Il Pd accelera il voto anti-Cav E il Pdl: "Così cade il governo"

Strappo dei democratici: "La giunta non ribalta le sentenze". Vogliono decidere già stasera. Schifani: "Se si vota, non partecipiamo. Maggioranza verso la fine"

Roma - Arriva l'ora X, si riunisce la Giunta delle elezioni che deve decidere sulla decadenza di Silvio Berlusconi, ed è subito scontro frontale. Con un braccio di ferro tra centrodestra e centrosinistra, spalleggiato dai Cinque Stelle, che minaccia di far precipitare la situazione verso la rottura del patto di maggioranza e la crisi del governo Letta.

È il capogruppo di palazzo Madama, Renato Schifani, a esplicitare in serata quello che suona come un ultimatum: se davvero dovesse continuare il «muro contro muro» e Pd e M5s imponessero il voto a oltranza già oggi - spiega - allora «il Pdl valuterà se partecipare. In tal caso non credo che si potrebbe più parlare di maggioranza a sostegno del governo». Anche perché - torna ad affondare l'ex presidente del Senato - «questa giunta è predisposta come un plotone di esecuzione, anzi, prepara una camera a gas!». La durezza di Schifani arriva in risposta a quanto precedentemente annunciato da Stefania Pezzopane (Pd). Prima di entrare in Giunta, la parlamentare del Pd aveva commentato caustica: «Dare alla giunta un potere salvifico nei confronti della persona di Berlusconi, o addirittura del governo, è un equivoco, un errore, un'alterazione della verità».

I membri della giunta si rivedranno stasera alle 20, ma sugli orari - come spiega il presidente Stefàno di Sel - «non c'è niente di deciso». Già, perché tutto dipende da quanti vorranno prendere la parola. Ed ecco perché il senatore Pd Felice Casson tira il freno: «Credo che domani sera, anche facendo la seduta notturna, non si riuscirà a votare». E il socialista Enrico Buemi, che sta con il centrosinistra ma su una linea garantista, avverte: «L'accelerazione è un grande regalo a Berlusconi, che potrà continuare a dichiararsi vittima di una persecuzione giudiziaria e dire che l'obiettivo della Giunta è farlo fuori dall'agone politico».

La battaglia sui tempi è subito accesa. Alle 17.14 su Twitter arriva il messaggio dei «senatori M5S». A proposito delle pregiudiziali avanzate dal relatore Augello, i grillini in giunta denunciano: «È la solita manfrina salva-Berlusconi». La giornata è risultata essere, insomma, una gara a chi metteva più brace sotto il fuoco. Felice Casson, per esempio, si è mostrato lapidario. Il ricorso di Silvio Berlusconi alla Corte di Strasburgo è «chiaramente non ricevibile». Lo stesso ex magistrato, ora deputato Pd, battibecca volentieri con il relatore Andrea Augello (Pdl) e i due mostrano di non essere d'accordo nemmeno sul loro stesso status. «Siamo un organo giurisdizionale e in quanto relatore sono come un magistrato - dice Augello - Nel merito ho l'obbligo delle riservatezza». «Al contrario - replica il suo collega di giunta - Siamo senatori eletti. Siamo un organo politico». Dichiarazione questa che fa rabbrividire il capogruppo del Pdl alla Camera. «Mi auguro - spiega Renato Brunetta - che il Pd non segua i deliri di Casson, che con tranquilla ignoranza calpesta la natura giurisdizionale dell'attività di verifica dei poteri delle giunte e delle Camere. Pensare che il destino di Berlusconi sia in queste mani fa venire i brividi».

In un clima così teso si sente il bisogno della richiesta che arriva da più parti è quella di un ricorso al buonsenso. «Si dia tutto il tempo necessario a Berlusconi - spiega Nello Formisano, deputato del Centro democratico - per esporre le sue ragioni nella Giunta del Senato, perché non si può ricorrere a decisioni sommarie, ma non si arrivi a rinvii all'infinito». E di buonsenso parla anche Maurizio Gasparri. «Occorre saggezza - dice - da parte di tutti. In Giunta mi auguro prevalga senso di responsabilità, che non può essere solo prerogativa di Berlusconi e del Pd». La decisione sarà presa stasera.

Commenti

peterparker

Mar, 10/09/2013 - 08:46

Ma chi si aspettava non clemenza ma prudenza da parte dei nipotini di stalin...lo hanno fatto nel 90 e lo rifanno oggi: grazie alla giustizia, che ha chiuso gli occhi sull oro di mosca, su mps e sui fattidi tangentopoli si liberano dei nemici, quelli che in un paese normale e democratico sarebbero semplici avversari, sgomberano la strada per mettere le mani sul potere, loro non cambieranno mai...possono cambiare nome ma il modus operandi profondamente antidemocratico e fasciocomunista e' nel loro dna. Ora non resta che fare una cosa, perche' le dimissioni dei ministri non bastano: dimissioni dei parlamentari pdl, obbligare quindi napolitano a sciogliere le camere, e giocarsela tutta alle elezioni. Forza Silvio, dimissioni in massa e elezioni.

xgerico

Mar, 10/09/2013 - 08:46

Ma siiii una mezza giornata, ancora il PD potrebbe ancora concedere. Poi non ricominciate a far manfrina.

Giuseppe Borroni

Mar, 10/09/2013 - 08:47

meglio che caschi il governo che andare avanti tappandoci il naso e con le fette di salame sugli occhi, per non sentire e non vedere gli "alleati delle larghe intese" Via i pregiudicati da ogni carica istituzionale, una volta per tutte. La legge Severino e' stata voluta da tutti per far pulizia dall'immondizia! e che facciamo come per la riduzione delle prebende dei parlamentari che cominciano sempre dalla "prossima" legislatura?? Si presupporrebbe che gli indegni spontaneamente si dimettessero; chi non ha la dignita' di farlo FUORI, senza se e senza ma

Ritratto di 02121940

02121940

Mar, 10/09/2013 - 08:49

Mi pare evidente che la sinistra miri a silurare Berlusconi e punti alla caduta del governo ad opera del Pdl per poi andare a nuove elezioni, pronta a ripetere la precedente dormita di Bersani nel caso in cui Napolitano tenti di formare un nuovo governo. Mi auguro che Berlusconi accetti la prevista frettolosa decisione del Senato senza provocare la caduta del governo, caduta certamente ambita da una vasta schiera di parlamentari del PD e forse addirittura anche da Letta, che non è da escludere stia recitando la parte per dare tutta la responsabilità della caduta del governo unicamente al Pdl ed all’odiato Berlusconi. Ovviamente la caduta del governo sarebbe un grave DANNO per il Paese e NON SAREBBE DIGERITA dall’elettorato di centro destra ove fosse legata unicamente alla difesa della posizione personale di Berlusconi. Mi pare opportuno che il Pdl continui a sostenere il governo lasciando che la sinistra scelga fra il continuare la commedia con Letta, appoggiandolo malvolentieri, ovvero decida finalmente di togliersi la maschera. Nel secondo caso il Pdl avrebbe più di qualche possibilità di vittoria, che invece sarebbe certamente inibita dalla sua sconsiderata scelta di far cadere il governo. Mi domando: vale la pena di far cadere Letta per poi perdere le elezioni? Un nuovo suicidio politico? Anche Fini lo capirebbe, ma a quanto pare non Santanché & Co. Inoltre non vanno ignorate le ipotesi che vedono pronta all’orizzonte una nuova maggioranza formata con l’abbraccio di Sel e “rinforzi” pronti in uscita da M5S, con 4 voti in più garantiti dalle recenti nomine fatte dal Colle.

lepanto1571

Mar, 10/09/2013 - 08:57

Il pd, pds, pci ha sempre giocato sulla testa di noi tutti. Altro che gli interessi del Paese...

efferaia

Mar, 10/09/2013 - 08:57

Finalmente Presidente via tutti mandi al diavolo questa gente da quattro soldi. Vediamo se Lettino continuerà' a dire che questo non è' il governo che voleva. Vadano tutti a lavorare compresi tanti del PDL,come quel tizio che dovrebbe subentrare già' pronto a prendere il Suo posto. Solo Lei deve essere responsabile? Vediamo come governeranno il nostro povero Paese questa accozzaglia di pecoroni di sinistronzi e di diversamente uomini o colorati o clandestini assassini e delinquenti. È' giunto il momento di far gettare loro le maschere. Noi saremo pronti e vigili. Un abbraccio

Ritratto di indi

indi

Mar, 10/09/2013 - 09:00

E cosa ci si aspetta da un partito giustizialista nonostante il nome improprio di democratico? Ci si attendeva una decelerazione? Ora ci sono anche quelli del partito Hotel a spalleggiarli, quindi figuriamoci! Tutta marmaglia da "regolare" dopo.

Accademico

Mar, 10/09/2013 - 09:08

Anche oggi si deciderà di non decidere. Scommettiamo?

Ritratto di Nopci

Nopci

Mar, 10/09/2013 - 09:10

I BELLA CIAO FAZIONE 2013 PARTIGIANI – LA GUERRA DEI VENTANNI- I COMPONENTI DEL PLOTONE 1. Presidente a. STEFANO Dario, Misto, Sinistra Ecologia e Libertà Professione: Dirigente, imprenditore 2. Vicepresidenti a. PEZZOPANE Stefania, PD Professione: Assessore Comune L'Aquila Segretari b.DE MONTE Isabella, PD Professione: Avvocato (ATER di Udine) DELLA VEDOVA Benedetto, SCpI Professione: Ricercatore economista ? 3. Membri a. BUCCARELLA Maurizio, M5S Professione: Avvocato civilista e penalista b. BUEMI Enrico, Aut (SVP, UV, PATT, UPT)-PSI-MAIE Professione: Imprenditore settore biomedicale c. CASSON Felice, PD Professione: Magistrato di cassazione d. CRIMI Vito Claudio, M5S Professione: “Assistente giudiziario” e. CUCCA Giuseppe Luigi Salvatore, PD Professione: Avvocato f. FILIPPIN Rosanna, PD Professione: Avvocato g. FUCKSIA Serenella, M5S Professione: Medico del lavoro h. GIARRUSSO Mario Michele, M5S Professione: Avvocato i. LO MORO Doris, PD Professione: Magistrato j. MOSCARDELLI Claudio, PD Professione: Avvocato k. PAGLIARI Giorgio, PD Professione: Docente universitario (professore straordinario di diritto amministrativo Università di Parma), avvocato l. STEFANI Erika, LN-Aut Professione: Avvocato W IL COMUNISMO CHE E' "DEMOCRATICO"

Ritratto di bismark22

bismark22

Mar, 10/09/2013 - 09:13

Uscire dal governo non serve, è secondario. DIMISSIONI IN MASSA DAL PARLAMENTO.

Gaetano Immè

Mar, 10/09/2013 - 09:13

Rispondo ai "sedicenti Democratici". La Giunta del Senato è disgraziatamente composta da politici( prescelti e nominati, spesso per motivi oscuri), molto faziosi che non meriterebbero-viste le loro ignobili dichiarazioni rilasciate "prima" di aver letto le carte cioè la relazione del Sen Augello- tale qualifica di Senatori, ma quella, più adatta,di agit prop, come chiamavamo negli anni 50/60 quegli tristi Goebbels agli ordini del Pci togliattiano e della Dc degasperiana che andavano nelle buie sezioni dei quartieri per " ammaestrare" il popolo, un popolo che allora era veramente "rozzo ed incolto". La Giunta ha però essenzialmente compiti istituzionali "para giudiziarie" al fine di applicare una legge, la Severino. Ed è la stessa Costituzione che impone che ogni Legge da applicare non sia contraria ai principi della Costituzione. Pertanto, signori democratici, parlare di "modificare, di ribaltare la sentenza" è una pura idiozia, una truffa per chi vi segue, in discussione non c'è infatti la Sentenza Mediaset, ma la costituzionalità o meno della Legge Severino da applicare.Vedremo stasera, con la votazione sulle pregiudiziali del Relatore ( che evidenzia appunto i tre o quattro punti di ritenuta incostituzionalità della suddetta Legge) se la Giunta del Senato sia composta da persone che svolgono i compiti loro assegnati -sia giurisdizionali che politici - rispettando la Costituzione Italiana oppure se, come pretende il P.D.e specialmente il Sen Latorre, costoro siano solo di soldatini di legno, dei burattini messi sui seggi del Senato per riscaldarli ed okkuparli, eterodiretti, per eseguire gli ordini ricevuti come, appunto, un plotone di esecuzione. Gaetano Immè

bastadestrasinistra

Mar, 10/09/2013 - 09:15

cos è questa fretta? lasciamo che la decisione maturi, in un tempo ragionevole, in 3 o 4 anni.. facciamo magari un 4 grado di giudizio fondato sul televoto...

Ritratto di Anna 17

Anna 17

Mar, 10/09/2013 - 09:19

E' lapalissiano che i sinistroschi non vedano l'ora di eliminare il Berlusca. Delle sorti del paese, per le quali Letta e Napolitano tanto si affannano, non gli e ne frega un accidente.Sono più di venti anni che subiscono ora si sentono vincitori. Squallidi, poveretti e vorrebbero governare il paese!!!

Ritratto di 02121940

02121940

Mar, 10/09/2013 - 09:20

La sinistra sta pregustando una duplice vittoria, fino a qualche anno fa insperabile: 1) caduta ignominiosa di Berlusconi; 2) nuovo governo di sinistra con PD-Sel, più transfughi vari dal M5S in cerca grano e 4 voti aggiunti al Senato, grazie al Colle. Al momento vi è un solo ostacolo: il governo Letta, che reggerebbe di sicuro se il Pdl non staccasse la spina, rispettando il desiderio degli Italiani, ma che sarà fatto cadere proprio dal Pdl per difendere un'indifendibile bandiera, cioè Berlusconi. Pare che nel Pdl, un poco per congenite difficoltà di capire, un poco per contingente mancanza di lucidità, non si rendano conto di essere sul punto di cadere nella trappola e faranno ciò che Bersani, Renzi e parte consistente del PD aspettano speranzosi proprio dal Pdl, ma che non avrebbero il fegato di fare da soli, specie stante Napolitano sul Colle. Intanto il popolo del Pdl, con parte cospicua del popolo italiano, aspetta anche lui speranzoso che ad Arcore il buon senso trionfi, ma l'impressine è che resterà ancora una volta deluso, ma questa per molti sarà l'ultima volta e per il Pdl sarà l’inizio della fine.

Ritratto di 02121940

02121940

Mar, 10/09/2013 - 09:25

@bismark22- Guardi che se un parlamentare si dimette un altro non eletto è pronto ad entrare in parlamento. Le dimissioni generali farebbero solo un piacere alla sinistra: sarebbero solo un "bel gesto" senza conseguenti risultati positivi, per il quale a sinistra ringrazierebbero contenti.

linoalo1

Mar, 10/09/2013 - 09:27

i Comunisti vogliono solo che il Governo cada solo per poter dare la colpa a Berlusconi!Perchè vogliono dire a tutto il Mondo che loro solo avrebbero potuto salvare l'Italia ma che,il cattivo Berlusconi,glielo ha impedito,rovinando così l'Italia!Lino.

efferaia

Mar, 10/09/2013 - 09:31

Destra sinistra pensa a lavorare. Imb.......lle

baldo1

Mar, 10/09/2013 - 09:31

Ciao sfigati, in democrazia la maggioranaza vince, dovreste ricordarvelo (legge Gasparri, ex Cierielli ecc..). Dunque, dovete accettarlo! Fuori subito! Nessun patto col diavolo per il PD e avrà il mio voto a vita!

Atlantico

Mar, 10/09/2013 - 09:32

E fatelo cadere questo governo ! Almeno si vedrà chiaramente chi opera per interessi particolari. A quel punto persino qualche trinariciuto dovrà una buona volta prendere atto di chi separa le affermazioni ( false ) dai comportamenti ( concreti ).

xgerico

Mar, 10/09/2013 - 09:34

Ma siiii una mezza giornata, ancora il PD potrebbe ancora concedere. Poi non ricominciate a far manfrina.

rbach

Mar, 10/09/2013 - 09:39

Ma come?! Vogliono far cadere il governo che proprio il PDL ha voluto più di tutti: "Serve un governo di larghe intese" (Berlusconi, 21/03/2013)

xgerico

Mar, 10/09/2013 - 09:50

Ma siiii una mezza giornata, ancora il PD potrebbe ancora concedere. Poi non ricominciate a far manfrina.

Totonno58

Mar, 10/09/2013 - 09:55

"Così cade il governo"?!?...CHISSENEFREGA, sappiamo tutti che: 1)Napolitano non sciglierà mai le Camere con il porcellum ancora in vigore 2)Ci sono una ventina di parlamentari, tra PDL e M5S, che sono pronti a votare la fiducia ad un Letta Bis. Meglio ricordarci subito di queste cose, onde evitare di compravendita ed altre amenità di questo genere...

Libertà75

Mar, 10/09/2013 - 09:56

e che lo caccino, così vedremo il giorno a seguire nuovi posti di lavoro, lavori pubblici, crescita economica, ripresa dei salari... ragazzi la crisi è finita, tempo 30 giorni e saremo più forti degli USA

bruna.amorosi

Mar, 10/09/2013 - 09:57

BONI STATE BONI .

Ritratto di Agrippina

Agrippina

Mar, 10/09/2013 - 09:58

@020121940,la sua analisi mi sembra lucida e verosimile,concordo.Aggiungo che sarebe inutile la eventuale dimissione dei parlamentari che verrebero sostituiti come per legge,e sfido a trovarne di cosi' fedeli alla causa che non subentrino cogliendo l'occasione della vita per i piu' diversi motivi,primo dei quali e' l'assenza di preferenze che non consente di reclamare eventuali differenze tra gli attuali ed i probabili sostituti.Inoltre aspetto non secondario l'eventuale scelta di dimissioni da parte di napolitano una volta decaduto il governo a lui legato.Appare illogica la stratega del pdl,ammesso che ci sia,piuttosto emergono tutti i difetti nascosti in questi anni dalle mschere di berlusconi

piedilucy

Mar, 10/09/2013 - 09:59

ma speriamo sia vero a casa maledetti magna magna non avete fatto una beata mazza oltre che ad assumere i vostri amici di merenda e procurarvi voti assumendo statali faccanzisti e aiutando le risorse

CALISESI MAURO

Mar, 10/09/2013 - 10:05

Ritorno sull'argomento: 1- Berlusconi nella politica attiva e' finito, giusto o sbagliato che sia. 2- L'Italia e' fallita, 80% della causa e' da imputare alla sx, sindacati e aggregati vari. Il resto va al cdx che non si e' comportato alla Tatcher. 3- Il Pdl deve far cadere il governo, come non doveva mai entrarci sin dal governo Monti. 4- l cerino del fallimento deve scottare i maggiori responsabili, che anche con un governo con Sel, grillini e robe varie non sara' capace nemmeno di allaciarsi le scarpe, e sono stato onesto... forse i lacci se li portano via. 5- Il Cdx o FI deve essere messo nelle mani di Tosi nella lega e' sprecato ). Tosi deve avere mano libera nel ripulire il Cdx dalle chiamiamo " incrostazioni" 6- Fra un anno siamo a gambe all'aria finalmente si votera' dopo stara' agli italici decidere sul loro futuro, se da uomini liberi o da schiavi dell'europa.

Ritratto di Blent

Blent

Mar, 10/09/2013 - 10:05

finalmente tutti a casa !!!!!

Ritratto di paola29yes

paola29yes

Mar, 10/09/2013 - 10:12

Sono 20 anni che i comunisti cercano il golpe giudiziario, adesso che sono riusciti non demordono certo. La legge esiste solo per loro e la interpretano a secondo delle loro convenienze. Il Pdl faccia cadere il governo e si dimettano tutti i parlamentari.

marcellopedretti

Mar, 10/09/2013 - 10:12

assolutamente via da questo governo in massa, poi durissima opposizione se rabberciano un'altra coalizione e lasciateli pure votare contro tutte le leggi europee e della Carta Costituzionale , lo si potrà sfruttare per 50 anni almeno come vigliacco precedente. Sia chiaro il governo lo fa cadere il PD e non (dicesi non) il PDL. Avanti tutta con la nueo "FI"

Mario Marcenaro

Mar, 10/09/2013 - 10:17

La tragedia nazionale sta nel fatto che si continua a fare leva su una condanna emessa senza prove, come risulta più che lampante da relativa motivazione. A questo punto non sarà che i motivi di frenetico attivismo dei cosiddetti antifascisti "democratici", per combattere l'unica dittatura da loro contrastata, sarebbe meglio che si applicassero a ciò che sta da tempo accadendo ed incancrenendosi in questa nostra sventurata Nazione?

Ritratto di drazen

drazen

Mar, 10/09/2013 - 10:19

la performance di gomez a porta a porta con la bava alla bocca faceva veramente schifo!!!

luicom

Mar, 10/09/2013 - 10:25

Libertà75: perchè invece con berlusconi si che stavamo tutti bene: posti di lavoro, economia in crescita, meritocrazia, lotta alla mafia

Libertà75

Mar, 10/09/2013 - 10:28

@agrippina vedo che trova compagnia in un'analisi lasciata a metà. E' vero quel che dite che il PD sogna una mega coalizione di sinisitra (che i sondaggi danno al 55%) comprensiva dei grillini e che ciò andrebbe a svantaggio di Renzi. Ma avete una fiducia di serietà in un gruppo eterogeneo, privo di collanti (caduto SB cosa resta?) e di idee comuni (idee complesse, non obiettivi generici, sono tutti capaci a dire che il porcellum va cambiato, ma come non ce lo dicono). I 2 Governi Prodi sono caduti per mancanza di collante, il primo soprattutto per giochi interni di potere, il secondo per mancanza di ampia maggioranza al senato, ma entrambi i periodi erano caratterizzati da una forte opposizione interna che li screditava in continuo. Difatti, qua si dimentica che gli italiani hanno dato la maggioranza a SB perché erano stufi dei teatrini di sinistra e hanno preferito vedere uno raccontare barzellette al G8. Quando si governa un Paese bisogna prendere una decisione che sia quella e non cambiarla in continuo perché non hai un collante interno tale da poterla sostenere.

Cristina Ulcigrai

Mar, 10/09/2013 - 10:30

FORZA SILVIO!Penso anche io che ci vuole saggezza da parte di tutti e che in Giunta prevalga senso di responsabilità che non può essere solo prerogativa di Silvio Berlusconi e del PDL.

vince50_19

Mar, 10/09/2013 - 10:30

Bene, nessun pateracchio (come alcuni sostengono), si faccia fuori Berlusconi così il governo andrà gambe all'aria. Su questo mi pare che i dubbi siano pochi, a meno di qualche "venduto" che per la pensioncina o per chissà cosa pro domo sua, cambierà casacca. Qualche "scilipotino" in più che, se guarderà a sx, sarà eletto "santo e subito".. Andremo ad elezioni o "qualcuno da lassù" imbastirà un altro governo per tirare a campare e chissà.. accontentare certe signore amburghesi che hanno i loro tentacoli in Ue, certe lobbies maliziosette? Violante parlò di presa del potere anche per la via giudiziaria ancora nel lontano 1992: qui tutto tace! Smemoranda in atto.. Vediamo certi "geni", che si sentono già vincitori in pectore ora e per almeno 50anni, cosa metteranno in campo per alleviare i guai dell'Italia, per scovare gli evasori (che allignano in quartieri particolari fra associazioni criminali, banche, multinazionali, poli industriali, assicurativi, big company, società con redditi da capitale etc. che costituiscono il grosso dell'evasione, circa l'85% del totale. Sono 272 i milardi di euro di evasione secondo RePublica ma c'è chi si accanisce solo "settorialmente" vendendo fumo aggratis..), ma che alla gente comune non frega per niente o quasi di queste faccende "contra personam" e che non sa come tirare la carretta, giorno dopo giorno. Auguri!

Ritratto di copyleft

copyleft

Mar, 10/09/2013 - 10:31

Ma nessuno parla che a poche ore prima del voto, Belusconi si dimetterà? E' questo il contenuto del famoso videomessaggio? L'ennesimo e stucchevole tentativo di passare come vittima sacrificale ma che per alto senso civico compierà un passo indietro? Comunque il PD sbaglia a forzare la mano, Silvio è fuori anche in virtu' della calendarizzazione per il ricalcolo dell'interdizione dai pubblici uffici. La pazienza è la virtù dei forti, il PD per una volta che potrebbe stare dalla parte dei forti senza colpo ferire sceglie una strada giusta ma ambigua per via del "puzzo" che è stato creato attorno a questa vicenda.

giovanni PERINCIOLO

Mar, 10/09/2013 - 10:31

"«Mi auguro - spiega Renato Brunetta - che il Pd non segua i deliri di Casson, che con tranquilla ignoranza calpesta la natura giurisdizionale dell'attività di verifica dei poteri delle giunte e delle Camere." Caro Brunetta ormai dobbiamo prendere atto che siamo arrivati a questo e Casson da buon ex magistrato non fa altro che confermare che dopo la rinuncia alla immunità parlamentare e il varo della legge Vassalli anche il potere legislativo é passato di fatto nelle mani della casta magistrale con tanto di benedizione di Scalfaro, Ciampi e buon ultimo re Giorgio!

Atlantico

Mar, 10/09/2013 - 10:35

Non sono certo che Berlusconi voglia far cadere davvero il governo. A parte il rischio concretissimo che si formi una maggioranza con fuoriusciti M5S e PdL ( ci sono eccome, visto che non si capisce perchè dovrebbero dimettersi e rinunciare allo stipendio dopo 5 mesi sapendo che non saranno ricandidati ), ammesso e non concesso che si vada alle elezioni ( Napolitano non le concederà mai, piuttosto si dimette e stavolta definitivamente, il che porterebbe all'ascesa di Prodi o Rodotà al Quirinale con i voti di PD e M5S ), da ottobre il Cavaliere non sarà candidabile per sei anni. La caduta del governo Letta avrebbe quindi una conseguenza certa: la perdita dell'immunità collegata al seggio senatoriale. Sarebbe pazzesco se fosse proprio Silvio a rinunciarvi volontariamente. Woodcock e altri PM non aspettano altro per passare alla storia come "colui che arrestò Berlusconi". Io, insomma, non credo che le minacce PdL di far cadere il governo siano vere.

Non so

Mar, 10/09/2013 - 10:42

... e basta!!!!!!!! E fatelo cadere sto governo, per una volta fate quello che dite, non se ne può più! Vediamo PD-SEL-M5S oltre a pensare a gay, immigrati rom e banche cosa saranno in grado di fare, tato più di 6 mesi non durano!

Requiem sharmutta

Mar, 10/09/2013 - 10:43

Ho guardato ieri sera in TV la trasmissione di Vespa. Schifani mi ha purtroppo deluso come politico, come ex Presidente del Senato e come uomo libero. Non ha permesso al Presidente della Giunta, Stefàno, di parlare, lo interrompeva continuamente e quando è stato obbligato da Vespa a lasciar parlare Stefàno, ha continuato adire mozziconi di frasi sovrapponendosi a Stafàno, insomma ha adottato il "metodo Santanchè e Berlusconi", ovvero creare confusione per non far capire ai telespettatori quando vengon dette cose giuste ma scomode per il PdL.

Ritratto di Agrippina

Agrippina

Mar, 10/09/2013 - 10:44

@Liberta'75,mi sorprende questa sua affermazione,che senso ha?Quindi finche' non si cambia l'Italia si possono tranquillamente non rispettare le leggi e le sentenze?Di solito lei e' abbastanza onesto intellettualmente che tale affermazione non mi sembra scritta da lei.

bruna.amorosi

Mar, 10/09/2013 - 10:44

LIBERTà75 ti conviene lasciar perdere Agrippina non fosse anche perchè quando la vorresti portare sul discorso politico non risponde .chiacchiera di tutto meno che di cose serie ,.perciò non ti risponderà mai se gli chiedi chi dall'altra parte ci darà qualcosa di liberale .dato che se vogliono arrivare al 51% debbono per forza allearsi ad altri movimenti.che tutto sono meno che LIBERALI .perciò è come parlare tra sordi .

marco.iso

Mar, 10/09/2013 - 10:46

Io continuo a chiedermi il senso di questa battaglia. Se Berlusconi non viene dichiarato decaduto oggi, lo sarà comunque dal 15 ottobre in cui la corte d'appello di Milano delebererà sui termini di interdizione. Tutto questo non è che un'inutile prova di forza. Il PD non può votare per la sospensione perchè perderebbe anche quel po' di consenso che gli è rimasta. D'altra parte le richieste del PDL suonano davvero come una dilazione inutile, una sorta di accanimento terapeutico per prolungare la vita politica di un senatore che è comunque destinato a decadere tra un mese. Chi è che pecca di irragionevolezza in questo frangente?

ccappai

Mar, 10/09/2013 - 10:50

carissimo @Gaetano Immé purtroppo per la sua arrogante saccenza la Giunta non sarebbe chiamata a rispondere sulla Legge Severino. E' chiamata, invece, a decidere la decadenza del senatore Berlusconi. Lo si sarebbe dovuto fare comunque, a prescindere dalla legge Severino. Quindi, si riprenda il suo rotolo di cazz.... ate e mditi profondamente sulla sua ignoranza

ccappai

Mar, 10/09/2013 - 10:56

Una cosa che non capirò mai è la vostra passiva accettazione della condizione di schiavitù nei confronti di Berlusconi. Come se foste incapaci di camminare con gambe alternative. Come si foste privi di qualsiasi identità. La sinistra, con tutti i difetti possibili almeno fa un tentativo di avere un'identità ed è sottoposta a continue critiche al suo interno e dal suo popolo. Voi Berlusconiani siete davvero assurdi. Adorate Berlusconi, accettate solo la sua parola, non avete alternative. siete schiavi di un uomo. Se muore Berlusconi siete morti anche voi... SVEGLIATEVI!!!!

luicom

Mar, 10/09/2013 - 10:56

xCALISESI MAURO: a parte le frasi fatte e i luoghi comuni contenuti nella tua analisi (in base a quali dati sostieni che l'80% del fallimento italia è imputabile ai sindacati?) mi incuriosisce questa continua attesa dell'uomo della provvidenza, che sia berlusconi, tosi o renzi. Purtroppo è un vizio molto italiano affidare tutto nelle mani di uno e sperare che sia l'uomo giusto. L'italia invece ha bisogno di tante persone competenti, oneste che si mettano a lavorare seriamente per raddrizzare questo paese, non dell'uomo da talk show

buri

Mar, 10/09/2013 - 11:00

i COMPAGNI non cambieranno mai, se non si riesce a sconfiggere l'avversario o, come lo chiamano loro, il nemico con il voto popolare esistono i tribunali, o le case di cura per malattie mentali, però nel caso di Berlusconi, gente responsabile avrebbe usato la prudenza, invece di dare dell'irresponsabile a chi pretende di esporre le proprie ragioni, non si pretende clemenza ma solo l'esame degli argomenti presentati dalla difesa del Cav. prima di decidere, in tutti i tribunali, salvo quelli speciali, l'imputato ha il sacrosanto diritto di difendersi, ma per il PD e il M5S questo diritto non esiste, siamo alla riedizione dei tribunali della rivoluzione francese, dove l'imputato era condannato a priori

Libertà75

Mar, 10/09/2013 - 11:04

@agrippina, si riferisce alla mia battuta provocatoria? lei si rende conto che tutto il suo pensare è sempre SB centrico? Il suo come quello di molti altri, a parte che io non do nessun salvacondotto a SB ma sarei dell'idea di prendere tempo per vedere quali cartucce ha, e questo l'ho sempre detto e non cambio idea. Del resto a mia ragione c'è il fatto che per quanto tempo SB prenda sarà insufficiente per potersi ricandidare sia al Parlamento Italiano sia a quello Europeo, quindi io dormo il sonno degli onesti intellettuali. Se si parla di intrighi internazionali la gente priva di onestà intellettuale non li vede, però la guerra in Siria (dopo tutto il nord africa) è un'invenzione dei TG, che saltano i contratti di petrolio dell'Italia non si vede, che il mondo stia subendo una islamizzazione violenta è un dato di fatto ed è violenta perché fatta con armi e in virtù di una rigidità di pensiero che è preambolo di ulteriori lotte. Però in un mondo che crea relazioni che ostacolano l'Italia con l'avallo di una magistratura e di una classe politica che avversa la nostra presenza tra le potenze industriali non si parla, ancora e sempre convinti che tutti sti elementi siano colpa di SB. Si liberi lei di questi facili pregiudizi e continui moralismi che distolgono dalla verità delle cose. Questo è un Paese condannato ad una continua recessione e non per colpa di SB, se non lo si vede, non si vedranno neanche le riforme necessarie per arginare il fenomeno. Buona giornata a lei

Ritratto di Agrippina

Agrippina

Mar, 10/09/2013 - 11:08

@Liberta75, e'altrattanto plausibile cio' che lei scrive su quella che e' la natura del csx,abbastanza frastagliata(a voler essere gentili),quella ipotizzata dall'utente 020121940 e' una delle possibilita',invero ve ne sono altre e quasi tutte le opzjoni dipendono preminentemente dai giochi interni al pd.Lei ha ricostruito bene i governi Prodi,le aggiungo che durante le ultime elezioni del PdR ne abbiamo visto la riprova di certe battaglie intestine,ma a parte cio' che ha sicuramente la sua rilevanza,il tema sollevato da 020121940 e' l'errore del pdl nel non assumere una linea differente che faccia esplodere le ceneri bollenti che covano dall'altra parte.Se berlusconi si dimettesse e portasse avanti i suoi ricorsi e le sue battaglie senza dare piu' scuse al pd,permetterebbe poi al pdl,se mai ne fosse capace,di mettere pressione al governo sulle questioni politiche che oggi interessano la gente,potrebbe il pdl fare il falco non gia' su un uomo ma sulle questioni del paese sfidando il pd e mettendo allo scoperto titte le carte false mostrate fino ad oggi,ed il reale intendimento di alcuni di voler fare saltare tutto.Ma queste cose non sono forse contemplate da un gruppo completamente incapace di sorreggersi senza la sua icona,pensano di fargli un favore,in realta' si affossano da soli,ma non e' tutta cilpa loro..

Ritratto di Agrippina

Agrippina

Mar, 10/09/2013 - 11:20

Bruna,non ho mai mancato di replicarle nel merito delle questioni,tutte le volte che ho potuto o mi hanno pubblicato non ho fatto mancare la mia opinione,che poi a lei non piaccia e' un altro discorso ma non credo proprio che io sia mai sfuggita e Liberta75 con cui negli ultimi tempi si e' discusso su alcune questioni lo sa da se se sono una sorda o una persona con cui confrontarsi,comunque ti auguro una sincera buonagiornata.

pastorino

Mar, 10/09/2013 - 11:27

Anche se non sono un politologo intravedo nella strategia di Berlusconi un piano che gli consenta di passare indenne la bufera che lo sta investendo. Appare chiaro che cerca in tutti i modi di procrastinare la decadenza dovuta alla legge Severino per arrivare alla sentenza sull’interdizione e successivo rinvio alla Consulta solo dopo che avrà ottenuto nuove elezioni, sperando di vincere alla camera, dove sicuramente si candiderà, e forte del premio di maggioranza vanificare così ogni azione della magistratura essendo lui deputato e forte del fatto che ogni azione debba essere autorizzata dalla maggioranza dei deputati che stando ai sondaggi attuali pensa di avere, fregandosene del destino della nazione e di tutta la popolazione. E’ dura per me dire queste cose dopo averlo votato sempre per 20 anni, ho sorriso a tutte le scappatoie che ha sempre trovato per rimanere in sella ma non posso continuare a sostenerlo quando si è arrivati al mors tua vitae mea dove il morto è l’Italia. Nel mio piccolo comincerò a non comprare più prodotti pubblicizzati su Mediaset, a parte il voto che al momento non so a chi darlo, è l’unica arma a mia disposizione per far sentire il mio disappunto.

Ritratto di Agrippina

Agrippina

Mar, 10/09/2013 - 11:36

Liberta75 si miferivo al post delle 9.56.Stia pur sereno che non soffro di berluscocentrismo,ne e' prova i tanti post da me scritti su questioni politiche scansando appositamente il soggetto in questione e cercando di approfondire la politica trascendendo dai personalismi anche perche' ho questo tipo di impostazione e cultura per cui le leadership non mi appassionano affatto.Converra' pero che e' dura su questo blog fare una discussione in questi termini visto che le repliche dei fsns sono imprescindibili dal loro idolo ragion per cui alla fine l'argomengo B. torna in ballo non tanto per una mia premura quanto per la difficolta' di tanti nel farne a meno.Inoltre se stiamo discutendo della sua decadenza mi duca di grazia dopo aver provato a fare ragionamenti in astratto se poi non sia anche opportuno discugere del protagonista di qjeste vicende.L'articolo che stiamo commentando sbaglio o e' incentrato su di lui?

Gaetano Immè

Mar, 10/09/2013 - 11:40

Per ccappai.I suoi insulti mi onorano, mi creda. La Giunta deve decidere sulla base di cosa, signor mio? Di una Legge, appunto la Legge Severino, fatta apposta da più di un anno. Sarei dunque io l'arrogante saccente o è Lei l'ignorante? Veda Lei. Gaetano Immè

Ritratto di Gorilla Gor

Gorilla Gor

Mar, 10/09/2013 - 11:42

Forza compagni, quando bandiera rossa trionferà, presto presto faremo la fine di Kuba e Nord Korea. Bravi!

Ritratto di MIKI59

MIKI59

Mar, 10/09/2013 - 11:55

Come cittadino italiano, sono indignato nel vedere che il vero problema del Paese, sia Berlusconi. Questo significa mettere in secondo piano i veri problemi di questa nazione. Spero, che vi siano altri cittadini non ottusi come me, che vedano il vero problema, e non quello che vogliono che noi vediamo.

Ritratto di Ignazio.Picardi

Ignazio.Picardi

Mar, 10/09/2013 - 12:04

LA GIUNTA COMUNISTA SE CERCA UN LAVORO ALQUANTO PRECARIO PUO' RIVOLGERE ALL'AMMINISTRAZIONE GIUDIZIARIA CINESE "" CERCANO DEI BOIA"" perché anche loro "hanno rallentato il pensiero politico maoista", quindi questi soggetti facilmente reperibili solo in italia ove la nostalgia è paragonabile alla densità dell'azione di una moglie che tradisce il marito sullo stesso letto nuziale. E' ovvio tra le file del comunismo. Noi non siamo stati alla mercé di nessuno, loro si ! ed hanno tradito anche l'italia mettendosi a disposizione del KGB. Che razza senza discendenti.

Libertà75

Mar, 10/09/2013 - 12:26

@agrippina, si ha ragione che l'articolo parla di SB, ma pare dall'articolo e dai commenti che tutto in Italia verta ancora su SB, intanto dal 2011 conta come il 2 di picche e abbiamo aumentato disoccupazione, debito pubblico, disordine sociale, diminuito assistenza sociale, sanitaria e previdenziale... e si continuano a chiudere fabbriche. E purtroppo c'è ancora gente che pensa che questi 2 anni di vera crisi siano colpa di SB perché non aveva anticipato la crisi quando c'era (con l'evidente idiozia di manifesta stupidità logica). Un vero primo ministro la crisi la attenua e non l'accentua, il virtuosismo ricercato da Monti ha prodotto questi risultati. Cassa integrazione ordinaria, straordinara, in deroga e vattelapesca sono tutte scempiaggini, che si prendano questi disoccupati e li si metta a pulire strade, parchi, o a regolare traffico, pulire scarpate di fiumi, ecc... (sa perché non si fa? perché sarebbero inquadrati come dipendenti pubblici o alla meglio come spesa, allora ecco una cassa integrazione che si può passare per evento temporaneo, assurdo).

marcellopedretti

Mar, 10/09/2013 - 13:05

il roscio intervistatore fa pena. Caro Casson il punto non è la sentenza il punto è l'incosdtituzionalità dell'applicazione della legge

benny.manocchia

Mar, 10/09/2013 - 13:08

Ecco qui il primo dei nuovi Dieci Comandamenti da seguire: mai piu' acquistare una copia de La Repubblica (e nemmeno seguire il suo online).A chi non ubbidisce:peste le colga!... un italiano in Usa

Ritratto di Geppa

Geppa

Mar, 10/09/2013 - 13:14

mandare fuori dal gioverno, dal parlamento un criminale, giudicato tale in 3 gradi, e' da comunisti?

precisino54

Mar, 10/09/2013 - 13:27

Direi piuttosto che quanto dichiarato da Casson, ma anche da Stèfano e La Torre ieri da Vespa, è la lampante dimostrazione di quanta ignoranza ci sia in giro. Tranne quelli che vogliono negarlo per vari motivi, è ben noto che i parlamentari ed in particolare quelli delle giunte di autorizzazione, svolgono una funzione politica con chiara valenza giurisdizionale! Tutt'al più si può discutere su qualle delle funzioni deve avere il sopravvento sull'altra, ma non di certo negarla. Su questa base ecco il richiamo di Schifani a Grasso per procedere alla sostituzione di quei membri della giunta che, ancor prima di leggere le carte, avevano espresso il loro orientamento. Affermazioni come quelle "sfottenti" di Casson in merito al ricorso di SB «chiaramente non ricevibile» non dovrebbero far parte di un giudice, che non deve fare valutazioni umorali ma sui documenti che naturalmente vanno letti e studiati.

Duka

Mar, 10/09/2013 - 13:29

Mi pare che i più preoccupati della caduta del governo sia il PDL mentre il PCI,PDS,DS,PD dice che sraà una sciagura ma in realtà manovra dall'ultima tornata elettorale per governare da sola. Non dimentichiamo che la megatruffa MPS deve essere ancora TOMBIZZATA ma lo sarà a breve statene certi.

Ritratto di luigipiso

luigipiso

Mar, 10/09/2013 - 13:36

Ecco qui il primo dei nuovi Dieci Comandamenti da seguire: mai piu' un berlusconi in Italia (e nemmeno seguire le sue tv).A chi ubbidisce:intellgenza lo colga!... tutti gli italiani onesti ed intelligenti sparsi nel mondo

benny.manocchia

Mar, 10/09/2013 - 14:21

Senza esitazione subito le dimissioni dei parlamentari del pdl. un italiano in usa