Cina, economisti: "Il dato del governo sulla crescita economica è falso"

Secondo il governo di Pechino la crescita economica del Paese è stata del 6,9%. Ma diversi economisti sostengono che non ha superato il 5%

Secondo i dati rilasciati dal governo cinese due giorni fa, la crescita economica del Paese per il 2015 è stata del 6,9 per cento. Ma il dato – il più basso degli ultimi 25 anni - presentato dall’Ufficio nazionale di statistiche, potrebbe essere falso.

Per diversi economisti citati in forma anonima dal South China Morning Post di ieri, infatti, la crescita economica della Cina non avrebbe superato il 5 per cento. La scelta di gonfiare i dati, “sarebbe stata fatta nel tentativo di soddisfare le esigenze politiche”.

Lo stesso giornale nell’edizione odierna, riportando le parole di un ex funzionario del governo, anche lui in anonimato, sostiene che “i dati economici non sono precisi” e che “solo il governo conosce la situazione reale”. Per l’ex funzionario, inoltre, il 6,9 per cento sarebbe stato l’obiettivo minimo prefissato, “un livello più basso di questo sarebbe stato inaccettabile”.

“I dati sono solidi e precisi”, ha risposto alle accuse Wang Baoan, capo dell’Ufficio statistiche, difendendo i numeri presentati lo scorso 19 gennaio in conferenza stampa.

Ma qualcosa che non torna c’è. Lo scorso mese, l’agenzia stampa statale Xinhua aveva riferito che le autorità del nord-est del Paese - come ai tempi di Mao Tse-tung, per mostrare i successi delle autorità - avevano falsificato i dati economici per anni, “provocando decisioni politiche ed economiche distorte”.

L’agenzia di stampa Asia News, inoltre, riferisce che nel sud della Cina, almeno una volta all’anno, importanti imprenditori sono invitati dalle segreterie del Partito “a proporre enormi progetti ed investimenti fasulli, che non si realizzeranno, ma che servono a stilare bilanci, fare preventivi gonfiati e produrre false entrate dalle tassazioni che superano anche il 50 per cento del reale”.

Annunci

Commenti

agosvac

Gio, 21/01/2016 - 12:49

Resterebbe da dimostrare che questi "anonimi" cinesi siano effettivamente cinesi oppure facciano parte della Cia!!! Comunque anche per una "misera" crescita al 5% credo che molti Governi, specie europei, farebbero carte false!!!

Ritratto di thunder

thunder

Gio, 21/01/2016 - 13:08

Perche'gli altri cosa fanno?

Ritratto di Dragon_Lord

Dragon_Lord

Gio, 21/01/2016 - 13:10

HANNO TROVATO IL SISTEMA PER FAR ALZARE LE BORSE DOPO AVER PRESO I SOLDI DEI PICCOLI RISPARMIATORI ED AGEVOLATO QUALCHE MULTINAZIONALE IN DIFFICOLTA'.

Tommaso_ve

Gio, 21/01/2016 - 13:12

L'articolo dovrebbe riportare alcune affermazioni un po' più appropriate: 1) In Cina l'inflazione reale è ben al di sopra di quanto riportino i dati ufficiali 2) In Cina la crescita economica è ben al di sotto dell'inflazione da alcuni anni 3) La capitalizzazione delle imprese cinesi è molto ma molto al di sopra delle loro reali possibilità. Quindi: sono almeno 3-4 anni la Cina è in stagnazione se non in recessione tecnica a causa dell'inflazione a due cifre decimali (purtroppo qui ci sono dati certi se non quelli ufficiosi che girano in rete...) il fatto che si discuta se il PIL sia cresiuto del 5 o 6,9% è ridicolo: la capacità di produttiva della Cina sta dimuendo, il costo del lavoro sta aumentando con tutte le implicazioni del caso. Per quelli che se lo ricordano rimando al confronto Italia-Korea. Sappiamo come è andata a finire.

nerinaneri

Gio, 21/01/2016 - 13:40

...così fan tutti...

marygio

Gio, 21/01/2016 - 14:16

ok. si leggono solo boiate. una crescita al 10% crea solo disastri, disparità bolle.la cina è una potenza economica al pari degli usa ....il resto sono parole...al vento. anche qua i così detti analisti ci raccontano balle a loro tornaconto.

Ritratto di Zagovian

Zagovian

Gio, 21/01/2016 - 17:15

Questi sono gli effetti(e le manovre) del "comunismo-capitalistico", attuato in Cina!!!

Trifus

Gio, 21/01/2016 - 17:31

Ho appena parlato con uno che è stato in Cina. La situazione dal punto di vista umano è peggio che disastrosa, le persone sono oggetti e non esseri umani. Un esempio stanno costruendo la V linea metropolitana a Pechino, siccome sono andati in profondità e non usano macchine ma materiale umano, tanto ce ne è in abbondanza, nel giro di poche ore hanno portato 900 persone per trasportare la terra in superficie. Li prendono dai campi dove stanno lavorando e li portano via così come sono, magari fra due anni li riportano lì dove li hanno presi. I cinesi sono come degli automi lavorano e nelle pause di lavoro dormono lì dove capita. Per strada passano con il rosso, vanno contromano il poliziotto li ferma e li bastona e questi continuano a passare con il rosso e ad andare contromano e continuano ad essere bastonati. I servizi igenici sono a livello da terzo mondo e qui, per ragioni di spazio, mi fermo, ma avrei ancora tanto da dire.