Spagna, scontri contro il trasferimento del corpo di Franco

Mille manifestanti si sono radunati stamattina di fronte al mausoleo della tomba del dittatore spagnolo Francisco Franco per protestare contro la decisione del governo di Pedro Sanchez di voler trasferire le spoglie del defunto generale dalla basilica della Valle de los Caidos

“Franco non si tocca!” Ecco le urla di protesta che oggi si sentono sul sagrato della monumentale basilica di "Valle de los Caidos" (La valle di coloro che cadevano), situata a circa 50km dalla capitale spagnola di Madrid. Un migliaio di persone circa si sono radunate stamane di fronte al mausoleo dedicato al dittatore di Spagna Francisco Franco, ove riposano le sue spoglie.

La protesta si scaglia contro la decisione del nuovo governo socialista spagnolo, guidato da Pedro Sanchez, di spostare il corpo del generale Franco dal mausoleo e trasferirlo altrove. Franco fu a capo del governo di Madrid dalla sua presa di potere nel 1939 fino alla sua morte nel 1975.

Le persone che hanno preso parte alla manifestazione contro la decisione di Madrid hanno risposto all’appello di chiamata da parte di un movimento politico di destra “Movimiento por España” (Movimento per la Spagna) che ha definito l’adunata di cittadini un "pellegrinaggio nazionale" contro la riesumazione, invitando inoltre a partecipare a una messa nella Basilica del Valle per difendere che il regime di Franco "non è residuo" e che "metà della Spagna non vuole che Franco venga riesumato o la Valle dei Caduti venga profanata e derubata".

Il gruppo di nostalgici franchisti considera la decisione di riesumare il dittatore da parte del governo spagnolo come una "infamia" e ha lamentato che "per molti decenni non sono stati all'altezza del compito" di difendere Franco.

Il mausoleo ospita i corpi di circa 27.000 combattenti di Franco e di circa 10.000 oppositori repubblicani, motivo per cui Franco, che lo inaugurò il 1 ° aprile 1959, lo presentò come un luogo di "riconciliazione".

Nonostante la protesta di stamane, il premier Sanchez sembra essere convinto nel spostare i resti di Franco in un altro luogo, e ad oggi non è stata ancora resa pubblica la data ufficiale del trasferimento della tomba del tanto acclamato generale spagnolo.

Commenti
Ritratto di Koerentia

Koerentia

Dom, 15/07/2018 - 17:04

Con il grave problema catalano in corso Sanchez pensa in Franco. Se questa non e' propaganda politica che definisce lo spessore politico di questo signorino che antidemocraticamente governa con 84 scranni appoggiato da nazionalisti e podemos ossia i perdenti delle ultime elezioni.

Ritratto di jasper

jasper

Dom, 15/07/2018 - 17:25

Che uno di sinistra non può altro che essere un idiota lo si constata anche in questa occasione. Cosa crede di ottenre? Solo guai.

killkoms

Dom, 15/07/2018 - 19:26

i governi di sinistra spagnoli!matrimoni omogenei e defunti!

Massimom

Dom, 15/07/2018 - 19:27

I soliti comunisti che se la prendono anche con le bare.

Ritratto di franco-a-trier_DE

franco-a-trier_DE

Dom, 15/07/2018 - 20:06

grande uomo grande politico grande militare ..Viva Franco il Caudillo di Spagna

Ritratto di franco-a-trier_DE

franco-a-trier_DE

Dom, 15/07/2018 - 20:09

la differenza tra Mussolini e Franco è quella che quando Hitler disse a Franco di aiutarlo egli si rifiutò dicendo che doveva eliminare i comunisti in Spagna, cosa che in Italia questo fu la morte di Mussolini.

nunavut

Dom, 15/07/2018 - 20:31

Fra 100 anni non rimarrà nulla nemmeno del Sanchez come di Franco,ma rimarranno,almeno spero,i libri di storia.

Ritratto di Leon2015

Leon2015

Dom, 15/07/2018 - 21:14

cornuti comunisti,quanto rompono il c***** con le loro scemenze

Ritratto di Leon2015

Leon2015

Dom, 15/07/2018 - 21:15

cornuti comunisti,quanto rompono il c***** con le loro scemenze, stanno rescuscitando tutte le lotte del 900

Ritratto di Dreamer_66

Dreamer_66

Dom, 15/07/2018 - 21:40

...un luogo di "riconciliazione"? Un paio di palle! La Valle de los caidos venne costruita grazie al lavoro, in regime di schiavitù, dei prigionieri nelle carceri, molti dei quali erano ex combattenti repubblicani. Il numero dei morti costati a quello che, in realtà, voleva essere un monumento alla vittoria del caudillo, è tuttora sconosciuto ma sicuramente ingente.

seccatissimo

Dom, 15/07/2018 - 22:00

Pedro Sanchez. Pxxxa e grandi pxxxa crescono ovunque, anche in Spagna !

maurizio50

Lun, 16/07/2018 - 07:13

Bè in Spagna la dimostrazione che la Sinistra è popolata da dementi almeno quanto la Sinistra italiana!!!