Iraq, trovate 10 fosse comuni a Tikrit: "Ci sono 1700 soldati"

I cadaveri corrisponderebbero a quelli dei soldati giustiziati dall’Isis dopo a giugno davanti a Camp Speicher

Fosse comuni contenenti un totale di 1700 corpi sono state scoperte vicino a Tikrit, la città nell’Iraq settentrionale che l’esercito di Baghdad e le milizie sciite hanno liberato dallo Stato Islamico (Is). Lo riporta la Cnn precisando che i cadaveri corrisponderebbero a quelli dei soldati giustiziati dall’Is dopo averli catturati a giugno davanti a Camp Speicher, base militare irachena vicino a Tikrit. La Cnn riferisce poi di almeno dieci fosse comuni scoperte all’interno del complesso del palazzo presidenziale appartenuto all’ex dittatore Saddam Hussein e trasformato dall’Is in quartier generale in città.

Uno dei soldati che è sopravvissuto fingendosi morto ha spiegato alla Cnn che l’Is ha catturato i militari davanti a Camp Speicher e li ha fatti marciare fino al complesso del palazzo presidenziale, dicendo loro che sarebbero stati liberati nell’ambito di uno scambio di prigionieri. Una volta dentro il compound, i soldati sono stati divisi in piccoli gruppi, giustiziati e seppelliti in fosse comuni, ha raccontato il sopravvissuto, che dice di essere stato gettato in un fiume
creduto morto. Non è ancora chiaro come questi soldati siano stati catturati dall’Is. I famigliari denunciano che hanno ricevuto l’ordine di abbandonare la base e avvicinarsi a Baghdad, disarmati e in abiti civili. Il ministero della Difesa, però, smentisce, affermando che questi uomini avevano disertato.

Commenti
Ritratto di ilvillacastellano

ilvillacastellano

Mar, 07/04/2015 - 08:52

Diserzione o meno, è un massacro gratuito, direi anche un "Olocausto". Visto che, purtroppo, non è il primo, ma l'ennesimo che impunemente si permette ancora dopo quello classico nazista, a che servono dunque le tanto sbandierate giornate della memoria, neanche avessimo vinto con ciò tutte le spietatezze o criminalità umane?

ottodg

Mar, 07/04/2015 - 10:06

Spere che queste bestie muoiano tutti di dissenteria visto che l'epidemia (grazie ad Allah) li ha colpiti

Massimo Bocci

Mar, 07/04/2015 - 13:20

Mandate, la lista dei nomi all'abbronzato,li potrà mettere nel suo futuro mandato di califfo, questi forse e senza forse sono uno dei prodotti,della sua (fuga notturna) da pavido in Irak, per lasciare che gli arsenali riempiti USA, fossero utilizzati dai suoi paladini delle primavere arabe,lui come sul golpe del Bunga Bunga, non poteva mica non fare il Ponzio Pilato,il problema è con che cosa si sarà lavato le mani dopo????? Certo quella a valutarla dal tanfo di CODARDO TRADITORE!!! non era certo acqua!!!!

zingozongo

Mar, 07/04/2015 - 14:23

qualcosa non torna, ben 1700 soldati che si fanno prendere senza combattere ? ben sapendo che rischiavano la vita ? non ci credo ! o ci sono connivenze oppure hanno pagato qualche alto ufficiale per dare quel comando . io credo ai familiari dei poveri soldati quando raccontano che e' arrivato un comando di lasciare le armi e andare a bagadad, molti ex ufficiali di saddam hussein ora sono con l isis, sunniti contro sciiti, una vera guerra civile resa possibile dal disastroso bush

Maura S.

Mar, 07/04/2015 - 14:38

Meno male che EL SISSI lo ha mandato a quell posto. Ha cercato di fregare il popolo egiziano mettendoci un presidente dei fratelli musulmani. Cosi' avrebbe finito di ditruggere il medio oriente

Ritratto di stenos

stenos

Mar, 07/04/2015 - 16:37

Di questi non frega nulla. Mica portano voti al pd.

Ritratto di alfredido2

alfredido2

Mar, 07/04/2015 - 18:12

Ci sono molte analogie fra ISIS e la Germania Nazista . La reazione del mondo oggi però è blanda : l'occidente si limita a prendere nota dei morti. Non ci sarà nessuno "sbarco in Normandia" e nemmeno un "processo di Norinberga". I Cristiani sono un obiettivo facile ed incapace di reagire.