Crocetta passa al contrattacco: "Se comincio a parlare io sui guai del Pd..."

Il presidente della Sicilia contro i vertici nazionali del Pd: "“Questo Faraone mi vuole fottere la seggiola"

Il Presidente della Regione Sicilia Rosario Crocetta

Le Regioni sono il nuovo grattacapo del Pd. Stamane Vincenzo De Luca ha vinto il primo round e, ora che il Tribunale di Napoli ha accolto la sua richiesta di sospendere la sospensione firmata da Renzi per effetto della legge Severino, potrà formare la sua giunta. In Calabria, invece, il presidente Mario Oliverio ieri si aggirava nelle sale di Montecitorio per un incontro con i vertici del Pd in vista del rimpasto della sua giunta previsto per lunedì dopo l’arresto di due assessori. Tra una settimana il Tar del Piemonte deciderà il futuro di Sergio Chiamparino ma anche quello di Rosario Crocetta è sempre più incerto.

Oggi il presidente della Sicilia, dalle pagine della Stampa, attacca il Pd che vuole sfiduciarlo. “Se comincio a parlare io sui guai del Pd...” è solo il preludio di un duro affondo verso il partito siciliano. “Quando vinsi le elezioni, - racconta Crocetta - sa il Pd chi voleva farmi mettere in Giunta? Mirello Crisafulli. Capisce? Guardate ora i suoi guai. E Franco Rinaldi, il cognato di Francantonio Genovese. Ha presente lo scandalo che poi è scoppiato sulla formazione in Sicilia? Ecco: se stavo a dar retta al Pd, la Giunta durava sei mesi e veniva travolta dagli scandali giudiziari. Passi per l'Udc che voleva infilare Nino Dina, ma il Pd...Il loro astio per me comincia lì". Ma ne ha anche per i vertici nazionali: “Questo Faraone mi vuole fottere la seggiola. Vogliono tutti la mia poltrona. Da Roma vogliono imporre dei piccoli proconsoli, non accettano che ci sia un governatore eletto dai siciliani, che lavora in autonomia". Quanto a Matteo Renzi, "sono l'unico governatore con cui non ha mai, mai parlato, neanche una volta” e “se lo chiamo mi passano i suoi attendenti”. “E pensare che il vero renziano ante litteram sono io, in Sicilia la rottamazione la sto facendo io”. Secondo rumors di Montecitorio, provenienti da ambienti non renziani ma non certo benevoli nei confronti di Crocetta, sembrerebbe che l’attuale presidente se la possa cavare anche stavolta. “Se la Sicilia torna al voto – spiegano i ben informati - o vincono i Cinquestelle oppure il centrodestra, se si ricompatta. Di certo non vincerà il Pd e, considerando che la prossima volta si eleggeranno 70 consiglieri anziché 90, è difficile che Crocetta cada. Puntano tutti a restare il più a lungo possibile…”.

Commenti
Ritratto di 02121940

02121940

Gio, 02/07/2015 - 12:31

"Se comincio a parlare io sui guai del Pd...". Quando qualcuno ci parlerà dei "guai" di Crocetta? Per cominciare da quanto lui si porta a casa a fine mese.

Ritratto di Jaspar44

Jaspar44

Gio, 02/07/2015 - 12:35

Crocetta:"Se comincio a parlare io sui guai del Pd..." con una dichiarazione del genere HA GIÀ PARLATO.

husqvy510

Gio, 02/07/2015 - 12:34

La sicilia deve essere uno stato indipendente. Hanno la loro lingua, le loro usanze e i loro costumi. Saranno partner privilegiato ma nulla di più. Stessa soluzione per calabria, puglia, campania ecc. Per loro lo stato italiano (con le sue leggi) è solo un corpo estraneo e ce lo dimostrano continuamente.

agosvac

Gio, 02/07/2015 - 12:39

Ma sì, Presidente Crocetta, parli, parli sul PD tanto ormai lei è defunto come Presidente a causa loro. Dica delle porcherie a targa PD, ormai cosa ha da perdere??? Una cosa è sicura: con nuove elezioni i PD la Sicilia se la possono sognare!!!!!

Ritratto di .renzie1...

.renzie1...

Gio, 02/07/2015 - 12:40

nel Partito Delinquenti è lotta tra bande

Ritratto di Franco_I

Franco_I

Gio, 02/07/2015 - 12:43

Sig. CROCETTA, cominci a parlare. ci sveli gli arcani o i lati oscuri del sistema. Cominci o STIA ZITTO e la smetta di puntare il dito indice verso altri come è consuetudine, oggi, fare. Attendiamo!!

Ritratto di Pettir45

Pettir45

Gio, 02/07/2015 - 12:59

Compagni di sventura. Ma Crocetta in che partito sta...?

FrancescaRomana...

Gio, 02/07/2015 - 13:16

Infatti, Husqvy510, noi Puglia non ci sentiamo per niente italiani e sinceramente neanche simili ai siciliani, calabresi o campani, purtroppo abbiamo dei poteri che scorrazzano con i poteri italiani ma se andassero a scorrazzare da un'altra parte e lasciassero in pace i cittadini per bene noi staremmo benissimo indipendenti

nonnoaldo

Gio, 02/07/2015 - 13:26

Avvisi minacciosi in stile mafioso... l'anima del PD emerge...

elalca

Gio, 02/07/2015 - 13:46

ecco che emergono le migliori caratteristiche del sinistronzo: la delazione e la vendetta. cialtrone

odifrep

Gio, 02/07/2015 - 20:10

Crocetta, non c'è altro da dire sulle malefatte del PD. Più di quanto ha detto la Madia, nel giugno del 2013 a Roma. Vuole diventare Ministro?