Il Venezuela sull'orlo della crisi: il prezzo della benzina cresce del 6.000%

Il successore di Chavez tenta la mossa della disperazione per evitare il tracollo economico del Paese: svalutazione del bolivar e taglio ai sussidi statali per il carburante

Il Venezuela è sull'orlo del tracollo finanziario e il presidente Nicolas Maduro ha annunciato misure eccezionali per fronteggiare la crisi.

Il successore di Hugo Chavez ha comunicato ieri la decisione di aumentare fortemente il prezzo della benzina e di svalutare la divisa nazionale, il bolivar.

La prima misura intende fare leva sulla forte vocazione del Venezuela come esportatore di petrolio - il prezzo del carburante schizzerà dagli attuali 0,009 centesimi al litro fino a 0,54 centesimi: un rincaro di oltre il 6mila per cento. "Il Venezuela - ha ricordato Maduro - ha la benzina meno cara al mondo: il suo prezzo è praticamente pari a zero”. La corsa al ribasso dei prezzi del petrolio sul mercato internazionale ha ulteriormente aggravato la già provata economia venezuelana, con il risultato di costringere il governo a misure di emergenza, giustificate dal presidente come "un modo indispensabile per riequilibrare le cose".

La politica dirigista del regime, incline ad intervenire pesantemente nel mercato interno, aveva finora seguito una politica di sussidi statali che contribuiscono a tenere basso il prezzo del carburante - tagliando questo tipo di aiuti Maduro conta di risparmiare fino a 720 milioni all'anno.

La seconda misura annunciata dal presidente è poi quella di una forte svalutazione del bolivar nei confronti del dollaro: un dollaro varrà 10 bolivar e non più 6,3 come accadeva fino ad oggi. Nel 2015 l'inflazione aveva toccato il 141% dopo la decisione di Caracas di stampare moneta per compensare il calo del prezzo del petrolio.

Secondo gli analisti internazionali, però, queste misure non riusciranno a migliorare più di tanto la situazione del Paese sudamericano: il sistema monetario creato da Chavez ha lasciato tracce troppo profonde per essere sanate senza riforme molto più radicali di quelle adottate in queste ore.

Annunci

Commenti
Ritratto di marco piccardi

marco piccardi

Gio, 18/02/2016 - 12:40

tipico esempio di una nazione rovinata dal comunismo. il Venezuela , terra ricchissima e bellissima distrutta da una ideologia perversa che ha generato corruzione e miseria oltre ogni immaginazione. In Italia comunque abbiamo poco da stare allegri perche' stiamo andando nella stessa direzione.

Ritratto di stenos

stenos

Gio, 18/02/2016 - 12:47

Chissa perche' dove governano i comunisti gli stati vanno in default, venezuela chavez, brasile lula piu' dilma, cuba castro, grecia compagni vari itaglia renzi o perlomeno maggioranza pd.

Holmert

Gio, 18/02/2016 - 12:53

Ecco dove portano i governi social-comunisti,tronfi e spocchiosi,con le loro politiche del tutto a tutti e con soldi e ricchezza data a piene mani a todos el pueblo,senza se e senza ma. Alla fine il sistema crolla. Nonostante le tante ricchezze e risorse naturali. Il Venezuela ,meta ambita una volta da tanti nostri immigrati, mio padre compreso,ora terra disastrata. Gente che torna, dice che la sera debbono asserragliarsi in casa. Caracas è una delle città più insicure per rapine ed omicidi, l'inflazione impazza e la fame è nera. Viva il socialismo ed el pueblo unido que jamás será vencido. Con i pidocchi come farfalle,però.

Ritratto di mbferno

mbferno

Gio, 18/02/2016 - 13:00

Prima l'Argentina ora il Venezuela.E pensare che ci sono molti italiani che si sono o vogliono trasferirsi da quelle parti.Mah.

marygio

Gio, 18/02/2016 - 13:02

gli amerikkioni voglio anche il petrolio del venezuela....ahhhhhh

macchiapam

Gio, 18/02/2016 - 13:05

La verità è che la debolezza venezuelana è di molto anteriore a Chavez: si è continuato a vivere di rendita sulla vendita del petrolio, senza attuare nessuna misura per modernizzare la nazione. Ora i nodi sono giunti al pettine e occorreranno lacrime e sangue per salvare il paese dal totale disastro.

rokko

Gio, 18/02/2016 - 13:17

marco piccardi, più che dal comunismo direi che il Venezuela è la prima vittima del calo generalizzato delle quotazioni del petrolio. Se continua così, presto anche altri stati che vivono solo grazie al petrolio se la vedranno brutta.

Ritratto di Alex Biffi

Alex Biffi

Gio, 18/02/2016 - 13:31

Evviva la izquierda compagneros: il delfino di quel farabutto di Chavez, più che un delfino si è rivelato ... un tonno!

Ritratto di mbferno

mbferno

Gio, 18/02/2016 - 13:36

@stenos. Purtroppo è vero quanto scrive e lo dissi anche io tempo fa:mi viene il sospetto che non sia casuale la corrispondenza comunisti-rosso-buchi di bilancio quasi fosse una sorta di legge scritta incontestabile o di legge fisica dimostrata empiricamente.È certo comunque che in qualsiasi paese governi il comunismo,i risultati sempre quelli sono:un FALLIMENTO TOTALE,le cui conseguenze le paga sempre il popolo e mai i governi.Mi domando perciò se la mente umana sarà mai in grado di debellare definitivamente questo CANCRO, ormai in metastasi,che divora,come una gigantesca piovra,qualsiasi cosa.

giottin

Gio, 18/02/2016 - 13:41

@marco piccardi, come vede alcuni non vedono al di là del proprio naso. A codesti trinarciuti non è assolutamente possibile fare loro capire il più misero dei ragionamenti, sono minorati ...

Pelican 49

Gio, 18/02/2016 - 14:03

Riparare ai danni dei comunisti è sempre un'impresa!

Ritratto di dbell56

dbell56

Gio, 18/02/2016 - 14:11

Spero che i popoli delle nazioni produttrici di petrolio con l'oro nero ci si facciano dei bei clisteroni purganti!

Ritratto di do-ut-des

do-ut-des

Gio, 18/02/2016 - 14:14

ma cosa pensano questi comunisti, che facendo pagare le tasse a chi lavora per distribuirli a chi è povero si sistema tutto? Se non sono tutti a dare il proprio contributo è come aggiungere peso su peso su una colonna portante, prima o poi crolla anch'esso. Non hanno idee, di progresso, forse proprio non lo vogliono, visto le idee balzane con le loro uscite.A loro piace un mondo disastrato.

Ritratto di do-ut-des

do-ut-des

Gio, 18/02/2016 - 14:18

aumenta il prezzo della benzina!!!! Dovrebbe essere una misura di crescita! Da noi sono mesi che sono preoccupati perchè diminuisce! Quindi è meglio che si mettano d'accordo qual è la cosa migliore, che salga o scenda? Oooooh quante b@lle che hanno! Se è cotta non va bene, se è cruda nemmeno!

gneo58

Gio, 18/02/2016 - 15:01

se la mettono a 0.54 qui facciamo i salti

Ritratto di Zagovian

Zagovian

Gio, 18/02/2016 - 15:08

@marco piccardi,@stenos:.....certo!...Ho un amico in Brasile,che mi definisce il suo Paese(dopo anni di "guida comunista"),come il TITANIC che sta andando inesorabilmente,contro un enorme iceberg!!!....Ed in italia,non siamo certo messi meglio!!!

Ildebrando

Gio, 18/02/2016 - 15:40

In realta' in Venezuela il governo uscito dalle elezioni ( li le fanno! ) e' di matrice nazional socialista, diversa dalla ex matrice marxista comunista in salsa europea modificata geneticamente e divenuta addirittura filo-occidentale. Il governo venezuelano ha molti piu estimatori nelle destre sociali europee piu' che nelle cosiddette sinistre. Ricordiamoci che Ugo Chavez, alla sua morte fu omaggiato da Forza Nuova, che tutto e', tranne comunista.

Ritratto di marco piccardi

marco piccardi

Gio, 18/02/2016 - 15:48

@Zagovian, giustissimo, anche il Brasile sta affondando proprio perche' e' governato da comunisti.

Ritratto di nowhere71

nowhere71

Gio, 18/02/2016 - 16:10

il capitalismo e' l'iniqua distribuzione della ricchezza, il comunismo e' l'equa ripartizione della miseria... Abbasso i kommuni!!!!

corbin

Gio, 18/02/2016 - 16:10

terre bellissime rovinate dal comunismo che è parto dell'ignoranza del cattolicesimo. ovunque il cattolicesimo si è espanso ci si ritrova nella schiavitù più nera, e tutto questo a anome di Gesù!! nessuna libertà, nessun pensiero libero, nessuna terra libera. tutte ex colonie di spagna e portogallo, intrise fino nel dna di cattolicesimo.....occorre cambiare al più presto

Anonimo (non verificato)

alfa553

Gio, 18/02/2016 - 16:51

marygio,non ho l'abitudine di offendere e tantomeno dare consigli,ma simpaticamente ti invito a una visita ,per lo meno oculistica,non credi,ma se ti va bene cosi.......anche a me.

Ritratto di bingo bongo

bingo bongo

Gio, 18/02/2016 - 16:57

Prossima fermata Roma? nopecoroni.it

Ritratto di stenos

stenos

Gio, 18/02/2016 - 17:31

@zagovian, mia moglie e' brasiliana ho la i parenti e oltre ad aver visto fuori dai circuiti turistici, conosco per filo e per segno le nefandezze di lula prima e dilma poi. @mbferno. Lei quindi come me e' consapevole che il pd e' sempre il solito pci camuffato.,lo chiamino come gli pare ma i banditi e il brodo di cultura e' quello.

Ritratto di marco piccardi

marco piccardi

Gio, 18/02/2016 - 17:34

@rokko, certamente il crollo del prezzo del greggio non ha aiutato quell che resta dell'economia Venezuelana. il problema nasce negli anni 70 quando il Venezuela, estremamente ricco e abbastanza efficiente, fa il passo piu' lungo della gamba ed elargisce pensioni a quarantenni. comunque gia' allora molti soldi nella mani di pochissimi che trattavano la popolazione come schiavi ritardati mentali. in pochi paesi del sudamerica ho visto lo sprezzo dei ricchi nei confronti dei poveri come in Venezuela. Questo e' stato il germe che ha fatto nascere il comunismo di chavez, il quale ha poi fatto il resto.

sparviero51

Gio, 18/02/2016 - 18:19

RISULTATI DEI SEGUACI DEL " CHE ". SOMARI COMUNISTI !!!

smoker

Gio, 18/02/2016 - 19:39

Fallimento totale del chavismo , navigano sul petrolio e sono in miseria.

cgf

Gio, 18/02/2016 - 21:25

Ho girato da nord a sud il Venezuela quattro anni fa, devo ammettere che in realtà il prezzo della benzina era veramente bassissimo, meno dell'acqua minerale, ricordo che solo una volta abbiamo pagato circa 9 USD un pieno ad un SUV, ma perché eravamo vicino ad una zona mineraria difficilmente raggiungibile.

cgf

Gio, 18/02/2016 - 21:26

Ho girato da nord a sud il Venezuela quattro anni fa, devo ammettere che in realtà il prezzo della benzina era veramente bassissimo, meno dell'acqua minerale, ricordo che solo una volta abbiamo pagato circa 9 USD un pieno al SUV, ma perché eravamo vicino ad una zona mineraria difficilmente raggiungibile.

papik40

Ven, 19/02/2016 - 01:40

Altro bell'esempio di fallimento del sistema "socialismo reale"

umby69

Ven, 19/02/2016 - 02:18

Grazie socialcomunismo di Chavez e Maduro avete distrutto un tesoro immenso il Vebnezuela!! Meditare compagnucci fanatici.?..

umby69

Ven, 19/02/2016 - 02:22

Non trovate scuse sul ptrolio,il vero colpevole è Chavez ed i suoi compagnucci,lasciatevelo dire da chi ha visitato il povero Venezuala stuprato dal comunismo...

claudioarmc

Ven, 19/02/2016 - 07:58

I grandi benefici del Chavismo

cgf

Ven, 19/02/2016 - 23:20

altro grosso problema è che non si trovano più piloti disposti a volare con aerei carichi di droga dopo gli abbattimenti che ci sono stati. Senza contare che Cuba ha iniziato andare a braccetto con gli USA, in Argentina non c'è più Kristina, il Brasile è messo quasi peggio, Morales? un altro Chavez, ma presto anche lui uscirà di scena... sopratutto dopo aver esternato l'intenzione di governare a vita, quindi..

pasquinomaicontento

Dom, 21/02/2016 - 16:22

Non si muove foglia che il Fondo Monetario Internazionale non voglia...tutti o quasi i governi di questo mondo vengono pilotati secondo i dettami di quella ventina di ultra gangsters miliardari che fanno il bello e il cattivo tempo... Non c'è bisogno di truppe di terra, si gioca sullo spread,Berlusconi docet,c'è solo una cosa che ci riporta tutti allo stato prenatal,:"La Commare Secca"che s'è inventata una nuova carriera per chi in vita non ha potuto mai emergere :la santità...avete mai visto un santo in vita? Appunto,è dopo morto che un uomo viene fatto santo,e inizia una nuova carriera...fare miracoli...e se non ci riesce...glie li attribuiscono ugualmente,ma io sto andando fuori pista fermiamoci a Berlusconi e allo spread e,scusate.