Le condizioni di Salvini sulle dimissioni di Siri: "Serve il rinvio a giudizio"

Il leader della Lega: "Non siamo alla fine del governo". Ma fissa i paletti per il passo indietro di Siri: "Senza è a rischio la democrazia"

Matteo Salvini non vede all'orizzonte una crisi di governo. Eppure non ha la minima intenzione di fare marcia indietro sulla permanenza al governo del sottosegretario leghista Armando Siri indagato per corruzione. "Che ci sia quantomeno un rinvio a giudizio. Non si dice una condanna in terzo grado, ma nemmeno può bastare l'apertura di un'indagine basata su una telefonata tra due persone che parlano di una terza...". In caso contrario, avverte dalle pagine del Corriere della Sera, "la democrazia corre dei rischi".

"In Consiglio dei ministri non ci sarà alcuna conta", taglia corto il premier Giuseppe Conte. Secondo legge, può varare il provvedimento di revoca della carica di sottosegretario una volta "sentito il Consiglio", espressione che può presupporre un voto. I Cinque Stelle hanno la maggioranza ma nessuno (almeno a parole) sembra volere lo scontro. "Che cosa succede mercoledì (nel prossimo Consiglio dei ministri, ndr)? Niente - garantisce Salvini nella chicchierata col Corriere della Sera - e giovedì? Niente. E niente sabato e domenica. Anzi se vuole sapere che cosa succederà mercoledì in Consiglio dei ministri, le dico che conto di portare alla seduta un testo unico sull'immigrazione". In maniera opposta ma simmetrica, i due vice premier non vogliono addentrarsi dei grattacapi causati dal sottosegretario e rilanciano i rispettivi cavalli di battaglia durante una serie di comizi in Sardegna e in Toscana.

"Non c'è alcuna crisi di governo, i giornali sono peggio di Topolino, il governo va avanti, se ne facciano una ragione tutti quanti", attacca Salvini dalla provincia di Pisa ribadendo, però, che bisogna considerare tutti "innocenti fino a prova contraria". Quindi passa ad elencare veloce come un treno le cose da fare: castrazia chimica, videosorveglianza in asili e case di cura, la riduzione delle tasse (a partire dalle accise sulla benzina). Le prorità di Luigi Di Maio sono, invece, diverse. Viene prima il salario minimo. Poi, va spostato quel "tesoretto" avanzato dal reddito di cittadinanza per aiutare le giovani famiglie che hanno o vogliono avere figli. Da Alghero, la prima delle sue tappe sarde, il leader grillino si dice dispiaciuto dalla Lega e la accusa di "voler far cadere questo governo per una poltrona". "La vicenda - incalza - si poteva risolvere con un passo indietro, invece è diventato un caso di Stato".

Al di là delle rassicurazioni dei due vicepremier il caso Siri rischia di mettere la parola "fine" all'esperienza gialloverde. I retroscena di stampa parlano di un Salvini pronto a far saltare il governo e dell'ipotesi di un trasloco di Conte da Palazzo Chigi alla Farnesina, per avere un premier più imparziale. Alcuni quotidiani, d'altronde, dipingono lo stesso Conte come pronto a dimettersi nel caso in cui i leghisti disertassero il Consiglio dei ministri per revocare la carica al sottosegretario del Carroccio. È tutto in salita, insomma.

Commenti

leopard73

Dom, 05/05/2019 - 10:17

Manda a casa questi farlocchi incapaci!!!!

amedeov

Dom, 05/05/2019 - 10:20

Ma per la Raggi che è indagata nessuno chiede le dimissioni? e per il presidente del consiglio comunale anche lui indagato tutti tacciono compresi i 5 stalle

antoniopochesci

Dom, 05/05/2019 - 10:25

" Serve il rinvio a giudizio": quanto meno, precisa Salvini. La scoperta dell'acqua calda! Anche perchè, se non erro, nel cosiddetto contratto che lega la maggioranza di governo, si parla di "rinvio a giudizio" e non di un semplice "avviso di garanzia " che in uno Stato di diritto sarebbbe un'aberrazione e quasi una contraddizione in termini. Con altrettanta schiettezza però, caro Salvini, non puoi sempre proclamare urbi et orbi che "il governo gode ottima salute madama la marchesa" perchè sei il primo a non credere a quello che dici. Forse i giornali amplificano tutto pro domo sua, ma, caro Salvini, ti hanno mai detto che esistono trasmissioni, internet e canali vari che permettono fortunatamente ad ognuno di noi di essere informati in tempo reale e senza intermediari?

acam

Dom, 05/05/2019 - 10:39

un modo per abbassare le braghe, dovevi pensarci prima di metterlo nel governo, o fa parte dell'inesperienza e mancanza di perspicacia?

Gianni11

Dom, 05/05/2019 - 11:05

Ricordarsi sempre che fu' mattarella a negare il Governo al CDX. Invece ara prontissimo a darlo ai 5S o a chiunque ma non al CDX. Per entrare Salvini dovette mettersi con 5S e ha fatto benissimo. Altrimenti tutto il CDX sarebbe fuori, grazie a mattarella.

Ritratto di Omar El Mukhtar

Omar El Mukhtar

Dom, 05/05/2019 - 11:06

amedeov: le chiede in permanenza la lega di Salvini. Solo che il M5S quelle di Siri ha la forza di imporle, mentre Salvini non ha la forza di imporre quelle di Raggi!

Giorgio1952

Dom, 05/05/2019 - 11:21

Si certo serve il rinvio a giudizio, invece patteggiare per il reato di bancarotta fraudolenta è irrilevante, il patteggiamento non è un condanna ma è ammissione di responsabilità, si patteggia quando si è quasi certi di una condanna per avere una riduzione di pena. Come ha detto anche Cantone “Siri ha patteggiato per bancarotta, per me è colpevole di un reato grave per Salvini no”.

Ritratto di Marcello.508

Marcello.508

Dom, 05/05/2019 - 11:33

acam - 10:39 Vero. Tuttavia i 5s sapevano del suo patteggiamento: come mai hanno soorvolato? Forse per giocarsi un atout al momento più opportuno? E' questo che bisogna tenere - anche - in considerazione. E questo ha provocato un guaio all'interno del governo, quando un partito cerca di rimontare l'altro nelle preferenze di voto, non considerando che il governo stesso è in difficoltà e poptrebbe saltare. Non ora ma, avanti di questo passo, prima della fine della legislatura. (N.d.r.: non li ho votati)

GeoGio

Dom, 05/05/2019 - 11:36

ma dai... nella intercettazione si sentono due trafficoni che dicono, il padre al figlio... ho impegnato 30.000 euro. non vuole dire niente. forse li ha messi da parte nel caso il sottosegretario li avesse presi? vabbe, io ho impegnatto 100 euro per la Boldrini. ognuno fa quello che puo'. Qualcuno la indaga per favore? il Papa aggiungerei 50 euro. Ahh dimenticavo Saviano e quello che fa le vignette comunista per dire... 20 euro di piu non posso...

VittorioMar

Dom, 05/05/2019 - 11:36

..è il "MINIMO" che si possa chiedere in questi casi ...sono in accordo con SALVINI !!...GIUSTO !!

Ritratto di Marcello.508

Marcello.508

Dom, 05/05/2019 - 11:52

Giorgio1952 - 11:21 Quello che dice Cantone è un'opinione personale del tutto rispettabile, la legge dice altro. Il vulnus è in quello che ho scritto riferendomi ad Acam. A mio modo di vedere il comportamento dei 5s è stato perfido e non credo che porterà loro vantaggi. Intanto stiamo qssistendo ad una querelle (pro voti) di cui gli italiani non hanno bisogno, semmai di riduzione di tasse, di lavoro e sicurezza. Qui il governo "latita" alla grande.

maurizio-macold

Dom, 05/05/2019 - 12:10

Ai leghisti forcalioli che esibivano la forca in parlamento ricordo che quando Ignazio Marino fu indagato per due scontrini di ristorante scatenarono il finimondo. Ed alla fine Marino fu costretto a dimettersi.

agosvac

Dom, 05/05/2019 - 12:10

E' quello che ho sempre sostenuto: Siri è solo indagato, non è stato ancora incriminato!!!

Ritratto di abutere

abutere

Dom, 05/05/2019 - 12:13

Io al Salvini darei qualche suggerimento gratuito su come usare i suoi paletti

acam

Dom, 05/05/2019 - 12:41

Omar El Mukhtar Dom, 05/05/2019 - 11:06 come sempre il cervello ottomano ti impedisce di vedere la realtà e confondi la stoltezza con la forza, gigino non ha forza alcuna solo molta presunzione lo approvi perché sta mantenendo molti tuoi simili venuti qui per questo

Ritratto di perSilvio46

perSilvio46

Dom, 05/05/2019 - 13:06

X maurizio-macold 12:10 Impossibile paragonare Siri - un economista che tutti vorrebbero avere e creatore della flat tax - con Marini, sindaco incapace. Se la giusta indignazione dei parlamentari leghisti ha contribuito a cacciare il Marini è motivo di vanto e orgoglio e non certo di ripensamenti. Anzi è un ammonimenti ai nemici del PD: non ve ne lasciamo passare una. Colpiamo duro! La vittoria sul caso Siri è completa: nel prossimo CdM non solo non ci sarà nessuna cacciata ma gli verranno rese le deleghe. Se ne potrà riparlare nel caso di rinvio a giudizio o, più probabilmente, nel caso di condanna in primo grado. I 5 stelle hanno il terrore che Salvini stacchi la spina. In realtà non ha vinto Salvini, hanno vinto la democrazia e la moralità pubblica: non si condanna per delle chiacchiere rubate furtvamente.

carlottacharlie

Dom, 05/05/2019 - 13:17

...e fa bene, correttamente bene a difendere il Siri. Dove sta scritto che uno deve andarsene a casa perchè dei beceri un giorno decidono chi deve stare in parlamento e chi no. Sono 30anni che subiamo l'affronto dei magistrati politicizzati che frenano ogni iniziativa o legge promulgata, mica per niente siamo sempre nella ganga dai '70 ad ora, non per niente siamo condannati a nuotare nelle fogne con questi mentecatti tutti di sinistra. Quando gli italici capiranno il danno economico, di governabilità, d'istruzione, di giustizia, lavoro ecc.. che la sinistra ha provocato si spera la mettano KO e così tornare person, e non rimanere amebe indegne ed immorali che si suicidano volontariamente dando mano libera a dei criminali che la Storia ha già bollato come tali.

gio777

Dom, 05/05/2019 - 14:43

Masttè tira fuori gli attributi e TIENI SIRI FINO A CHE NON SIA CONDANNATO

Duka

Dom, 05/05/2019 - 15:24

Tradotto: Non s più che pesci pigliare per togliersi il problema che può costargli la poltrona dorata: la sua.

faman

Dom, 05/05/2019 - 16:31

ma suvvia Salvini cosa difendi? un pregiudicato, condannato, non doveva essere in quel posto, e il problema non sussiterebbe. Tu e i tuoi topolini predicate la legalità e poi mandate al governo dei condannati per bancarotta fraudolenta, sottolineo fraudolenta. Vergogna

faman

Dom, 05/05/2019 - 16:38

gio777-Dom, 05/05/2019 - 14:43: se non lo sai Siri è un pregiudicato, è già stato condannato per bancarotta fraudolenta. é una vergogna averlo nominato sottosegratario.

GeoGio

Dom, 05/05/2019 - 16:39

E' ora di mandare i cinque stelle sulla sesta, a dialogare con gli extraterrestri che li sono forti...

faman

Dom, 05/05/2019 - 16:41

carlottacharlie-Dom, 05/05/2019 - 13:17: per contestarti, basta dire che Siri è un pregiudicato che non doveva essere in quel posto. Fine delle polemiche.

rino34

Dom, 05/05/2019 - 16:53

ma con tutto quello che si è detto, e come è stato detto, soprattutto dai grillini...ma come diavolo fanno a stare ancora insieme. Salvini hai portato i 5satelle al governo e non è detto che in caso di rottura loro non riuscirebbero a restare al governo. MAgari con il PD e qualche volenteroso...sei stato eletto con i voti del centrodestra e stai governando con delle forze oscurantiste e fanatiche

Ritratto di wilegio

wilegio

Dom, 05/05/2019 - 19:00

Attento, Matteo! Non dare buone idee a "questi" magistrati, perché ci mettono niente a trovare un gip che lo rinvia a giudizio, salvo poi, fra un paio d'anni, far finire tutto in una bolla di sapone. Tanto loro sono, per definizione, irresponsabili!

kobler

Dom, 05/05/2019 - 19:46

Ah ah! Date degli incapaci ai 5 stelle che subito hanno dimnesso DeVito e proteggete chi dei vostri delinque? E vorreste essere quelli che governano il paese? Ma andate a nascondervi che basta questo per vedere chiaramente chi siete!!! Uno serio manda a casa il colpevole senza pensarci! L'hanno anche registrato e Salvini lo vuole libero? Caro Salvini cominci a puzzare e le lezioni di correttezza dalle ai tuoi! Rinvio a giudizio? Ma va là.......

Ritratto di Leonida55

Leonida55

Dom, 05/05/2019 - 19:56

Fa specie sentire la srtiscia d icialtroni copmunisti ed invasati alla Omar el S'Omar, dare contro Salvini, quando loro hanno sempre chiesto d irispettare la democrazia per i loro accusati, chiedendo di non parlare fino al terzo grado di giudizio. Proprio comunisti, non sanno neppur dove è di casa la democrazia.

bobots1

Dom, 05/05/2019 - 20:33

È il minimo: ha ragione Salvini. In caso contrario saremmo in balìa dei pm. E di casi in cui i pm non hanno avuto ragione ne abbiamo a bizzeffe. Non possiamo eliminare una persona nel lavoro e nella dignità perchè in una intercettazione uno ha detto che "...Un qualcosa gli è costato 30000 euro".

mifra77

Dom, 05/05/2019 - 20:35

Di Maio pensa di fregare ancora gli Italiani,dopo aver fatto il reddito dell'abulico in poltrona. Se non arriva a capire che un reddito minimo con le tasse che lo gravano non è altro che briciole e fregatura. Se abbassa le tasse sul lavoro e gli stipendi, provoca subito un recupero di reddito pro capite. Ma si sa che Di Maio di mestiere faceva il venditore di brustoline e non arriva più che in la.La colpa è di chi lo ha votato e non dello stupido.

Ritratto di Leonida55

Leonida55

Dom, 05/05/2019 - 22:01

Da garantisti, i comunisti sono diventati manettari. Cambiano come il vento, a seconda che siano o no al governo. Squallidi, come i de.menti che li inneggiano.

Duka

Lun, 06/05/2019 - 06:59

Il non capire il grave errore politico commesso è già sintomo di ottusità, persistere e non cogliere le molte occasioni che si sono presentate per rimediare è ancora peggio.

Fab73

Lun, 06/05/2019 - 08:02

Immagino che il fatto che l'uomo di "specchiata onestà" in oggetto in passato sia già stato condannato (pardon, abbia patteggiato, e quindi ammesso) per bancarotta fraudolenta e distrazione di fondi sia un'inezia...

acam

Lun, 06/05/2019 - 09:45

mifra77 20:35 ma che le Brustoline fossero i Bruscolini, ah ah allora se capisce tutto, i gelati proprio no, solo i bruscolini, al cinema della parrocchietta a fine giornata er pavimento ne era pieno. Leonida55 22:01 ti correggo a seconda che il presunto colpeovole sia uno di loro o no...