Siria, quei 3.500 bambini affamati da Isis e al Qaeda

Isis e Fronte al Nusra attaccano il campo di Yarmuk: mille morti. I miliziani giocano a calcio con le teste decapitate. L'Unicef: "È una nuova Srebrenica". Sostieni il reportage

Cresce l’allarme internazionale per il campo profughi di Yarmuk occupato quasi interamente dai miliziani dello Stato islamico. Si parla di almeno un migliaio di palestinesi ammazzati. Pesantemente assediato da due anni, senz’acqua, cibo e medicine, con almeno 3.500 bambini in trappola e ridotti alla fame e alla sete, l’affollato campo palestinese alle porte di Damasco è ora sotto la morsa violenta e sanguinaria dell’Isis e dei qaedisti del Fronte al Nusra. E, nel giorno in cui si scavano le fosse comuni di 1.700 soldati iracheni trucidati in massa dal Califfato a Tikrit, l'Unicef paragona Yarmuk a "un nuova Srebrenica".

Il campo dista cinque chilometri dal centro della capitale siriana. Questa mattina l’aviazione del regime ha continuato a bombardare senza sosta. Il Consiglio di Sicurezza dell’Onu ha chiesto che sia consentito l’accesso alle agenzie umanitarie. Il plenum composto da 15 Paesi ha chiesto "la protezione dei civili, l’assistenza umanitaria e di salvare vite" umane. Chris Gunness, portavoce dell’Unrwa, l’agenzia Onu per i rifugiati palestinesi, ha avvertito che nel campo la situazione è "al di là dei disumano". I miliziani dell'Isis hanno attaccato il campo mercoledì scorso e adesso controllano il 90% della struttura.

Il video diffuso dall'Isis documenta per la prima volta la presenza dei miliziani all'interno del campo di Yarmuk. Nelle immagini gli jihadisti, alcuni con i passamontagna e le armi, posano con le bandiere nere del Califfato in via al Yarmouk, alla moschea al Wasim e in un complesso di sicurezza che secondo l’Isis è sotto il controllo dei miliziani. Amjaad Yaaqub, 16enne sfuggito dalla furia islamista, ha raccontato di aver visto "due miliziani che tiravano al pallone con una testa decapitata come se giocassero a calcio". Lui si è salvato per miracolo perché, dopo essere stato picchiato selvaggiamente dai miliziani, è svenuto e i jihadisti, che cercavano il fratello maggiore, hanno pensato che fosse morto.

L'Olp ha reso noto che una delegazione palestinese sta negoziando con Damasco gli aiuti agli abitanti del campo profughi. Ma finora sono riusciti ad abbandonare il campo solo poche centinaio di famiglie. Secondo Save the Children, all’interno sono rimasti intrappolati almeno 3.500 bambini. Rischio tutti di essere ammazzati o di morire di fame. Anche una semplice ferita potrebbe diventare letale dal momento che non hanno alcuna assistenza medica.

Nelle zone irachene appena liberate dall’Isis, si è cominciato a scavare a Tikrit. In almeno dodici siti si trovano fosse comuni in cui sarebbero sotterrati i corpi di 1.700 soldati uccisi l’anno scorso dallo Stato islamico. L’area è quella di Camp Speicher, una ex base americana, appena fuori dalla città sunnita. L’esumazione dei corpi avviene anche nel palazzo che fu di Saddam Hussein, giorni dopo che i miliziani dello Stato islamico sono stati spinti alla fuga dall’arrivo delle truppe irachene appoggiate dalle milizie sciite.

Commenti

jeanlage

Mar, 07/04/2015 - 21:22

Quando i Palestinesi sono ammazzati da Arabi, non gliene frega niente a nessuno. Quando uno è ammazzato dagli Israeliani, manifestazioni, telegiornali, interrogazioni parlamentari, Bianche Berliguer e via vomitando.Poi qualcuno sostiene che antisionismo e antisemitismo sono cose diverse.

Nadia Vouch

Mar, 07/04/2015 - 21:38

Secondo me non servono più reportage su ciò. Anzi, è troppo pericoloso avventurarsi in quei luoghi; perchè è ormai impossibile credo fidarsi, di chiunque. Questa è una guerra totale, lenta e apparentemente distante nel suo più violento deflagare per noi che ancora viviamo, bene o male, in condizioni di benessere. Ma, quando ne saremo raggiunti, cosa faremo? Adesso, cosa stiamo facendo se qualcosa possiamo?

Ritratto di Euterpe

Euterpe

Mar, 07/04/2015 - 21:45

Che schifo, l'Onu si preoccupa solo di chiedere l'accesso alle agenzie umanitarie, ma possiamo sopportare situazioni simili? Perché non si sgancia una bella bomba atomica sulle tane di quelle bestie feroci? Oppure mandiamo dibattista grillino presso l'Isis, visto che si è detto così favorevole al dialogo.

Roberto_Malatesta

Mar, 07/04/2015 - 21:50

Palestinesi... carne da macello, costretti a vivere, da decenni in condizioni inumane, finanziati quel tanto che basta per rappresentare la classica spina nel fianco... Stento a credere, pero', che in un brevissimo lasso di tempo - se rapportato alla storia, dal 1948 in poi - abbiano perso l'attitudine al combattimento. Quando si dice Hezbollah...

Ritratto di hernando45

hernando45

Mar, 07/04/2015 - 21:50

Ma cosa scrivete??? La Boldrini GLIAA appena comperato 200 FRIGORIFERI!!!! LOL LOL. Hasta mañana dal Leghista Monzese

sardocampidanes...

Mar, 07/04/2015 - 22:23

Sicuramente il nostro governo (abusivo non eletto da nessuno)..organizzerà una bella fiaccolata..

anna.53

Mar, 07/04/2015 - 23:15

Sono chiaramente indicati col loro proprio nome i responsabili di questo scempio sulla pelle di bambini - palestinesi o meno si tratta di Innocenti. Nomi e cognomi di responsabili che gettando fumo e un po'troppa demagogia papa Francesco chiama 'mercanti d'armi',

Ritratto di Runasimi

Runasimi

Mar, 07/04/2015 - 23:30

Ma il Fronte al Nusra non è forse quello frequentato e aiutato dalle due "oche giulive" costateci un sacco di soldi? Se avevano a che fare con gli assassini islamici di al Nusra allora le ipotesi del loro coinvolgimento diventano certezze. TROPPO ROSEE E PAFFUTE ALLA FINE DEL "RAPIMENTO".

Ritratto di Omar El Mukhtar

Omar El Mukhtar

Mer, 08/04/2015 - 00:12

Runasimi: il fronte Al Nusra è quello che ha ricevuto finanziamenti e armi da USA e Italia.

NON RASSEGNATO

Mer, 08/04/2015 - 06:21

Nessuna coop ha ancora proposto di andarceli a prendere? SArebbe un bell'introito

eternoamore

Mer, 08/04/2015 - 08:01

ISLAMICI ONESTI E CORRETTI,COSA ASPETTATE A DISTRUGGERE L'ISIS E ALQAEDA?

zingozongo

Mer, 08/04/2015 - 08:12

e ricordi bene runasimi al nusra e ilgruppo dove le due oche sono andate , per aiutare i poveri civili siriani e ora invece scopriamo che questi affamano i bambini nel campo di Yarmouk. un bello schifo ! chissa quante armi si sono comprati con i soldi del riscatto !volevano tornare in siria ? benissimo ! che vadano a yarmouk ad aiutare i bambini palestinesi,

maricap

Mer, 08/04/2015 - 10:53

Ma da quelle parti, non operano mica gli arapas hezbollah, armati e finanziati dall'Iran? E dove sono le milizie arapas di Hamas? Eppure i massacrati dall'ISIS sono arapas come loro. Capito, pensano che questa sia la volontà di Allah, quindi... . Allahu Akbar (Allah è il più grande) ma si, al Bar.

Massimo Bocci

Mer, 08/04/2015 - 11:13

Richiamate le specializzate??? LevSimone e quelle due altre ultime celebro lese che ci sono costate (come regime!!!) appena 12 milioni di EURO (non cocuzze), facendo la somma come diceva il grande Toto',lo sai quanti pasti 5 stelle da Gugliemo Marchesi ci si facevano per questi sventurati bambini, procreati in catena di montaggio con carriera evposto sicuro!!! Da terroristi, e poi per le mance al cameriere ci sono sempre le casse senza fondo o sfondate (visto i gestori???) Onuls,quattro sfondazioni e un po' di telefonate e si fanno oltre che pasti 5 stelle anche il ristorante.

Ritratto di Alsikar.il.Maledetto

Alsikar.il.Maledetto

Mer, 08/04/2015 - 11:39

Statistica! Statistica! Pura, nobile, sacra e tremendamente cinica statistica! Per 3.500 bambini affamati e assetati (così dice l'articolo) che rischiano la vita, nel mondo esiste circa un miliardo di altrettanti bambini che vive più o meno serenamente. Il concetto di 'Vittima Sacrificale' non vi dice niente? Il concetto di 'Evoluzione' non vi dice niente? E' nella natura delle cose che esistano - ed è giusto che sia così - individui deboli o 'sfortunati' (definiamoli così) destinati ad essere vittime di quel processo fisiologico e irrazionale che si chiama 'Evoluzione'. E la Guerra fa parte di questo processo. E' una stupidità colossale l'idea malsana che pretenderebbe che non ci fossero mai morti che si sacrificassero sull'altare dell'Evoluzione.