Un altro marchio italiano in mani straniere: Pernigotti diventa turca

La famiglia Averna vende per i gianduiotti. Ma Mr Geox riacquisisce Diadora

Da oggi anche i gianduiotti non saranno più italiani. Il marchio Pernigotti, infattti, è stato venduto dalla famiglia Averna al gruppo turco Toksoz, con sede a Istanbul.

Si tratta dell'ennesimo marchio storico del "made in Italy" a passare in mani straniere e che (da solo) generava un giro d’affari di 75 milioni di euro grazie allo stabilimento di Novi Ligure (Alessandria), dove l’azienda occupa circa 150 dipendenti.

"In tutti gli anni di lavoro svolti in Pernigotti abbiamo profuso un grande impegno nel miglioramento qualitativo dei prodotti, nel rinnovamento della gamma e nel potenziamento produttivo ed organizzativo. Negli ultimi mesi siamo stati oggetto di un forte interesse da parte dei principali operatori nazionali ed esteri; siamo lieti di affidare Pernigotti al gruppo Sanset della famiglia Toksoz, solido e determinato ad agire in ottica di continuità e sviluppo. Pernigotti, facendo leva sul notevole know-how acquisito e sulla complementarietà con Sanset, continuerà il processo di crescita intrapreso in Italia, in Turchia e negli altri mercati internazionali", spiega Averna. Intanto il gruppo turco garantisce: "Manterremo e potenzieremo l’attuale struttura, sviluppando l’attività in nuove e interessanti aree geografiche, sfruttando la forza del marchio Pernigotti. Introdurremo Pernigotti nel mercato turco cosi come in altri importanti paesi".

Una (piccola) buona notizia arriva però sul fronte abbigliamento. Mario Moretti Polegato, fondatore di Geox, ha infatti riacquistato tramite la finanziaria di famiglia Lir il marchi Diadora per Cina, Hong Kong e Macao, per 9,2 milioni di dollari.

Commenti

killkoms

Gio, 11/07/2013 - 21:00

mamma li turchi!

Ritratto di Reinhard

Reinhard

Gio, 11/07/2013 - 21:22

Mamma li turchi... Che con la liretta turca si comprano le aziende italiane con l'eurone. Grazie Prrrodi, ti auguro tante belle cose.

Ritratto di pipporm

pipporm

Gio, 11/07/2013 - 21:39

Se vengono venduti anche marchi non in crisi, sarà mica colpa degli industriali che vogliono maggiori ricavi?

Ritratto di pipporm

pipporm

Gio, 11/07/2013 - 21:39

Se vengono venduti anche marchi non in crisi, sarà mica colpa degli industriali che vogliono maggiori ricavi?

Gianca59

Gio, 11/07/2013 - 22:06

Grandioso:pure li turchi mo' ..... Italia allo sbando.

mariolino50

Gio, 11/07/2013 - 22:08

Gli industriali italiani, prendi i soldi e scappa, i fondatori di grandi aziende si rivoltano nella tomba, ora anche i turchi.

wotan58

Gio, 11/07/2013 - 22:16

Le imprese italiane, come dai report Bankitalia (che dicono cose evidenti a tutti) sono globalmente le peggio messe in Europa per redditività, capitalizzazione ed indebitamento. Logico che siano le più appetibili per acquisti low-cost... ringraziamo il nostro governo che controbilancia rendendo il mestiere di imprenditore impossibile non solo per gli italiani, ma anche per gli stranieri....

sasha80

Gio, 11/07/2013 - 22:53

Ma quale mamma li turchi! Ma la volete smettere di vivere nell'800? Oggi la Turchia è un paese in forte crescita e ha un'efficienza e una pulizia che oggi noi ci sognamo, prendetelo un aereo ogni tanto. Non commento neanche il solito ignorante che da la colpa all'euro e a Prodi (!) che non centrano nulla. E che i marchi girano e cambino di proprietà è solo un bene per i consumatori, l'efficienza, l'economia e la qualità dei prodotti, il sistema medievale delle famiglie che eternamente si passavano i marchi di padre in figlio è fallimentare e anti-economico. E' vergognoso che in un giornale di destra moderno, che quindi dovrebbe essere liberale e liberista (non fascista) si vada contro l'enconomia libera anti-corporazioni, anti-familista, anti-statalista. Libertà di mercato, impresa, abbasso i monopoli e le rendite di posizioni parassitarie e stataliste uccidi Italia del passato, viva il mercato e la libera concorrenza!

Ritratto di OraBasta

OraBasta

Gio, 11/07/2013 - 23:18

I turchi ........ Altro che italia di..... che schifo!!!!

Ritratto di Runasimi

Runasimi

Ven, 12/07/2013 - 01:30

Sapete cosa succederà? I turchi pervasi da tendenze islamiche sempre più invadenti imporranno a Toksoz di non produrre quei deliziosi cuneesi al rum. COME QUEI TALI DELLA FORMULA UNO CHE HANNO PROIBITO I FESTEGGIAMENTI CON CHAMPAGNE ALLA FINE DELLE GARE. L'ISLAM AVANZA.

Duka

Ven, 12/07/2013 - 07:12

Questo il miglior risultato del governo dei tecnici: HANNO COSTRETTO LE NOSTRE ECCELLENZE A VENDERSI. E la banda dei farlocchi è stata pure pagata profumatamente.

poitelodico

Ven, 12/07/2013 - 09:03

Se perfino i turchi vengono a comprare in Italia siamo messi davvero bene...D'altronde cosa c'è da sperare di un paese in mano a cialtroni, menefreghisti, mafiosi, farabutti, fannuloni?

wainer

Ven, 12/07/2013 - 09:35

I turchi in questione hanno i soldi e grandi coltivazioni di nocciole (due ingredienti indispensabili per i gianduiotti) peccato per il RISCHIO AFLATOSSINE... W.