Fare il saluto romano si può: "È una libertà di espressione"

Per i giudici non è reato essere fascisti e manifestare il pensiero del Ventennio

Foto di repertorio

I tempi non sono maturi, aveva scritto appena cinque anni fa la Cassazione, per sdoganare il saluto romano. Ma adesso, dice sempre la Cassazione, il momento è arrivato. Non è reato salutare romanamente. Anzi, di più: non è reato essere fascisti, manifestare il pensiero fascista e l'ideologia fascista. Lo stabilisce la Costituzione repubblicana, che tutela libertà di pensiero e di espressione. È una sentenza di svolta, e come tale destinata a suscitare vivaci reazioni contrapposte, quella depositata ieri dalla Prima sezione della Suprema Corte: anche perché arriva a breve distanza da una decisione analoga, che era andata - anche se più timidamente - nella stessa direzione, tanto da poter ormai parlare di un orientamento consolidato. Alla libertà di fascismo, la sentenza di ieri sembra mettere un solo limite: agitare i gesti e i simboli del fascismo diventa reato se in questo modo «si pongono in pericolo la tenuta dell'ordine democratico e dei valori allo stesso sottesi». Fin quando ordine e valori saranno ben saldi, colpire il saluto fascista vuole dire colpire la libertà di pensarla come si vuole.

Era il 29 aprile 2014 quando centinaia di militanti dell'estrema destra milanese si ritrovarono nella zona di viale Romagna per la commemorazione del diciassettenne militante del Fronte della Gioventù Sergio Ramelli e del dirigente missino Enrico Pedenovi, uccisi rispettivamente nel 1975 e nel 1976. Marce inquadrate, giubbotti neri, teste rasate, croci celtiche e, soprattutto, saluti romani al grido di «Presente!». Vennero incriminati in nove, fotografati e identificati dalla Digos per apologia di fascismo, il reato previsto dalla legge Scelba del 1952. Lo stesso copione era andato in scena l'anno prima, anche lì con denunce e incriminazioni: era finita con la condanna a un mese di carcere degli imputati. Invece il fascicolo per il corteo dell'aprile 2014 approda sul tavolo di un giudice preliminare che proscioglie i sette imputati che avevano scelto il rito abbreviato: è il primo segnale che il clima, oltre alla giurisprudenza stanno cambiando. Quella sentenza viene poi confermata in appello e in Cassazione.

Ora arriva il secondo verdetto definitivo per altri tre partecipanti al corteo, e segna un ulteriore passo nella stessa direzione, perché riporta esplicitamente l'ideologia fascista nell'alveo delle libertà di pensiero tutelate dalla Costituzione. Respingendo il ricorso della Procura generale di Milano contro le assoluzioni, i giudici della Prima sezione scrivono che il reato previsto dalla legge Scelba «non colpisce tutte le manifestazioni usuali del disciolto partito fascista, ma solo quelle che possono determinare il pericolo di ricostituzione di organizzazioni fasciste in relazione al momento e all'ambiente in cui sono compiute».

Il corteo milanese non aveva «alcun intento restaurativo del regime fascista», si legge nella sentenza: «In questo senso depongono le modalità ordinate e rispettose del corteo, svoltosi in assoluto silenzio, senza inni, canti o slogan evocativi dell'ideologia fascista, senza comportamenti aggressivi, minacciosi o violenti nei confronti dei presenti, senza armi o altri strumenti. Si è in tal modo escluso che la manifestazione in esame, pur in presenza di ostentazione di simboli e saluti fascisti, avesse assunto connotati da suggestionare gli astanti inducendo negli stessi sentimenti nostalgici in cui ravvisare un serio pericolo di riorganizzazione del partito fascista». La legge Scelba, dicono i giudici della Cassazione, non punisce una idea ma protegge da un pericolo: il ritorno del fascismo. Se questo pericolo non c'è, allora anche i fascisti possono dire come le pensano.

La Costituzione non gli piacerà, ma è fatta anche per loro.

Commenti
Ritratto di roberto-sixty-four

roberto-sixty-four

Mer, 21/02/2018 - 08:57

....Con buona pace delle "oche starnazzanti"....

Ritratto di marmolada

marmolada

Mer, 21/02/2018 - 08:58

Incredibile!! La Cassazione si è ricordata di quello che dice la Costituzione!! A differenza invece di molti ignoranti che in nome dell'antifascismo si comportano ...da fascisti!!

amedeov

Mer, 21/02/2018 - 09:03

Sono contento di questa decisione perchè potrò salutare la statua di Giulio Cesare con il braccio destro alzato

Ritratto di I1-SWL527

I1-SWL527

Mer, 21/02/2018 - 09:05

come mai ora perchè siamo sotto elezioni?

Ritratto di mbferno

mbferno

Mer, 21/02/2018 - 09:08

Doccia fredda per la boldriscenko, che appena ieri esultava per la cittadinanza onoraria tolta al Duce: questo la dice lunga sul torto marcio che alberga nella sua mente ottusa. Cmq -10 all'alba.

mnbvcxz

Mer, 21/02/2018 - 09:10

SONO CONTENTO CHE I KOMUNISTI NON ABBIANO INFLUENZATO QUESTO GIUDICE. SOLIDARIETA' AGLI AMICI DI FORZA NUOVA DI PALERMO

amicomuffo

Mer, 21/02/2018 - 09:16

noooooo.... che poi la Boldrini c'è la mena fino alle calende greche!

Ritratto di Antero

Antero

Mer, 21/02/2018 - 09:18

Romanamente saluto !

Franco Ruggieri

Mer, 21/02/2018 - 09:25

Muoio dalla voglia di sentire che cosa dirà la Boldronza ...

un_infiltrato

Mer, 21/02/2018 - 09:27

E.. per quanto riguarda il dito medio e/o il gomito, ci sono novità di rilievo?

Ritratto di do-ut-des

do-ut-des

Mer, 21/02/2018 - 09:27

Solo dal titolo, proprio che si possa fare liberamente, no. Diciamo le cose giuste. Infatti poi nell'articolo si specifica. Ma per ipotesi il 90% degli italiani diventasse fascista, ci si dovrebbe attenersi a quella piccola minoranza che il fascismo è bandito?

Giorgio Rubiu

Mer, 21/02/2018 - 09:29

Alla faccia di Fiano, della Boldrini e dei Centri Sociali facinorosi e ben più fanatici e violenti di quanto siano i nostalgici del Fascismo del passato o quelli che promuovono un Fascismo che non è f

DRAGONI

Mer, 21/02/2018 - 09:30

SALUTO ROMANAMENTE LA SIG.RA BOLDRINI!!

sereni

Mer, 21/02/2018 - 09:30

questi giudici rossi........ la verità è che ognuno ha una propria ideologia, e la legge è quella che fanno i politici. A tutti i destricoli resta il fatto che parlano solo per idee inculcate dalla propaganda.

Gianni000

Mer, 21/02/2018 - 09:31

il vero reato e' l'apologia dell'antifascismo, cioe' andare a pestare gente e distruggere beni in nome di una ideologia scomparsa e protetti dalla sinistra. E' tempo che si pensi anche a questo.

Ritratto di ierofante

ierofante

Mer, 21/02/2018 - 09:38

In uno stato democratico le sentenze si rispettano e si attuano. Tutte. Però mi chiedo se i caproni fascisti immortalati nella foto abbiano a cuore il rispetto del concetto di "tenuta dell'ordine democratico e dei valori allo stesso sottesi». In altri termini la sentenza è "abnorme", in quanto quei soggetti, per definizione, se ne fregano dell'ordine democratico. Altrimenti non sarebbero fascisti.

Ritratto di gianky53

gianky53

Mer, 21/02/2018 - 09:40

Non dovrebbe essere necessario il permesso di nessuno per poter manifestare le proprie idee. 'Sti parrucconi paludati e scandalosamente costosi!

ghorio

Mer, 21/02/2018 - 09:46

Infatti, a suo tempo questo era il saluto durante l'impero romano. Alzare la mano non riesuma certo Mussolini. Coloro che soffrono di antifascismo acuto, tra poco proporranno la cancellazione della storia di Roma

Ritratto di 02121940

02121940

Mer, 21/02/2018 - 09:54

Approvo la decisione della Corte che mi sorprende favorevolmente. Per altro osservo che, a mio modesto avviso, sarebbe bene che l’estrema destra moderi i comportamenti ed eviti di manifestare a favore di un Fascismo finito da 73 anni, portandosi dietro almeno due tristi ricordi: la persecuzione degli Ebrei e la partecipazione alla guerra tedesca, che non ci riguardava. Vedano invece di "entrare" nel sistema democratico partecipando "pacificamente" alla lotta politica che pervade il Paese, contro coloro che ancora riflettono un deprecabile "comunismo", ormai scomparso anche dalla Russia, che ne fu la culla.

blackbird2013

Mer, 21/02/2018 - 10:20

Quando non si sa usare la bocca si devono usare le mani.

Ritratto di Marcello.508

Marcello.508

Mer, 21/02/2018 - 10:22

ierofante - 09:38 Quello che lei dice, esimio compagno, è corretto. Tuttavia sarà sempre il giudice a stabilirlo in base alla situazione del momento, non certo lei che avendo facoltà di esprimere un suo pensiero, tale rimane e va rispettato non certo condiviso aprioristicamente. Stessa cosa vale per il pugno chiuso che a mio a

Ritratto di oldpeterjazz

oldpeterjazz

Mer, 21/02/2018 - 10:28

Romanamente ringrazio la Cassazione.

Ernestinho

Mer, 21/02/2018 - 10:45

Anche il gesto dell'ombrello "è una libertà di espressione"!!!!

Ritratto di -Alsikar-

-Alsikar-

Mer, 21/02/2018 - 11:04

Salvate il compagno Fiano. Qualcuno gli dia un po' di valium.

Ritratto di gattomannaro

gattomannaro

Mer, 21/02/2018 - 11:05

@sereni : "A tutti i destricoli resta il fatto che parlano solo per idee inculcate dalla propaganda." Fantastico, questa me la annoto. Essendo piuttosto anziano ho conosciuto personalmente ex fascisti, combattenti della RSI, in genere specchiati galantuomini in perfetta buonafede. Quanti ragazzotti 'antifa' di oggi, ne hanno mai conosciuto uno di persona? Ciò detto, sono assolutamente certo che nessuno degli ex fascisti (verosimilmente tutti passati a miglior vita, per anzianità), pur conservando i vecchi ideali non farebbe oggi il saluto fascista, e sicuramente non per paura. Questi ragazzotti non mi convincono proprio....

momomomo

Mer, 21/02/2018 - 11:46

Oltre ad essere ..."... una libertà di espressione ..."..., il saluto romano è ...romano, con la buona pace di tutti!!!

Ritratto di Elvissso

Elvissso

Mer, 21/02/2018 - 12:06

Gia è qualcosa.

honhil

Mer, 21/02/2018 - 12:12

Gli unici “fascisti” restano dunque i cosiddetti Centri sociali, i No Tav, gli Spazi pubblici autogestiti, gli Antagonisti, i black bloc, e di chi più ne ha più ne metta, i soli che mettono a ferro e fuoco le città e intimidiscono financo le forze dell’ordine.

tonipier

Mer, 21/02/2018 - 12:19

" SE FOSSE VERO....COSA NE PENSA LA NOSTRA MILORD PROTETTA COMPAGNA SOCIALE?"

Ritratto di Flex

Flex

Mer, 21/02/2018 - 12:33

Finalmente viene dato atto alla "libertà d'espressione".

gianfranco56

Mer, 21/02/2018 - 12:37

Immagino la scena di un faccia a faccia televisivo - dalla Kompagna Kruber - tra un esponente di FN e la Boldrinova mentre il primo saluta la Komunista con il saluto romano. Non riesco ad immaginare il godimento.

soldellavvenire

Mer, 21/02/2018 - 12:40

invece è apologia del fascismo, reato impunito ma vabbè c’è ben altro

soldellavvenire

Mer, 21/02/2018 - 12:43

oddái allora ci sono davvero le toghe nere

cristiani

Mer, 21/02/2018 - 12:56

mai simpatizzato per il fascismo, ma oggi una boccata d'aria fresca ci vuole..

Libertà75

Mer, 21/02/2018 - 13:00

@soldellavvenire, quanta fatica leggere un articolo

Ritratto di Turzo

Turzo

Mer, 21/02/2018 - 13:34

Ora chi glielo dice al cerebro-circonciso Fiano?

Ritratto di Turzo

Turzo

Mer, 21/02/2018 - 13:35

Fancazzisti comunisti, romanamente vi saluto! A noi!!!!

Ritratto di Gianfranco Robert Porelli

Gianfranco Robe...

Mer, 21/02/2018 - 13:35

Patriottismo o razzismo? Io preferirei, per dire, coricarmi con la Moretti o la Boschi che non con la Kyenge. Politically correct, la razza non esiste, però io preferisco le donne con la pelle e i capelli luminosi, meglio se italiane. E non venitemi a menare il torrone, perché le preferiscono anche gli africani. Dunque... Elogio della follia?

Ritratto di cape code

cape code

Mer, 21/02/2018 - 13:38

@Sereni, blatta rossa, su 99% di giudici comunistardi ce ne sara' anche uno con un po' di cervello no?? mica tutti saranno lobotomizzati sinistri.

Ritratto di I1-SWL527

I1-SWL527

Mer, 21/02/2018 - 14:03

Roma non è capitale d'Italia forse? Mica è in Russia.

ex d.c.

Mer, 21/02/2018 - 14:20

In caso contrario dovrebbe essere proibito anche il pugno chiuso

Una-mattina-mi-...

Mer, 21/02/2018 - 14:27

PERFETTO! DA DOMANI SALUTERO' COSI' IL SORGERE DEL SOLE

Ritratto di Burumaru

Burumaru

Mer, 21/02/2018 - 14:57

Una ovvietà. Ma per i sinistri era necessaria una sentenza che glielo sillabasse. D'altronde hanno qualche difficoltà col concetto di libertà d'opinione.

Ritratto di abj14

abj14

Mer, 21/02/2018 - 15:03

Ohibò, adesso ci toccherà subire gli strali infuocati di Notre Dame des Migrants e affini.

Pinozzo

Mer, 21/02/2018 - 15:19

Ahahah che sagome che siete.. guardali li, "romanamente saluto!", "a noi!", "romanamente ringrazio!". Non vi rendete conto di quanto siate patetici.

Ritratto di Friulano.doc

Friulano.doc

Mer, 21/02/2018 - 15:54

Il Saluto Romano fa bene alla salute: ABUSANE! Detto tra noi, questa sentenza mi fa capire che sono un fuorilegge, perchè non ho mai salutato romanamente con intenti commemorativi, bensì celebrativi. Nobis!

Una-mattina-mi-...

Mer, 21/02/2018 - 15:56

UNA BELLA MANO APERTA E INNOCUA, CONTRO PUGNI BRANDITI E ALZATI MINACCIOSAMENTE: COME SALUTO QUELLO ROMANO VINCE ALLA GRANDE

onurb

Mer, 21/02/2018 - 16:24

Se tanto mi dà tanto, anche fare commercio di foto o oggetti dell'epoca fascista non è reato: avvertite Fiano e la Boldrini.

Ernestinho

Mer, 21/02/2018 - 16:26

Affermare che quel gesto "È una libertà di espressione", mi fa ridere, anzi vomitare!

Ritratto di LANZI MAURIZIO BENITO

LANZI MAURIZIO ...

Mer, 21/02/2018 - 16:29

la Boldrini quando ha letto la notizia se l'è fatta addosso.

Ritratto di aresfin

aresfin

Mer, 21/02/2018 - 17:03

Fiano, Fi-ano, F-iano, Fffffffffff sgonfiati pallone.

Cheyenne

Mer, 21/02/2018 - 17:15

NON C'ERA BISOGNO DELLA SENTENZA DELLA CASSAZIONE

Ritratto di tomari

tomari

Mer, 21/02/2018 - 17:22

@Ernestinho: Sempre meglio del vostro pugno chiuso! Dovresti vedere la serie:"stalin, il dittatore d'acciaio" con filmati d'epoca, quello che ha fatto stalin al SUO popolo è aberrante! Hitler, al confronto, era un chierichetto!

Agus

Mer, 21/02/2018 - 17:28

Ricordo che ai tempi della scuola la professoressa d`italiano e quella di francese quando s`incontravano nei corridoi e pensavano di essere sole si salutavano romanamente io ora saluto romanamente la sboldrina e tutte le zecche rosse che sono, per ora, al governo

antoniopochesci

Mer, 21/02/2018 - 17:46

Non ci voleva la Cassazione per sancire un'ovvietà. Chiunque non sia intossicato dal pregiudizio capisce che - come avevo scritto qualche giorno fa - il saluto romano ed altri folkoristici atteggiamenti rientrano nei diritti fondamentali scolpiti nella nostra Costituzione, nel caso specifico nella libertà di espressione. E' sottinteso che chi travalica questo diritto e commette un reato, è il Codice Penale a punirlo. Tutto qui. Ecco perchè le sedicenti vestali della Costituzione che starnazzano come oche del Campidoglio, invece di inscenare pagliacciate aizzando e fomentando odio, farebbero bene a presentare una semplice denuncia contro chi, nel caso, commetta un reato, al di là dell'ideologia. Del resto la ricostituzione del partito fascista non è negata dai fondamentali principi della Costituzione, ma relegata nella XII Disposizione Transitoria che, appunto come tale, non è perenne.

Ritratto di Leonida55

Leonida55

Mer, 21/02/2018 - 17:51

Bisogna avvertire la Boldrini, per non farla gridare continuamente.

Ernestinho

Mer, 21/02/2018 - 17:54

"tomari" Mi dispiace per te, ma non sono nè fascista nè comunista. Sono una persona normale, che ragiona! Non certamente come te!

Ernestinho

Mer, 21/02/2018 - 18:00

Ecco "Tomari" un altro che capisce che se qualcuno è contro un regime deve per forza essere dell'altro. Ma ragioni proprio terra-terra, fattelo dire. Sono apolitico! Uno ai quali gli estremismi, come il tuo, fanno schifo!

bremen600

Mer, 21/02/2018 - 18:52

ELKID,SEI SVENUTO!!

Ritratto di nando49

nando49

Dom, 25/02/2018 - 09:57

I parlamentari che sono stati condannati in via definitiva possono votare. I direttori di banca che fatto fallire la banca e messo sul lastrico centinaia di risparmiatori possono votare ... E via così! Proposta da chi ha sempre sostenuto il saluto con il pugno chiuso.