Ecco le 188 candidate sicure di entrare in parlamento

Lunga la lista delle riconferme: Elisabetta Gardini, Isabella Bertolini, Rosy Bindi, Anna Finocchiaro, Barbara Pollastrini. La Sinistra arcobaleno punta su Francescato, Palermi, Gagliardi, Borsellino e Menapace. Per l'Italia dei valori seggio certo per il tesoriere del partito, Silvana Mura

Piemonte
Camera 1. Il Partito della Libertà lancia la ex sottosegretario agli Esteri Margherita Boniver, la ex sottosegretario all’Istruzione Maria Grazia Siliquini e Manuela Repetti; Il Pd si affida a Anna Rossomando; la Sinistra Arcobaleno punta su Grazia Francescato, presidentessa dei Verdi Europei e su Daniela Alfonzi.
Camera 2. Il Pdl porta a Montecitorio Maria Teresa Armosino, ex sottosegretario all’Economia; il Pd Elisabetta Rampi; la Sinistra Arcobaleno punta sulla ex sindacalista Maria Teresa Di Salvo detta Titti.

Senato. Per il centrodestra la chirurga plastica Maria Rizzotti; per il centrosinistra l’ex ministro degli Esteri radicale Emma Bonino, la senatrice uscente Magda Negri, e la deputata uscente Maria Leddi in Maiola; l’Italia dei valori sceglie l’avvocato Patrizia Bugnano; la formazione di Bertinotti Marilde Provera, ex dirigente della Fiom Torino.

Lombardia
Camera 1. Tra le file del Pdl si trovano Stefania Craxi, figlia di Bettino, l’europarlamentare Cristiana Muscardini, l’ex assessore all’Istruzione della provincia di Milano Paola Frassinetti, l’ex sottosegretario all’Istruzione Valentina Aprea, Mariella Bocciardo e l’insegnante brianzola Elena Centemero. Il Partito democratico sceglie due ministri uscenti come Linda Lanzillotta (Affari Regionali) e Barbara Pollastrini (Pari opportunità) ed Emilia Grazia De Biasi; per l’Idv scende in campo uno dei suoi fondatori, Silvana Mura, ex imprenditrice della moda ed assessore nella giunta bolognese di Cofferati.
Camera 2. Pdl rosa con la coordinatrice regionale di Forza Italia Mariastella Gelmini, la deputata uscente Laura Ravetto e Viviana Beccalossi, attuale vice di Formigoni in Regione Lombardia; la Lega schiera invece la deputata uscente Carolina Lussana e Silvana Andreina Comaroli; nelle fila del Pd la leader teodem Paola Binetti e la deputata uscente Lucia Codurelli; per la Sa la candidata sindaco dei verdi a Monza, Rossana Del Regno.
Camera 3: due sole donne. Per il Pdl la deputata uscente Chiara Moroni; per l’Udc Anna Teresa Formisano, ex assessore alle Politiche familiari della regione Lazio.

Senato. Nel centrodestra Ombretta Colli (attrice, cantante, già presidente della provincia di Milano e assessore comunale alle Periferie) e Maria Alessandra Gallone; per la Lega la presidente della commissione regionale Programmazione e Bilancio, Rosa Angela Mauro; nel Pd la teodem Emanuela Baio, la ex senatrice diessina Fiorenza Bossoli e la ex segretaria della Cgil di Crema Cinzia Maria Fontana; la Sinistra Arcobaleno porta a Palazzo Madama Rita Borsellino, sorella del giudice Paolo, ucciso dalla Mafia, la femminista-marxista Giovanna Capelli, l’esperta di Welfare Erminia Emprin e la senatrice uscente Maria Agostina Pellegatta.

Trentino-Alto Adige
Camera. A guidare il gruppo del Pdl la pluridecorata sciatrice di fondo e deputata uscente Manuela Di Centa; nel Pd ecco la ex dirigente diessina Laura Froner; nella Sa Klaudia Resch, vicepresidente meranese della Lega delle Cooperative altoatesine, prende il posto di Marco Boato.

Senato. Nei sette collegi dai quali emergono i senatori, quasi sicura l’elezione di Helga Thaler Ausserhofer a Bressanone, per la Sudtiroler Volkspartei.

Veneto
Camera 1. Centrodestra che assicura un seggio alla deputata forzista uscente Lorena Milanato, all’ex sindaco di Padova Giustina Destro e ad Elisabetta Gardini, showgirl e attrice ora portavoce di Forza Italia; la Lega punta forte sulla ex presidentessa della provincia di Vicenza Manuela Dal Lago e sull’ex assessore alla Sanità della regione Veneto Francesca Martini; per il Partito democratico Anna Margherita Miotto e sulla vice responsabile del Dipartimento Esteri dei Ds Federica Mogherini Rebasani; la Sinistra sceglie la vicecapogruppo dei verdi alla Camera, Luana Zanella.
Camera 2. Per il Pdl la presidente dei giovani della Confapi, Catia Polidori; per il partito di Veltroni il ministro della Famiglia uscente Rosaria Bindi detta Rosy, il sindaco di Roncade Simonetta Rubinato e la segretaria dei Ds veneziani Delia Murer.

Senato. il centrodestra porta a Montecitorio l’avvocato Maria Elisabetta Alberti Casellati e il membro della commissione inchiesta sugli Incidenti sul lavoro Anna Bonfrisco; nel Pd l’ex ministro alla Sanità e commissario straordinario della Croce Rossa Maria Pia Garavaglia e l’ex sottosegretario alla Solidarietà sociale Cecilia Donaggio detta Franca; per la Sinistra la senatrice uscente e ambientalista Anna Donati e l’ex deputato Luisa De Biasio in Calimani.

Friuli-Venezia Giulia
Camera. Sicuramente onorevole, per il Pd, Maria Antonietta Farina vedova Coscioni, vedova di Luca, l’economista esponente dei Radicali morto per sclerosi laterale amiotrofica nel 2006 e protagonista di un dibattito sull’eutanasia; per la Sinistra ecco la direttrice della Fondazione culturale Banca Etica Sabina Siniscalchi.

Senato: per il Pd va a Palazzo Madama la consigliera regionale slovena Tamara Blazina.

Liguria
Camera. Centrodestra che si affida a Fiamma Nirenstein, editorialista de «Il Giornale», e all’insegnante ex Dc Gabriella Mondello; Veltroni punta sul ministro allo Sport Giovanna Melandri e sulla senatrice uscente Sabina Rossa.

Senato. Il Partito Democratico punta sulla presidente della commissione Difesa Roberta Pinotti.

Emilia Romagna
Camera. Seggio sicuro nel Pdl per la presidente dei Circoli della libertà Michela Vittoria Brambilla e per l’avvocato Isabella Bertolini, vicepresidente dei deputati forzisti; nel Pd posto fisso per le deputate uscenti Donata Lenzi, Carmen Motta e Manuela Ghizzoni, per la capo ufficio stampa di Palazzo Chigi Sandra Zampa, e per l’ex direttrice della tv diocesana riminese Elisa Marchioni; Sinistra Arcobaleno che ripresenta le deputate Katia Canotti e Donatella Mungo e la capogruppo dei verdi in regione Daniela Guerra.

Senato. Berlusconi affida un seggio alla più volte membro della commissione Igiene e Sanità Laura Bianconi; Veltroni sceglie la capogruppo ulivista ed ex ministro alle Pari opportunità Anna Maria Finocchiaro, l’assessore modenese Mariangela Bastico, Rita Ghedini della Legacoop, il sindaco di Copparo Maria Teresa Bertuzzi e le senatrici uscenti Leana Pignedoli e Albertina Soliani.

Toscana
Camera. Dalla tv al seggio per il Pdl Deborah Bergamini, ex dirigente Rai, e ancora il direttore del «Secolo d’Italia» Flavia Perina e il sindaco di Castiglion della Pescaia Monica Faenzi (protagonista della piccola polemica con Prodi in occasione della visita del premier); per il Pd la vicesindaco di Arezzo Donatella Mattesini, la geologa diessina Raffaella Mariani e il sindaco di Campiglia Marittima Silvia Velo; la Sinistra punta invece su Marisa Micchi e sull’assessore all’ambiente di Empoli Mercedes Lourdes Frias (di origine dominicana e di religione evangelica); Casini si affida invece alla deputata uscente Luisa Capitano.

Senato. Donne solo a sinistra. Nel Pd la ricercatrice Vittoria Franco, il capo dipartimento per le Pari Opportunità Silvia Della Monica e la presidente dell’Auser di Viareggio Manuela Granaiola; nella Sa seggio per la capogruppo al Senato dei Verdi-Comunisti italiani ed ex direttore del quotidiano «Liberazione» Manuela Palermi e per un’altra giornalista come Rina Gagliardi Morandi.

Umbria
Camera. Per il Pd la vicepresidente del gruppo Ulivo alla Camera Marina Sereni; per la Sinistra la scrittrice femminista e pacifista Maria Luisa Boccia.

Senato. Partito Democratico al femminile con l’accademica Anna Rita Fioroni.

Marche
Camera. Veltroni punta sull’imprenditrice Maria Paola Merloni e sulla margheritina legata ai focolarini Maria Letizia De Torre; Sa si affida alla storica leader antimilitarista Lidia Brisca Menapace.

Senato. Pd che va sul sicuro sulle senatrici uscenti Silvana Amati e Marina Magistrelli, avvocato margheritino; per la Sinistra l’ex senatrice comunista Rosalba Cesini.

Lazio
Camera 1. Nel centrodestra seggio per l’avvocato di Giulio Andreotti Giulia Buongiorno, Beatrice Lorenzin, il medico Melania De Nichilo Rizzoli e l’ex attrice Fiorella Ceccacci; nel centrosinistra guida l’armata rosa la «precaria» Maria Anna Madia, già nell’entourage di Enrico Letta e Giovanni Minoli), poi il consigliere delegato per l’handicap del Comune di Roma Ileana Argentin e l’assessore alle Politiche educative del Comune Maria Coscia; per la Sinistra l’avvocato Paola Balducci.
Camera 2. Il Pdl schiera la vicepresidente della Camera Giorgia Meloni e la ex portavoce del Family day Eugenia Maria Roccella; nel Partito Democratico il segretario generale del Csm Donatella Ferranti e la deputata uscente Maria Teresa Amici detta Sesa.

Senato. Centrodestra al femminile con la senatrice uscente Laura Allegrini; Sinistra Arcobaleno che sceglie l’antinuclearista e ambientalista Loredana De Petris, promotrice del referendum sulla procreazione assistita; per l’Udc la principessa Alessandra Borghese.

Abruzzo
Camera. Pdl che porta a Montecitorio il medico esperta di problemi dell’infanzia Carla Castellani e l’imprenditrice Paola Pelino; il Pd si affida al ministro della Sanità uscente Livia Turco; Sa sindacalista, con il segretario nazionale della Spi Cgil Betti Leone.

Senato. Nelle file del Partito Democratico la deputata uscente Giuseppina Fasciani detta Pina.

Molise
Camera. Unica donna Sabrina De Camillis, capogruppo di Forza Italia nel consiglio regionale.

Puglia
Camera Nel Pdl l’ex showgirl e deputata Gabriella Carlucci, la collaboratrice della rivista «Formiche» Elvira Savino, la presidentessa dell’Associazione donne marocchine Souad Sbai e Barbara Mannucci; nel Pd hanno un piede alla Camera l’industriale della pasta Margherita Mastromauro, la deputata uscente Teresa Bellanova, l’assessore barese Cinzia Capano e la leader storica della consulta lesbica Gayleft Anna Paola Concia; la Sinistra punta sull’economista comunista Cristina Tajani.

Senato. Il Pdl assicura un posto ad Adriana Poli Bortone (ex sindaco di Lecce, europarlamentare e sfidante di Vendola alle elezioni regionali) e la deputata uscente Simonetta Licastro Scardino; nel Pd l’ex deputata della Rosa nel pugno Donatella Poretti; nella Sa l’ex vicepresidente della commissiome Cultura e Pubblica Istruzione alla Camera Alba Sasso.

Campania
Camera 1. Nel centrodestra seggio sicuro per Alessandra Mussolini (europarlamentare e leader di Azione sociale), l’ex consigliere regionale e giornalista Giuseppina Castiello e il sottosegretario alla Giustizia uscente Daniela Melchiorre; nel Pd Olga Di Serio in D'Antona detta Olga D'Antona, sindacalista e vedova del giuslavorista ucciso dalle Br, e Luisa Bossa, sindaco di Ercolano.
Camera 2. Nel Pdl il deputato uscente Maria Rosa Carfagna, la coordinatrice forzista di Benevento Nunzia De Girolamo, l’imprenditrice turistica Giulia Cosenza e la bolzanina deputata uscente Michaela Biancofiore; nel Pd la 26enne Giuseppina Picierno detta Pina (subentrata a De Mita) e la segretaria particolare della Scuola Luciana Pedoto.

Senato. Guida la truppa rosa del Pdl Barbara Debra Contini, ex governatrice di Nassirya e rappresentante dell’Italia in Darfur), poi Diana Carla Carmela De Feo, giornalista e moglie di Emilio Fede; nel Pd la ds «in quota Bindi» Anna Maria Carloni (moglie di Bassolino) ,le senatrici uscenti Maria Fortuna Incostante e Teresa Armato (assessore regionale alla Ricerca), e Franca Chiaromonte, figlia di Gerardo, numero due del Pci ai tempi di Berlinguer.

Basilicata
Camera. Per la Sinistra Caterina De Simone detta Titti, fondatrice dell’Arcilesbica.

Senato. Per il Pd Maria Antezza in Papapietro.

Calabria
Camera. Il Pdl assicura un seggio alla componente della commissione antimafia Angela Napoli, alla giornalista Consolata Golfo detta Lella e alla presidente della commissione Pari Opportunità del Senato Ida D'Ippolito; il Pd fa lo stesso con Rosa Maria Villecco Calipari, vedova del funzionario del Sismi Nicola, morto durante la liberazione della giornalista Giuliana Sgrena, con il magistrato Doris Lo Moro e con Maria Grazia Laganà Fortugno, vedova del vicepresidente del consiglio regionale Francesco, ucciso dalla ’ndrangheta.

Senato. Per il Pd unica donna la docente cattolica Daniela Mazzucconi.

Sicilia
Camera 1. Veltroni si affida alla capogruppo del Pd a Palermo Alessandra Siragusa e a Daniela Cardinale, figlia dell’ex ministro delle Comunicazioni Salvatore; Sinistra rosa tendente al fucsia con Wladimiro Guadagno in arte Luxuria.
Camera 2. Centrodestra femminile con l’ex ministro alle Pari opportunità Stefania Prestigiacomo e con Barbara Saltamartini; per il Pd seggio sicuro per la radicale Rita Bernardini.

Senato. Berlusconi si affida all’architetto Simona Vicari; Veltroni alla senatrice uscente e moglie di Piero Fassino Anna Maria Serafini; Bertinotti alla femminista vicina a «il manifesto» Daniela Dioguardi.

Sardegna
Camera. Pd in rosa con l’assessore alla Sicurezza sociale di Cagliari Amalia Schirru e con Caterina Pes, leader del movimento Progetto Sardegna.

Senato. Il Pd garantisce un seggio l’europarlamentare Luciana Sbarbati; la Sinistra lo assicura a Maria Eleonora Di Biase detta Marinora, della segreteria regionale della Cgil.