Formula 1, Ricciardo accusa Vettel: "A volte diventa matto"

Il pilota australiano della Red Bull ha attaccato il ferrarista dopo la "ruotata" inferta a Hamilton durante il Gp di Baku: "Deve imparare a controllarsi"

Non si placano le polemiche su quanto successo tra Hamilton e Vettel al Gp di Formula 1 in Azerbaigian. Dopo il botta e risposta tra i due piloti che si sono rimpallati le responsabilità sulla "ruotata" inferta dal tedesco della Ferrari all'inglese del team Mercedes dopo un improvviso rallentamento di quest'ultimo in regime di safety car, ai microfoni della Bbc il vincitore del Gp di domenica Daniel Ricciardo prende le difese di Hamiton.

"Vettel? A volte probabilmente non pensa prima di agire. Talvolta diventa matto", le parole del pilota australiano della Red Bull.

Tuttavia Ricciardo, che in carriera ha vinto 5 Gran premi, ha precisato: "Forse è solo guidato dalla passione e dalla voglia. Lo rispetto molto per la sua grinta e il suo amore per questo sport, che converte in una gran passione e a volte aggressività. Ma oggi avete visto... si fa prendere dall'impulso del momento", la candida ammissione dell'ex pilota di Toro Rosso.

Rispetto all'attacco di Vettel alle ruote di Hamilton, la versione della Ferrari è la seguente: il pilota della Mercedes avrebbe frenato prima del rientro della safety car innescando il tamponamento di Vettel e la successiva manovra gomma contro gomma costata 10 secondi di penalità al tedesco. "Che Lewis abbia rallentato o meno, lui ha tutto il diritto di dettare il ritmo -ha sottolineato l'australiano - Lui è il leader e avrà pensato che era troppo presto per accelerare. Probabilmente Seb era un po' troppo sovraeccitato", la conclusione di Ricciardo.

Intanto i bookmakers si scatenano su chi sarà il vincitore del Mondiale piloti di quest'anno. Per ora le quote attribuite a Hamilton e Vettel, i due principali favoriti al successo finale, i equivalgono: entrambi sono bancati a 1.95. Significa che scommettendo 10 euro sul "cavallo" vincente, se ne intascherebbero 19,95.

Commenti
Ritratto di gianniverde

gianniverde

Lun, 26/06/2017 - 17:50

Egregio ricciardo vorrei ricordarti che in F1 non c'è il codice della strada per cui devi tenere le distanze altrimenti hai torto.Se chi è davannti può permettersi di dettare il ritmo o mettersi ad inchiodare la macchina credo che le corse finirebbero al primo giro.Secondo il mio parere visto che hamilton doveva fermarsi hanno tirato fuori la storia della ruotata,che in effetti non ha danneggiato nessuno.

Ritratto di semperfideis

semperfideis

Lun, 26/06/2017 - 17:51

Scusatemi ma la regola di avere al massimo 10 monoposto dalla prima alla safety car è una idiozia ??? E scusatemi allora Bottas che manda fuori gara Riki...non era da penalità.???

cecco61

Lun, 26/06/2017 - 18:46

Ricciardo: mi dia retta. Uno che ama lo champagne condito col sudore dei piedi non ha titolo per commentare gli altrui comportamenti. Guidi, stia zitto e ringrazi che non la espellano per offesa al buon gusto.

Ritratto di hernando45

hernando45

Lun, 26/06/2017 - 19:50

Le F1 non hanno i fanalini dello STOP, quindi frenare improvvisamente dopo una curva invece di accelerare, deve essere considerata una manovra pericolosa Riccardo!!! AMEN.

stefano di ancona

Lun, 26/06/2017 - 20:18

Ma perché ha tamponato solo vettel? Capisco la voglia di superare Hamilton alla ripartenza, ma la distanza deve essere tenuta da chi sta dietro; inoltre dalla telemetria lewis ha rallentato non frenato. Brutta invece la reazione e a seb è andata anche bene

Ritratto di marione1944

marione1944

Lun, 26/06/2017 - 20:25

Non ho mai visto sanzioni a verstappen, a botas, a Hamilton o ad altri che hanno letteralmente incidentato le Ferrari. Come mai? I commissari dormono? sono ciechi? O sono pagati dalla Mercedes?perchè non hanno sanzionato verstappen per aver toccato kimi? Perché non hanno mai sanzionato verstappen quando va contro le Ferrari?