LETTERATURA EROTICA Storia della prostituta Josefine Mutzenbacher

Oggi a 2,99 euro "Josefine Mutzenbacher Ovvero storia di una prostituta da lei stessa narrata": il passato sessualmente tormentato di una prostituta viennese SCARICA QUI L'EBOOK

SCARICA QUI "JOSEFINE MUTZENBACHER" A 2,99 EURO

Sebbene nessun autore ne abbia rivendicato la paternità, Josefine Mutzenbacher Ovvero storia di una prostituta da lei stessa narrata, è stato attribuito all'austriaco Felix Salten o, da alcuni, a Arthur Schnitzler.
Questo celebre romanzo narra le vicende di una prostituta, che ripercorre il suo passato sessualmente tormentato tra orge, incesto e varie pratiche sessuali.

Tra le divinità che governavano la Vienna di fine secolo, il ruolo centrale tocca sicuramente a Eros. A celebrarlo, il corteo delle sacerdotesse del dio che è sempre aperto dallo "süsses Mädel", la ragazza dei sobborghi, inesperta e accesa, che si brucia precocemente le ali cedendo all'ufficialetto o all'aristocratico elegante.
Se la nostra fantasia colloca il "mito asburgico" sotto il segno della leggerezza, questo è un libro che rimanda alla dimensione del concreto, alla dialettica inequivocabile del più diretto dei rapporti umani, l'incontro sessuale.
Il linguaggio e le descrizioni crude introducono subito il lettore all'interno delle esperienze erotiche della protagonista

Questa Josefine Mutzenbacher è un'incarnazione del süsses Mädel con cui ha in comune l'ambiente e i condizionamenti, con la differenza che dall'estrazione proletaria ha imparato precocemente che il proprio corpo, una donna, se vuole innalzarsi, deve venderlo non donarlo, e che i maschi, ombre interscambiabili, diventano pericolosi solo se una se ne innamora.

Una provocazione che diventa poi scandalo, quando si scopre che l'anonimato sotto il quale apparve il libro (nel 1906) celebrerebbe il notissimo scrittore, Felix Salten, famoso ai più per una storia di tutt'altra natura e pubblico: "Bambi".

SCARICA QUI L'EBOOK