Berlusconi: "Abrogare l'attuale finanziamento ai partiti"

Il Cav all'Huffington Post: "Nel Pdl bisogna immettere personalità nuove, ma bisogna evitare il professionismo della politica". Poi apre: "Monti candidato dei moderati? Vedremo". Nel pomeriggio lancia un avvertimento: "La politica rischia di morire nel discredito"

Dall'apprezzamento per la scelta di Renata Polverini di dimettersi da presidente della Regione Lazio alla necessità di dare una sferzata al centrodestra rifondando il Pdl. E ancora: la delusione per le politiche messe in atto dal premier Mario Monti, l'anti politica di Beppe Grillo e la spinta innovativa di Matteo Renzi all'interno del Partito democratico. In una intervista fiume, concessa all'Huffington Post (leggi qui) alle cinque e mezza di venerdì scorso e "aggiornata" ieri sera dopo le dimissioni della Polverini, Silvio Berlusconi analizza l'attuale situazione politica con uno sguardo teso al futuro e alle prossime elezioni. "Sono disposto a sostenere con tutto il cuore un candidato che non sia io", ha assicurato il Cavaliere spiegando che lo stesso Monti potrebbe essere "un candidato perfetto dei moderati", anche se deve prima candidarsi. Tuttavia, in giornata, Berlusconi ci ha tenuto a precisare che "il Pdl non è allo sbaraglio" e che del caso Lazio sono "corresponsabili tutti i partiti".

Rinnovare il centrodestra

La prima preoccupazione è la Regione Lazio. Ieri sera la Polverini ha deciso di lasciare e mandare a casa la Giunta. “Apprezziamo la scelta della Polverini, che pur non avendo compiuto nulla di immorale né di illegittimo, ha ritenuto, di fronte alle gravi emergenze venute alla luce nell'utilizzo dei fondi pubblici, di consentire con le sue dimissioni un cambiamento dell'amministrazione”, ha spiegato il Cavaliere tornando a ribadire che adesso è arrivato il momento di rinnovare l'intera classe politica. "Bisogna immettere personalità nuove, ma non sempre basta essere giovani - ha continuato l'ex premier - bisogna essere giovani e capaci, giovani e professionali". Tuttavia, Berlusconi ha messo subito in chiaro che va evitato "il professionismo della politica, quello di chi ha alle spalle trent’anni in parlamento e quando va in televisione la gente non ne può più. Io vorrei che in televisione andassero solo i giovani". Ad ogni modo, la sensazione di Berlusconi è che "l’assetto elettorale del 2013 sia ancora tutto da costruire".

Le responsabilità in Regione Lazio

Per Berlusconi la Polverini "si è assunta responsabilità che sono di sistema e riguardano tutte le classi dirigenti in ogni partito". "Nessuno può chiamarsi fuori - ha spiegato il Cavaliere - tutti i gruppi nel Consiglio regionale del Lazio erano corresponsabili: maggioranza e opposizione". Adesso, a detta dell'ex premier, è necessario "intervenire con estrema decisione, con coraggio e severità: la politica in Italia rischia di morire nel discredito in conseguenza di comportamenti collettivi e individuali intollerabili al senso comune e alla coscienza pubblica". In una nota pubblicata nel pomeriggio, l’ex premier ha, quindi, sottolineato che ora "bisogna abrogare il sistema di finanziamento di gruppi e partiti così come l’abbiamo conosciuto. Si sono fatti dei passi in questa direzione, a livello centrale, ma non basta. Le finanze pubbliche regionali e locali - ha spiegato - devono subire un esame senza indulgenze, e si deve procedere all’abrogazione di ogni erogazione impropria e alla messa in opera di controlli indipendenti che nessuna norma legislativa a tutela dell’indipendenza delle istituzioni può ostacolare. L’autonomia della politica è una cosa seria, non si difende consentendo comportamenti indecenti. Su questo garantisco, a nome mio personale e della squadra che entrò in politica nel 1994 per cambiare l’Italia, un impegno di risanamento senza incertezze". Per Berlusconi occorre "un forte rinnovamento per tornare alla politica come servizio e non come fonte di guadagno per i singoli".

I risultati del governo Monti

Non è certo un mistero il fatto che molte politiche messe in campo dai tecnici non abbiano mai trovato il favore di Berlusconi. Tanto per citarne una: l'Imu sulla prima casa. "Monti era sulla carta il miglior presidente del consiglio per un governo d’emergenza che avesse l’appoggio sia della maggioranza sia dell’opposizione e potesse fronteggiare al meglio la crisi - ha rivelato il Cavaliere all'Huffington Post - io per primo lo avevo indicato a suo tempo come commissario europeo, e a Bruxelles non ci ha deluso". Secondo Berlusconi, Monti è partito bene scegliendo una politica di continuità rispetto a leggi di bilancio, riforme e provvedimenti assunti dal precedente governo in accordo con l’Europa nella lettera di impegni. Poi, però, qualcosa si è appunto rotto. "Nel momento in cui si doveva accompagnare l’austerità con la crescita, ha pesato sul governo Monti il condizionamento della sinistra: i veti del Pd sulla riforma del mercato del lavoro hanno interrotto l’azione riformatrice", ha puntualizzato l'ex premier rinfacciando a Monti di aver "preferito aumentare le tasse invece di rimettere in moto produzione e consumi". Da quel momento il Pdl ha, infatti, assunto un atteggiamento critico verso l'esecutivo. Proprio per questo, in caso di vittoria alle prossime elezioni, la proposta di Berlusconi è di abolire l’Imu sulla prima casa: "Una tassa intollerabile per gli italiani, che diversamente dal resto d’Europa abitano per l’80% nella casa di proprietà. L’Imu andrebbe considerata una imposta “una tantum” per l’emergenza, un pronto soccorso che dovrebbe trasformarsi in Imu federale soltanto sulle seconde case".

Le politiche in Europa

"Rispetto a Monti sarei stato meno ligio alla Germania - ha spiegato il Cavaliere - uno stato egemone che detta agli altri paesi europei la regola del rigore e dell’austerità, con la pretesa che attraverso l’austerità si possa ridurre il debito". Ma questa è un’illusione: "Il debito pubblico si diminuisce con l’aumento del Pil, che significa sviluppo e crescita". Ma il vero, grande errore è stato commesso con l’euro. Un errore che difficilmente potrebbe essere rimediato dal momento che "oggi sarebbe difficile uscire dall’Eurozona". Tuttavia, sul futuro dell'unione monetaria si prospettano tre possibilità. "La prima - ha spiegato Berlusconi nell'intervista - convincere la Germania che non possiamo andare avanti solo con l’austerità. La seconda: che la Germania esca dall’euro, un’ipotesi non fantascientifica se le stesse banche tedesche hanno valutato la possibilità della sostituzione dell’euro con il marco e, terzo, che escano dall’euro gli altri paesi, il che però significherebbe la fine della moneta comune e la rottamazione dell’Europa". Delle tre il Cavaliere preferisce sicuramente la numero uno: convincere la Germania. "Il problema - ha continuato - è quello di riformare l’Unione europea e attribuire alla Bce le prerogative di una vera banca centrale, compreso il ruolo di garante dei debiti sovrani di tutti gli stati che hanno ceduto il loro diritto di stampare moneta all’Unione europea e per essa alla Bce, rendendo così aperti al rischio di default i loro debiti sovrani".

Le dimissioni da Palazzo Chigi

Nell'intervista all'Huffington Post Berlusconi è tornato a spiegare le ragioni del suo passo indietro da Palazzo Chigi. "La ragione del passo indietro era politica - ha detto - è stato un gesto di responsabilità verso il paese. Il mio governo, e io personalmente, siamo stati a lungo oggetto di una pesantissima campagna mediatico-giudiziaria e di speculazione, interna e internazionale". Oggi è evidente a tutti che la responsabilità dell’innalzamento dello spread non era dell'ex premier o delle misure prese dal precedente governo. "Lo spread, rimasto pure con Monti sull’ottovolante per mesi, fino a quota 536 punti base il 24 luglio scorso - ha fatto notare - è diminuito solo quando Mario Draghi ha dichiarato l’impegno della Bce a fare tutto il necessario per soccorrere i Paesi debitori acquisendo titoli di stato dei paesi in difficoltà". E ancora: "Qualcuno nella sinistra aveva addirittura sostenuto che con le mie dimissioni lo spread sarebbe diminuito di 300 punti base… Tutti hanno capito che lo spread altro non è che il premio per il rischio che gli investitori ritengono di correre acquistando titoli di uno stato che non ha più la possibilità di stampare moneta, esponendo così, lo ripeto, il proprio debito sovrano al rischio di default"

Il futuro di Monti

Berlusconi ci ha tenuto a far notare che la distizione tra tecnici e politici è piuttosto labile. "Nel momento in cui sono entrati nel governo, i tecnici sono diventati protagonisti della politica - ha continuato - molti di loro già avevano una lunga esperienza di lavoro al fianco della politica". Il Cavaliere stesso si considera un tecnico sceso in politica: "L’importante è non essere professionisti della politica, ma essere arrivati alla politica avendo già una propria attività di successo". Proprio per questo l'ex premier non chiude alla possibilità di sostenere un candidato forte che non sia lui. Il nome di Monti viene ripetuto nei corridoi dei palazzi romani. L'obiettivo dell'ex premier resta ancora quello di "scongiurare che l’Italia finisca in mano a soggetti che in comune non hanno proprio nulla". "Io stesso ho avuto problemi con i miei alleati, eppure partivamo da basi comuni che sembravano solide - si è chiersto Berlusconi - cosa potrà mai accadere all’Italia governata da un’armata Brancaleone che comprende Vendola e Casini, Bersani, la Bindi e Di Pietro?".

L'accanimento giudiziario

Berlusconi ha ribadito di non avere alcuna paura dell'assalto giudiziario mosso contro di lui da certe procure. "Ho sempre trovato un giudice a Berlino, non sono mai stato condannato nonostante un accanimento giudiziario che non ha eguali nel tempo e nel mondo, e che purtroppo ha già interferito nella storia d’Italia", ha detto il cavaliere ricordando come "nel 1994, un avviso di garanzia pubblicato sul Corriere della Sera provocò, con l’intervento di Scalfaro, una crisi con i miei alleati leghisti che fece cadere il governo e allontanò per anni l’avvio delle riforme. E tutto per un’accusa dalla quale anni dopo, troppo tardi, fui giudicato innocente con formula piena per non aver commesso il fatto". Tuttavia, ha sottolineato Berlusconi, "l’accanimento giudiziario non mi ha mai impedito e non mi impedirà mai di fare ciò che sento il dovere di fare, nell’interesse del Paese che amo"

Beppe Grillo, un attore brillante

Tornando a parlare del leader del Movimento 5 Stelle, Beppe Grillo, Berlusconi lo ha definito "un attore brillante che ha saputo abilmente sfruttare le potenzialità della rete per interposta persona, e che attenendosi scrupolosamente a un copione scritto, ha cavalcato e cavalca una protesta legittima contro la degenerazione di una certa politica fondata sull’incompetenza e sul privilegio". Nonostante l'elevato gradimento riscosso soprattutto negli ultimi mesi, Berlusconi non è affatto spaventato da Grillo dal momento che "non è riuscito a proporre qualcosa di costruttivo". L'ex premier è, infatti, convinto che il guru a 5 Stelle "non sarebbe proprio in grado di governare". "L’Italia non ha bisogno in questo momento di salti nel buio, ma di una guida esperta e capace - ha continuato il Cavaliere - è significativo che i candidati grillini preferiscano non apparire in pubblico, non confrontarsi. Tra loro ci sono giovani animati da una sincera volontà di impegnarsi nella vita civile e questo è un bene, vanno rispettati. Ma hanno poco a che fare con Grillo, che resta uno straordinario istrione e nella vita ha costruito soltanto un successo teatrale".

Commenti

LOUITALY

Mar, 25/09/2012 - 10:39

Abbiamo votato PDL per anni ma il vomito più vomito di così non ce lo saremmo mai aspettato. Uno schifo che grida vendetta. Il PDL con i nostri voti appoggia il GOLPE ANTIDEMOCRATICO in atto, continua a rimenere attaccato a privilegi medioevali, arraffa solid a destra ed a manca. Una vergogna senza fine. Ha promesso l'abolizione dell'ICI ed ha votato tutte ma prorpio tutte le tasse medioevali inclusa l'IMU. MAI PiÙ PDL sono peggio dei peggiori comunisti. W la libertà!

STRAZZACAPPA

Mar, 25/09/2012 - 10:39

Ho capito,vogliono cambiare tutto,perchè tutto resti come prima!...

Pazz84

Mar, 25/09/2012 - 10:44

Lo dice uno che non è mai cambiato in 20 anni?? credibilissimo

Ritratto di ADM

ADM

Mar, 25/09/2012 - 10:44

Bene...e così Berlusconi...finalmente parlò! Trovo il Cavaliere, spesso, troppo silente! Buona giornata.

Ritratto di 02121940

02121940

Mar, 25/09/2012 - 10:49

Silvio ha detto: “Adesso cambieremo tutto”. Lo votiamo dall'altro secolo e non è riuscito a cambiare niente. Quanto alla sua stima per Polverini devo dire che è tutta sua e non la condivido affatto: se il Pdl ripresenterà Polverini voterò contro, in quanto l'astensione non mi sembra sufficiente.

vabenetuttook

Mar, 25/09/2012 - 10:57

ma vi rendete conto che quest'uomo si è sempre solo e soltanto fatto i suoi comodi?facile per lui dire non sono mai stato condannato, sono capaci tutti a non farsi condannare cambiando le leggi in parlamento, tra l'altro grazie ai propri avvocati parlamentari; e un altra cosa, i comunisti non esistono piu da parecchio, proprio come i fascisti..

Ritratto di Dreamer_66

Dreamer_66

Mar, 25/09/2012 - 10:58

"Cosa potrà mai accadere all’Italia governata da un’armata Brancaleone che comprende Vendola e Casini, Bersani e Di Pietro?" E non si sa cosa potrebbe accadere. Sappiamo però cos'è successo all'Italia governata da lui...

Massìno

Mar, 25/09/2012 - 10:59

Cambiamo tutto. Ah però io mi ricandido premier per la sesta volta.

Ritratto di PaoloDeG

PaoloDeG

Mar, 25/09/2012 - 10:59

Di vicende squallide é piena la politica italiana, anche la politica berlusconiana! Quello che é necessario Etica e Morale mancano! Ma i politici devono anche possedere Judicium, Ratiocinium et Scientia Intuitiva, che mancano anche a buona parte dei politici in Italia! Il popolo perde sempre più la fiducia nella politica! Berlusconi vuole ricomporre il suo partito sulle basi dell'Etica e della Morale, ma la storia recente ci insegna che Berlusconi non é all'altezza di discernere tra AntiEtica ed Etica ed AntiMorale e Morale! Quello che serve al paese non é più Berlusconi, ma un rinnovo del mondo politico intero con un numero dimezzato ma efficiente ed idoneo! Anche gli amministratori pubbilici devono essere più efficienti ed idonei e di numero dimezzato! In questo modo si risparmiano un mucchio di soldi e si incoraggiano i cittadini! Se io fossi il Capo dello Stato licenzierei immediatamente tutti coloro che hanno profittato, senza sostituirli, diminuendo in questo modo il numero dei politici! Lo Stato intero stà in prima fila per difendere la Patria e non per sfruttarla! Il Capo dello Stato deve intervenire immediatamente e licenziare chiunque manca contro questo principio!

bisesa dutt

Mar, 25/09/2012 - 11:00

è una buonissima giornata, cambia tutto, berlusconi se ne va

Ritratto di 02121940

02121940

Mar, 25/09/2012 - 11:01

Silvio ha detto: “Adesso cambiamo tutto”. Però lo votiamo dall'altro secolo e non è riuscito a cambiare niente. Quanto alla sua stima per Polverini devo dire che è tutta sua e non la condivido affatto: se il Pdl ripresenterà Polverini voterò contro, in quanto l'astensione non mi sembra sufficiente.

Ritratto di Memphis35

Memphis35

Mar, 25/09/2012 - 11:02

"Monti candidato dei moderati? Vedremo". Era la mossa che mancava al PDL per innescare il dispositivo di autoestinzione.

KARLO-VE

Mar, 25/09/2012 - 11:03

rinnovare il pdl con tanti giovani che facciano quello che lui dirà di fare o dire. solo un'operazione di facciata

cwo11

Mar, 25/09/2012 - 11:04

Bisogna evitare il professionismo della politica??? Scusa Berlusconi, ma i signori Cicchitto, Gasparri e La Russa cosa hanno fatto nella vita, oltre a lucrare sulla politica??

Ritratto di rapax

rapax

Mar, 25/09/2012 - 11:05

e giù fino al baratro..il pdl mi pare non abbia speranze..

Ritratto di fritz1996

fritz1996

Mar, 25/09/2012 - 11:14

Silvio, Monti te lo voti tu. Un tuo ex-elettore.

cwo11

Mar, 25/09/2012 - 11:15

Votiamo compatti il MOVIMENTO 5 STELLE, non c'è altra speranza di cambiamento pacifico in questo dannato Paese.

sevgiovanni

Mar, 25/09/2012 - 11:15

Questa notivà di Berlusconi la stavamo proprio aspettando con ansia ! Capisco che può essere una strategia per scombinare ancor di più la sinistra, ma quei pochi elettori rimasti del PDL li perderà definitivamente. Quali camiali aveva firmato prima di mollare il precedente governo ? Vorrei proprio saperlo.

vabbeh

Mar, 25/09/2012 - 11:16

riscrivo perche il precedente e' stato censurato: cosa volete azzerare dopo quasi 20 anni dal 1994? votate MS5 cosi' li mandiamo tutti a casa. se l'iperdemocrazia di Grillo e' un sogno ad occhi aperti come scriveva il Giornale, la democrazia di pdl, pd e compagnia bella e' un incubo ad occhi aperti! saluti

antes1

Mar, 25/09/2012 - 11:17

Meglio l'Armata Brancaleone che la Banda Bassotti.

andrea da grosseto

Mar, 25/09/2012 - 11:20

Monti va bene ma solo come fantoccio, che tanto con la Merkel c'è abituato. Poi il governo farà l'opposto di come governa attualmente.

giangi85

Mar, 25/09/2012 - 11:20

@LOUITALY: mi ha tolto le parole di bocca!!!

andrea da grosseto

Mar, 25/09/2012 - 11:22

Pazz84 e meno male che almeno lui non è mai cambiato. Perché avrebbe dovuto? E' sicuramente meglio di chi lo ha preceduto e seguito.

Ritratto di Ludovicus

Ludovicus

Mar, 25/09/2012 - 11:27

Monti candidato dei moderati? Bravo Silvio, l'idea giusta per far sparire il pdl definitivamente dalla circolazione.

Cassandraprof

Mar, 25/09/2012 - 11:32

COMICO A DIR POCO. RICORDO A TUTTI CHE IL SIGNOR MONTI COME LA FORNERO SI PRENDERANNO LA PENSIONE E IL TFR CON IL SISTEMA RETRIBUTIVO. HANNO SEMPRE LAVORATO (???) A TEMPO INDETERMINATO. HANNO CUMULATO PIU' INCARICHI CONTEMPORANEAMENTE O MEGLIO HANNO MANTENUTO QUELLO DI PROFESSORONI UNIVERSITARI.... MA SOPRATUTTO HANNO ED AVRANNO SEMPRE LA RESPONSABILITA' DI ... NON AVER MESSO CON LE SPALLE AL MURO GENTE COME IL BERLUSCA.... FACENDO DEI DECRETI LEGGE - MODIFICATI DURANTE LA STAMPA - CHE 1)INTRODUCANO IL MANDATO VINCOLANTE A PENA DECADENZA E DENUNCIA PER TRUFFA ELETTORALE 2)VOTO SEMPRE PALESE DEI SENATORI E DEPUTATI 3) RIDUZIONE A 200 DEI DEPUTATI E 100 DEI SENATORI (MENO SONO MENO COSTANO MA... SOPRATUTTO MEGLIO SI POSSONO CONTROLLARE!!!!!)4)PATRIMONIALE PROGRESSIVA VERA DEL 3% ANNUO PER 5 ANNI SOPRA IL 1.000.000 EURO A TESTA!!!! 5)SISTEMA ELETTORALE PROPORZIONALE ALLA TEDESCA 6)ABOLIZIONE DELLE PENSIONI NETTE SOPRA I 4000 EURO PER CHIUNQUE!!!!

Ritratto di veon

veon

Mar, 25/09/2012 - 11:41

Bravo silvio, grazie di avermi levato ogni dubbio sul NON votare PDL mai più.

Amon

Mar, 25/09/2012 - 11:44

Berlusconi che e' in politica da 20 anni ? ma come fate a dare credito ancora a quest'uomo o alla sua formazione politica tra pd pdl fli ex dc etc etc c'e' gente che non ha mai fatto un giorno di lavoro vero in vita sua...gli stessi che non cedono un centesimo del loro immeritato compenso in un periodo dove nemmeno chi ha ancora un lavoro puo' ritenersi fortunato visti stipendi/prezzi

Paul Vara

Mar, 25/09/2012 - 11:49

Riprendono le pagliacciate di Berlusconi.

Ritratto di Dreamer_66

Dreamer_66

Mar, 25/09/2012 - 11:54

Presentarsi lui candidato? Dipende dal sistema elettorale. Monti candidato dei moderati? Vedremo. Silvio Berlusconi: un uomo con poche idee ma confuse.

Ritratto di Dreamer_66

Dreamer_66

Mar, 25/09/2012 - 11:57

PaoloDeG: ... il capo dello stato non ha i poteri per fare ciò che lei chiede.

vabbeh

Mar, 25/09/2012 - 11:58

basta scrivere "volete azzerare tutto? votate M5S" e il Giornale non ti pubblica. redazione debole... questa e' la vostra liberta? deluso

Ritratto di Dreamer_66

Dreamer_66

Mar, 25/09/2012 - 12:00

"L'Italia può tornare in mano ai comunisti". Dopo il fallimento della sua esperienza politica Berlusconi non trova di meglio che ribadire i soliti slogan consunti. E questo significa "cambiare tutto"???

Antenato

Mar, 25/09/2012 - 12:05

"Cambiare tutto" una voltaveniva fattoaffinché tutto restaee come prima.

Roberto Monaco

Mar, 25/09/2012 - 12:06

Ma cosa può ancora avere da dire questo vecchio? Berlusconi è l'altra faccia di D'Alema, Casini e compagnia bella. Questa generazione ha arraffato l'arraffabile, e ha lasciato, oltre alle macerie, il vuoto, perchè si sono guardati bene dal far crescere una generazione di giovani per rimpiazzarli successivamente. Sentir Berlusconi che dice "cambiamo tutto" dà la certezza del fatto che non cambierà nulla.

Ritratto di centocinque

centocinque

Mar, 25/09/2012 - 12:07

No Mr. Berlusconi, basta tradimenti degli elettori: un monti bis propsio no, fa le stesse cose delle sinistre, tanto vale Bersani. Il mio voto ad un PDL che si comporta come si sta comportando non lo darò più

baldo1

Mar, 25/09/2012 - 12:15

Folle...

elalca

Mar, 25/09/2012 - 12:15

destra e sinistra fate schifo tutti. ladri magliari e incapaci. non saranno renzi e il suo mentore (puparo) gori a rottamarvi. La nazione è una pentola a pressione e prima o poi vi esploderà in faccia. via tutti che l'aria è ormai irrespirabile. vergognatevi

chiara63

Mar, 25/09/2012 - 12:18

Berlusconi "adesso cambiamo tutto"... Togliere l'Imu sulla prima casa anche per chi ha grossi patrimoni o comunque case di un certo pregio mi pare una cosa poco equa, l'imu con le detrazioni vigenti non è un grosso peso per le classi meno abbienti e comunque si può ancora migliorare. Che poi Berlusconi e tanti altri del Pdl si possano definire moderati fa ridere i polli...Poi dire che gli avversari sono un "armata Brancaleone" e scongiurare sempre il pericolo comunista da parte di chi è amico dei vari Putin e C. fa un po' sorridere e rivela l'inettitudine dell'uomo. Se poi il rinnovamento del partito sarà fatto con gli stessi criteri che hanno portato alla candidatura di una come la Minetti possiamo stare tranquilli e toglierci ogni dubbio sul non votare mai più Pdl

Rossana Rossi

Mar, 25/09/2012 - 12:21

Che commenti demenziali......vi meritate un bel governo stile Armata Brancaleone ma poi non lamentatevi. E' vero che il PDL ha fatto poco o niente ma nessuno di voi si ricorda le ostruzioni a suon di procure ? Tenetevi i kompagni,quelli ve li meritate !

linoalo1

Mar, 25/09/2012 - 12:24

Per evitare'il Professionismo della Politica'c'è una sola strada!Fare una legge che impedisca l'elezione ad una qualsiasi carica pubblica,di cittadini che abbiano compiuto i 60 anni!Per lo meno non dovremmo più subire le stesse facce e le stesse idee sempre dalle stesse persone!Lino.

Ritratto di Ausonio

Ausonio

Mar, 25/09/2012 - 12:25

In Portogallo la più grande manifestazione di tutti i tempi contro BCE, UE e FMI, il gotha del potere oligarchico della finanza. Ovviamente silenzio dei nostri media di regime.

Ritratto di deep purple

deep purple

Mar, 25/09/2012 - 12:33

Cambiare tutto? Certo, quindi non ricandidare più Pisanu, Scajola, Frattini, Tremonti, Miccichè, La Russa, tutti gli ex democristiani e tutti gli ex an/msi. Sono loro che con controcanti, veti e proposte politiche strane hanno fatto e fanno di tutto per impedire la realizzazione di quelle riforme che servono a rendere lo Stato moderno ed efficiente. Le mele marce sono loro e se il pdl (o come si chiamerà) ricandiderà anche solo uno di essi, subirà un sconfitta elettorale senza precedenti. Con questi personaggi sarà sempre impossibile fare qualsiasi riduzione della burocrazia, delle tasse, dello Stato, ma anche abolizione degli sprechi (privilegi della casta nazionale e locale, enti inutili, ecc.) e riforme istituzionali.

gpl_srl@yahoo.it

Mar, 25/09/2012 - 12:35

Caro Berlusconi! l' armata Brancaleone non si ferma a Vendola e di Pietro davanti a Casini e Fini, ma a Monti, ministro delle finanze! credo che questo sia un vero e proprio invito ad un colpo di stato: quindi non solo alla uscita dalla zona Euro, ma anche alla uscita dall' europa intera: per un tale momento non ci resterebbe altro che una poltrona di fianco a Fidel Castro con monti intento a brindare ....

Ritratto di unLuca

unLuca

Mar, 25/09/2012 - 12:58

parole, parole, parole soltanto parole. nei fatti lo sostiene.

michetta

Mar, 25/09/2012 - 13:22

Tanto continuero' a predicarealla mia famiglia, i miei amici e colleghi di andare alle urne, prendere le schede che saranno consegnate e barrarle in modo di ANNULLARE TUTTO, senza dare la possibilita' poi, ai brogli sempre presenti di fare la loro apparizione. Avremo così, dimostrato il totale DISPREZZO che abbiamo maturato nei confronti di chi ci ha imbrogliato e taglieggiato per tutto questo tempo, dopo aver promesso che avrebbe tagliato i parlamentari, le loro prebende e le ns. tasse, per poter facilitare i consumi e la crescita! Per noi, signor Berlusconi, lei non esiste piu' e così anche i suoi amici e compagni di scuola.

Ritratto di Ausonio

Ausonio

Mar, 25/09/2012 - 13:23

B. sostiene Monti, il governo massonico di banche e finanza. Non è credibile

Ritratto di Attila51

Attila51

Mar, 25/09/2012 - 13:30

Avevo un sogno. Siamo un gruppo famigliare con 50 voti ex PDL. Dal 94 abbiamo avuto un sogno e come risposta abbiamo avuto un partito dove i ladri,le mignotte,i papponi e i mafiosi hanno fatto il bello e cattivo tempo. 50 voti persi. Vergognatevi. PS Cavaliere..rimanga a gestire Fininvest:ci guadagna in salute e soldi.

ilsignorrossi

Mar, 25/09/2012 - 13:43

berlusconi ...............ti sei giocato anche l'ultima briciola di credibilità

ludovik

Mar, 25/09/2012 - 13:53

Adesso cambieremo tutto....hahahaah pure i bananas non lo voteranno più

Benado

Mar, 25/09/2012 - 13:56

Occorre sequestrare i soldi rubati,la Finanza si dia da fare! Controlli i patrimoni. Propongo i lavori forzati per chi ha rubato, per chi si e' arricchito propongoo la pena di morte .

andrea da grosseto

Mar, 25/09/2012 - 13:58

Attila51 come risposta hai avuto un governo che non ti taglieggiasse come sta facendo questo qui, o come ha fatto Prodi e compagni prima di lui. E a me questo basta e avanza, senza bisogno di parlare d'altro che se no si fa notte. Tutto il resto è propaganda. Se poi a qualcuno sta bene invece votare ugualmente ladri, mignotte, papponi e mafiosi ed essere anche massacrato di tasse si può rivolgere tranquillamente a sinistra.

xwil

Mar, 25/09/2012 - 13:59

Mele marce?... Bellissima replica di Oscar Giannino stamattina a Radio 24: "Qui non è questione di mele marce, è il fruttaiolo che ha perso la licenza!"... Ahahahahahahaha ... grande Oscar!!!!... Ma c'è ancora qulcuno tentato di votare l'uomo dai capelli tinti?... (capelli...)...

andrea da grosseto

Mar, 25/09/2012 - 14:03

PaoloDeG quindi il capo della stato dovrebbe licenziare prima di tutto se stesso...un pò difficile.

bobsg

Mar, 25/09/2012 - 14:33

Magari il PdL fosse allo sbaraglio, vorrebbe dire che qualcuno si sta dando una mossa. Purtroppo è allo sbadiglio.

Max Devilman

Mar, 25/09/2012 - 14:54

Mi sembra di capire che la strategie del PDL sia "prendere tempo", del resto non vedo molte altre vie d'uscita, non credo che neppure un cambio al vertice gioverebbe in questo momento, senza contare che ANCORA non si capisce con quale legge andremo a votare l'anno prossimo. Lo scandalo "lazio" è un mattone micidiale che pesa su tutta la destra, anche quella buona, è meglio che il PDL si faccia prestare la "scopa" da Maroni e inizi a fare pulizia fin da subito e cambi il metodo di scelta dei candidati, basta con i furbetti del quartierino e i figli di papà. Ricordo che mediaticamente la lega è stata messa in croce in maniera ben peggiore e per più tempo da tutti i giornali, compreso questo, e per molto molto meno, solo con la pulizia interna FORSE si riuscirà a riacquistare consensi, quindo forza, iniziamo.

Demostene2010

Mar, 25/09/2012 - 14:58

Il PdL non e' allo sbaraglio. Anzi, e' un giardino Fiorito.

Gianni.Zanata

Mar, 25/09/2012 - 15:06

cambiamo tutto ... però niente

Gianni.Zanata

Mar, 25/09/2012 - 15:06

cambiamo tutto ... però niente

Ritratto di tantoquanto

tantoquanto

Mar, 25/09/2012 - 15:09

Perchè i politici come Berlusca non mettono al primo posto la riduzione degli stipendi degli onorevoli? E l'abolizione di ogni tipo di beneficio? E' questo che la gente vuole, ma nessun politico, nemmeno davanti agli scandali, sembra voler scucire un euro da quanto si fotte, scusate , si prende.

Gianni.Zanata

Mar, 25/09/2012 - 15:14

La guardia di finanza deve controllare i soldi dei partiti altrimenti sarà un continuo ladrare!!

moichiodi

Mar, 25/09/2012 - 15:20

poteva essere più esplicito: doveva dire: basta minetti ed avventurieri in cerca di denaro facile e privilegi..... ma chi è stato ad inventare il parlamentare spot (aitante, figoofiga) e ad imbarcare tutti i vecchi politicanti naufraghi del psi della dc, del pri, del pli ed anche qualcuno dell'ex pc? per non dire degli ex msi di cui oggi coltiva la parte più autoritaria (che non è nè liberale nè democratica) però in tal modo è riuscito ad avere i numeri (ultimamente ricorrendo al tariffario degli acquisti) si è divertito per 15 anni. questa estrema degenerazione è soprattutto "MERITO" suo. ora ci lasci in pace. e speriamo che ci siano proposti da TUTTI i partiti persone comuni, per bene, cittdini onesti con il senso delle istituzioni, diciamo almeno mediamente serie

winston1968

Mar, 25/09/2012 - 15:25

Grazie per averci tradito, si sapeva sarebbe finita così male e vedrai alle prossime elezioni se ancora il tuo consigliere sarà letta.

Cosean

Mar, 25/09/2012 - 15:32

"L'Italia può tornare in mano ai comunisti". In pratica sta dicendo che è meglio un Italia come questa che la possibilità di avere l'Italia di prima. Spera che la gente non capisca che è questa quella peggiore?

baldo1

Mar, 25/09/2012 - 15:33

se lo dice lui..

Ritratto di corvo rosso

corvo rosso

Mar, 25/09/2012 - 15:35

Ma che bravi commentatori! magari è gente che ha votato PDL o PD per ottenere l'assunzione del figlio o l'assegnazione di un appalto per riparare le buche delle strade; ora fanno i critici in attesa di un nuovo carro sul quale salire vero LOUITALY? Per tanta gente servirebbe un certificato non "antimafia" ma "antivotodiscambio".Sicuramente è gente del MIS che hanno messo i bastoni tra le ruote a Milano a Roma quando c'era da presentare li liste, hanno appoggiato il grande traditore Gianfranco Fini per fermare il federalismo che gli avrebbe tolto le ostriche dalla bocca.. Andate a prendere dei topi e votate Grillo.

Giancarlob

Mar, 25/09/2012 - 15:44

Contrordine: Berlusconi si è corretto dicendo che non solo il PDL è allo sbando, lo sono tutti i partiti !

Cosean

Mar, 25/09/2012 - 15:57

Ancora troppi commenti tifosi. Qui non si sta pensando di votare un partito per il bene della nazione (Che può essere il PDL o un altro). Qui si sta pensando di votare il PDL sperando che faccia il bene della nazione.

Ritratto di unioeuropaea

unioeuropaea

Mar, 25/09/2012 - 16:11

Le dimissioni di Renata Polverini sono da attribuire al pessimo funzionamento della Regione Lazio, piuttosto che farle dipendere dalle spese dei consiglieri. Senza addentrarci nel sistema sanitario, consideriamo soltanto l’arretratezza tecnologica in cui versa la Regione. Roma non riesce a gestire il proprio smaltimento dei rifiuti, perché non è in grado di attuare la raccolta differenziata porta a porta, che invece è riuscita nei pochi quartieri in cui si è fatta, come succede in molti comuni rurali. Nel Lazio non è presente nessuna centrale a biomasse, che permetterebbe di avere energia elettrica a buon mercato e di tenere puliti prati e boschi, in modo da evitare incendi dolosi. Pur essendo il Lazio attraversato dalla TAV, non esiste, ad esclusione di Roma, una stazione per questa linea, come non esiste un interporto commerciale, tanto da relegare il trasporto merci su gomma (da e verso l’Europa) e quello pendolare su carrozze, tipo carri bestiame, su una ferrovia inaugurata da Papa Pio IX nel 1863. Tutto questo si riflette nell’alto costo dei servizi per i cittadini, nei maggiori costi di produzione (energia e infrastrutture) per le imprese, nei mancati introiti per la Regione e nelle esternalità, come l’inquinamento, subìto per l’arretratezza tecnologica e che gonfieranno, ancora di più, il pesantissimo debito pubblico italiano. Ecco il vero sperpero della Regione Lazio! Gianluca Sementilli – Ripi (Frosinone) http://www.unioeuropaea.eu

Nadia Vouch

Mar, 25/09/2012 - 16:12

Chiedere un moderato per un popolo, quello italiano, che non si sente più moderato nel senso che troppi problemi personali e delle famiglie, e troppi scandali, lo impediscono, è come chiedere ad un pesce di respirare fuori dall'acqua.

egi

Mar, 25/09/2012 - 16:19

Benado-Condivido, sapesse quì in canavese, quante persone in meno ci sarebbero.

giovannibid

Mar, 25/09/2012 - 16:31

se il presidente Berlusconi riesce a portare in Parlamento una proposta di legge per chiudere i finanziamenti ai mangiasugo dei politici sicuramente avrà un buon vantaggio alle prossime elezioni

Claudio53

Mar, 25/09/2012 - 16:33

Se Berlusconi riesce ad abrogare l'attuale finanziamento ai partiti lo voto ad occhi chiusi senza se e senza ma.

cameo44

Mar, 25/09/2012 - 16:35

Dalle dichiarazioni noto che anche Berlusconi ha perso il buon senso e la coerenza prima dichiara di voler togliere l'IMU qualora tornasse al governo ha detto che Monti ha contribuito a portare il paese in re cessione oltre alle tante critiche ora ci prospetta Monti a capo di un esecutivo dei moderati se pensa di aver consenso proponendoci Monti non ha capito nulla nemmeno lui e poi ricordiamo a Berlusconi che in questi ultimi 20 anni è stato al governo oltre la metà del ventennio come mai non ha fatto quelle riforme che ora dice di voler fare a par tire dall'abrogazione del finanziamento dei partiti? e proprio vero in campagna elettorale si promette di tutto e di più da parte di tutti tranne scordarsene l'indomani delle elezioni e non dica come sempre che la colpa è degli altri poichè così sarà sempre dato che per vince re si deve alleare con altri e possibilmente con chi ha già fallito se è capace come dice di essere scelga una nuova strada perchè sarà dura riavere la fiducia che aveva ed ha perso anche per sue colpe e chi lo dice è stato un suo sostenitore ma deluso come tanti altri

Ritratto di antonio vivaldi

antonio vivaldi

Mar, 25/09/2012 - 16:40

Caro silviuccio, la politica è già morta nel discretico, forse tu ed altri come te non ve ne siete ancora accorti. Però quanto fate schifo dal PD al PDL andata e ritorno..

endrius79

Mar, 25/09/2012 - 16:41

Il pdl è allo sfascio, eccome se lo è...e finalmente se lo meritano così imparano a predicare la meritocrazia per poi far piazzare sulle poltrone pubbliche personaggi impresentabili tra ladri, cubisti/e e anche di peggio, spesso per ricompensare favori provati con proventi pubblici. Togliere i finanziamenti ai partiti? Il pdl poteva pensarci prima quando governava il paese invece che sprecare tempo e risorse pubbliche per lodi e altre leggi affini, non fare ora queste sparate che sono soltanto meri slogan propagandistici a cui ormai non crede quasi più nessuno. Mi consolo con il fatto che non ho mai votato pdl.

baio57

Mar, 25/09/2012 - 16:53

Avete notato che dopo l'esternazione del Berlusca le spread è 0,00? (p.s) e va bene è una caxxata però concedetemela visto le innumerevoli castronerie postate fin'ora...

gentlemen

Mar, 25/09/2012 - 16:59

"ha assicurato il Cavaliere spiegando che lo stesso Monti potrebbe essere "un candidato perfetto dei moderati". Se vuol perdere le elezioni con matematica certezza ,lo candidi! CHI andrebbe a votare colui che ci ha messo sul lastrico per salvare le banche dalle speculazioni sbagliate? NON CONTINUATE A PRENDERCI IN GIRO!

Ritratto di Michel

Michel

Mar, 25/09/2012 - 17:17

Il Presidente ha perfettamente ragione!!!

Cosean

Mar, 25/09/2012 - 17:22

Evviva!! Solo i grandi gruppi economici, editoriali, finanziari potranno governare in Italia. W le SuperCaste!

brizz53

Mar, 25/09/2012 - 17:31

caro berlusconi,in minuscolo,non bisogna abrogare il sistema attuale di finanziamento ai partiti,bisogna abrogarlo definitivamente,come i cittatidi avevano votato in un referendum.che li aveva cancellati.poi cin le vosrtre facce di bronzo,sono dinentati rimborsi elettorali.ma la ruberia è la medesima!

Ritratto di Corsaro Azzurro

Corsaro Azzurro

Mar, 25/09/2012 - 17:31

Buonasera a tutti, sono un incolto e zotico liberale e mi pongo una domanda: come mai, da un pò di tempo a questa parte, sembra che il sito del giornale sia frequentato per lo più da elettori del PDL delusi e da feroci critici del Cav? Nonostante gli errori compiuti e nonostante l'impresentabilità di alcuni collaboratori, Silvio Berlusconi ha il merito di aver dato voce per 20 anni ad una Italia moderata, un'Italia che - secondo alcuni gentili "ospiti" di questo sito avrebbe dovuto essere rappresentata da qualcun altro, meglio se perdente. Ma siamo sicuri che alcuni di questi amici abbiano mai votato per il centrodestra?

Nadia Vouch

Mar, 25/09/2012 - 17:33

Per #endrius79. Se si continua a ragionare con "meno male che io non ho mai votato per", non arriveremo da nessuna parte. E' giusto che emergano i profittatori (purtroppo tantissimi, non solo in pdl). Ma, si può in passato aver votato anche per un ideale di democrazia, di libertà. Altrimenti, l'alternativa è non credere a nulla, non votare, oppure affidarsi a voti "di protesta". Direi che fondamentale sarebbe consentire a chiunque l'accesso in politica, cosa che oggi è in qualche modo calmierata, perché servono gli appoggi e le conoscenze, altrimenti non si va da nessuna parte. L'alternativa? Tornare a decenni fa, molti decenni, quando la politica era solo cosa per chi, economicamente, poteva permettersela (pochi). Bel problema. Ma, se si deve pagare una somma al partito di appartenenza per essere messi in testa a una lista elettorale presentata alle elezioni, cosa notissima, o se la pubblicità tramite i mezzi di comunicazione del singolo candidato ha una sua determinante, non vedo molte differenze con il remoto passato.

ettore80

Mar, 25/09/2012 - 17:37

Grande Cavaliere, adesso via con le riforme!

peroperi

Mar, 25/09/2012 - 17:43

Silvio non minimizzare, il marcio è ovunque e in tutti i partiti. C'è assoluto bisogno di rifare le regole per il finanziamento .

peroperi

Mar, 25/09/2012 - 17:46

cominciamo a mandare via dal parlamento i drogati che finanziano con il loro vizio le mafie e i pregiudicati per reati contro la pubblica amministrazione. Inutile ogni altro discorso e vergognatevi di aver saputo da sempre ed aver taciuto per decenni.

Ritratto di pipporm

pipporm

Mar, 25/09/2012 - 17:53

Almeno una cosa giusta questa volta l'ha detta, abolire il finanziamento dei partiti. Poi aggiungo dimezzare i parlamentari, dimezzare il loro stipendio e firmare la legge anticorruzione. Cosa aspettiamo ancora?!?

ltani

Mar, 25/09/2012 - 18:01

oramai si sono fumati tutti il cervello questi fantocci.

ltani

Mar, 25/09/2012 - 18:05

Invece di abrogare il finanziamento ai partiti bisogna abrogare i partiti ed i politici che vi fanno parte. Sequestrare tutti i loro beni perche' al 99,9 percento sono stati acquisiti rubando al popolo italiano. E' necessario utilizzare la legge marziale e processare tutta questa maledetta classe politica. Vergogna, vergogna, vergogna.

Ritratto di komkill

komkill

Mar, 25/09/2012 - 18:16

A parole Berlusconi ci sa sempre fare, i fatti sono un'altra storia. Il mio avatar non ci sa fare neanche con le parole...

ilbarzo

Mar, 25/09/2012 - 18:17

Sono sempre piu' convinto ,che Berlusconi rimane l'unico politico in grado di rimettere l'italia in carreggiata,sempre che' gli sia concesso il 51% dei consensi,e che i deputati e senatori del pdl,non gli mettano i bastoni tra le ruote,come hanno fatto a sua tempo:Casini prima e Fini dopo.Attualmente nessun altro politico e' in vista per poter raddrizzare e far ripartire questo paese,ormai allo sbando.

Destra Delusa

Mar, 25/09/2012 - 18:22

In caso di vittoria alle prossime elezioni, la proposta di Berlusconi è ..... E' gia molto, visto che in passato avrebbe detto "Dopo la certa vittoria vi prometto che ...." La Destra Intaliana é stata distrutta da lui e dal suo partito. Al contrario di quello che pensa lui, una nazione moderna può solo essere governata solo da politici veri seri e onesti questo si, e non da qualche industrialotto di turno o da qualche giovane neolaureato con le bocca sporca di latte. Guardate gli USA, ogni miliardario che ha cercato di candidardi è stato letteralmente preso a calci nel sedere. Il problema USA semmai è che non sono riusciti a trovare un candidato repubblicano meno scemo di quello attuale.

Wake me up when...

Mar, 25/09/2012 - 18:28

Tanto per cominciare i deputati del PDL hanno votato ogni decreto legge, e riforma avanzata da questo governo. Non si può tirare il sasso e nascondere la mano. O si è d'accordo, o si va all'opposizione. D'altronde, come ha ricordato Monti in una delle sue prime conferenze stampa, solo l'ultima delle 5 (o 6?) manovre finanziarie del 2011 portano la sua firma. Quelle precedenti erano tutte approvate dal Consiglio dei Ministri presieduto da Silvio Berlusconi. Per quanto riguarda il discredito che portano alla politica comportamenti collettivi o individuali mi vengono in mente alcune faccende in cui lo stesso Berlusconi non era estraneo. E' il bue che dice cornuto all'asino? Se poi vogliamo parlare di rimborsi elettorali, anche in questo caso, prima di fare il moralizzatore dovrebbe ricordare le leggi del 2002 e del 2006 (governo Berlusconi) che hanno dapprima abbassato il quorum per ottenerli (da 4% a 1%), e poi fatto si che ogni partito godesse di quelle somme, per intero, anche in caso di fine anticipata della legislature. Per quanto ancora dovremo sopportare le uscite irritanti del Cavaliere Silvio Berlusconi?

mariopetronc

Mar, 25/09/2012 - 18:37

Caro Professore Bocconiano cominci ad intuire vagamente come mai gli italiani cercano di evadere le tasse il più possibile???? Hai ancora il coraggio di parlare ai cittadini onesti facendo finta di vivere in un altro paese? Aspetto solo che qualcuno cominci sul serio ad incazzarsi per accodarmi a lui qualunque cosa faccia!

Cassandraprof

Mar, 25/09/2012 - 18:40

CARO BERLUSCA OVVIAMENTE IL CONCETTO DI .. RENDERE TRASPARENTISSIMI E TRACCIABILISSIMI I FINANZIAMENTI AI PARTITI ... NON TI SFIORA LA MENTE NEPPURE PER SCHERZO!!!! IL CONCETTO DI FAR PUBBLICARE OGNI MESE I RENDICONTI PROVINCIALI, COMUNALI, REGIONALI DEI PARTITI NON TI SFIORA LA MENTE NEMMENO IN SOGNO!!! POVERO BERLUSCA CHE NON HAI CAPITO CHE ALLE PROSSIME ELEZIONI.... TUTTI QUELLI CHE TI HANNO VOTATO E APPOGGIATO IN PASSATO.. SALIRANNO SUL CARRO DI CHI TI HA "TRADITO"... QUELLO CHE STANNO DA 2 ANNI PREPARANDO CASINETTO-FININO-BERSANUCCIO-LA CONFINDUSTRIA

fiducioso

Mar, 25/09/2012 - 19:01

Per risanare la politica bisogna che ridiventi povera come negli anni '60. Gli attuali maneggioni e profittatori devono cercarsi altri mestieri per arricchirsi. Silvio rimane comunque il politico più onesto e capace, un vero faro di speranza per noi moderati, ed è l'unico che può impedire di far precipitare l'Italia in balìa dei comunisti, cioè, di coloro che hanno molta responsabilità per la nostra attuale situazione.

Ritratto di arcatero

arcatero

Mar, 25/09/2012 - 20:10

Il problema non è aver votato PDL. Personalmente ho votato per un Governo con a guida Silvio Berlusconi e poi mi son ritrovato con la sinistra al potere, con Alfano che gli fa da Stampella. Silvio, ormai lo hanno capito anche i sassi, ha barattato il suo salvacondotta in cambio dell'appoggio a Monti. Purtroppo l'accordo non prevedeva alcuna garanzia per i peones del PDL, che ora finisco tutti alla gogna. Tutti, tranne Silvio. Che delusione...

vince50

Mar, 25/09/2012 - 21:07

Vi siete dimenticati voialtri politicanti che era già stato indetto un referendum in merito ai finanziamenti ai partitti.Il popolo se è espresso ha detto NO!,lo avere ignorato alla grande.Anzichè finanziamenti li avete successivamente chiamati RIMBORSI ELETTORALI,IGNORANDO VIGLIACCAMENTE LA VOLONTA' DEL POPOLO SOVRANO.

motomec74

Mar, 25/09/2012 - 21:33

MA QUALE CAMBIARE FINANZIAMENTO.....LA PAROLA ESATTA E "ABOLIRE"! VIA I SOLDI DALLA POLITICA, VIA I FINANZIAMENTI PUBBLICI COME DA REFERENDUM GIA' AVVENUTO E BUTTATO NEL CASSETTO A INSAPUTA DI NAPOLITANO???? MAI PIù IL MIO VOTO A BERLUSCONI ...UN EX PDL

Cosean

Mer, 26/09/2012 - 09:00

@ Corsaro Azzurro Credo che tu abbia confuso un po i significati delle parole con i reali desideri del vivere in società. Devi sapere che se con un perdente(termine da te usato),la società va avanti in maniera accettabile, ma con un "Vincente" invece va al disastro alcuni potranno storcere il naso a seguire il tuo commento.