Wikileaks, Assange ci ripensa: non si consegnerà più alla giustizia Usa

Julian Assange aveva promesso che si sarebbe costituito se Obama avesse dato la grazia all'ex soldato Manning. Sembrava volesse mantenere la parola, ma il suo legale smentisce

Julian Assange aveva promesso di costituirsi nel caso in cui Obama avesse concesso la grazia a Chelsea Manning, l'ex marine (Bradley Manning) che aveva trafugato i file da cui era partito lo scandalo Wikileaks. A tre giorni dalla fine del suo mandato Obama ha commutato la pena a Manning, che sarà libera da maggio. Ora tutti si chiedono: cosa farà Assange?

"Tutto ciò che (Assange) ha detto, lo manterrà", si legge sull’account Twitter di Wikileaks. È la risposta a una domanda posta da Raphael Satter, giornalista dell’Associated Press. "Non potremmo essere più chiari di così - si legge ancora su Twitter - Non chiedere altro". In un altro tweet Wikileaks sembra suggerire che il proprio fondatore voglia prendere in considerazione l’eventualità di un processo negli Stati Uniti: "Assange - si legge - è fiducioso di poter avere giustizia in un processo equo negli Stati Uniti", un evento che l’amministrazione Obama "aveva impedito".

Un altro legale del fondatore di Wikileaks, Barry Pollak, ha invece insistito sulla necessità che l’amministrazione americana prima faccia chiarezza sullo status di Assange. "Il Dipartimento di Giustizia non dovrebbe perseguirlo - ha scritto in una nota - per il fatto che ha pubblicato informazioni veritiere e dovrebbe immediatamente chiudere l’inchiesta penale su di lui". Presto scopriremo cosa de iderà di fare Trump.

Dopo qualche ora uno dei legali di Assange, Barry Pollack, fa sapere che il fondatore di Wikileaks non intende costituirsi. E spiega il motivo: "Aveva chiesto la grazia e la scarcerazione immediata". Ma così non è stato.

Commenti

Tuthankamon

Mer, 18/01/2017 - 20:57

Rompiscatole si, ma fesso no!

mila

Gio, 19/01/2017 - 06:33

E' meglio essere prudenti

evuggio

Gio, 19/01/2017 - 13:23

Un'ulteriore grande schiaffo alle vergognose vendette last minute di Obama.

roby55

Gio, 19/01/2017 - 15:26

Ci si può fidare di gente come Obama che ha dato retta a gente come la Hillary Clinton?