 10:29

Credo che i più grandi promotori di tatuaggi siano i calciatori(oltre alle orribili chiome) ed i cantanti che hanno bisogno di mostrarsi per avere meriti che non hanno,ed i poveri di spirito li seguono.

giovauriem

Mar, 08/09/2015 - 11:04

l'omologazione dei cretini , compreso i miei figli .

Palmer

Mar, 08/09/2015 - 11:18

Solo 7 milioni di mentecatti? Pensavo peggio. Che tristezza, non vedi altro che poveri imbecilli impiastricciati.

venco

Mar, 08/09/2015 - 11:34

I tatuati, in quanto laici e sinistri in genere, fanno parte dell'area sostenitrice dell'immigrazione islamica, in futuro saranno i primi a lasciarci la gola.

Ritratto di dlux

dlux

Mar, 08/09/2015 - 11:52

Primo (unico) requisito: Q.I. prossimo allo zero. Il resto è conseguente: genere femminile, età, situazione economica...

Ritratto di dlux

dlux

Mar, 08/09/2015 - 11:59

...dimenticavo la conseguenza più importante: l'appartenenza politica.

Ritratto di gzorzi

gzorzi

Mar, 08/09/2015 - 12:06

Da vomito vederli su persone ormai attempate.

gneo58

Mar, 08/09/2015 - 12:07

7.000.000 di poveretti (soprattutto mentali)

abocca55

Mar, 08/09/2015 - 12:39

Sono marchiati. Così la gente sa con chi ha a che fare, e il livello d'intelligenza di questa gente.

Ritratto di stenos

stenos

Mar, 08/09/2015 - 13:04

Poi quando il vippame deciderà che i tatuaggi sono out, se li faranno cancellare a prezzi salati gli idioti se li dovrenno tenere. Moda per poveracci mentali....

Ritratto di che_gue

che_gue

Mar, 08/09/2015 - 13:06

Non mi sono mai divertito tanto a leggere i commenti come in questo caso: ma fate i comici di professione o siete prorio così simpatici di vostro? Veramente spassosi!!

Tuthankamon

Mar, 08/09/2015 - 13:21

che_que ... se ho ben compreso la tua replica, aggiungo che i tatuaggi e i piercing sono il segno di una profonda ignoranza e bassezza culturale di ritorno. Purtroppo molti non comprendono l'origine di questa robaccia nè i "significati perversi" che gli vengono appiccicati addosso spesso a loro insaputa. Tutti segni di violenza, occultismo ed esoterismo della peggior specie. E magari si sentono anche fichissimi, alla moda e moderni! Poveri illusi e manovrati dal potere! Ciao!

Ritratto di che_gue

che_gue

Mar, 08/09/2015 - 13:40

@Tuthankamon: grazie per la lezione: ora mi sento un po' meno ignorante!Spero di poter attingere ancora alla tua illuminante saggezza. Con deferenza

bruno.amoroso

Mar, 08/09/2015 - 14:15

Tuthankamon: saranno sicuramente parte dei poteri giudo-pluto-masson-rettil-neocon-global-capitalisti

BlackMen

Mar, 08/09/2015 - 14:40

venco: il suo non è un problema di opinione, ma di distacco dalla realtà vero e proprio e di mancata percezione di quest'ultima. Altrimenti non si spiegherebbe questa sua singolare attribuzione dei tatuaggi alla cultura di sinistra. Solo per darle un piccolo scorcio di ciò che c'è al di là del suo naso faccia così, vada su google e digiti tatuaggi + nazisti....poi magari ne riparliamo

Ritratto di marco piccardi

marco piccardi

Mar, 08/09/2015 - 14:45

mai avuto il desiderio di farmi tatuare. Non sono nato in una capanna masai e nemmeno in un sobborgo lurido di Calcutta. tatuaggi ed orecchini sono segni esterori di coloro che hanno la necessita' di identificarsi in un gruppo. un vero Fascista non ha bisogno di tatuarsi

steacanessa

Mar, 08/09/2015 - 14:47

che_gue: semplicemente penoso. Sette milioni di belinoni.

venco

Mar, 08/09/2015 - 15:00

Blackmen 14:40, un cristiano ha rispetto per se stesso e per il prossimo.

Ritratto di che_gue

che_gue

Mar, 08/09/2015 - 15:04

@marco piccardo: hai ragione: un vero fascista si riconosce dalla puzza!

bruno.amoroso

Mar, 08/09/2015 - 15:46

marco piccardi: allora vai a cortei dei fascistelli amici tuoi a contare quanti hanno la pelle pulita. Ti basta una mano

Tuthankamon

Mar, 08/09/2015 - 15:48

@che_gue ... potrei entrare nel dettaglio di quanto siano miserabili questi segni ... deferisci pure ... @bruno.amoroso ... non immagini quanto lontano sono dalla tua battuta. Ciao.