Marò, una parcella di 5 milioni per lasciarli prigionieri in India

Fatture d'oro (e in dollari) degli avvocati locali, che non sono neppure riusciti a ottenere il processo. La beffa: uno dei difensori diventa procuratore generale

I marò italiani Salvatore Girone e Massimiliano Latorre

Cinque milioni di dollari (circa 3,6 milioni di euro), dalle tasche del contribuente italiano, sono stati sborsati per la difesa dei marò. In stragrande maggioranza serviti a pagare le costose parcelle degli avvocati indiani che rappresentano i marò ed in minima parte come anticipo del baronetto inglese ingaggiato per intraprendere la via dell'arbitrato internazionale. Soldi ben spesi se Massimiliano Latorre e Salvatore Girone non fossero ancora trattenuti in India da due anni e mezzo senza processo. Un esborso assurdo tenendo conto dei risultati raggiunti fino ad ora, poco superiori allo zero. Non solo: Mukul Rohatgi, il principe del foro più costoso dell'India assoldato dall'Italia, il 28 maggio è stato nominato procuratore generale del nuovo governo di Narendra Modi, il politico nazionalista mangia marò. Oltre al danno milionario si è aggiunta la beffa.

L'unico successo degli avvocati indiani è stato quello di strappare i marò dalle grinfie del Kerala, dove avevano sbattuto Latorre e Girone in galera per tre mesi, facendoli trasferire a Delhi ai «domiciliari» presso l'ambasciata italiana. Però i legali a peso d'oro erano convinti che la Corte suprema avrebbe riconosciuto l'immunità funzionale dei nostri fucilieri di Marina chiudendo il caso. Invece ha solo stabilito la realtà dei fatti, ovvero che l'incidente in cui sono morti due pescatori indiani non è avvenuto nelle acque territoriali indiane ed il Kerala non aveva alcun diritto di indagare e processare i marò. Se i luminari del foro locali fossero stati pagati a risultato, anziché ad ore, come è avvenuto nello stile americano, avrebbero guadagnato un piatto di lenticchie.
«Al momento le spese per gli avvocati indiani ed i nuovi legali britannici si aggirano sui 5 milioni di dollari. Il costo è stato suddiviso fra il ministero della Difesa e quello dell'Interno, che ha un capitolo apposito per questi casi» dichiara al Giornale una fonte autorevole del governo. Il grosso dei 5 milioni di dollari è stato pagato dal governo Monti e Letta agli avvocati indiani. Prima lo studio Titus & Co di Nuova Delhi, che annunciava di aver schierato ben 9 legali sul caso dei marò. Il più noto alle cronache italiane è Harish Salve, che nel marzo 2013, quando sembrava che i fucilieri di Marina restassero in Italia dopo un permesso concesso dall'India, aveva annunciato urbi et orbi che lasciava l'incarico per protesta. Roma ha ingaggiato anche l'avvocato Mukul Rohatgi, collezionista di auto, uno dei dieci legali più pagati dell'India. Si è battuto a spada tratta, senza ottenere il rientro in patria dei marò che annunciava, in attesa del processo. Poi il nuovo premier indiano Modi, che ha usato come clava propagandistica il caso marò, lo ha nominato procuratore generale. Il 28 maggio, bontà sua, Rohatgi ha specificato in un'intervista che non rappresenterà il governo indiano «nel caso dei marines italiani a causa del conflitto» di interessi.

«È sempre stato un errore battere sulla giurisdizione indiana. Bisogna imboccare decisi la strada dell'arbitrato davanti ad un giudice internazionale - spiega a il Giornale, Angela Del Vecchio, esperta di diritto internazionale -. Abbiamo atteso due anni e mezzo e adesso che il nostro avvocato difensore è diventato procuratore generale a Delhi stanno valutando se ricominciare da zero. Basta, tagliamo questo nodo gordiano e passiamo con decisione all'arbitrato».
Una minima parte dei 5 milioni di dollari per spese legali corrisponde all'anticipo chiesto dallo studio legale di Sir Daniel Behtlehem, che ha schierato tre avvocati sul caso. Una fonte governativa spiega che «gli inglesi fanno parte di un team legale di 9 persone, cinque dei quali sono esperti italiani». Il governo Renzi ha chiamato all'appello Mauro Politi, uno dei massimi esperti nazionali di diritto internazionale, Attila Tanzi dell'università di Bologna, Ida Caracciolo che insegna Diritto del mare a Napoli, l'avvocato Paolo Busco impegnato all'ufficio legale della corte de L'Aya per l'arbitrato e Guglielmo Verdirame. «La strategia dell'internazionalizzazione prevede una procedura precisa a cominciare dallo “scambio di vedute” con il governo indiano. Se non si compiono questi passi non si arriva all'arbitrato» sottolinea con il Giornale una fonte governativa. Per ora New Delhi ha fatto spallucce e l'Italia, se vuole, può fare istanza i tempi brevi al tribunale internazionale nella speranza di tirare fuori i marò dalla trappola indiana.

www.gliocchidellaguerra.it

Commenti
Ritratto di fluciano

fluciano

Gio, 10/07/2014 - 12:47

Io stò con i marò! iuntano vorrei che IL GIORNALE iniziasse a pubblicare OGNI GIORNO la lista dei parlamentari che sostengono il Governo. OGNI GIORNO !!!

Ritratto di mortimermouse

mortimermouse

Gio, 10/07/2014 - 12:47

e i PSICOSINISTRONZI che fanno? si grattano la pancia, e se ne fregano dei due marinai d'italia abbandonati! bravi! complimenti! ora magari tifate per hamas, che sta tirando missili su Israele.... PATETICI!!!!

edo1969

Gio, 10/07/2014 - 12:52

Maròòò

fiorentinodoc

Gio, 10/07/2014 - 12:59

i 5 milioni facciamoli pagare al sig monti

Ritratto di navigatore

navigatore

Gio, 10/07/2014 - 13:02

non sono compagni per cui ..chi se nè frega, vedi Napolitano-Monti- Letta- Renzi, lo schifo e la vergogna di una nazione di merda....

Sonia51

Gio, 10/07/2014 - 13:13

Sono d' accordo con fiorentinodoc, che paghino i responsabili, possibile che non ci siano mai dei responsabili? Lo sanno che cosa significa questa parola? E, oltre a Monti, all' inutile Staffan De Mistura, all' armatore che ha acconsentito di entrare in porto e al responsabile degli esteri dell' epoca. Fanno 1 mil. e 200 mila euri a testa: che li sborsino, cazzo!

Massimo25

Gio, 10/07/2014 - 13:13

Veramente la grossa parte di Italiani e un popolo di "Bambolotti" e finiamola con la storia degli artisti,eroi etc.etc.siamo un popolo di insignificanti personaggi e chiacchieroni e allo stesso tempo vigliacchi e questo nel mondo lo hanno capito e ci trattano a palate di merda in faccia ogni giorno.In più siamo e siamo stati governati da una accozzaglia di pseudo banditi...da noi messi a bastonarci....e ora ci stupiamo di tutto questo???Nel caso dei Marò cosa ha fatto MONTI o quell'altro personaggio che risponde la nome di Giorgio Napolitano...per ragioni economiche hanno sacrificato due persone a un destino infame. Ieri ho visto la Mogherini con PUTIN....ma stiamo prendendoci per il culo??come vedere i film di Bambi o di Biancaneve... Altri paese avrebbero già usato altri metodi...con l'India ne esistono..ma vigliaccamente si preferisce il silenzio e allora silenzio e testa china.

Ritratto di Italia Nostra

Italia Nostra

Gio, 10/07/2014 - 13:13

fateli pagare a Monti che tanto è sponsorizzato dalla Goldman Sachs - 'sto furbetto made in Italy

Massimo Bocci

Gio, 10/07/2014 - 13:15

E ringraziamo che non li hanno (ancora???) giustiziati, sennò avrebbero aggiunto le SPESE CAPITALI!! Ma sono ancora in tempo per quelle per il.........MORTO!!! Dura Lex, MAGNA Lex!!!

elio2

Gio, 10/07/2014 - 13:18

Anche gli avvocati indiani si sono accorti che razza di deficienti avevamo al governo e ne hanno approfittato a più non posso.

Ayse

Gio, 10/07/2014 - 13:20

Questa è la vera vergogna italiana e non Berlusconi!!! detraessero i 5 milioni dallo stipendio del senatore monti, che schifo!

Raoul Pontalti

Gio, 10/07/2014 - 13:37

Se li sono guadagnati bene i soldi quegli avvocati perché hanno eseguito a puntino l'incarico ricevuto: evitare il più possibile il processo. I rinvii li hanno richiesti e ottenuti ripetutamente gli avvocati in adempimento del mandato di difendere i marò dal processo prima ancora che nel processo. Basta una rapida scorsa alle cronache per rendersene conto: non solo il trasferimento del processo già aperto in Kerala, ma i ricorsi avverso la decisione di mandare a processo i marò sulla base del SUA-Act anziché sulla base dell'ordinario codice penale indiano, etc.. Compreso che ormai il processo nel merito diviene inevitabile l'Italia ha deciso di ricorrere all'arbitrato internazionale e di non riconoscere la Giustizia indiana: sarà un buco nell'acqua perché gli arbitri aditi ai sensi dell'UNCLOS (e arbitrati diversi l'India non li accetterebbe) non potranno pronunciarsi sulla immunità funzionale dei militari che è l'unico appiglio che l'Italia ha, su questa potrà pronunciarsi solo la CIG ma temo alle calende greche (o comunque dopo che la condanna sarà stata appioppata se non interverranno accordi politici).

Ritratto di frank60

frank60

Gio, 10/07/2014 - 13:38

Mi sa che anno tutto il tempo di laurearsi...

Duka

Gio, 10/07/2014 - 13:39

% Mln più gli spiccioli già pagati per inviare in gita 26 margnufoni incapaci di alcunche (tra questi il casinista nazionale)ma che al ritorno assicurarono le famiglie dei marò e i cittadini italiani che il problema era risolto (sottinteso da loro)- Quanto manca alla ribellione in grande stile per buttarli fuori dai palazzi a pedate nel culo?

Ritratto di Gianfranco Robert Porelli

Gianfranco Robe...

Gio, 10/07/2014 - 13:46

L'Italia va in fallimento se il cerchio magico del Quirinale dissipa il gettito fiscale con elementi tipo li, Staffan de Mistura e compagnia cantando. Dunque l'unica è mandare sul colle una persona seria e preparata... Ora, l'esistenza di Mediaset dimostra che Berlusconi è capace di rientrare dei debiti e di creare contemporaneamente posti di lavoro. Dunque egli è il candidato naturale a succedere al Napolitano. Quello che ha chiamato tre milioni di immigrati a vanificare il milione di posti di lavoro creati dal cavaliere e vanificare rientro dell'esposizione debitoria ottenuta dal suo Governo, con elargizione di rendite parassitarie, specialmente ai meridionali onde "Colmare il divario tra nord e sud Italia". Peccato che tale divario si sia ampliato perché il Ganimede non capisce niente di economia.

Ritratto di Y93

Y93

Gio, 10/07/2014 - 13:47

5 milioni di bastonate ........Espulsione di tutti gli indiani presenti in Italia

fiorentinodoc

Gio, 10/07/2014 - 13:52

i 5 milioni facciamoli pagare al sig monti

Ritratto di brunodoimo

brunodoimo

Gio, 10/07/2014 - 14:06

se fosse mai successo a due marines americani quello che è successo ai due nostri fedeli e corretti marò....pensate che sarebbero in India?? Ma anche solo a due francesi, senza andare oltreoceano

Ritratto di emmepi1

emmepi1

Gio, 10/07/2014 - 14:14

gli avvocati indiani hanno vinto la lotteria; chissà quanto tempo andremo avanti e saranno tanti bei soldini per loro. grazie Napolitano, grazie Monti, grazie Letta e per ultimo grazie a Rienzi. grazie a voi gli avvocati guadagnano, voi ve ne sbattete le palle (tanto i soldi sono dei contribuenti) ma la cosa che mi stupisce di più è la non reazione dei vari comandanti dell'Esercito. evidentemente hanno paura di perdere privilegi e non hanno neanche il coraggio di alzare la voce e difendere i loro sottoposti.

blaster

Gio, 10/07/2014 - 14:19

Una cosa che è passata nel silenzio: in genere per proteggere una nave mercantile dall'attacco di pirati, vengono impiegati dei "contractors" privati. Come mai, invece, c'erano soldati italiani su quella nave "mercantile"? Cosa trasportava sotto coperta? Risponda Senatore a vita Mario Monti, responsabile principe di questo scempio! Una nazione affidata a gente senza midollo osseo, poveri noi....

Ritratto di ALESSANDRO DI PROSPERO

ALESSANDRO DI P...

Gio, 10/07/2014 - 14:29

L'India continua ancora a giocare come fa il "GATTO" con il "TOPOLINO" visto l' importanza che ha questa pseudo Repubblica Italiana in campo mondiale. Facciamo parte della E.U., facciamo parte delle N. U., facciamo parte della NATO ma nessuno si muove o si è mosso subito in modo determinante. Tutti DORMONO. E i mostri "Intalligenti Politici" oltre che a pagare salatamente, continuano a OSANNARE queste istituzioni che la dovrebbero proteggere subito senza Se e senza MA.E il popolo Italiano paga sempre tutto il CONTO. Sicuramente la colpa sarà sempre del Popolo Italiano che manda al Governo tutti questi Politici FELLONI e MAGNACCI che non sanno imporsi ad alcuno. E le "ARPIE" ne approfittano e non è escluso che allunghino il "BRODO" solo per grande LUCRO.Secondo me la faccenda dei nostri Marò si è talmente ingarbugliata che ormai sarà difficile prevedere la fine. Tutto questo, grazie a chi ci sta governando da tre anni.

Ritratto di ALESSANDRO DI PROSPERO

ALESSANDRO DI P...

Gio, 10/07/2014 - 14:31

L'India continua ancora a giocare come fa il "GATTO" con il "TOPOLINO" visto l' importanza che ha questa pseudo Repubblica Italiana in campo mondiale. Facciamo parte della E.U., facciamo parte delle N. U., facciamo parte della NATO ma nessuno si muove o si è mosso subito in modo determinante. Tutti DORMONO. E i mostri "Intalligenti Politici" oltre che a pagare salatamente, continuano a OSANNARE queste istituzioni che la dovrebbero proteggere subito senza Se e senza MA.E il popolo Italiano paga sempre tutto il CONTO. Sicuramente la colpa sarà sempre del Popolo Italiano che manda al Governo tutti questi Politici FELLONI e MAGNACCI che non sanno imporsi ad alcuno. E le "ARPIE" ne approfittano e non è escluso che allunghino il "BRODO" solo per grande LUCRO.Secondo me la faccenda dei nostri Marò si è talmente ingarbugliata che ormai sarà difficile prevedere la fine. Tutto questo, grazie a chi ci sta governando da tre anni.

Anonimo (non verificato)

Ritratto di pasquale.esposito

pasquale.esposito

Gio, 10/07/2014 - 14:35

CHE; DIFFERENZA CÉ FRA IL CAPO DELLE NOSTRE FORZE ARMATE NAPOLITANO; É I 2 MARÓ?; SEMPLICE I 2 MARÓ HANNO LE PALLE! MENTRE NAPOLITANO NON LE HA!.

Ritratto di fluciano

fluciano

Gio, 10/07/2014 - 14:39

@brunodoimo - se ricordo bene gli americani sono andati sul campo di guerra a recuperare i due piloti abbattuti in Irak.

Ritratto di pasquale.esposito

pasquale.esposito

Gio, 10/07/2014 - 14:41

CHE; DIFFERENZA CÉ FRA IL CAPO DELLE NOSTRE FORZE ARMATE NAPOLITANO; É I 2 MARÓ?; SEMPLICE I 2 MARÓ HANNO LE PALLE! MENTRE NAPOLITANO NON LE HA!.

petra

Gio, 10/07/2014 - 14:41

Hanno trovato dei polli da spennare: gli Italiani. Ma i costi delle parcelle non si pattuiscono prima?

brunicione

Gio, 10/07/2014 - 14:48

Mi sono sognato che tutti i soldi versati per gli avvocati indiani, (5 milioni di dollari) sono serviti a creare un conto in nero per poi spartirsi i soldi tra i nostri partiti e i nostri politici. Che paura....meno male che era solo un sogno !!

Ritratto di Germano44

Germano44

Gio, 10/07/2014 - 14:49

Le parcelle dei principi del foro indiano siano pagate in monetine, già predisposte in cilindretti lubrificati da introdursi per via rettale. La provvigione spettante poi ai nostri politici e governanti, rei di aver rimandato alla civilissima india (dove vige la pena di morte), sia corrisposta con la stessa modalità sulla pubblica piazza!!

claudio faleri

Gio, 10/07/2014 - 14:52

siamo sempre stati dei buffoni,lo dimostriamo in tutto, fuori anche dal mondiale.....bene

magnum357

Gio, 10/07/2014 - 14:53

Se il governo italiano paga la parcella, non pago piu' le tasse !!

teoalfieri

Gio, 10/07/2014 - 14:55

che palle questi marò! Hanno sparato senza pensare... ora paghino! Piuttosto pensiamo a coloro che sono stati sequestrati all'estero...loro si che meritano la nostra pena... i Marò verranno giudicati da coloro che sono incaricati!

Ritratto di Baliano

Baliano

Gio, 10/07/2014 - 14:56

Nethanyahu, facci un favore, lassa perde Hamas per adesso, passa prima da quelle parti, te ne saremo grati eternamente. Quel bamboccio che dice di rappresentarci, s'è scordato persino la strada di casa, pensa se sa dove si trova l'India. Che ti costa, pochi uomini, una squadretta Speciale del Mossad e gli acchiappamosche (acchiappacitrulli) con la testa fasciata neanche se ne accorgono, impegnati come sono a spidocchiarsi nel "foro", coi milioni de noantri.

@ollel63

Gio, 10/07/2014 - 14:58

monti è letta devono pagare di tasca, in solido con i funzionari governativi che hanno combinato il pasticcio: ignoranti e inacapaci che intascano stipendi faraonici. Paghino di tasca propria perchè colpevoli d'inefficienza boriosa e crassa ignoranza.

Accademico

Gio, 10/07/2014 - 15:10

E quali sono le voci di spesa interessate che fanno lievitare la parcella fino a raggiungere la ragguardevole cifra di dieci MILIARDI delle vecchie lire? Chi ha reclutato costoro?

Ritratto di fullac

fullac

Gio, 10/07/2014 - 15:11

ci pensi De Mistura e chi lo ha mandato

Ritratto di stock47

stock47

Gio, 10/07/2014 - 15:16

Calcolando la stessa identica parcella per i prossimi dieci anni credo che complessivamente si arriverà a 25 Milioni di Dollari pari a 18 Milioni di Euro. Di sicuro i arò avranno tutto il tempo per prendere la laurea, nei prossimi dieci anni.

onurb

Gio, 10/07/2014 - 15:18

Ho un dubbio. Visto l'ammontare delle parcelle, il metodo di pagamento, a ore, e la corruzione che regna nell'amministrazione indiana, che per questo aspetto fa concorrenza a quella italiana, non è che per caso gli avvocati indiani sono interessati a menare il can per l'aia, e quindi stanno favorendo le lungaggini con adeguate iniezioni di unguento ad hoc negli ingranaggi a loro noti, per continuare a riempirsi le tasche con i nostri soldi? La Corte dei Conti dovrebbe intervenire e richiedere il rimborso dei danni subiti dallo stato ai responsabili, che noi tutti conosciamo, del rientro in India dei due marò. Sono evidenti due cose: poiché la costituzione vieta di rimpatriare cittadini stranieri che nel loro paese rischiano torture o la pena di morte, e a maggior ragione di consegnare un cittadino italiano, i nostri governanti hanno contravvenuto alla costituzione; inoltre questo rientro anticostituzionale ha costretto lo stato a una spesa non indifferente. Una volta tanto si costringa chi ha sbagliato a pagare di tasca propria e non con le tasche dei soliti fessi: noi contribuenti.

onurb

Gio, 10/07/2014 - 15:51

magnum357. Incomincia a chiedere il rimborso delle tasse che hai già pagato: la parcella è stata saldata.

fabio tincati

Gio, 10/07/2014 - 15:55

prima di esprimermi, volevo chiedere: l'espressione imbecilli ed inetti rivolta ai nostri rappresentanti, nella querela marò. Italia, India potrebbe essere considerata insulto, o solo una considerazione sintetica degli operandi?!

Ritratto di illuso

illuso

Gio, 10/07/2014 - 16:07

Per emmepi1 ore 14,14: egregio, condivido il suo post, aggiungo che l'esercito e la marina italiana non esistono più, ormai sono formati da una moltitudine esagerata di super graduati che guadagnano moltissimo e la loro prima preoccupazione è di non perdere i propri privilegi...della nazione e dei sottoposti non può fregare loro di meno.

lamwolf

Gio, 10/07/2014 - 16:13

Scriviamolo pure, presi anche per il culo da un popolo che di civile ha poco visto le orribili violenze subite da bimbe indiane. Presi per il culo in quanto abbiamo fatto ricchi: le famiglie dei due PIRATI, avvocati incompetenti e inconcludenti, periti e quant'altro di razza indiana. Siamo guidati da un branco di incompetenti che non sanno che pesci pigliare. Mi dissocio da chi è riuscito a tale vergogna almeno avessero prodotto in più ben MINIMO dei risultati. Fossero stati due soldati americani, russi o inglesi a quest'ora erano da molto tempo con le proprie famiglie. Vergogna inconcludenti....

michele lascaro

Gio, 10/07/2014 - 16:23

Questo denaro lo addebiterei all'uomo in loden e al passero (non passera che è una parola di ambiguo significato), attualmente solitari, duo inqualificabile.

lamwolf

Gio, 10/07/2014 - 16:42

Monti ma la notte dormi e con quale coscienza visto che erano a casa i due marò. Fateli pagare a lui un altro che ci ha portato alla rovina e che dobbiamo anche pagare per averci stratassato.

Ritratto di stenos

stenos

Gio, 10/07/2014 - 17:34

La repubblica democratica fondata sullo resistenza. Che pacco ragazzi. Da sbellicarsi di risate se non ci fosse in mezzo la pelle di due nostri militari. Lo stato più ridicolo e infame del pianeta.

Duka

Gio, 10/07/2014 - 17:38

L'allora min. degli esteri governo Monti è desaparecido? Mi pare che abbia messo parecchio del suo per incastrare i marò invece si eclissato alla chetichella, intasca regolarmente la busta paga e avrà pure un vitalizio a magnificare le sue gesta.

Ritratto di stufo

stufo

Gio, 10/07/2014 - 17:58

....Gianni Barbacetto per il "Fatto quotidiano" Per essere condannato a una pena più alta di quella chiesta dai pm, bastava un avvocato d'ufficio. Così sussurrano a Silvio Berlusconi, non senza una buona dose di velenosa malizia, gli amici della sua cerchia più stretta, che ormai non vedono più di buon occhio gli avvocati Niccolò Ghedini e Piero Longo, per anni potentissimi nella gerarchia di Arcore. "Quelli ti spolpano, senza riuscire mai a vincere una causa", sibilano suadenti. Le spese per processi e avvocati, in effetti, sono pesantissime. Una volta Berlusconi ha buttato lì anche una cifra. Dopo l'ennesima sconfitta (la Cassazione aveva appena respinto la sua richiesta di spostare da Milano a Brescia i processi "toghe sporche"), si è sfogato così: "Bel risultato, e pensare che ho speso 500 miliardi in avvocati". Era il 2003 e l'allora presidente del Consiglio parlava di miliardi di lire. Una somma imponente, riportata dal Corriere della sera e mai smentita da Berlusconi.......

Ritratto di mortimermouse

Anonimo (non verificato)

Ritratto di perigo

Anonimo (non verificato)

Ritratto di pipporm

pipporm

Gio, 10/07/2014 - 18:12

E se fossero riusciti a farli liberare, quanto avrebbero chiesto?

Ritratto di pipporm

Anonimo (non verificato)

Ritratto di pipporm

Anonimo (non verificato)

Ritratto di pipporm

pipporm

Gio, 10/07/2014 - 18:14

E se fossero riusciti a farli liberare, quanto avrebbero chiesto?

Ritratto di pipporm

pipporm

Gio, 10/07/2014 - 18:15

E se fossero riusciti a farli liberare, quanto avrebbero chiesto?

Ritratto di pipporm

pipporm

Gio, 10/07/2014 - 18:17

E se fossero riusciti a farli liberare, quanto avrebbero chiesto?

Anonimo (non verificato)

eloi

Gio, 10/07/2014 - 19:00

Facciamo "silenziosamente2, rientrare in Italia tutto il corpo diplometico in India. Quindi arrestiamo i loro diplamatici con l'accusa di spionaggio.

Ritratto di michele lamacchia

michele lamacchia

Gio, 10/07/2014 - 19:06

Già da molto tempo lo avevano capito anche le pietre - ma non i tecnocrati del governicchio Monti di pietà, talmente pietosamente piccoli da meritare la forma diminutiva di tecnocretini – che eravamo incappati nella strategia un preciso disegno criminoso di uno Stato incanaglitosi ad approfittare della situazione-incidente e della ignoranza crassa di chi ha disposto l' ordine di estradizione dei due marò, laddove, la legge non lo avrebbe consentito. E gli avvocati dello Stato non lo sapevano? Una situazione talmente ingarbugliatasi da non poter credere che il destino abbia abbia fatto tutto da solo, senza servirsi della manovalanza di qualche cialtrone nostrano vestito a festa il quale non poteva non sapere. A meno che non si dichiari pubblicamente ignorante: pronti a crederlo in molti per assolverlo dalla colpa ma non dalla vergognosa incapacità manifesta. Questi adoranti vaccari, peraltro, non hanno dovuto nemmeno lavorare molto di ingegno: è stato come strappare una caramella dalle mani di un bambino. O peggio: c' era ignavia, superficialità assicurata nel polletto da spremere: e la vicenda dell' avvocato difensore passato all' accusa dimostr che i due moarò sono stati consapevolmente sacrificati, come se non avessero una Patria. Che, in casa, però, difende l' onore e il nome innominabile di etnie facendo la voce grossa contro le loro vittime. E questo ci da la misura e la natura dei soggetti nelle cui mani è stato riposto il destino della nostra Patria. Che non ci ha colpa se magnacci e papponi di Stato la costringono a battere il passo sul marciapiedi della scena internazionale. Gente che ci ha la faccia come il culo.

Ritratto di michele lamacchia

michele lamacchia

Gio, 10/07/2014 - 19:06

Già da molto tempo lo avevano capito anche le pietre - ma non i tecnocrati del governicchio Monti di pietà, talmente pietosamente piccoli da meritare la forma diminutiva di tecnocretini – che eravamo incappati nella strategia un preciso disegno criminoso di uno Stato incanaglitosi ad approfittare della situazione-incidente e della ignoranza crassa di chi ha disposto l' ordine di estradizione dei due marò, laddove, la legge non lo avrebbe consentito. E gli avvocati dello Stato non lo sapevano? Una situazione talmente ingarbugliatasi da non poter credere che il destino abbia abbia fatto tutto da solo, senza servirsi della manovalanza di qualche cialtrone nostrano vestito a festa il quale non poteva non sapere. A meno che non si dichiari pubblicamente ignorante: pronti a crederlo in molti per assolverlo dalla colpa ma non dalla vergognosa incapacità manifesta. Questi adoranti vaccari, peraltro, non hanno dovuto nemmeno lavorare molto di ingegno: è stato come strappare una caramella dalle mani di un bambino. O peggio: c' era ignavia, superficialità assicurata nel polletto da spremere: e la vicenda dell' avvocato difensore passato all' accusa dimostr che i due moarò sono stati consapevolmente sacrificati, come se non avessero una Patria. Che, in casa, però, difende l' onore e il nome innominabile di etnie facendo la voce grossa contro le loro vittime. E questo ci da la misura e la natura dei soggetti nelle cui mani è stato riposto il destino della nostra Patria. Che non ci ha colpa se magnacci e papponi di Stato la costringono a battere il passo sul marciapiedi della scena internazionale. Gente che ci ha la faccia come il culo.

berserker2

Gio, 10/07/2014 - 19:07

Siamo proprio il Paese delle barzellette, dei mandolini, dei pulcinella e dei maccheroni!

Ritratto di michele lamacchia

michele lamacchia

Gio, 10/07/2014 - 19:07

Già da molto tempo lo avevano capito anche le pietre - ma non i tecnocrati del governicchio Monti di pietà, talmente pietosamente piccoli da meritare la forma diminutiva di tecnocretini – che eravamo incappati nella strategia un preciso disegno criminoso di uno Stato incanaglitosi ad approfittare della situazione-incidente e della ignoranza crassa di chi ha disposto l' ordine di estradizione dei due marò, laddove, la legge non lo avrebbe consentito. E gli avvocati dello Stato non lo sapevano? Una situazione talmente ingarbugliatasi da non poter credere che il destino abbia abbia fatto tutto da solo, senza servirsi della manovalanza di qualche cialtrone nostrano vestito a festa il quale non poteva non sapere. A meno che non si dichiari pubblicamente ignorante: pronti a crederlo in molti per assolverlo dalla colpa ma non dalla vergognosa incapacità manifesta. Questi adoranti vaccari, peraltro, non hanno dovuto nemmeno lavorare molto di ingegno: è stato come strappare una caramella dalle mani di un bambino. O peggio: c' era ignavia, superficialità assicurata nel polletto da spremere: e la vicenda dell' avvocato difensore passato all' accusa dimostr che i due moarò sono stati consapevolmente sacrificati, come se non avessero una Patria. Che, in casa, però, difende l' onore e il nome innominabile di etnie facendo la voce grossa contro le loro vittime. E questo ci da la misura e la natura dei soggetti nelle cui mani è stato riposto il destino della nostra Patria. Che non ci ha colpa se magnacci e papponi di Stato la costringono a battere il passo sul marciapiedi della scena internazionale. Gente che ci ha la faccia come il culo.

garmin1939

Gio, 10/07/2014 - 19:11

Si vergognassero questi somari incapaci Fonzie in testa.

Ritratto di perigo

perigo

Gio, 10/07/2014 - 20:04

La più grande stupidaggine in tutta questa storia è stata far tornare in India i due "marò" dopo il periodo di "vacanze natalizie" di un anno e mezzo fa. Monti e Napolitano ne hanno combinato un'altra delle loro per sminuire ed annichilire la dignità nazionale dell'Italia. Due personaggi nefasti nella storia Italiana recente che verranno ricordati per i disastri che hanno arrecato agli Italiani. Intanto si faccia presto a far tornare La Torre e Girone, l'Italia li aspetta!

Ritratto di atlantide23

atlantide23

Gio, 10/07/2014 - 20:17

Mi chiedo come reagirebbe la CASTA se leggesse i nostri commenti. Sicuramente un sorrisetto di compren sione e via...a ingozzarsi ancora con i nostri soldi. Scusate, mi rendo conto dell'inutilita' delle nostre opinioni. Del resto, tra quelle inutili ci sono anche le mie.In questa Italia umiliata e impoverita, non solo economicamente,MANCA UN CAPO.

Ritratto di atlantide23

atlantide23

Gio, 10/07/2014 - 20:19

Non ne abbiamo mai abbastanza delle schifezze della CASTA, vero ?

filder

Gio, 10/07/2014 - 21:08

Speriamo che i 5 milioni vengono trattenuti dal vitalizio di Monti e de MISTURA, ma adesso che la musica è cambiato,come afferma la Mogherini ,tutto si concluderà senza problemi: domandiamo loro i 2 marò cosa ne pensano.

agronauta

Gio, 10/07/2014 - 22:28

Militari abbandonati. Un piccolo 8 settembre che si ripete, mentre il capo delle forze armate(?) va a farsi le passeggiate a Redipuglia con tanto di paglietta.... Miserevole paese il nostro, anni luce lontano dal principio che nessuno sarà lasciato indietro, specie quando veste una divisa.

Ritratto di perigo

perigo

Ven, 11/07/2014 - 00:55

La più grande assurdità in tutta questa storia è stata far tornare in India i due "marò" dopo quel periodo di "vacanze natalizie" di un anno e mezzo fa. Monti e Napolitano responsabili principali dell'accaduto, sminuendo la dignità nazionale dell'Italia. Quei due personaggi sono una catastrofe della recente storia Italiana e verranno ricordati per i disastri che hanno causato agli Italiani. Intanto si faccia presto a far tornare La Torre e Girone, l'Italia li aspetta.

Ritratto di Runasimi

Runasimi

Ven, 11/07/2014 - 01:14

E poi parlano del malaffare del nostro paese. QUESTI INDIANI STANNO DIMOSTRANDO DI ESSERE PEGGIO DEI NOSTRI MAFIOSI.

agronauta

Ven, 11/07/2014 - 15:11

Militari abbandonati a se stessi. Un piccolo 8 settembre che si ripete. Mentre il capo supremo delle forze armate italiane(?), quello che ha "amoreggiato" per 50 anni con l'Armata rossa, va a fare le scampagnate a Redipuglia con la paglierina... Miserevole è dir poco.

lopocu

Mar, 29/07/2014 - 15:25

I nostri Grandi Politici hanno ben altro a cui pensare. Stanno salvando l'Italietta e non possono pensare ai Marò, tanto loro alla fin fine non stanno tanto male perché gli indiani li trattano bene. Facciamo veramente SCHIFO e siamo senza dignità; oramai anche questa è classifica e dobbiamo essere i PRIMI altrimenti che campioni saremmo!!!!. La verità è che questi uomini politici non sono all'altezza di un c...o, si sentono tutti Personaggi ma questo Paese va sempre più a fondo. Siccome non ci vogliamo rassegnare, PER FAVORE FATECI VOTARE e scegliere i carnefici con le nostre mani e teste.