"Voglio vedere Veronica": uomo armato in tribunale

"Fatemi vedere Veronica Panarello". Un uomo di 65 anni si è presentato armato al tribunale di Ragusa con una richiesta precisa: incontrare la mamma di Loris

"Fatemi vedere Veronica Panarello". Un uomo di 65 anni si è presentato armato al tribunale di Ragusa con una richiesta precisa: incontrare la mamma di Loris. L'episodio è accaduto lo scorso 3 marzo, ma la notizia è stata appresa soltanto adesso. L'uomo fermato dalle forze dell'ordine ha subito affermato di non voler far del male alla Panarello. Ma è bastato questo gesto per scatenare il panico in tribunale. Il sessantacinquenne aveva in tasca una pistola ed è stato denunciato per porto d'armi abusivo. L'uomo è stato anche sfortunato.

Infatti per la data scelta c'era in programma l'interrogatorio di Andrea Stival e non quello di Veronica Panarello. Intanto il nonno di Loris ha confermato ai magistrati la sua innocenza. “Sbigottito dalle accuse infamanti” della nuora, che lo indica come il suo amante e l’assassino di suo figlio Loris, l’uomo dice: “Non si spiega il perché lo abbia fatto”, ma Andrea Stival nelle cinque ore davanti al sostituto procuratore di Ragusa, Marco Rota, resta ferma sulla propria posizione: “Non l’ho ucciso io e non ho una relazione con lei”. “Lui non ha bisogno di alibi perché nessuno lo vede, mai, sui luoghi dell’omicidio – osserva l’avvocato Biazzo – e in ogni caso il fatto che lui quella mattina si trovava con la compagna è stato confermato. Le telefonate con Veronica? Ci sono state e rientrano nella gestione di un rapporto assolutamente familiare”.

Commenti

Libero1

Mar, 08/03/2016 - 13:41

Dopo che il suocero nega di essere stato amante-assasino(cosa si aspettavano che dicesse e' vero)sembra che la Panariello dopo le confessioni sia diventata una persona scomoda da far fuori.

un_infiltrato

Mar, 08/03/2016 - 15:46

Peccato davvero. Se l'avessero lasciato passare, il vecchietto avrebbe risolto il caso. E vabbèh... vorrà dire che ripiegheremo per l'ergastolo.