Chi c'era a bordo dell'Airbus caduto

Cittadini spagnoli, del Belgio e della Turchia. A bordo c'erano 144 persone e sei membri dell'equipaggio. Si teme siano tutti morti

Due studentesse in lacrime davanti al Joseph-Koenig-Gymnasium di Haltern

Potrebbero essere centocinquanta le vittime dello schianto aereo di cui è rimasto vittima l'Airbus diretto da Barcellona e Dusseldorf. Un totale di 144 passeggeri e sei membri dell'equipaggio tra cui ci sono cittadini di nazionalità diverse: spagnoli, tedeschi e diversi cittadini turchi.

È la stampa spagnola a gettare un po' di luce su chi sono alcune delle vittime. Nell'areo caduto c'erano sicuramente due insegnanti e sedici studenti del Joseph-Koenig-Gymnasium di Haltern Am See, un paesino che si trova tra Dusseldorf e Dortmund. Di età tra i 14 e i 16 anni, tornavano da uno scambio culturale in Spagna. I loro compagni catalani erano tornati in Spagna già alcune settimane fa.

Tra le vittime tedesche anche Oleg Bryjak, un noto baritono tedesco, star della Deutsche Oper am Rhein. Cinquantaquattrenne, tornava da una serie di apparizioni al Gran Teatre del Liceu di Barcellona.

Sull'aereo c'era anche un cittadino belga che viveva con la moglie a Barcellona, poi un ex lavoratore della compagna galiziana Inditex, che al momento era impiegato per la tedesca Eprit e viveva a La Corunya. Poi un dipendente del ramo spagnolo della Bayer e la moglie di un altro impiegato.

Inoltre, tra gli spagnoli, due dirigenti della Fiera di Barcellona. A bordo c'erano anche due neonati.