Omaggio malin...comico a Enzo Jannacci

Questa sera il Cineteatro Padre Giacomo Martegani di Cairate ospiterà un divertente omaggio ad Enzo Jannacci, nello spettacolo «Roba minima s'intend». In scena Stefano Orlandi, artista poliedrico, membro della compagnia milanese ATIR e della compagnia «Nina's Drag Queens», che proporrà uno spettacolo incentrato sulla figura del celebre e indimenticabile cantautore milanese. L'accompagnamento musicale e gli arrangiamenti sono affidati a Massimo Betti (chitarra), Stefano Fascioli (contrabbasso), Giulia Bertasi (fisarmonica), musicisti milanesi con diverse esperienze sia nel campo del jazz sia nel campo della musica per il teatro. «Roba minima s'intend», pur avendo il suo cuore pulsante nelle canzoni di Jannacci, è a tutti gli effetti uno spettacolo teatrale, dove la semplice ma suggestiva scenografia evoca la città di Milano, avvolta nella nebbia e abitata dai personaggi che vengono via via interpretati da Stefano Orlandi, con ironia e leggerezza. Lo spettacolo-concerto è un percorso di musica e parole intorno alla figura del cantautore milanese e della Milano che egli ha raccontato nelle canzoni fin dagli anni '60. La Milano dei quartieri con i suoi mille personaggi surreali: i «pali» dell'Ortica, quello che andava a Rogoredo a «cercare i sò danée», le balere di periferia dove c'è sempre chi «per un basin» avrebbe dato la vita intera. I sogni e le miserie di chi sta ai margini di una società che corre troppo veloce, incurante degli ultimi. Il boom economico con le sue contraddizioni, con «Vincenzina» che vuol bene alla fabbrica, quello che «prendeva il treno per non essere da meno» e chi davanti a un documento di residenza «gli viene in mente tutta l'infanzia». C'è chi sogna il Messico perché «tutto si può inventare» e chi insegue una storia d'amore: «roba minima, s'intend, roba de barbun», e poi c'è chi nonostante ride perché «sempre allegri bisogna stare...». (Info: www.cineteatromartegani.it).