Lega contro il Gay Pride: "Aberrazioni della natura"

E scoppia anche la polemica sulla partecipazione di Pisapia alla parata

Infiamma la polemica alla vigilia dell'evento conclusivo della Milano Pride. Nel mirino degli attivisti arcobaleno e della sinistra alcune frasi di esponenti della Lega Nord a Palazzo Marino. In una nota i consiglieri comunali, Luca Lepore e Massimiliano Bastoni, hanno definito il Gay Pride "deprimente palcoscenico di qualche migliaio di frustrati, vittime di aberrazioni della natura", scatenando la reazione sdegnata dei democrat. "Ci ripugnano le parole dei consiglieri comunali leghisti - tuona il segretario metropolitano del Pd, Pietro Bussolati - non si possono chiudere gli occhi di fronte alla grettezza del comunicato dei due esponenti del Carroccio, che, per quanto è volgare, sembra quasi uno scherzo".

Agli attacchi della sinistra contro il Carroccio, si sono poi accodate le critiche al sindaco di Milano Giuliano Pisapia per la partecipazione alla parata arcobaleno. Per il centrodestra è il vice-presidente del Consiglio comunale e capogruppo di Fratelli d’Italia in Regione Lombardia, Riccardo De Corato, a chiedere che il primo cittadino sfili senza fascia tricolore. "Può ovviamente andare come privato cittadino - sostiene De Corato -, ma non deve andare come sindaco perché non rappresenta tutta la città ma solo una parte. Sono tantissimi i milanesi che non vogliono questa sfilata e che non approvano scelte che sono state fatte come il registro delle unioni civili e la trascrizione dei matrimoni tra omosessuali". L’evento ha il patrocinio del Comune ma anche del Consiglio regionale (a maggioranza di centrodestra) dopo che un esponente di spicco proprio della Lega, il vice presidente dell’aula, Fabrizio Cecchetti, ha votato con l’opposizione a favore della concessione.

Il corteo, che conclude una settimana di eventi, partirà da piazza Duca D’Aosta per arrivare a Porta Venezia con un flash mob dal titolo "Si, lo voglio". Il "padrino" del Gay Pride sarà l’ex calciatore Alessandro Costacurta. "Vogliamo portare alla luce la volontà positiva di un evoluzione - si legge in una nota degli organizzatori -, un matrimonio collettivo, dove tutti sposano tutti virtualmente in un amore incondizionato che sta a rappresentare il riconoscimento dei diritti umani collettivi".

Commenti

krgferr

Ven, 26/06/2015 - 17:48

Ma in fondo di che ci preoccupiano? Stanno arrivando, come in Francia e Tunisia, quelli dell' ISIS che provvederanno immantinente a separare il grano dal loglio. Saluti. Piero

fisis

Ven, 26/06/2015 - 18:00

Qualcuno mi sa spiegare tutto questo odio contro gli omosessuali, specialmente a destra?

mila

Ven, 26/06/2015 - 18:05

Non capisco perché gli omosessuali seri (tanti o pochi, ma ce ne sono) non protestino contro le pagliacciate oscene tipo Gay Pride. @krgferr -Effettivamente, forse la Sharia avra' i suoi vantaggi.

Ritratto di Anna 17

Anonimo (non verificato)

Ettore41

Ven, 26/06/2015 - 18:08

Sta storia dei diritti umani comincia a dare fastidio, un po come la solidarieta'; i sinistri se ne riempiono la bocca senza comprenderne il significato. Sei F R O C I O? fatti tuoi, fatti rifare l'alesaggio da chi vuoi ma non davanti ai miei occhi. Per quanti sforzi facciate per farvi accettare come normali, normali non siete.

Ritratto di marcotto73

marcotto73

Ven, 26/06/2015 - 18:14

scusate...... ma in America cosa è successo?? (dato che siamo in tema di gay)

Anonimo (non verificato)

Anonimo (non verificato)

ullo

Ven, 26/06/2015 - 18:29

'Spettacolo deprimente' effettivamente ogni anno la stessa storia, questi malati di riuniscono, ballano, si travertono. Sono osceni. Basta Pontida.

Ritratto di Anna 17

Anna 17

Ven, 26/06/2015 - 18:39

fisis: Stia tranquillo non può esserci odio verso chi ha problemi, c'è semmai compassione, ma che diventino il problema degli italiani o che lo si voglia imporre come tale non è ammissibile. Con tutti i problemi che ci sono questi delinquenti di politici pensano solo a strumentalizzare questi poveretti per farsi dare qualche voto in più per poter meglio rubare.

Libertà75

Ven, 26/06/2015 - 18:44

@fisis, lei mi sa spiegare tutto questo odio verso gli eteresessuali (soprattutto a sinistra)? Nella sua articolata risposta (spero senza insulti) potrebbe fare riferimento alla teoria del gender insegnata negli asili e nelle elementari? Attendo una sua educata illustrazione del tutto, sperando non decada squallidamente come molti commentatori di sinistra in una sciolinata di insulti che dimostrano esclusiva incapacità argomentativa e totale disonestà intellettuale e morale.

Libertà75

Ven, 26/06/2015 - 18:48

Consiglio ai cocomeros di viaggiare un po' e di farsi una cultura internazionale anziché restare grettamente chiusi nel circolo arci pensando di conoscere il mondo. A Londra il gay pride c'è quasi tutti i giorni ed è menzionato sulle guide turistiche, in pratica un gruppo di omosessuali fa teatrino e sfottò di se stesso andando in giro ad intrattenere i turisti. Se l'orgoglio gay si dimostra in queste parate si può tranquillamente, per logica conseguenza, affermare che tali gay non hanno rispetto di se stessi. Ho diversi amici gay (quasi una decina) che o non sono mai andati ai gay pride o non ci vanno più da anni... chiedetevi il perché

giovanni PERINCIOLO

Ven, 26/06/2015 - 18:54

@ fisis. Non si tratta affatto di odio, ben più semplicemente ne abbiamo piene le scatole di parate che a definire volgari é un eufemismo, ne abbiamo piene le scatole delle loro pretese di "matrimonio" e di poter avere figli con uteri in affitto o in adozione. Ne abbiamo piene le scatole di venir tacciati di omofobismo se solo qualcuno si permette di valutare incompetente sul lavoro un gay come se tutti i gay fossero superintelligenti a prescindere. I diritti civili cui possono aspirare e che nessuno nega non hanno nulla a che fare con matrimoni e sopratutto bambini. I bambini non sono peluches per soddisfare le paturnie di coloro cui la natura non permette di averne perché dello stesso sesso!

Ritratto di bonoitalianoma

bonoitalianoma

Ven, 26/06/2015 - 18:57

Appena posso andrò all'anagrafe a farmi cambiare il cognome e mi farò nominare PISSAEPIGLIATELOINTERQLO.

Totonno58

Ven, 26/06/2015 - 18:58

E' così importante riportare quello che dice la Lega sul gay pride?Tra poco vedremo Salvini nella giuria di Miss Italia.

Ritratto di Azo

Azo

Ven, 26/06/2015 - 19:07

Questo GAY Pride, non è altro che una provocazione contro LA FAMIGLIA!!!

INGVDI

Ven, 26/06/2015 - 19:23

Depravazione propagandata come valore. Cultura, figlia del pensiero dominante, propinata da gruppi di potere ad una società decadente che provocherà la sua autodistruzione. Inutile allarmarci, il destino è segnato, la carenza di nascite e l'invasione islamica stanno accelerando il processo. Adieu

Ritratto di 100-%-ITALIANA

100-%-ITALIANA

Ven, 26/06/2015 - 19:23

@ fisis nessun odio contro gli omosessuali; quello che schifa sono queste (x dirla alla genovese) belinate tipo "Gay Pride"; ognuno ha il diritto d'avere rapporti sessuali con chi vuole MA SENZA ESAGERARE

Ritratto di stenos

stenos

Ven, 26/06/2015 - 19:27

Ci penserà l'isis a far pulizia, basta aspettare a aver fede.

Ritratto di stenos

stenos

Ven, 26/06/2015 - 19:27

Ci penserà l'isis a far pulizia, basta aspettare e aver fede.

Ritratto di giangol

giangol

Ven, 26/06/2015 - 19:38

se siete orgogliosi di pigliarlo in c.....beati voi!

fisis

Ven, 26/06/2015 - 19:57

@Libertà75 Al di là della Destra e della Sinistra, credo nei principi liberali in senso lato. Di conseguenza, penso che ogni individuo debba avere gli stessi diritti, al di là, in questo caso, degli orientamenti sessuali,quindi anche il diritto di sposarsi o meno. Mi sembra un principio elementare ma basilare. Tra l'altro, proprio in queste ore, la Corte Suprema Usa ha stabilito proprio la validità di questo principio. Certo, gli Usa non sono l'Italia. Il nostro paese non ha una Dichiarazione d'indipendenza come quella americana, che riconosca a tutti gli esseri umani il diritto alla felicità. Personalmente è per me insopportabile che se due individui, anche dello stesso sesso, vogliano amarsi alla luce del sole e legalizzare questo fatto, non possano farlo e debbano al contrario soffrire per questo. Né, d'altra parte, vedo come tali unioni possano nuocere, o essere di detrimento, per la famiglia eterosessuale o per gli eterosessuali in genere.

vince50

Ven, 26/06/2015 - 20:26

Oltre ad essere ricchioni(c***I loro!!),sono senza dubbio una manica di esibizionisti imbecilli e tamarri.Nessuno si preoccupa di cosa fanno dietro la loro porta di casa,però viste le loro orrende vomitevoli pagliacciate non meritano rispetto.

fisis

Ven, 26/06/2015 - 20:27

@Anna 17 Compassione? Compatire deriva da “ con – patire”, soffrire insieme. Non mi sembra il tono del suo commento. Lei mi sembra esternare piuttosto disprezzo verso coloro i quali hanno "problemi". E chi non ne ha, nella vita? I problemi semmai li creano le persone che si sentono migliori degli altri solo per il loro comportamento sessuale, come in questo caso o, in altri, per la propria etnia (il nazismo ha dimostrato qualcosa, in proposito), il colore della pelle, e così via, vaneggiando pericolosamente.

Ghiaccio9

Ven, 26/06/2015 - 20:35

Ci riprovo:tra i lettori de il Giornale ne è rimasto qualcuno che si ispiri a un liberismo di destra di stampo montanelliano?No perchè dai commenti clerico fascisti sembra di essere sul sito di forza nuova...

elpaso21

Ven, 26/06/2015 - 20:47

Ma non lo guardate il gay pride, lasciate che si divertano, non sono affari vostri, questa si chiama Libertà.

Ritratto di LANZI MAURIZIO BENITO

LANZI MAURIZIO ...

Ven, 26/06/2015 - 21:01

PISAPIA E' UNO ABITUATO A PRENDERLO NEL CxxO, E' NORMALE CHE VADA A SFILARE CON I FROCI. PECCATO CHE E' FINITO IL TEMPO DELL'OLIO DI RICINO...

Ritratto di Ausonio

Ausonio

Ven, 26/06/2015 - 21:02

Occidente ormai in mano a una congrega di criminali, autentico cancro del mondo

Ritratto di Ausonio

Ausonio

Ven, 26/06/2015 - 21:03

Meglio l'Islam che il transumanesimo massonico.

Ritratto di LANZI MAURIZIO BENITO

LANZI MAURIZIO ...

Ven, 26/06/2015 - 21:06

DOMANI L'IMMONDIZIA SFILA PER MILANO CHE ORMAI E' DIVENTATA UNA DISCARICA. LA SCHIFEZZA E IL DEGRADO ORMAI HANNO INVASO LA NOSTRA CITTA'. CON IL COMUNISTA DI PALAZZO MARINO SIAMO DIVENTATI COME NAPOLI E ROMA PIENE DI MxxxA, DI CLANDESTINI, DI FROCI E DI MAFIOSI.

Ritratto di federalhst

federalhst

Ven, 26/06/2015 - 21:08

@fisis - Sono completamente d'accordo con lei. Come vede è proprio in questi frangenti che si riconosce chi veramente crede nei principi liberali della terza via e chi invece si riempie la bocca di libertà e liberalismo salvo poi perdere le staffe quanto si toccano dio, patria e famiglia.. come succede sempre ai commentatori di questo giornale. Almeno lo dicessero che odiano le libertà individuali senza nascondersi dietro la maschera dell'ipocrisia.

Ritratto di ASPIDE 007

ASPIDE 007

Ven, 26/06/2015 - 21:21

...Ma non siamo fuori stagione per le "carnevalate"!

Anonimo (non verificato)

Ritratto di SAXO

SAXO

Ven, 26/06/2015 - 21:39

da PISAPIA a MARINO, tutti sindaci di cultura massona farisea,la loro scuola gli insegna di aprirsi alla nuova tendenza culturale di indirizzo omosessuale.Portera nuovi elettori tra le grinfie della confraternita,inoltre distruggera l eterosessualita e la cristianita intesi come ideali di vita sana , per far posto al caos sociale e alle abberazioni sessuali, che sono l anticamera del genocidio etnico europeo per sostituire una nuova razza plasmata su incroci genetici e desviazioni sessuali,molto piu malleabile per essere dominata.

Ritratto di massiga

massiga

Ven, 26/06/2015 - 21:42

Non so chi di voi legge i anche i giornali veri, ma oggi negli Stati Uniti d'America hanno legalizzato i MATRIMONI omosessuali. Qui ovviamente la notizia non e' stata data.

Ritratto di Runasimi

Runasimi

Sab, 27/06/2015 - 00:17

Tra le cose abominevoli che ci sono pervenute dagli USA quella dell'orgoglio omosessuale è la peggiore. CI RENDIAMO CONTO CHE QUESTA GENTE VA IN PIAZZA A SCULETTARE ORGOGLIOSA DI MANIFESTARE UNA PRATICA SESSUALE? Un lerciume che viene condannato soprattutto da chi è veramente omosessuale.

mila

Sab, 27/06/2015 - 06:16

@ massiga -Perche', se qualcosa viene legalizzato negli USA vuol dire che e' giusto? In genere e' vero proprio il contrario; l'elite USA vuole distruggere tutti i valori morali, per eliminare qualsiasi ostacolo al proprio potere.

m.nanni

Sab, 27/06/2015 - 06:58

stai a vedere che questi, amorevolmente c'impongono pure il bavaglio!

Ritratto di Feyerabend

Feyerabend

Sab, 27/06/2015 - 07:26

La lega a volte si esprime in modo brutale. Ma ha affermato cio' che molti pensano. Personalmente penso che tutti debbano godere degli stessi diritti civili e vivere senza discriminazioni di sorta. Ma manifestazioni come i cortei del gay pride quando si svolgono sopra le righe (e cio' avviene sempre) offendono il comune sentire di una larga fascia di cittadini. Poi non so se l'essere gay puo' definirsi una "aberrazione naturale". E non voglio neppure azzardarne le cause. Certamente non rientra nell'ordine naturale delle cose.

frabelli1

Sab, 27/06/2015 - 07:39

Sembra una volgare carnevalata. Tutti in nascerà con costumi provocatori femminili! Orribile!!

Ritratto di marione1944

marione1944

Sab, 27/06/2015 - 08:04

Personalmente non ho nulla contro i gay, lesbiche o chicchessia. Quello che non trovo di mio gusto (e di tantissimi altri) sono queste sfilate che sono più che altro pagliacciate dimostrative di infimo valore morale. Vogliono sposarsi? facciano pure ma non chiedano figli in adozione o altro, i bambini non sono un giocattolo, non sono bambole. Facciano pure quello che vogliono ma con serietà e un poco di buona creanza e se uno non la pensa come loro non continuino ad accusarli di omofobia o altro. I diversi sono loro (senza offesa) e quindi un poco di privacy non li guasterebbe invece di sbandierare la loro omosessualità con sfilate che non servono altro che a disturbare gli animi della grande maggioranza di chi non la pensa come loro.

mariolino50

Sab, 27/06/2015 - 08:18

Una volta ho visto il gay pride a Roma,insieme a mia moglie, ci siamo fatti 4 risate e un pò di foto, e così tutta la gente intorno a noi. Ricordatevi che cosa facevano i nostri antenati, greci e latini.

Ritratto di michageo

michageo

Sab, 27/06/2015 - 12:53

.... non è un problema di omofobia, come dicevano gli antichi romani , est modus in rebus, c'è modo e modo di fare le cose, e gli eccessi non giovano ne agli uni ne agli altri; le carnevalate del gay pride sono abbastanza fuori luogo, specialmente in un periodo di grande suscettibilità generale, e la solidarietà "pelosa" dei sinistri, è perlomeno, politicamente sospetta.....e voyeuristica

Libertà75

Sab, 27/06/2015 - 17:05

@fisis, il problema di voi post-komunisti neo pseudo liberali è che confondente liberismo con liberalismo (tanto è che poi producete una marea di riforme errate, come la deregulation americana). Inoltre, essere liberali non vuol dire rifiutarsi di discutere e dire la propria concludendo "non capisco". Se non si capisce, si può stare zitti oppure informarsi. A tal fine le chiedo di nuovo di illustrare come la teoria del gender si integri con la cultura eterosessuale di chi è eterosessuale senza sfociare nell'eterofobia. Se non ricevo risposto, devo desumere che chi come lei è a favore del matrimonio omosessuale è perché in genere soffre di eterofobia.

Libertà75

Sab, 27/06/2015 - 17:12

@federahlst, mai parlato contro le unioni gay (personalmente, se si vogliono riconoscere diritti e doveri lo si faccia pure). Sono contrario all'adozione da parte di tali coppie non per ipocrisia. Tra il resto dovrebbe spiegarmi cosa ci sia di illiberale nel credere che un bambino abbia diritto ad una mamma e ad un papà (o per caso sta dicendo che Dolce e Gabbano sono ipocriti?). Dico anche lei post-komunista, che il liberismo (ma anche il liberalismo) non sono concetti di pure strafottenza sociale. Perché per estensione logica si potrebbe abolire qualsiasi legge e ognuno avrebbe diritto a fare qualsiasi cosa (compreso l'omicidio). Infine le chiedo anche di spiegare come si integra nel rispetto della famiglia eterosessuale, la teoria del gender che si vuole insegnare nelle scuole. Le chiedo anche, gentilmente, di spiegare del perché la si vuole, pur sapendo che la stessa è in contrasto con l'islam e rappresenta anche, in sintesi, l'islamofobia. Attendo nuovamente.

Libertà75

Sab, 27/06/2015 - 17:17

@feyerabend, conosco omosessuali che odiano il gay pride e fosse per loro lo vieterebbero. Giusto l'altro giorno mi ha fermato una coppia gay, volevano avere informazioni. 2 persone squisite ed educate, sorridenti e cortesi. 2 uomini che molte mie amiche avrebbero pure trovato molto interessanti. Conclusione? pur vedendosi da 100 metri di distanza, non avevano alcun atteggiamento da "gay pride", erano orgogliosamente liberi di essere liberi senza prendersi in giro con questi travestimenti carnevaleschi. Penso che loro amino essere come tutti gli altri e non dei fantocci in giro per le strade.

Ritratto di federalhst

federalhst

Dom, 28/06/2015 - 14:32

@Libertà75 - Altro illuminato che crede, come la maggioranza qui dentro, che il liberalismo sia in qualche modo collegato a comunismo, ''post-komunismo'', sinistra in genere....addirittura all'abolizione delle leggi (''per estensione logica!''). E' evidente che non sa nulla del liberalismo come filosofia e della terza via come concetto politico, torni a studiare perché solo allora sarà in grado di sostenere un dibattito su questo argomento senza produrre teoremi puerili.

Ritratto di mircea69

mircea69

Dom, 28/06/2015 - 20:17

Volgare il gay pride. Inaccettabili le adozioni di bimbi da parte delle coppie gay. Ma essere gay o bisessuali non è un'aberrazione. Lo era un semidio come Giulio Cesare. E anche filosofi di destra come Evola o Otto Weininger (nel suo illuminante libro "Sesso e Carattere") riconoscono che l'omosessualità sia un fatto assolutamente naturale. È l'arroganza con cui questi ostentano la loro omosessualità e vogliono imporre la loro visione della vita che da fastidio.

fisis

Lun, 29/06/2015 - 14:12

@Libertà75 La teoria del gender, se esiste , non mi appassiona. Per me la questione è molto semplice. Ripeto, da sostenitore dei principi liberali, sono fautore della libertà, della felicità e delle scelte dell'individuo, visto come singolo, quando queste non entrino in collisione con la libertà altrui, in sintonia con quanto stabilito, ad esempio, nella Dichiarazione d' Indipendenza americana. Il mio pensiero è quindi contro qualsiasi Stato etico, di derivazione hegeliana, e lontano anni luce da tutte le ideologie totalitarie, siano esse di stampo comunista o fascista.

Ritratto di Alberto43

Alberto43

Sab, 11/06/2016 - 22:17

Mi comincia a nascere un dubbio: mi piace la gnoccaaaaa! Sono normale o mi devo preoccupare?