La (folle) proposta di Grillo: "Senato a sorteggio"

L'ultima idea di Beppe Grillo è il Parlamento a sorteggio. Vuole archiviare il sistema istituzionale attuale tornando all'antica Grecia

L'ultima idea di Beppe Grillo è il Parlamento a sorteggio. Il fondatore del Movimento Cinque Stelle sul suo blog adesso propone una curiosa riforma della struttura istituzionale dello Stato. Nessuna elezione ma solo un sorteggio per individuare i rappresentanti dei cittadini. "Il più grande inganno della Politica: farci credere che servano i politici. Sembra assurdo, ma pensateci un attimo. La selezione dovrebbe essere equa e rappresentativa del Paese. Il 50% sarebbero donne. Molti sarebbero giovani, alcuni vecchi, altri ricchi, ma la maggior parte di loro sarebbero gente comune. Sarebbe un microcosmo della società". Il garante del Movimento poi spiega nel dettaglio la sua idea e parla a questo punto di un vero e proprio "sorteggio": "Se sostituissimo le elezioni con il sorteggio e rendessimo il nostro parlamento - nel testo sempre con l’iniziale minuscola, come per ogni suo altro sinonimo - veramente rappresentativo della società, significherebbe la fine dei politici e della politica come l’abbiamo sempre pensata".

Il piano di Grillo riguarderebbe solo il Senato. Grillo archivia il sistema democratico così come lo conosciamo e di fatto "processa" il nostro sistema istituzionale: "È rotto, non funziona, ma non avendone un altro migliore non ci resta che capire cosa non funziona". Poi ribadisce la sua posizione e propone la "selezione casuale".

E cita anche un precedente: quello dell'antica Grecia: "La selezione casuale è stata un elemento chiave del modo in cui si è svolta la democrazia nell’antica Atene. La demarchia era un concetto fondante della civiltà classica, anche Aristotele, nella Retorica, definisce la democrazia stessa come la forma in cui si estraggono a sorte i rappresentanti. Gli antichi Ateniesi - prosegue - selezionavano a caso i cittadini per occupare la maggior parte dei loro posti politici. Sapevano che le elezioni erano dispositivi aristocratici. Sapevano che i politici di carriera - attacca Grillo - erano una cosa da evitare. E penso che ora sappiamo anche noi queste cose. Ma più interessante dell’antico uso della selezione casuale è la sua moderna rinascita".

Commenti

titina

Gio, 28/06/2018 - 10:44

Il Senato andrebbe abolito.

nerinaneri

Gio, 28/06/2018 - 12:29

...se si ha fortuna, perchè no?...

Un idealista

Gio, 28/06/2018 - 13:24

Io non ho mai apprezzato Grillo. Però devo dire che nemmeno lo conosco, in quanto non l’ho mai ascoltato, neanche quando faceva il comico. Però, visto il successo che ha ottenuto con il Movimento 5 Stelle, lo sto riconsiderando. In particolare, riguardo alla proposta di scegliere mediante sorteggio chi andrà in Parlamento, l’idea non mi sembra per niente sciocca, come mi era apparsa ad un primo sguardo. Naturalmente, bisognerebbe operare una selezione preventiva in modo da escludere persone troppo giovani o handicappati mentali. Un’ulteriore selezione potrebbe essere compiuta sottoponendo i candidati ad un test di intelligenza.

compitese

Gio, 28/06/2018 - 14:36

Non dobbiamo dimenticare che nel medioevo ( per l'Italia uno dei periodi più felici della sua storia, ovviamente rapportata al contesto epocale) molte cariche erano a sorteggio e spesso incarichi di responsabilità erano affidati a forestieri ( podestà forestiere). L'idea di Grillo non è peregrina e anzi potrebbe essere abbinata al gratta e vinci con vantaggi per l'erario.

estykatzy

Gio, 28/06/2018 - 15:27

@ Un idealista.Si potrebbero selezionare tra quelli di religione cristiana, di razza bianca. Possibilmente alti, biondi e con gli occhi azzurri.

falco41

Gio, 28/06/2018 - 16:12

Il sorteggio sarebbe un salto nel buio, non si possono conoscere a priori le capacità degli estratti. Invece il senato dovrebbe essere abolito, i deputati 400, suddivisi proporzionalmente fra le regioni ed i candidati devono risiedere in quella regione da almeno 5 anni, allora si che rappresentano realmente il territorio. Ad esempio: cosa può rappresentare una toscana eletta in Trentino Alto Adige, regione di cui non conosce nulla se non le bellezze turistiche?

schiacciarayban

Gio, 28/06/2018 - 16:31

Non mi sembra un'idea così strampalata, magari con un minimo di selezione alla fonte, per esempio sul titolo di studio.

buri

Gio, 28/06/2018 - 17:57

TSO per Grillo, oramai supera ogni limite

Antonio Chichierchia

Gio, 28/06/2018 - 17:58

Ipotesi affascinante sotto il profilo emotivo, però c'era anche un certo Platone che asseriva che la democrazia non era certo il migliore dei sistemi, anzi l'oligarchia di persone per bene era la strada da seguire.

Un idealista

Gio, 28/06/2018 - 18:15

Il metodo di scelta non sarò io a deciderlo. Comunque, una limitazione in quanto ad età ed intelligenza non mi sembra molto discriminante, se non per impedire che in Parlamento siedano persone immature o intellettualmente limitate.

cgf

Gio, 28/06/2018 - 19:16

@Un idealista non si preoccupi proprio del metodo di scelta, quella la farebbe Casaleggio&C

GPTalamo

Gio, 28/06/2018 - 20:56

La proposta e' interessante ma assai pericolosa per la democrazia vera, perche' si presta a corruzione: il sorteggio selezionerebbe gli strati poveri (o almeno il ceto medio) della popolazione, per cui non sarebbe difficile per uno come Soros a "comprarsi" tutte e 100 le persone ed esercaitare una dittatura di fatto. Personalmente, non voglio essere rappresentato da sorteggiati a caso, ma da persone che combattono per dei valori prestabiliti (anche fosse con le parole e non con i fatti).

GPTalamo

Gio, 28/06/2018 - 21:01

Teoricamente, la democrazia dovrebbe essere il migliore sistema. Nella pratica, pero', i valori morali proposti da essa possono essere bassi e vili (esempio, ateismo, pornografia, omosessulaita', aborti, eccetera). Personalmente, mi sentirei rappresentato piu' da un monarca come la regina di Inghilterra che da un democratico come Obama. E' triste, ma e' cosi'.

Popi46

Ven, 29/06/2018 - 05:38

Mi chiedo come mai venga data ampia notorietà mediatica ad ogni flatulenza emessa da costui... E a coloro che hanno citato antica Grecia e medioevo ricordo che a quei tempi non esisteva il suffragio universale ed i sorteggi avvenivano nell’ambito di una platea ristretta e quindi già selezionata

Duka

Ven, 29/06/2018 - 08:49

Bisogna capirlo, l'anagrafe e le crescenti temperature di questi giorni fanno brutti scherzi.

giovanni951

Ven, 29/06/2018 - 09:46

una vera scemenza

silvano45

Ven, 29/06/2018 - 11:42

Ideale è abolirlo ma i politici i supervalletti gli impiegati del senato tengono famiglia e non si riuscirà mai. Perchè scandalizzarsi di una proposta al ritorno della democrazia di Atene?

kobler

Ven, 29/06/2018 - 17:10

Benissimo così i posti saranno in mano a semplici persone non corrotte da quella falsa politica che imperversa da mezzo secolo! Ci saranno semplici cittadini che avranno magari la chance di andare in una di quelle auto blu :-)

Ritratto di EstiqaatsiX

EstiqaatsiX

Ven, 29/06/2018 - 17:17

TSO x grillo +1

pasquinomaicontento

Ven, 29/06/2018 - 18:43

Sarebbe mejo che i senatori se giocassero il laticlavio a 7 e mezzo,a scassaquinnici, a 'na corsa de venti metri, in discesa, e vince chi c'hà meno parpitazioni all'arivo.Quarcuno se metterà a ride ma porcaccia la miseria 323 senatori magara pure de 26 anni,me pareno un po' troppi + 630 deputati fanno 953 gargarozzoni extralarge, me verebbe da chiede a una o a uno de sti eletti :-ma sete boni a infila l'ago dell'urtima Singer Insiration?ma forse nun sanno manco chedè.M'ariviè in mente er finale de la ninna nanna de la guera der Tri.-E riuniti fra de loro-Senza l'ombra d'un rimorso-Ce faranno un ber discorso-Su la Pace e sul Lavoro-Pe quer popolo cojone-Risparmiato dar cannone-

Lugar

Ven, 29/06/2018 - 19:13

Ma personalmente non mi ritengo idoneo, però ad ammetterlo mi ritengo molto più serio di tanti politici di professione.